sabato 15 maggio 2021

|Beauty Cues|
I prodotti per capelli secchi (e non solo) di cui mi sono innamorato 💙

Sono stati i prodotti che hanno caratterizzato maggiormente la mia hair care routine negli ultimi mesi e posso dire che mi hanno conquistato fin da subito. Sono tre prodotti che fanno tutti parte della linea Trico Bio di L'Erboristica di Athena's. Fra le gamme proposte, mi sono facilmente diretto verso la Riparazione Profonda, arricchita con cheratina vegetale, che mi sembrava adatta alle mie esigenze.

athena's trico bio opinioni

La linea Trico Bio vuole unire prodotti ecocertificati a risultati vicini a quelli professionali ottenibili in salone.
Non ho dei capelli danneggiati, per quanto siano tinti, ma sono secchi, quindi tutto ciò che li reidrata, li condiziona e gli dà maggiore forza per me è ben accetto. Ho voluto usarli tutti e tre in contemporanea perché sono convinto della sinergia dei prodotti, ma ovviamente ognuno ha le sue caratteristiche di cui voglio parlavi e del perché mi siano piaciuti.



Athena's L'Erboristica Trico Bio Riparazione Profonda Shampoo
Fortificante Ristrutturante

l'erboristica athena's trico bio

È difficile che uno shampoo mi convinca sin da subito perché il mio cuoio capelluto può fare le bizze di punto in bianco, ma non ho avuto alcun problema con questo shampoo di Athena's. Ad arricchire la sua azione fortificante ristrutturante, ci sono emollienti e lenitivi come l'aloe, gli estratti di viola tricolor e di verbena che hanno proprietà lenitive. Ha una texture molto fluida ma cremosa, che però genera comunque una buona quantità di schiuma. Forse avrei optato per una confezione diversa, ma è solo un po' scomoda, non si creano sprechi. 
Questo della linea Trico Bio è forse uno dei pochi shampoo che apprezzo più usato tal quale che diluito come faccio di solito, perché in questo caso secondo me si va ad abbassare il potere lavante. Infatti così puro riesce a darmi una buona detersione del cuoio capelluto, ma senza irritarlo e seccarlo, cosa per me fondamentale. Nonostante poi la consistenza quasi cremosa e la delicatezza di questo shampoo L'Erboristica i capelli mi restano puliti come al solito, fra i quattro e i cinque giorni, sempre leggeri e morbidi.

athena's trico bio l'erboristica rinforzante

Infatti questo shampoo Riparazione Profonda ha su di me un buon potere condizionante, non va ad annodarmi i capelli, ma li lascia abbastanza disciplinati, corposi e voluminosi. L'unica cosa che noto è che diventano un po' più rigidi, ma è una cosa che capita praticamente con tutti gli shampoo con cheratina, ma basta il balsamo a risolvere completamente la situazione. Proprio per questo non posso dire sia uno dei prodotti che da solo su di me basta e avanza, ma all'interno di questa routine L'Erboristica, lo shampoo mi è piaciuto molto e fa il suo dovere come mi aspettavo.
Aggiungo che si sciacqua facilmente e che ha una profumazione, uguale a tutti i prodotti della linea Riparazione Profonda, che ricorda in effetti i prodotti professionali. Si tratta di una fragranza intesa che resta sui capelli, ma che ho trovato molto piacevole. 
Secondo me è perfetto per capelli secchi, trattati e sottili, e per chi cerca un prodotto delicato. 

INFO BOX
🔎 Grande distribuzione, Ipercoop, Sito dell'azienda, Tigotà, Amazon
💸 €3.50
🏋 250ml
🗺 Made in Italia
⏳ 6Mesi
🔬 Bios Biocosmetics, Vegan, Nickel, Cromo, Cobalto Tested <0,0001
💓⇒ 🌸🌸🌸🌸🌱


Athena's L'Erboristica Trico Bio Riparazione Profonda Balsamo
Riparatore Nutriente

athena's l'erboristica balsamo trico bio

Agli ingredienti che troviamo nello shampoo alla cheratina, nel Balsamo Riparatore si aggiunge anche il burro di karitè, in una formulazione molto cremosa ma anche facile da stendere e da distribuire omogeneamente. Anche in questo caso la profumazione è intensa e gradevole.
Athena's non dà indicazioni di uso né sui tempi di posa, personalmente un po' come tutti i balsami capelli cerco di tenerlo in posa almeno 5 minuti affinché agisca al meglio.  
Questo balsamo L'Erboristica si sposa bene con lo shampoo perché va subito ad ammorbidire i capelli, ed ha una azione districante molto rapida. 

athena's l'erboristica balsamo trico bio

Quando lo vado a sciacquare, già da bagnati, i capelli mi sembrano appunto più morbidi e facili da pettinare ma hanno comunque corpo. Una volta asciutti li ritrovo abbastanza voluminosi, non è infatti un balsamo che va ad appesantire e si risciacqua anche con molta facilità, e un po' meno crespi.
Credo che questo prodotto Trico Bio si adatti bene a capelli sottili e maltrattati, che appunto possono appesantirsi o ungersi facilmente, ma non è sufficiente per capelli molto secchi, magari ricci, molto danneggiati. O per lo meno su di me non ho notato una azione setificante così accentuata da farmi pensare che il suo potere nutriente sia sufficiente, ad esempio, per porre rimedio ai danni di una estate fra sole e salsedine, specie se lo usate da solo. All'interno di questa routine, il Balsamo Riparazione Profonda mi è però piaciuto, e credo che dia il suo meglio, lasciando i capelli ordinati, soffici e profumati.

INFO BOX
🔎 Grande distribuzione, Ipercoop, Sito dell'azienda, Tigotà, Amazon
💸 €3.50
🏋 200ml
🗺 Made in Italia
⏳ 6Mesi
🔬 Bios Biocosmetics, Vegan, Nickel, Cromo, Cobalto Tested <0,0001
💓⇒ 🌸🌸🌸🌸


Athena's L'Erboristica Trico Bio Riparazione Profonda Siero
Fortificante Riparatore

athena's siero fortificante

È un prodotto molto particolare questo siero alla cheratina Athena's per vari motivi: si presenta infatti come i tipici sieri liquidi come quelli che usiamo per il viso con il contagocce, con una consistenza lattiginosa, e ovviamente la profumazione che contraddistingue questa linea Riparazione Profonda
In questo caso L'Erboristica dice di shakarare questo siero e applicarlo sui capelli umidi dopo averli lavati, quindi come leave-in, e prima dell'asciugatura. 
Credo che fra tutti i prodotti di questa hair care, questo è quello che mi ha stupito di più sia per la facilità con cui si utilizza, ma soprattutto per l'efficacia.

siero fortificante capelli athena's

Infatti è un siero acquoso ma che non unge affatto i capelli, non me li appesantisce né li affloscia, ma ha una azione fortificante, ammorbidente ed elasticizzante della fibra secondo me abbastanza evidente. Sui miei capelli aggiunge anche quell'ulteriore azione condizionante e lucidante di cui hanno bisogno. Non sostituisce il prodotto per lo styling, ma sicuramente dà una mano nel mettere in piega i capelli che sono un po' più disciplinati. I capelli risultano molto corposi ma sempre leggeri e voluminosi: il siero Riparazione Profonda Trico Bio infatti non mi accorcia i tempi di pulizia dei capelli.

athena's l'erboristica siero capelli naturale

Devo fare una parentesi su questo prodotto: qui parlo sempre della mia esperienza perché riesco a darvi una opinione completa e controllata nel tempo, ma ammetto curando abbastanza i capelli, il risultato finale può essere "falsato". Insomma, su di me vince facile. Ho però messo alla prova questo siero fortificante sui capelli di mia madre che sono tinti, sottili, vagamente danneggiati e secchi, non molto densi, ma si possono appesantire e ungere, e appunto non sono curati particolarmente. Su di lei questo trattamento ha davvero dato il suo meglio perché le rende i capelli più morbidi, luminosi, corposi, come se avesse una azione rivitalizzante, idratando e rendendo i danni meno visibili. Anche la colorazione sembra più piena e vibrante, ma comunque non le appesantisce le lunghezze. Lei stessa ha finito per rubarmelo, e non capita mai tanto spesso.
Secondo me è un prodotto che anche da solo può fare la differenza e che si può adattare a chiunque, sia a chi ha capelli più secchi, sia a chi tende ad avere ad esempio le punte danneggiate.

INFO BOX
🔎 Grande distribuzione, Ipercoop, Sito dell'azienda, Tigotà, Amazon
💸 €4.90
🏋 100ml
🗺 Made in Italia
⏳ 6Mesi
🔬 Bios Biocosmetics, Vegan, Nickel, Cromo, Cobalto Tested <0,0001
💓⇒ 🌸🌸🌸🌸🌸

athena's l'erboristica


Questa di Athena's è stata per me una delle haircare routine più interessanti e funzionali di quest'anno, e ripescherò sicuramente più avanti altri prodotti dalla linea Trico Bio, visto che mi incuriosisce molto la Luce Sublime, che penso sia anch'essa indicata per i miei capelli.
Sono sempre curioso dei vostri pareri, per cui come sempre ci leggiamo nei commenti.



mercoledì 12 maggio 2021

|Sotto la copertina|
Non giudicatemi, li ho letti solo per curiosità 😅

Non essendo un lettore con una particolare conoscenza approfondita, a muovermi è sempre la curiosità: il titolo, la copertina, uno scrittore che ho già letto. A volte sono i consigli di amici, altre qualcosa in cui incappo sui social. Negli ultimi mesi le mie letture sono state indirizzate proprio da queste ragioni e nella mia testa tutto ha un senso.
La storia di un ex concorrente di un reality che finisce in uno importante ruolo all'interno delle istituzioni italiane, specie in un periodo difficile come una crisi economica e una pandemia, mi è sembrato un motivo più che valido per leggere "Il Portavoce, la mia storia" la biografia di Rocco Casalino

il portavoce rocco casalino recensione libro

Genere: biografia
Editore: Piemme
Pagine: 272
Data di pubblicazione: 2021
Prezzo: €17 / ebook € 9.99

Sento già le risatine sotto ai baffi per questo libro di un personaggio controverso, noto ai più per la partecipazione al Grande Fratello del 2000, ma mi ha incuriosito la sua capacità di far strada in un ambito del tutto diverso. Non ho mai capito il pregiudizio nei confronti di Rocco Casalino (o generalmente di chiunque partecipi ad un reality) per la semplice ragione che prima e dopo le telecamere c'è una vita che va oltre: d'altronde non si può vivere solo grazie al Grande Fratello o all'Isola dei Famosi, ed è ovvio che le persone che vi partecipano, soprattutto nelle prime edizioni in cui era più un esperimento genuino, hanno un vissuto e delle abilità che possano esulare dallo spettacolo. 

Eppure Rocco Casalino il marchio da gieffino non è riuscito mai a toglierselo, e forse non riuscirà mai, ma credo che ne Il Portavoce riesca comunque ad andare oltre e raccontare il suo percorso: da Ceglie, in Puglia, alla giovinezza in Germania, per poi tornare al sud, una laurea in ingegneria, qualche momento trash in tv e poi il giornalismo, fino alla militanza nel Movimento 5 Stelle, ma soprattutto il ruolo di portavoce dell'ex presidente dei Ministri Giuseppe Conte.

rocco casalino libro

Casalino non si è fatto mancare nulla, e lo racconta in una biografia che tutto sommato ho trovato piacevole: sembra una sorta di intervista/chiacchierata, con uno stile pulito e colloquiale, non particolarmente elegante forse, ma diretto. Ho avuto l'impressione che quasi non sia stato rimaneggiato molto prima di essere pubblicato. Ma, a parte lo stile, anche la storia raccontata da Rocco Casalino è stata interessante, ci fa capire come queste origini molto semplici e difficili lo abbiano forgiato per andare avanti fino al vertice e come comunque viva tutto con passione.

Il Portavoce non mi ha impegnato molto nella lettura, mi è piaciuto conoscere un po' di più di questo ruolo che lavora in fondo nel dietro le quinte, e ho scoperto qualche aspetto affascinante della persona/personaggio. Casalino conosce bene i suoi pregi, su cui gongola volentieri, ma anche i suoi difetti, di cui parla anche schiettamente.
Non mi ha fatto impazzire invece l'inevitabile parentesi sul Movimento 5 Stelle, non per una questione politica visto che il mio approccio è stato apartitico, perché comprendo la scelta, ma perché ho trovato quel capitolo decisamente telefonato. 
Inoltre le dichiarazione sull'omosessualità di Casalino mi hanno lasciato sicuramente perplesso. Nonostante siano pensieri personali, scrivere di essere affascinato dal periodo storico quando l'omosessualità doveva essere "praticata di nascosto" l'ho trovato fortemente retrogrado, così come questa visione del mondo gay abbastanza stereotipato, chiuso, tanto da essere affascinato ed innamorarsi di eterosessuali, mi hanno fatto perdere in parte di empatia.
Non aspettatevi comunque da Il Portavoce una analisi politica o tecnica dell'approccio della comunicazione del Movimento 5 Stelle, ma, come precisa il sottotitolo, si tratta della storia di Rocco Casalino.


È invece una vecchia conoscenza quella che ho con Carlos Ruiz Zafón, che ho ripreso dopo diverso tempo con la sua postuma raccolta di racconti intitolata La città di vapore.

Carlos Ruiz Zafón recensione la città di vapore

Genere: Raccolta di racconti
Editore: Mondadori
Pagine: 180
Data di pubblicazione: 2021
Prezzo: €17 / ebook € 9.99

Ammetto che è forse un mio limite quello di apprezzare un romanzo che prosegue con una storia, e trova la sua conclusione nelle ultime pagine. Non sono insomma un fan delle raccolte di racconti perché in genere voglio di più. Tuttavia ero comunque incuriosito da cosa aveva riservato Zafón in questa raccolta, essendo uno scrittore che apprezzo, e che impatto mi avrebbe lasciato in un genere che non amo. Per me è stata una lettura piacevole, ovviamente in base ai diversi racconti, che non ho gradito tutti alla stessa maniera, ma che non mi hanno mai annoiato.
Ci spostiamo in epoche diverse, con luoghi diversi e linee narrative che comunque creano movimento nel corso delle pagine. 

Carlos Ruiz Zafón recensione libri

Il filo conduttore di questa raccolta è ovviamente lo stile di Carlos Ruiz Zafón, che secondo me è sempre ricercato ma mai pesante, elegante ma non orpelloso, sempre preciso. Ritornano alcuni dei personaggi e delle ambientazioni degli altri romanzi, senza che però ne risenta la comprensione, ma in me sono ritornate anche le emozioni che ho provato a leggere i libri di Zafón, infatti ho sempre percepito un velo di malinconia, mistero, di fascino, ma anche di dolcezza.
Credo che La città di vapore possa essere uno di quei libri adatti a chi non ha mai letto nulla di questo scrittore spagnolo, ma vuole entrare nel suo mondo fantastico e al tempo stesso concreto, e nel suo stile. Come vi dicevo, nonostante abbia preferito alcuni racconti ad altri, è stata una lettura comunque abbastanza veloce che mi ha tenuto compagnia alcune sere.


Mi aveva invogliato la mia amica Simona (Misspenny09) a scoprire i thriller dello scrittore tedesco Wulf Dorn, e mi sono diretto verso Il mio cuore cattivo, spinto dal titolo, e un po' dalla copertina. Ammetto però che non è stato il miglior primo approccio mai avuto con uno scrittore che non conosco.

il mio cuore cattivo wulf dorn recensione
Genere: thriller/giallo
Editore: TEA
Pagine: 347
Data di pubblicazione: 2015
Prezzo: €11 / ebook € 8.99

Dorothea, detta Doro, è afflitta da un vuoto di memoria che ha sconvolto la sua vita e quella della famiglia: non ricorda infatti cosa sia successo al fratello più piccolo proprio la notte in cui era rimasta lei a badargli. Non sono bastati a migliorare la sua salute in fondo nemmeno i mesi in uno ospedale psichiatrico e la cura che sta proseguendo con uno psicologo. Una sera infatti le sembrerà di vedere nel suo giardino un ragazzo malnutrito e terrorizzato, e non potrà fare a meno di provare a cercarlo. Ma per Doro, che assume farmacia per cercare di superare quelle visioni paurose, non è affatto facile essere creduta persino dalla madre, e sarà difficile trovare la verità.

Il mio cuore cattivo su di me non ha avuto un impatto altissimo su più profili: lo stile non è affatto sgradevole, anzi è semplice ma scorrevole, solo che, più che noioso, mi è sembrato un po' ripetitivo in alcuni passaggi. Questa ripetitività non aiuta a far scorrere una storia che di per sé non è particolarmente originale o con un ritmo così concitato da far chiudere un occhio su questo difetto. Credo che le trovate narrative di Wulf Dorn in questo romanzo siano a tratti banali, a volte pacchiane ed esagerate, così come i dialoghi a volte mi hanno lasciato perplessi. Se inoltre posso abbozzare sugli altri personaggi, non posso lasciar correre sui difetti della protagonista, che mi è sembrata proprio buttata lì, non ben pensata. Anche il modo in cui prende consapevolezza mi è sembrato non ben congegnato, ma abbastanza banale.

Asciugare la storia da appunto alcune scelte poco interessanti e magari accorciare anche la lunghezza del romanzo credo avrebbe aiutato questo libro nel risultare un po' più emozionante e coinvolgente.
Sono uno di quelli che i thriller li apprezza e in genere li termina anche in fretta, ma Il mio cuore cattivo non mi ha invogliato affatto a divorarlo, anzi, essere arrivato alla fine, anch'essa comunque poco d'impatto, mi ha fatto tirare un respiro di sollievo. Non voglio però mettere le mani avanti nei confronti di Wulf Dorn che voglio riprendere più avanti.


Cosa state leggendo voi in questo primavera inoltrata?


lunedì 10 maggio 2021

|Beauty Cues #WeeklyMask|
Maschere Viso Hej Organic: eco certificate ed economiche!

Faccio un salto a ben due anni fa quando vi parlai per la prima volta di Hej Organic, azienda tedesca di cosmesi che avevo testato velocemente con un loro traverl kit, ma ha una gamma di prodotti più ampia e secondo me carina, incluse le maschere viso in tessuto.

hej organic maschere viso

Trovare delle maschere in tessuto certificate ecobio non è semplicissimo e spesso hanno prezzi davvero esagerati per un prodotto monouso, ma non è il caso di Hej Organic che secondo me hanno un costo accessibile e sono disponibili anche in un kit più conveniente. Ma se vi va di scoprire se queste sheet mask sono anche valide, vi basta proseguire per scoprire la mia esperienza con tutte e quattro quelle disponibili. 
L'unica premessa che devo fare è che tutte queste maschere Hej Organic sono fatte di cotone 100% organico, ed è un materiale che mi è piaciuto perché è sottile, morbido e i fori sono abbastanza comodi, ho solo dovuto allungare i tagli del naso ché la mia canappia non ci stava.

recensioni hej organic

Tutte le Second Skin Mask aderiscono secondo me molto bene al viso e sono tutte molto imbevute, nonostante il supporto (inutile) in tessuto non tessuto. Posso anche dirvi che la sensazione sul viso non è parsa diversa fra una e l'altra: sono tutte vagamente fresche, ma nemmeno molto più di altre. Anche le profumazioni non le percepisco così intensamente da poter essere rilevanti, a me ricordano l'aroma agrumato degli altri prodotti del brand. 


hej Organic The Relaxer Second Skin Sheet Mask
Maschera viso rilassante

hej Organic The Relaxer Second Skin Sheet Mask

Dovrebbe avere un potere calmante sulla pelle questa The Relaxer Sheet Mask che è arricchita con una serie di attivi interessanti: 

Tè Matcha rivitalizza la pelle e riduce le piccole rughe
Alga Wakame che riduce le infiammazioni e promuove un incarnato più omogeneo
Alga spirulina promuove la rigenerazione cellulare che rende la pelle più giovane
Olio di ricino che nutre la pelle
Olio di semi di canapa ricco di acidi grassi Omega 3 che ammorbidiscono la pelle

Nella sua descrizione Hej Organic non include due elementi che fanno sempre piacere cioè la glicerina e l'acido ialuronico, che aggiungono una azione idratante a questa maschera viso rilassante.

maschere tessuto economiche

Dopo la lunga posa che ormai conoscete, ho rimosso la maschera The Relaxer e la pelle aveva un bell'aspetto, molto omogeneo, luminoso e riposato. Non ho colto l'azione rilassante, se non in maniera molto trasversale per quanto riguarda appunto la pelle e non la persona, in questo caso me. Un po' del siero mi era rimasto sul viso dopo averla tolta, ma dopo alcuni minuti si era praticamente assorbito del tutto.
Mi è piaciuta anche molto l'idratazione e il nutrimento che ha rilasciato, perché non sentivo praticamente bisogno di aggiungere altro, ed il comfort c'era tutto, nonostante la mia pelle un po' secca.

INFO BOX
🔎 Ecobelli, Amazon, Bioprofumeria, Online
💸 €3.99/10.57 (kit da tre)
🏋 22g
🗺 Made in Germania
⏳  Monouso
🔬 NATRUE, Vegan
💓⇒ 🌸🌸🌸🌸



hej Organic The Ultra Hydrator Second Skin Sheet Mask
Maschera viso ultra idratante 

hej organic maschere viso

Una profumazione più dolce ma comunque delicata e fresca, e una giusta quantità di siero sono i primi elementi che ho notato di questa maschera viso in tessuto Hej Organic. Spostandomi un attimo per quanto riguarda l'INCI, nella The Ultra Hydrator Sheet Mask troviamo

Estratto di avena che idrata la pelle delicatamente
Estratto di Erba di san Giovanni dal forte potere antiinfiammatorio 
L'amaranto il cui estratto protegge la pelle dai radicali liberi
L'olio di canapa 
Anche in questo caso non mancano umettanti come acido ialuronico e glicerina

maschere tessuto naturali certificate

Questa maschera viso Hej Organic mi ha reso la pelle più tonica e luminosa, ma anche elastica grazie alla ottima idratazione che rilascia. Dopo averla tolta, anche in questo caso ho notato che il siero residuo aveva lasciato una leggera sensazione di appiccicoso, ma nulla che possa considerare fastidioso. Anche la Ultra Hydrator Sheet Mask credo che porti bene a termine il suo scopo, ed anche con lei non ho avuto necessità di aggiungere altri prodotti (anche se abitualmente applico almeno il trattamento notturno, anche solo per completare la routine).
Credo che questa maschera viso Hej Organic sia più indicata a pelli disidratate e bisognose. 

INFO BOX
🔎 Ecobelli, Amazon, Bioprofumeria, Online
💸 €3.99/10.57 (kit da tre)
🏋 22g
🗺 Made in Germania
⏳  Monouso
🔬 NATRUE, Vegan
💓⇒ 🌸🌸🌸🌸


hej Organic The Antioxidant Second Skin Sheet Mask
Maschera viso antiossidante

maschere viso hej organic eccoverde

È una miscela di ingredienti pregiati quella che si riunisce in questa maschera Hej Organic, che hanno ovviamente un potere antiossidante principalmente, come l'olio di semi e idrolato di fico d'india e l'estratto di pompelmo; ma ci sono anche olio di argan e acido ialuronico per nutrire ed idratare.
Anche la sensazione sulla pelle è pressappoco uguale alle altre Second Skin Sheet Mask: freschina, ma nulla per cui imprecare se usata in una stagione fredda.

hej organic recensioni

Il beneficio maggiore che ho notato da questa maschera The Antioxidant è sicuramente l'idratazione profonda che ha rilasciato, ed ha reso in generale la pelle elastica e tonica. Ma non c'è stato nessun altro effetto particolarmente visibile, la pelle però appariva sicuramente in buono stato. L'unica sensazione un pelo fastidiosa è che mi è sembrato lasciasse un po' più appiccicoso il viso e che servisse un po' più tempo affinché passasse. Nulla di troppo scocciante, ma sicuramente mi sembra di che questa maschera Hej Organic sia più adatta a pelli secche e disidratate. Devo però sottolineare una mia idea: arrivato alla terza maschera, ho iniziato a pensare, o meglio a notare che si somigliassero un po' tutte, e questo non è necessariamente un contro, perché non ho trovato difetti enormi, ma non è nemmeno un aspetto che le distingue. 

INFO BOX
🔎 Ecobelli, Amazon, Bioprofumeria, Online
💸 €3.99/10.57 (kit da tre)
🏋 22g
🗺 Made in Germania
⏳  Monouso
🔬 NATRUE, Vegan
💓⇒ 🌸🌸🌸🌸


hej Organic The Perfect Teint Second Skin Sheet Mask
Maschera viso rivitalizzante

recensioni hej organic eccoverde

Ho usato la quarta maschera Hej Organic un po' più prevenuto, pensando che probabilmente non avrei sbagliato nel pensare che queste maschere non hanno caratteristiche davvero diverse.
L'applicazione e la posa infatti non hanno avuto differenze rispetto alle altre sheet mask, fatta eccezione ovviamente dell'INCI che in questo caso vede l'estratto di cisto rosso che sembra essere antiossidante, unito a quello di pompelmo. Hej Organic ha poi aggiunto estratto di ananas che ha proprietà idratanti e lenitive per la presenza di zuccheri, e l'acqua di rosa damascena. 




Vista la grande quantità di siero, anche in questo caso ho lasciato agire la maschera per circa 40 minuti, e un po' mi duole dirlo ma ho notato quasi gli stessi risultati che ho ottenuto con le altre Hej Organic: la pelle era ben idratata, seppur si sia lasciata dietro una leggera sensazione di appiccicoso; mi è sembrata però leggermente più compatta e distesa rispetto che con le altre maschere.
Tuttavia la The Perfect Teint ha avuto su di me anche un aspetto negativo, infatti mi ha stranamente creato un leggero rossore sulla fronte. Non so se sia una cosa normale visto che sul retro della confezione non ci sono riferimenti a riguardo, ma come vi accennavo per esempio per la maschera viso Acty, non userei con così tanta costanza un trattamento che mi arrossa la pelle, seppur non l'abbia irritata e il rossore si è attenuato dopo un quarto d'ora circa.

INFO BOX
🔎 Ecobelli, Amazon, Bioprofumeria, Online
💸 €3.99/10.57 (kit da tre)
🏋 22g
🗺 Made in Germania
⏳  Monouso
🔬 NATRUE, Vegan
💓⇒ 🌸🌸🌸🌱


Che ve ne pare di queste maschere Hej Organic? Avete provato nulla di questa azienda?



giovedì 6 maggio 2021

Le mie opinioni sulle NUOVE candele e wax melt Bolsius

Sapevate che Bolsius è un brand di candele olandese? Non so perché ma ero convinto fosse inglese o australiano. E son rimasto sorpreso a leggere che questa azienda, che onestamente associo a prodotti molto economici da grande distribuzione, abbia alle spalle anche una lunga storia che risale al 1870, quando Antonius Bolsius si occupava dello sbiancamento della cera.
Col tempo l'azienda ha iniziato a produrre candele da usare in chiesa, o per la semplice illuminazione, ma bisogna aspettare il 2011 quando arriverà Bolius Aromatic e quindi una gamma di candele profumate
Tutto bello e affascinante, ma vi ricorderete che in quelle due occasioni (qui e qui) in cui ho parlato dei loro prodotti, non ho fatto proprio i salti di gioia per la performance, eppure...


Quando infatti ho visto che Bolsius aveva aggiornato la linea con nuovi prodotti, non ho resistito e mi sono lanciato a provarne alcuni, in formati diversi per capire se sono io il recidivo, a buttar via pochi spiccioli, o se son loro che continuano a proporre candele (poco) profumate.
Si chiamano True Moods e True Scents e sono le linee a base di estratti naturali da cui ho attinto maggiormente e che Bolsius ha creato con scopi diversi: True Moods infatti vuole creare un ambiente olfattivo in base al proprio umore; True Scents invece propone fragranze più classiche che possano adattarsi ad ogni situazione. Le nuove linee propongono diversi formati, ed io ho cercato di mettere alla prova quelle che utilizzo più spesso, incluse le cialde.
Se ve lo steste chiedendo, Bolsius l'ho sempre trovata in molti supermercati, ma queste nuove linee sono disponibili anche su Amazon.

Bolsius True Moods Feel Happy
Mango & Bergamot

Candela small

bolsius true moods candela recensioni italia

"Felicità istantanea con la combinazione fruttata di mango, bergamotto, pesca e arancia in True Moods Feel Happy. Sapevi che il mango e il bergamotto sono noti per il loro effetto stimolante e positivo? Lo chiamiamo profumo di felicità, diffuso da bastoncini o da una fiamma!
Note di testa: bergamotto, arancia
Note di cuore: mango, pesca
Note di fondo: note legnose"
Ho scelto una candela small, ma esiste anche in medium e large, per provare la fragranza Feel Happy, che, da spenta mi è piaciuta moltissimo (non solo a me): è agrumata, fruttata, ma non troppo pungente, è dolce ma non stucchevole, e mette davvero allegria e energia. Purtroppo da accesa questa Bolsius è troppo delicata e poco incisiva: si percepisce nell'aria, ma l'intensità è troppo al di sotto dei miei standard per poterla apprezzare veramente.

bolsius candele recensioni

Anche lasciandola accesa a lungo e creando la piscinetta di cera, questa True Moods non riesce a farsi sentire più intensamente da mio naso; ovviamente la persistenza nell'aria da spenta è quasi assente. 
L'aspetto positivo è che la cera si è sciolta quasi senza bisogno di aiuto, lasciando davvero pochi residui sul barattolo. 
Sono molto tentato di provare le cialde di Feel Happy, perché questa profumazione con una intensità maggiore deve essere davvero piacevole.


Bolsius True Moods New Energy
Grapefruit & Ginger
Wax Melts

bolsius cialde recensioni
"True Moods New Energy ha un fresco profumo di agrumi con pompelmo, arancia, lime e un po 'di zenzero speziato. Questo ti dà energia! Dopo una lunga giornata di duro lavoro, hai bisogno di un po 'di energia in più. Un po 'di zenzero e pompelmo faranno proprio questo. Nella medicina cinese lo zenzero è noto da secoli per i suoi effetti positivi sul corpo umano. E ha un ottimo profumo!
Note di testa: agrumi, pompelmo, arancia
Note di cuore: aldeidi, frutta
Note di fondo: legno"

Danno molta più soddisfazione queste cialde di Bolsius, che fortunatamente si trovano un po' in tutte le profumazioni che l'azienda propone, e che credo riacquisterò anche più avanti.
Le Wax Melts New Energy hanno davvero una profumazione rinvigorente e energizzante, fresca, ma con quella punta aromatica vagamente speziata che le dà corpo. La parte agrumata non è scontata: infatti più che arancia o limone, io percepisco il pompelmo. Ogni confezione di tart Bolsius contiene 6 cialde, che possono essere divise, ma che ho preferito usare intera; già una sola riesce a profumare in maniera completa anche due stanze di medie dimensioni. 

bolsius wax melts

Certamente, se volete una intensità molto alta, potrebbe essere meglio bruciare due wax melt, perché non siamo ad esempio ai livelli di Yankee Candle o Woodwick.
Una tart di New Energy Bolsius ha anche una buona durata: sul retro mi pare suggeriscano che due cialde durano circa 25 ore, durata forse un tantino esagerata, ma una cialda riesce a emanare profumo per circa sei ore, perdendo poi via via di intensità. Una volta spenta, seppur flebilmente, resta un po' di aroma nell'aria, altro aspetto che mi da promuovere questa True Moods Bolsius


Bolsius True Moods In Balance
White Tea & Mint Leaves
Wax Melts

recensioni cialde bolsius aromatic
"Ottieni un equilibrio totale con True Moods In Balance. Un profumo fresco e muschiato con tè bianco, erbe verdi e un po' di legno. Il tè verde e la menta sono noti per aiutarti a concentrarti e ritrovare equilibrio. Il profumo di menta aiuta anche a calmarsi, e a volte è persino stimolare!
Note di testa: menta, tè bianco 
Note di cuore: marine, arancio, spezie
Note di fondo: legno di ambra"
Le cialde di In Balance Bolsius sono state un po' un esperimento perché non amo tutte le note olfattive di questa fragranza True Moods, ma è stato un tentativo che mi ha soddisfatto. Quando le faccio sciogliere, colgo soprattutto le sfumature di tè verde e di legni, mi mancano invece completamente le spezie, e soprattutto la menta. Questo non mi spiace, perché In Balance è comunque una profumazione che percepisco abbastanza distintamente, è gradevole, neutra ma forse vagamente un po' più maschile. 

bolsius wax melts

Non è forse l'aroma più moderno, elegante e ricercato che abbia mai provato, ma l'ho comunque apprezzata e terminata. La durata delle cialde è praticamente uguale alle altre Bolsius, ma rispetto alla New Energy, questa mi sembra quasi di percepirla più se mi allontano dal bruciatore, così come la sua persistenza una volta spenta la tea light non è particolare, ma non è un problema: tenere accesa, anche a lungo, questa True Moods In Balance per me è un piacere, non mi infastidisce e non mi annoia. Non me ne sono innamorato quanto speravo, ma è una buona fragranza. 


Bolsius True Scents
Vanilla
Votivo

bolsius candele amazon
"True Scents Vanilla è il preferito di quasi tutti. Il gustoso profumo di vaniglia è di gran lunga il numero 1 internazionale! Un profumo ricco, cremoso e lussuoso, che puoi rilassare a casa nel modo migliore.
Note di testa: Gourmand 
Note di cuore: note talcate, latte
Note di fondo: Vaniglia, caramello, burro e cocco"
Volevo provare anche uno dei nuovi votivi Bolsius, sperando che l'esperienza potesse essere migliore di quella che ho avuto qualche anno fa (ne avevo parlato qui), e fortunatamente è stato così. Questo votivo Vanilla infatti ha una profumazione decisamente più percepibile, che già è una gran cosa. Non aspettatevi una intensità superiore alla media, anzi, ma io la percepisco abbastanza bene. Vanilla è un aroma rotondo, a mio avviso non così goloso e dolce, ma abbastanza lontano dall'essere quella profumazione di vaniglia più fresca e floreale. Non aspettatevi nemmeno di sentire molto ancora nell'aria il profumo di questo votivo Bolsius una volta spento perché secondo me non ha questa caratteristica. È una candela promossa per me, e potrei acquistarne anche altre fragranza, ma questi votivi hanno un neo, ovvero la forma: la cera infatti si scioglie abbastanza bene, ma questa forma squadrata mi è abbastanza scomoda, perché non ho un contenitore che consenta di trattenere tutti e quattro i lati. L'ho dovuta mettere in un bicchiere più ampio rispetto a quelli che utilizzo per i votivi Yankee Candle e di altri brand, ma sempre tondo, con la conseguenza che la candela "collassa" mentre si fonde. Non un dramma, ma una piccola scocciatura a cui magari, a primo impatto, non ci si pensa. 


Che ne pensate di queste novità Bolsius? 


mercoledì 5 maggio 2021

|Beauty Cues|
NIOD Fractionated Eye Contour Concentrate (FECC): vale il suo prezzo? 🤑

Ho 31 anni (al momento in cui vi sto scrivendo), e sono arrivato a questa età tutto sommato soddisfatto della mia pelle. Non che sia una necessità fondamentale per la vita di qualcuno, ma qui non si parla di filosofia o economia, e non è nemmeno così scontato a vedere i miei coetanei.
L'unica zona del mio viso che però continua ad avere costante bisogno di cure extra è quella del contorno occhi, che ho visto peggiorare da circa un anno a questa parte.

La mia routine per curare l'area perioculare è sempre stata la stessa: al mattino e alla sera applico la Argireline Solution di The Ordinary, presente ormai da diversi anni, che mi ha permesso di evitare rughe di espressione più profonde, e poi un prodotto idratante e nutriente che cambio periodicamente. Vi avevo raccontato che tendo a trasportare sul contorno occhi anche il siero viso, se comunque è sufficientemente delicato e soprattutto se contiene attivi anti-age.
Ma non è bastato: da appunto qualche mese notavo il mio contorno occhi un po' meno liscio e tonico, come se un reticolato di piccoli segni si stava facendo strada e in generale la zona mi sembra più incavata (gli anni passano anche per me). 
Ho cercato quindi nelle mie scorte il prodotto che mi sembrava più potente e avanzato e ho deciso di usare il Fractionated Eye Contour Concentrate di Niod.

NIOD Fractionated Eye Contour Concentrate (FECC)

Niod è il brand di punta del gruppo DECIEM: se The Ordinary offre formulazioni base più o meno mono-attivo ed è la linea che attira di più, NIOD (che sta per Non Invasive Options in Dermal Science) punta a miscelare le più recenti tecnologie in campo cosmetico, fornendo prodotti multifunzionali. Ovviamente il prezzo ne risente, infatti è la gamma più costosa che Deciem propone, ma l'INCI, che riunisce ben 28 tecnologie, fa effetto se amate questo genere di cosmetici.
Loro stessi sembrano consci che si tratti di un brand di nicchia, e devo ammettere che non saprei spiegarvi tutte le componenti presenti in questo siero per il contorno occhi Niod: le mie conoscenze scovano una serie di peptidi, alcuni ad effetto botox like, vedo niacinamide, umettanti fra cui acido ialuronico, aminoacidi, proteine idrolizzate e alcuni estratti vegetali, come centella asiatica e calendula. 

deciem niod siero occhi (FECC) opinioni

Vi consiglio quindi di leggere con attenzione sul sito dell'azienda, se siete degli skin-intellectual che amano addentrarsi nei meandri del beauty, io mi concentro questa volta solo su cosa il Fractionated Eye Contour Concentrate di Niod promette, ovvero

"di contrastare l'invecchiamento visibile (sia palpebre superiori che palpebre inferiori) incluso l'aspetto di linee dinamiche, linee statiche, sottili rughe superficiali sotto gli occhi (quelle non mirate dalle iniezioni SNARE-target), perdita di elasticità (soprattutto superiore palpebre), occhiaie, gonfiori e irregolarità strutturali con risultati visibili positivi a partire da 3 giorni e migliorare in 8 settimane con l'uso continuato."
L'unica spiegazione che posso aggiungere è chiarire che le "iniezioni Snare-Target" sono quelle di tossina botulinica che fanno i medici.
Dalla descrizione mi sembrava che il FECC fosse perfetto per le mie necessità, e quindi ho iniziato ad usarlo mattino e sera. Si tratta di un siero molto liquido e basta davvero una goccia per palpebra perché si stende con estrema facilità.
Su di me si assorbe anche rapidamente e non lascia la pelle appiccicosa, aspetto importante visto che il Fractionated Eye Contour Concentrate va applicato anche sulle palpebre superiori.

niod contorno occhi fecc recensioni

Vi posso subito dire che non ho notato un particolare miglioramento sulle occhiaie, che nel mio caso sono spesso date da troppe ore al pc e magari da un non perfetto riposo: se devono venire, vengono, altrimenti non ne ho particolarmente.
Tuttavia il Fractionated Eye Contour Concentrate mi è piaciuto perché ho notato un miglioramento delle linee sottili, che sono diventate decisamente meno visibili. È bene chiarire che il problema nel mio caso non era così grave, visto che comunque curo e proteggo la zona, tanto che ad esempio il make-up non mi crea problemi; però guardandomi da vicino allo specchio, soprattutto in certe condizioni di luce, e specie sul contorno occhi sinistro (sarà il lato su cui dormo di più?), iniziavo ad intravedere appunto questa ragnatela di linee sottili che mi sembrava il caso di tenere sotto controllo.
Non sono tornato 20enne ma ho ottenuto quella azione semi-preventiva che cercavo, e credo che il FECC Niod abbia agito prima compattando la zona, e dopo rendendola più elastica. Su di me sono stati necessari circa 10 giorni prima di vedere dei risultati.

NIOD siero contorno occhi recensioni

Il potere idratante di questo siero contorno occhi si percepisce, ma preferisco aggiungere una crema specifica, specie nella routine serale, visto che nel mio caso si tratta di un'area più secca (cosa che contribuisce ad accentuare queste linee). Devo sottolineare che questo Eye Contour Concentrate non mi ha dato mai fastidio, bruciore o irritazione.
È indubbio che questo prodotto Niod sia abbastanza costoso, infatti lo presi in una box che DECIEM aveva scontato in modo esagerato, ed è anche vero che il suo prezzo si ammortizza con un uso modico e una lunga durata. Credo che FECC valga il suo prezzo per la tecnologia che proporne, anche se ritengo sia un prodotto più indicato appunto dai 30 anni in su e a chi ha esigenze specifiche.
Tuttavia, la mia mente di beauty blogger scapestrato che vi propone spesso alternative economiche, non ha potuto fare a meno di farsi due calcoli.
Mi sono chiesto se appunto non ci siano prodotti similari a questo Fractionated Eye Contour, ma a costi inferiori, o se avessi ottenere lo stesso risultato con ad esempio il Buffet di The Ordinary, che, sebbene non sia studiato per il contorno occhi, è comunque ricco di peptidi anti-age.
Sicuramente farò qualche prova e proseguirò le indagini, ma credo che se dovessi ritrovare una buona scontistica sul FECC Niod, potrei riacquistarlo.

INFO BOX
🔎 https://niod.deciem.com/, feelunique.com, lookfantastic.it, www.cultbeauty.co.uk, www.beautybay.com, www.beautylish.com/, Rinascente
💸 €51
🏋 15ml
🗺 Made in Canada
⏳ 6 Mesi
🔬 //
💓⇒ 🌸🌸🌸🌸🌱


Che ve ne pare di questo prodotto NIOD? Siete più da The Ordinary o pensate valga la pena fare questo investimento?




martedì 4 maggio 2021

|#backtoseries|
La coppia di serie tv imperfette

Quando sembra che non abbia nulla da vedere, ecco che il mio personalissimo palinsesto si rimpingua di serie tv che mi incuriosiscono. Peccato che il flop sia spesso dietro l'angolo, e infatti ho terminato due nuove serie tv che secondo me sono più che imperfette. Se vi va i scoprire perché evitarle secondo me, ve lo racconto.


The One - La coppia quasi perfetta
Prima stagione
⭐🌠

The One - La coppia quasi perfetta

Rebecca Webb è la creatrice e la CEO di una app di incontri che vuole creare la coppia perfetta, ma questa applicazione non si basa solo su caratteristiche generali tipo l'età, gli hobby e le robacce che si preferisce fare a letto, ma tramite il DNA. Basta un solo capello affinché The One riesca ad accoppiare te e la tua anima gemella attraverso una formulazione scientifica.
L'impero di Rebecca però, già al centro di altre critiche, visto che l'applicazione porterebbe anche ad associare persone già in una relazione, inizia a sgretolarsi quando un suo ex collega verrà ritrovato morto e la detective Kate Saunders starà alle costole della donna.


La coppia quasi perfetta mi sembrava avesse le basi per un thriller dalla vena fantascientifica che poteva farci entrare nel mondo quanto mai attuale delle app di incontri. Tuttavia gli otto episodi di cui è composta si afflosciano presto, trasformando questa serie in un poliziesco blando e con poco mordente, con passaggi anzi raffazzonati, non spiegati bene. Lo stesso funzionamento dell'applicazione non ha molto senso: non avendo il DNA dei 7 miliardi di abitanti della terra, come dovrebbe funzionare?
L'intreccio narrativo quindi ripiega su un inseguimento al gatto con il topo, dove il pathos si scioglie come la magnesia in un bicchiere d'acqua, con Rebecca che, non si sa come, è sempre un passo avanti.

la coppia quasi perfetta netflix cosa sapere

Dei tempi molto dilatati poi circondano situazioni che spesso sono scarne, che in altre serie tv sarebbero spiegate in pochi passaggi, andando ad annoiare inutilmente. Ogni cosa "casualmente" non accade in The One, c'è sempre un escamotage, e alla lunga diventa tutto abbastanza scontato. Per farla breve, non si capisce come mai Rebecca Webb riesca sempre a cadere in piedi, qualunque cosa accada.
Non aiutano a salvare la situazione nemmeno le linee narrative collaterali dove ci mostrano quelli che possono essere i danni di questa app di incontri, con una coppia sfasciata a causa di un matching con una terza donna, che però non ha nulla di interessante per lo spettatore. Anzi all'interno di questa coppia ho trovato spesso reazioni esagerate, e anche lì forzature.

the one coppia perfetta cosa sapere

In generale il cast non è tremendo, ma ogni ruolo è decisamente piatto, poco accattivante, e non si porta dietro una storia che val la pena scoprire. The One - La Coppia quasi perfetta poteva parlare di libero arbitrio, dell'assennata ricerca della felicità, dell'implicazione della tecnologia nella nostra quotidianità anche più intima, puntare sul fantasociale, ed invece preferiscono raccontare un giallo di cui non frega niente a nessuno, così come non mi interessa se ci sarà una seconda stagione.



Love, Victor 
Prima Stagione
⭐⭐


Faccio un salto su Disney +, anzi su Star Original, per parlare di un'altra serie tv, ma prima ancora faccio un salto nel 2018, quando un film intitolato Tuo, Simon mi aveva convinto per il realismo con cui aveva raccontato le paure del suo protagonista, Simon appunto, nel raccontare la sua omosessualità ad amici e parenti. 
Dalla storia di Simon nasce quella di Victor: infatti il ragazzo, avendo sentito le vicende del coetaneo, decide di scrivergli per raccontargli le sue paure. Victor non è sicuro di essere omosessuale, anche se è aperto a questa possibilità, e vuole cercare di capirlo. Tuttavia vive in una famiglia abbastanza tradizionale e conservatrice, e sente il peso di quella che potrebbe essere la reazione dei genitori.


Si passa quindi dall'accettazione esterna, a quella più interna ed intima nella serie Love, Victor, che vorrebbe raccontare una storia comunque realistica, ma a tratti più difficile e complicata di quella in Tuo, Simon. Un punto di partenza interessante e universalizzabile, specie perché si tratta di una serie rivolta ai ragazzi, anzi direi un teen drama in piena regola, quasi classico per lo stile. Non sono però rimasto del tutto soddisfatto per l'evoluzione di questa Love, Victor.
L'ho trovata certamente una serie di compagnia, con un minutaggio abbastanza fruibile e un numero di episodi (dieci da 20-30 minuti l'uno) che difficilmente stanca, tuttavia la trama mi è sembrata troppo lineare per essere avvincente o comunque potersi distinguere. 

love, victor serie tv

Direi che tutta la parte centrale della serie è un po' stagnante nell'evoluzione e finisce per essere monotona. In generale, le trovate per scatenare dei momenti di tensione sono spesso banali, forzate, come se accadessero perché devono, non in modo spontaneo.
Non sono poi del tutto sicuro che Love, Victor mandi dei messaggi corretti: posso in un certo senso capire che il protagonista appunto voglia provare a "sperimentare" con la sua sessualità, per capire se può avere una relazione con una ragazza. Credo che però qui ci si spinga un po' troppo oltre, e cercare di capire se stessi a discapito dei sentimenti altrui non mi sembra una bella idea. 

serie tv star original love victor

Non mi sento invece di chiudere un occhio sulla bugia di Victor per tentare di dormire o comunque essere più in contatto con un ragazzo che gli piace, ma che tra l'altro è anche fidanzato. 
Se nella realtà facessimo tutti così, sarebbe un bel casino per le relazioni interpersonali. 
Michael Cimino è carino nei panni del giovane Salazar, ma a volte è un po' troppo monoespessivo. Mi ha suscitato invece un mix di sensazioni decisamente più sgradevoli le tempistiche con cui Disney Plus ha deciso di pubblicare le sue serie tv che, contro tutte le piattaforme di streaming che mettono disponibili intere stagioni, vanno invece di settimana in settimana come si faceva una volta. Pura noia.
Love, Victor ha già praticamente pronta una seconda stagione, che in America dovrebbe andare in onda questo giugno, ma onestamente non fremo nel vederla. 



lunedì 3 maggio 2021

|Beauty Cues|
Promossi, bocciati e... dimenticati 🙈

Torno con una carrellata di prodotti terminati nell'ultimo periodo e ammetto che sono molto soddisfatto del mio smaltimento, lento ma costante. Avevo infatti accumulato molto, ma il 2020 mi ha aiutato a rivedere la questione, gestirla meglio, e imparare ad acquistare solo quando qualcosa è necessario. Ne vorrei parlare più ampiamente, ma intanto basta fare i filosofi da strapazzo, è meglio se ci concentriamo sui prodotti che ho utilizzato.


Cien Aromatic Oils Premium Mousse to Oil Shower Foam
Olio-Mousse Doccia con oli essenziali

Cien Aromatic Oils Mousse

Proprio con l'idea di non accumulare prodotti ma di acquistare solo se necessario, ho evitato buona parte delle varie limited edition che Cien lancia periodicamente, inclusa questa Aromatic Oils. Un giorno però mi trovavo in un Lidl per fare la spesa e, nonostante fossero passati diversi giorni dall'uscita di questa linea, ho trovato ancora alcune referenze, ed avendo bisogno di un detergente per il corpo ho preso questa Mousse-to-Oil. Si tratta proprio di una schiuma abbastanza densa, un po' come quella da rasatura, e, quando si va a massaggiarla sul corpo, rivela la componente oleosa, ma non immaginate nulla di fastidioso o sgradevole. Io l'ho quasi sempre utilizzata con una spugna, come se fosse un docciaschiuma qualsiasi, e un po' si perde questa trasformazione da mousse a "olio", ma se ne percepisce l'emollienza.

recensioni cien lidl

È comunque un prodotto per la detersione corpo e come tale si comporta: questa mousse-to-oil Cien infatti deterge bene la pelle, ma ha questa capacità restitutiva e quindi la lascia anche morbida, liscia e idratata. Nonostante la trasformazione in olio, è un prodotto abbastanza facile da rimuovere, e non lascia residui. Credo che questa di Cien sia una mousse doccia adatta a pelli più esigenti, e se non avete grosse necessità di idratazione, può soppiantare l'uso della crema corpo.
Per molti forse è un prodotto un po' essenziale dal punto di vista dell'INCI, non avendo grandi attivi, ma per me non è un problema visto che la performance non ne risente. Il neo che ho trovato in questa shower mousse Cien è l'odore: essendo una linea chiamata Aromatic Oils mi aspettavo un aroma da spa con note legnose; invece, se la annuso dalla confezione, ci sento delle note balsamiche piacevoli, ma nell'uso rivela una profumazione erbosina che non mi ha convinto. Resta delicata, non persiste sulla pelle, e quindi la promuovo comunque.

INFO BOX 
🔎 Lidl
💸 € 2.99
🏋 200 ml
🗺 Made in Germania
⏳  //
🔬 Vegan
💓⇒ 🌸🌸🌸🌸🌱



Optima Naturals Colours of Life Acido Ialuronico Plus 
Integratore con rame e vitamina C

optima naturals integratore acido ialuronico plus

Dopo l'integratore a base di collagene marino di Optima Naturals, mi sembrava avesse senso continuare con il loro Acido Ialuronico Plus, che mi è stato inviato, e che ha lo scopo di mantenere in salute sia la pelle, proprio grazie a questo componente che sappiamo essere essenziale del nostro organismo e che ha un particolare potere di trasportare acqua, quindi idratare, sia altre parti del corpo. Infatti l'acido ialuronico, un po' come il collagene, è presente anche in altre aree come le articolazioni, i tendini e cartilagini.
In più
Optima Naturals ha aggiunto anche rame e vitamina c che coadiuvano nello stimolare la produzione di collagene ed elastina.

optima naturals recensioni

L'Acido Ialuronico Plus è un integratore in pastiglie, e l'azienda ne consiglia un massimo di due al giorno, prima dei pasti. In più è adatto a vegani e vegetariani.
Anche in questo caso non posso far altro che raccontarvi la mia esperienza personale, non avendo le competenze per potervi raccomandare o meno un prodotto da assumere oralmente. La mia decisione di prendere questo integratore Optima Naturals dopo il Collagene Marino credo sia stata saggia: infatti ho notato che si sono completamente mantenuti tutti i benefici che avevo avuto con quel prodotto. Su di me noto risultati soprattutto sulla mobilità delle articolazioni, sulla flessibilità ed elasticità.

optima naturals acido ialuronico plus

Ma anche la pelle ad esempio mi è sembrata più morbida e liscia, infatti mi sono reso conto che, nonostante utilizzi sempre prodotti delicati, non ho sentito il bisogno di fare lo scrub corpo.
Non ho riscontrato problemi con questo Acido Ialuronico Plus allo stomaco, né nel deglutire le pastiglie, ma sono abituato con questa tipologia di integratori, e non avverto alcun sapore della pastiglia anche nei pochi istanti sulla lingua. Ogni compressa è comunque divisibile.
Come vi dicevo nella mia rubrica su Instagram, acido ialuronico (e collagene) faranno parte della mia routine di integratori da qui in avanti perché credo che su di me stiano proprio agendo come speravo, e soprattutto sull'intero organismo.

INFO BOX
🔎 Amazon, Erboristeria, Parafarmacia, Online
💸 €17
🏋 60 compresse
🗺 Italia
⏳  scadenza sulla confezione
🔬 Gluten Free, GMP Certified
💓⇒ 🌸🌸🌸🌸🌱


Garnier SkinActive Latte detergente Lenitivo
con Acqua di Rosa

garnier recensioni

Dopo la buona esperienza con il tonico di questa linea Garnier, mi trovo a bocciare il Latte detergente Lenitivo perché proprio non mi ci sono trovato. Ne ho sentito parlare bene, quindi è possibile sia colpa mia, ma d'altronde siamo su Pier(ef)fect non su MariolinaEffect.
Si tratta di un prodotto semplice, sempre con il 96% di ingredienti di origine naturale, che Garnier ha arricchito con umettanti come la glicerina, e acqua di rosa damascena. La texture è fluida, ma non eccessivamente liquida come altri latti, e se avete provato qualcosa di questa linea Acqua di Rosa saprete che hanno una profumazione floreale tutto sommato gradevole.

garnier latte detergente recensioni

Il problema del Latte detergente lenitivo è che lo trovo molto untuoso sul viso: in qualunque maniera lo utilizzi, che sia con un dischetto di cotone, con un panno in microfibra, su pelle asciutta o umida, mi lascia una fastidiosa patina sul viso, che mi sembra vada più a sporcare la pelle. Infatti non la sento detersa, ma appunto mi sembra di dover utilizzare un altro detergente viso per pulire bene il viso.
Ho notato che se lo uso in quantità lillipuziane, questa sensazione di unto si attenua, ma devo davvero prelevare quantità adatte forse ad una Barbie per evitare questo inconveniente. Non lo trovo valido nemmeno nella doppia detersione, perché mi ritrovo a dover detergere il viso e la patina del latte.
È un peccato, perché mi sembra renda la pelle morbida ed ha un potere struccante valido, ma onestamente dopo qualche utilizzo ho trovato inutile infierire con questo latte detergente Garnier.

INFO BOX
🔎 Grande Distribuzione, Acqua e Sapone
💸 €2.50
🏋 200ml
🗺 Francia
⏳ 12 mesi
🔬 //
💓⇒ 🌸🌸


Purobio Cosmetics Sublime Concealer
Correttore viso fluido 01

purobio sublime correttore

Ho trovato gli appunti di questa recensione dimenticata fra le bozze, non so bene perché non trovasse spazio, ma è arrivato il momento di farle vedere la luce.
Ricordo ancora quando uscì qualche anno fa questo correttore di Purobio, che all'epoca fu anche abbastanza chiacchierato perché era uno dei primi concealer ecobiologici in una consistenza liquida e ad un prezzo abbastanza accessibile. Molti si lanciarono subito a provarlo, io invece aspettai qualche tempo, ma, devo dire, che il correttore Sublime mi ha convinto.
Non lo definirei un prodotto fluido ma più cremoso, ma comunque sottile e su di me non ho mai notato stacchi col resto del viso, aspetto fondamentale per me.

purobio sublime correttore 01

Il pennellino/dosatore serve solo ad applicare il correttore, e svolge bene la sua funzione, ma non amo questo tipo di applicatori perché credo accumulino batteri e prodotto in eccesso inutile. Mi è capitato inoltre, per fortuna in poche occasioni, che spremendo il tubetto uscisse un po' troppo concealer, ma non si creano grandi sprechi.
So che a molti il Sublime Concealer Purobio non piace perché si tratta di una formulazione secca, e posso capire il problema, non è un correttore che suggerirei a pelli molto secche o segnate, ma su di me si comporta bene. 

purobio correttore recensioni

L'ho utilizzato quasi sempre sulle occhiaie e sulle alcuni punti che vado ad illuminare e credo che il correttore Purobio abbia una coprenza media, che si presta anche un minimo ad essere stratificato. Ho imparato ad utilizzarlo al meglio e mi è piaciuto proprio perché si fissa senza bisogno di cipria. Non mi si muove molto, non me lo ritrovo nelle linee di espressione, né peggiora esteticamente nel corso delle ore. Certamente dopo circa 5/6 ore noto che crea un effetto un po' polveroso perdendo di coprenza, ma non lo trovo così sgradevole da dovermi lavare il viso immediatamente. 

purobio correttore 01

Il miglior modo di applicare il Sublime Concealer secondo me è con i polpastrelli, stendendo il prodotto di volta in volta e sfumandolo subito così da evitare che si asciughi in maniera disomogenea. Va accompagnato ad una buona crema idratante che possa fare da base, ma come vi anticipavo per me non ci sono grossi problemi di secchezza. Ha un finish opaco, ma resta naturale, abbastanza illuminante e la colorazione 01 di Purobio si adatta molto bene al mio incarnato, credo che sia un beige chiaro tendente al neutro ma con una punta di rosato.
Il concealer Sublime non è diventato il mio prodotto preferito, ha i suoi pro e i suoi contro, ma l'ho terminato con piacere e credo possa adattarsi a pelli più giovani e per chi cerca un prodotto pratico e veloce da usare.

INFO BOX
🔎 Amazon, Bioprofumeria, online 
💸 €8
🏋 7ml
🗺 Italia
⏳ 6 mesi
🔬 CCPB, Natrue, Vegan Ok, Nichel Tested, 
💓⇒ 🌸🌸🌸🌸


Se vi va fatemi sapere nei commenti che impressione avete avuto con questi prodotti, specie il latte detergente che son curioso.




Vi sono piaciuti