lunedì 30 gennaio 2012

Non ce la posso fare.

E' il fenomeno del momento e tutti ne parlano. Criticata e contestata, ma anche 
( lo so che sembra strano) amata. Di chi parlo? Di Lana Lagna del Rey.
Per chi non la conoscesse Lana del Rey è una cantante statunitense di 26 anni, il cui album Born to Die è uscito esattamente oggi. 
E non ditemi che vi piace, vi prego!
L'album, interessante come il nulla, noioso come una Domenica pomeriggio, contiene brani pop e indie, lenti e melensi. Ma ovviamente i finti radical chic e alternativi per sentirsi tali, potevano esimersi dall'osannare questa nuova arrivata? 

No, certo! 

E così escono fuori commenti come "questo disco è stupendo" o " ha una voce soave *__*". 
Perchè noi italiani non possiamo certo evitare di seguire la prima moda becera che l'America ci spedisce via etere. Dobbiamo seguirle tutte!
Voce soave?!?! Ma se sembra Amanda vù le vù randevù tomorrow Lear con la laringite! 
Viso sempre imbronciato, naso e labbra che hanno visto più di un chirurgo e capelli che ricordano una scopa di saggina ( spero per lei che sia una parrucca). Un po' Donatella Rettore, un po' Carla Brunì.
Per non parlare poi del suo atteggiamento sul palco, come fosse l'ultima delle dive, la Nouvelle Dalidà, che sta li solo per deliziarci, altrimenti sarebbe in un loft a Londra a bere champagne. 
Ed ha pure la presunzione di dire di poter stonare perchè "è una cantante da studio"! 
Ah scusa cara, allora la prossima volta fa una serie di rutti al microfono tanto tu puoi, sei una cantante da studio!
No, non la sopporto e soprattutto non sopporto chi ha intenzione di torturarci un anno intero con le sue canzoni ovunque! Di Adele ce ne è una e ci basta, non abbiamo bisogno di altre cantanti depresse pronte ad incupire anche il 15 Agosto!
Sei una cantante da studio? Bene rinchiuditici dentro e non uscire più!

domenica 29 gennaio 2012

Black Swan

Era sabato sera ( ieri per la precisione). Faceva molto freddo e non avevo voglia d'uscire ( anche perchè non c'era granché da fare). Così con un' amica decidiamo per un film.

Il Cigno Nero
(Black Swan)

Trama: Nina è una ballerina ossessionata dalla perfezione per il suo lavoro. Si impegna in maniera massacrante alle prove, anche spinta dalla madre ballerina " in pensione" che non ha mai visto realizzato il suo sogno. E' la migliore del suo corso, e quando viene scelta come ballerina di punta de Il lago dei Cigni, la sua ricerca di perfezione diventa un'ossessione...

Si, ok il film è uscito un anno fa! Sono in ritardo sulla tabella di marcia, ve l'ho detto!
Comunque un film intenso, con colpi di suspence quasi horror. Per certi aspetti realistico, considerando che la follia è un evento più che terreno e quotidiano dei giorni nostri. L'ambiente fatto di invidia e pettegolezzo, le tensioni, la voglia di essere perfetti fino a diventare altri, fino a farci uscire dalla nostra stessa pelle per diventare qualcun altro, sono gli anelli portanti alla base della  personalità di Nina. Ma come può reggere una giovane ragazza tutto questo? E cosa saremmo disposti a fare per raggiungere il successo? Quanto avanti spingeremmo noi stessi?
Film ricco di spunti di riflessione, intenso, coinvolgente e commovente, ma vuoi per gli eccessi qui e li, vuoi per quel filo di stereotipizzazione ( mamma maniaca del controllo, ballerina anoressica psicopatica.... cose già viste insomma) il film può essere a tratti pesante. E' meno contorto di quello che avevo letto in giro, anzi mi sembra molto chiaro. Ovviamente si entra letteralmente nella testa di Nina, quindi la psicologia del personaggio non può essere così limpida...

Voto 8-

giovedì 26 gennaio 2012

Haute Couture

Dalla bellissima sfilata della collezione haute couture primavera-estate 2012 firmata Christian Dior ho trovato quest'altrettanto bellissima foto

mercoledì 25 gennaio 2012

Si può fare!

Uno dei buoni propositi ideali per l'anno nuovo, benchè non ne abbia fatti in 
particolare, era quello di guardare molti film, andare spesso al cinema e curare 
la mia vena filmica.
Il motivo di fondo è che gli amici del mio ragazzo vanno al cinema almeno una volta la settimana e finiscono per vedere TUTTA la programmazione, e ogni qualvolta mi si chiede "ma tu l'hai visto l'ultimo di...?", a me toccava sorridere ed annuire cercando di nascondere la mia voglia di scappare urlando.
E poi ho sempre covato in me una certa passione per i film, passione tuttavia nascosta e snobbata da quella ben più palese per i telefilm e le serie televisive in genere.
Tuttavia l'anno era iniziato bene con una bella lista di film da vedere al cinema non appena sarebbero usciti...
Si, lallero!! Non ne ho visto nemmeno uno ancora.
Inoltre avevo scordato i film che avrei voluto vedere.
Fortunatamente grazie a Pensieri Cannibali, che ha prontamente pubblicato le nominations agli Oscar, ho ricreato un po' la lista ipotetica di film che vorrei vedere in questa prima metà del 2012.
Non ho conoscenze tecniche per parlare di nomination, miglior attore, miglior film d'animazione o migliore trama non originale, ma posso dirvi i miei gusti, suggerimenti, ed accettare i vostri. Non è una classifica, li metto a caso perchè mi incuriosiscono tutti in egual modo, per vari motivi.


Questo è uno di quei film che dicevo giusto sopra. "dobbiamo andare a vedere The Artist, è una figata" mi hanno detto, ed io non sapevo di cosa stessero parlando. Qualche giorno dopo, dal nulla, la recensione di Pensieri Cannibali a riguardo. Guardo il trailer e penso " DEVO vederlo !". In pratica il film di produzione belgo-francese, ricorda le pellicole degli anni 20 e 30 in cui non c'era audio ma solo light motives di sottofondo che accompagnavano la narrazione. Un back to basics azzeccatissimo e ripagato da numero di nominations guadagnate a questi Oscar.
Adorando tutto ciò che riguarda quel periodo storico, come perderlo?!

The Tree of Life
Dopo Il curioso caso di Benjamin Button, Brad Pitt ritorna a parlarci del mistero della vita, dell'amore e della famiglia. Trovo davvero affascinante questo film, la tematica e a quanto pare dal trailer sarà anche visivamente suggestivo grazie alla regia di Terrence Malick. Insomma mi incuriosisce, e credo mi farà anche commuovere.

The Iron Lady
Penso che non esistano attrici poliedriche come Meryl Streep. Qualsiasi cosa faccia, qualsiasi parte interpreti, le riesce alla perfezione. Sarà che sceglie le parti più a lei congeniali ( chiamala fessa), sarà anche che l'esperienza insegna, fatto sta che mi attira sempre. Ora ci racconta la storia della leader britannica Margaret Thatcher, un personaggio pieno di sfumature, buone e cattive, che ha lottato per il proprio paese ( come suona glorioso!)

My Week with Marilyn
Chi non adora Marilyn Monroe?!? E come non fa a crescere questa adorazione quando viene messa in scena la vera Marilyn? La donna, e non la star di Hollywood, con le sue insicurezze, dubbi, follie... Il film è tratto dai diari di Colin Clark scritti durante le riprese di The Prince and the Showgirl. Anche sta volta preparo i fazzoletti!

Torniamo leggeri con un film d'animazione. Si, ho 22 anni e guardo i cartoni, e allora?! Tratto dall'omonima favola, di cui però non ha nulla, narra la storia di Gatto che cerca di trovare i fagioli magici e ripulire il suo nome che è stato affiancato per lungo tempo a quello del suo amico fuorilegge Humpty Dumpty. Sarà esilarante visto che il personaggio mi piaceva già in Shrek.
Domanda: ma quanto è invecchiato Antonio Banderas ?!?!

Proprio ieri, in ritardo di anni, ho visto il prequel Benvenuti al Sud, con l'idea di vedere questo al cinema. E' stato carino. Ok ci sono degli stereotipi, ma presi alla leggera, in maniera ironica, e vengono del tutto sfatati o ribaltati. Speriamo bene.

Prendete gli anni 30, aggiungete una storia d'amore e uno scandalo, e mettete Madonna a dirigere il tutto. Non siete curiosi ? Io da morire! Sarà per la passione che ho verso quegli anni, ma mi incuriosisce. La critica è stata positiva, la trama interessante, quindi...

Insomma questi li vedrò certamente, mi intrigano in particolare. Spero di vederli al cinema e che rispettino le mie aspettative. Avete altri suggerimenti?

lunedì 23 gennaio 2012

I ♥ Luciana

"Amore ma che pelle morbida e liscia, che viso fresco e rilassato. Che mer** usi?"
"Ah guarda si, mi trovi bene? Mi ha appena defecato sulla fronte un ramarro! "

domenica 22 gennaio 2012

Sopportandomi

Io ci ho provato.
Avevo capito come fare. 
Ho eseguito ogni singolo passaggio ogni giorno, ogni volta prima di uscire.
Ho provato a riguardarmi.
Ho tentato di mangiare quanta più frutta possibile. 
Nulla, il raffreddore mi ha colpito. 
Di nuovo.
Ho provato a mettere SEMPRE la sciarpa. Vestirmi a cipolla con indumenti dal medio al pesante, spogliandomi quando c'è caldo e vestendomi quando c'è freddo. 
Ho evitato i colpi d'aria e la pioggia.
Per una settimana praticamente non ho messo il naso fuori dall'uscio di casa ( che vita sociale eh?!)
Nulla, non è servito a nulla.
Arance? Vitamina C? A tonnellate ( a che serve vivere in Sicilia se no?).
Esattamente un mese fa avevo l'influenza e scleravo con Photoshop
Ed ora è tornata.
Che poi credevo fosse allergia, avendo annusato e spruzzato ieri una cosa come 6 profumi nell'arco di 1 minuto, ma la cosa oggi è degenerata.
Circa 25 fazzoletti in meno di 24 ore, gli starnuti non si contano più, così come l'altezza del mio nervosismo. 
Sopportazione, mi serve sopportazione.

Tiziano Ferro ce l'ha fatta!

L'ha detto! Questa volta ce l'ha fatta!

Dopo le critiche mosse a Tiziano Ferro per non essere riuscito a dire parole come "omosessualità" o " gay" durante l'intervista con Fazio a Che tempo Che fa, questa volta ci è riuscito.
Ieri sera, infatti, da Serena Dandini a The Show must go off, su La7, il cantante ha messo da parte le perifrasi e i salti usati su Rai3, per aprirsi del tutto senza censure e dirlo!


OMOSESSUALITÀ'
( non è una malattia, non si contagia e non ti morde)


Tiziano era stato criticato principalmente dal popolo LGBT per aver evitato di dire certe parole riguardanti la sua sessualità; un personaggio in vista come lui, dopo il suo coming out, non può certo esimersi da usare certi vocaboli. 

Amore, e non tolleranza, è il messaggio che vuole mandare. Ecco l'intervista.


Bravo Tiziano. Meglio tardi che mai!





venerdì 20 gennaio 2012

Stronzaggine.

1° Stronzaggine ( che mi porterà dietro qualche maleficio)
E' stato chiuso ieri il sito di file sharing Megavideo e il suo fratello di download Megaupload. 


I due responsabili, Kim Dotcom e ed il collaboratore Kim Tim Jim Vestor
( quanta fantasia avevano i genitori per chiamarli così?!), sono stati arrestati dall'FBI statunitense, a seguito di indagini, in quanto il loro sito avrebbe causato oltre 500 milioni di dollari in danni ai diritti di autore. 
E il mondo del web è entrato subito in lutto per la scomparsa di uno dei migliori siti per lo streaming.
La mia opinione?
NON ME NE FREGA UNA PIPPA! 
Non uso Megavideo e i suoi dannatissimi 72 minuti di video al giorno, e se ( FBI che mi leggi ho detto SE) mi capitava di scaricare qualcosa da Megaupload era perchè proprio non la trovavo altrove.


2°Stronzaggine
Questa notte il gruppo Anonymous ha raccolto quanti più hacker possibili ( si parla di  5.653 persone mica quelle 4 escort ad Arcore) per attaccare e rendere inutilizzabili le pagine web del Dipartimento della Giustizia statunitense, della casa discografica Universal, della Motion Picture Association of America (Mpaa), della Recording Industry Association of America (Riaa ), il sito della Warner Music, dell'Fbi e l'ufficio del copyright statunitense. 
In mattinata tuttavia la situazione era già tornata alla normalità, ma cara FBI hai scatenato un putiferio! Ma non potevi farti i cavoli tuoi come hai sempre fatto e lasciare a noi poveri Nerd fissati con lo streaming il nostro piccolo divertimento?
E che ti aspettavi? Un cesto di congratulazioni per aver portato a termine la missione?!?!
A me sembra solo l'inizio di uno dei tanti attacchi, di cui sentiremo parlare nei giorni a venire. Ma in fondo questa è la fine che si fa quando si va a rubare a casa del ladro: si resta sempre fott**i! 
In bocca al lupo FBI!

giovedì 19 gennaio 2012

Love Parade

Questo piccolo post è una sorta di Tag lanciato da Love Is..., un blog molto carino che ho scoperto da poco. Il tag consiste nel creare la propria Love Parade, ovvero stilare la classifica delle 10 canzoni d'amore più belle di sempre.

Risultati immagini per love is

Per me che AMO la musica era un'idea irrinunciabile, ma creare una classifica mi è davvero difficile, sia perchè ho la memoria di un paguro e non ricordo sempre TUTTE le canzoni che ho ascoltato, sia perchè ascolto vari tipi di musica e vari artisti che non parlano tutti esattamente d'amore, soprattutto non di un amore felice o di amore fra due persone. 
Ho scelto quindi le canzoni che per me sono una certezza, ovvero che ogni volta che le sento mi commuovono per il loro testo o per la loro melodia, che mi ricordano un momento particolare della mia vita. 
Ho cercato inoltre di variare e non fare la classifica dei miei cantanti preferiti.
Magari domani cambierò idea ed odierò una di queste canzoni, o tutte in blocco, ma va bene così...

1. Christina Aguilera - Bound to You
La mia cantante preferita non poteva non avere la numero uno con questo brano. Mi piace e mi commuove sempre...e sarà sempre dedicata a Te.

2. Mina - Insieme
Classicone di tutti i tempi, praticamente la versione italiana di I Will Always Love You. Mina mi piace tantissimo.

3.Leona Lewis - Broken
Lo so, non c'entra una pippa! Questa è una canzone straziante, d'amore, ma senza lieto fine. Per me sentirla è davvero una tragedia, è stata la colonna sonora di un brutto periodo, quando cammini sul filo di un rasoio e nessuno può salvarti.

4. Negramaro - Blucobalto
Come i Tuoi occhi. Non ho altro da aggiungere.

5. Beyoncè-Dangerously in Love
Ogni volta che mi innamoro è sempre un pericolo per me, perchè do tutto. Forse sono un pericolo pure per chi mi sta accanto... Comunque Beyoncè ha capito come mi sento.

6. Franco Battiato - E Più Ti Amo
Canzone scoperta da poco, ma che si è meritata subito questa posizione. Non amo Battiato, ma questo brano è stato una sorpresa.

7. Giorgia - Girasole
Anche Giorgia come Queen Bee descrive bene le mie sensazioni durante l'innamoramento... 

8. Mariah Carey - All I Want For Christmas Is You
Non ridete.
Secondo me è una canzone d'amore bellissima... sarà che adoro il Natale, ma il testo è una vera e propria dichiarazione d'ammmmore!

9. Beyoncè - Love On Top 
Brano che forse non ha alle sue spalle gli anni per essere considerato " il più bello di sempre", ma che ha le carte in regola per diventarlo. Adoro come una canzone pop movimentata, e non una ballad, possa descrivere l'amore per una persona.

10. Mariah Carey - My All 
Altro classico di tutti i tempi nelle canzoni d'amore...finito...ma sempre amore è. Mi piace molto anche la versione live, dove Mariahona diventa suadente.

E le vostre quali sono?
Grazie a Love Is... per questa bell'idea! 



Magda Ti Amo!

Mentre le TV ci bombardano con la tragedia della Costa Concordia all'Isola del Giglio, con tanto di Barbara D'Urso che tiene fissa un quarto d'ora la telecamera su un sopravvissuto che si commuove (com'è umana lei, tanto poi esce il sole), passando a ripetizione la chiamata fra il comandante Schettino (da tutti dichiarato colpevole) e De Falco (da tutti definito eroe per aver fatto il suo mestiere), aggiornandoci di continuo sullo stato dei passeggeri, sulle operazioni di salvataggio e su come era vestita Domnica Cemortan la sera in cui era accanto al comandante Salga Su Quella Nave, Cazzo.

Mentre il web è in rivolta per la rivolta in Sicilia, dove "sta accadendo il finimondo" ed è "tutto bloccato", dove la benzina è finita, e nessuno ne parla, dove non ci si può muovere ai caselli e lungo le autostrade, e nessuno parla, dove non arrivano più le merci e nessuno parla, nemmeno le suddette televisioni che dovrebbero svolgere un servizio pubblico, e ci si domanda se la mafia, se i fascisti o se pinco pallino siano a capo del blocco o se sia tutto un modo per screditare la questione facendola apparire faziosa e partitica.

Mentre il MusicBiz si scatena sulle dichiarazione di Madonna nei confronti di Lady Reductive Plagio Bugiarda Gaga, perchè Beyonce ha sgravato e si è tolta per un po' dalle scatole, e Christina boh, sarà ancora a tavola a mangiare la pastasciutta all'osteria.
Il mio unico pensiero è

mercoledì 18 gennaio 2012

{Ricetta} Müesli home-made

I propositi di una sana e corretta alimentazione sono andati a farsi friggere anche oggi, a causa di una smodata voglia di latte e cereali. E dal fatto che abbia dimenticato i fermenti lattici prima di mangiare.
Volevo qualcosa di particolare. Così ho creato il mio müesli.
 

"Creare" è un parolone, è solo un modo per dirvi che se vi va qualcosa di più goloso di una semplice tazza di latte e cereali, potete aggiungere altri ingredienti che vien fuori una roba buona. 
Basta prendere una tazza (io ho preso la mia fashionissima animalier) di latte ed aggiungere
  • cereali (io ho usano i Fitness che fanno tanto sono a dieta)
  • 7 o più mandorle tritate (a mano magari che i pezzettoni mi piacciono di più)
  • 8 nocciole tritate
  • un cucchiaino di Nutella (ho detto -ino) o gocce di cioccolato.
Far scaldare tutto per circa 40 secondi al microonde e poi potete preparare le fauci per il müesli home-made. La Nutella è facoltativa e rende il tutto più godurioso, ma ha un problema: essendo già cremosa tende a sciogliersi e depositarsi in fretta. Le gocce di cioccolato o comunque il cioccolato tritato richiede un po' più di tempo. In ogni caso è meglio metterle dopo aver scaldato il latte.
Dopo il lauto pasto mi sentivo decisamente meglio, ma mi chiedo perché non li ho comprati già pronti al supermercato? E soprattutto a quando 'sta sana e corretta alimentazione?!? 
Aspettiamo lunedì...
Ma intanto buon appetito!




martedì 17 gennaio 2012

BuonaNotte

Buona Notte Blog.
Stasera non mi convinci mica!
Sarà la stanchezza di non aver fatto nulla tutto il giorno, sarà la perdita di brio dopo una partenza molto Coca Cola e Mentos.
Non so, stasera è come se non ti conoscessi, blog. 
Come se tutto ciò che ho creato con le mie stesse mani, non fosse più mio. Una Maionaise impazzita, una panna smontata, una nutella scaduta, un gelato sciolto... basta cibo!
Eppure sapevo che non eri un gioco, sapevo che avresti fatto girare il mio cervelletto, sapevo che mi avresti preso del tempo vista la mia incapacità di scrivere velocemente. Ma non sapevo cosa saresti diventato o cosa farti diventare. 
Ed ora? 
Cosa sei? 
Chi sei? 
Di cosa parli? 
Di tutto? 
Di niente? 
A chi interessi? 
Chi ti legge? 
Sei utile? 
A Chi?
Perchè?
Boh.
Forse è solo un effetto, non riuscendo a farti diventare perfetto. 
Ma domani è un altro giorno e almeno potrò addormentarmi, stanotte, con i soliti buoni propositi di trovare rimedio alla fame nel mondo e di trovare una cura per l'influenza aviaria e per le doppie punte...Forse.

BuonaNotte.



#backtoseries - Revenge Edition

Revenge è un altro telefilm del momento, scoperto appena uscito l'anno scorso cercando serie interessanti.
Ho mai spiegato il mio metodo di ricerca? Ok, lo spiego ora. Io in genere non leggo le recensioni o le trame, ma guardo un po' i siti addetti per cercare nuove serie ( non mi va di dover rivedere millanta puntate per mettermi a pari con la programmazione). Trovato un titolo interessante leggo magari 2 righe della trama e poi recupero i primi 3 episodi, e se mi convince lo seguo. Così è successo appunto per



Trama: la vendetta è un piatto che va servito freddo e Emily Thorne è un ottima cuoca. La serie narra di come la suddetta provi (e riesca) a distruggere la vita pubblica e privata degli abitanti degli Hampton i quali hanno distrutto a loro tempo la sua famiglia, accusando il padre di un crimine contro l'umanità che non aveva commesso. Tuttavia qui e li situazioni e personaggi inaspettati mettono a dura prova la giovane Emily, che si ritrova a dover lottare anche col proprio personale passato.
Fin'ora una prima serie con poca promozione ma che di certo non sta passando in sordina, e gli ascolti sembrano essere buoni. La serie è già presente in italiano.

Adoro! Adoro!! Adoro!!! Un telefilm pieno di suspence con colpi di scena ed imprevisti. Personaggi ben delineati e ben interpretati, con una storia anche abbastanza credibile. Un meccanismo intricato come in un orologio, dove un ingranaggio mette in moto l'altro. Meccanismo tuttavia chiaro a chi segue la serie, dove la psicologia e il gioco dei ruoli e della rivalsa sociale di ciascuno rende il tutto più interessante. La storia prende corpo da sé, allontanandosi dall'idea iniziale di vendetta per la famiglia, ed avvicinandosi più alla vendetta personale. Non manca il glamour e lo sfarzo che ci piace tanto (siamo pur sempre negli Hampton).

Revenge si fa seguire con molto piacere, e l'attesa per le nuove puntate è snervante. La seguo in inglese perché ho iniziato così e non mi crea problemi, ma comunque il doppiaggio italiano non mi fa impazzire.


Voto: 9



lunedì 16 gennaio 2012

{Recensioni Film 🎥🎬}
Mangia, Prega, Ama (2010)

Prendete un weekend a caso, piovoso e freddo.
Aggiungeteci parecchia noia, scarsa voglia di uscire e molta voglia di rilassarsi. 
Sommate il tutto ed ecco che si finisce per scartabellare fra DVD mai visti. Questo è il contesto in cui ho visto Mangia Prega Ama

Risultati immagini per Mangia Prega Ama


Trama: tratto dall'omonimo libro autobiografico, Elizabeth Gilbert (Julia Roberts) è una atea scrittrice in carriera e moglie affettuosa, che non si ritrova più nella vita perfetta che stava costruendo e decide di fuggire. Da amante dei viaggi nasconde sotto il letto una scatola con tutte le mete da raggiungere prima o poi, e tra queste c'è Bali. Passando per l' Italia per scoprire i piaceri del cibo, e l'India in cui ritroverà la sua vena spirituale, Liz raggiunge la meta tanto agognata in cui troverà l'amore di un caliente brasiliano ( Javier Bardem).

Qualcuno mi spieghi come fa un film pieno di stereotipi, banalità e i classici primi piano sul sorriso di Julia Roberts a guadagnare così tanto al botteghino! Due ore e un quarto in cui mancano momenti di riflessione, in cui una donna comune possa ritrovarsi. Una trama riassumibile in mezz'ora, senza colpi di scena, con dei vuoti di narrazione che fanno sembrare la protagonista una poco di buono. 
Chi ha capito perché questa qui ha lasciato il marito? Perché lui pensava ad un lavoro stabile e alla famiglia? Ah scusa cara se non pensa a mantenere il tuo sederone mentre tu viaggi per il mondo!

E perché in un teatro è l'unica illuminata al punto tale da riuscire a flirtare con un attore sul palco?

Elizabeth si dirige a Roma e cosa troviamo? Ma ovviamente italiani gesticolanti, case fatiscenti nel pieno centro storico e piatti di spaghetti al sugo. Elizabeth va in India e cosa becchiamo? I classici quanto variopinti matrimoni in stile Bollywood. Ciliegina sulla torta, affibbiano a Javier Bardem un doppiatore con una cadenza latina, perché non bastano gli stereotipi messi in atto dalla storia stessa. 
Personaggi chiusi nella loro struttura, a cui è stata imposta una parte che non deve sgarrare di una virgola.
Mangio, prego e amo sperando paghino anche me così tanto.

Voto 6-




venerdì 13 gennaio 2012

#backtoseries - Gossip Girl Edition

Continuano i post dedicati alle mie serie tv del momento ed oggi è il turno di


Trama: i giovani rampolli dell'Upper East Side di Manhattan, vengono sbugiardati da una blogger anonima e dalla sua rubrica chiamata appunto Gossip Girl. Fra feste ed abiti più o meno alla moda, nascono e si sviluppano amori ed intrighi che finora ci hanno accompagnato per ben 5 stagioni. Le vicende dei protagonisti, crescendo, si allontanano dalle grinfie di Gossip Girl, che praticamente sparisce intorno alla terza stagione, ma finiscono in quelle del mondo, in cui rivalità e voglia di prevalere sono i poteri forti.
Non è ancora chiaro se ci sarà una sesta stagione.

Opinioni Personali: Gossip Girl non è uno dei miei favoriti, infatti lo guardo in italiano come un "ripiego" quando ho voglia di vedere qualcosa che non sia un film, ma non ho a disposizione nuove puntate delle mie serie predilette. È comunque piacevole da seguire specie per chi ama l'America, il lusso e la moda. Tuttavia questo rende tutto un po' stereotipato, e a volte una trama forte viene nascosta dalle acconciature di Leighton Meester (Blair Waldorf) e dai cravattini di Ed Westwick (che interpreta Chuck Bass). Non vi è una effettiva crescita psicologica dei personaggi, che dal liceo al mondo del lavoro vivono e pensano con le stesse dinamiche, e se in un momento viene meno l'intreccio della storia, non resta molto al pubblico. Un prodotto rivolto verso una fascia di spettatori composta da giovanissimi che si ritrovano o vorrebbero ritrovarsi nelle storie dei loro beniamini. Francamente non mi sarebbe piaciuta una serie oltre la sesta perché il tutto iniziava ad essere pesante.
Quando la patinatura diventa cellophane sulla faccia.

Voto: 7-




lunedì 2 gennaio 2012

Riflessioni su una Piero Guidi

Tornando a casa ieri sera ho beccato l'ennesima ragazza (sfatta, vista l'ora) che mi attraversa la strada con l'ennesima Piero Guidi al braccio. 
Per chi non le conoscesse, sono quelle borse caratterizzate da uno sfondo tinta unita (marrone o bianco in particolare, più raramente nero) con delle stampe stilizzate e coloratissime ritraenti personaggi del circo. Questa linea in particolare, infatti, si chiama Magic Circus, e rappresenta clown, animali, tendoni e giocolieri. Questa è un esempio




Come si possono accostare quelle immagini da carta da parati IKEA su una borsa che si presenta con un design classico?! 
A parte che i modelli sono sempre gli stessi, visti e rivisti dai vari Alviero Martini e Louis Vuitton, ma non ditemi che si cerca un connubio fra giovanile, spiritoso ed elegante perché non ci posso credere. 
Tralasciando poi il fatto che questa borsa, taroccata o no, si sta diffondendo a macchiai d'olio, e vederla al braccio dell'ennesima tizia è diventato come vedere una fetta di pandoro dopo le feste: NAUSEANTE!
La cosa peggiore in tutta questa storia fatta di borse pacchiane, sono gli altrettanti pacchiani abbinamenti che le proprietarie ne fanno. Lo stesso modello passa dall'outfit "sono di fretta, ho messo una tuta e sono uscita" a quello " volevo sembrare una bella figheira"... no, non ci sei riuscita!
Ok, sui gusti non si discute, ma almeno abbiate il buon senso, se volete seguire la moda, di farlo con un briciolo di gusto, di non rotolarvi nell'armadio sperando che la borsa firmata vi salvi dalla bocciatura.

domenica 1 gennaio 2012

È una giostra che va... Solo un anno più avanti

Buon Anno Nuovo!!!




È finito un anno e già il nuovo ci aspetta dietro l'angolo. 
Proprio per questo non ho propositi da fare, frasette carine da inviare o da autodedicarmi.
Per me ogni anno nuovo è semplicemente un susseguirsi del tempo e delle stagioni, una giostra che gira ma che per convenzione deve essere scandita per anni. Gioie e dolori che si susseguono ma non possiamo fare molto.
Addormentarsi con la speranza che il giorno dopo saremo persone migliori non credo serva, e soprattutto non accade, mai. Personalmente anzi credo che dopo 2 giorni abbiamo proprio dimenticato quali siano questi buoni propositi, riprendendo la vita di sempre.
Il mio augurio, se così può essere definito, è quello di avere la forza giorno per giorno, con calma, di cambiare, migliorarci e di essere più predisposti verso il prossimo e meno rabbiosi l'uno verso l'altro; apriamo il nostro sguardo, andiamo oltre le apparenze.

Non è difficilissimo, just an effect, trying to be Pier(ef)fect.





Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Vi sono piaciuti