mercoledì 23 dicembre 2020

Cosa guardare (o evitare) in streaming questo Natale!

È ormai confermato che sarà un Natale particolarmente casalingo ma, ad essere onesto, a me non dispiace. Pur capendo tutte le difficoltà di chi, dopo magari tanto tempo, non potrà ricongiungersi con la propria famiglia, ci sono tanti modi per tentare di ricreare un po' di atmosfera natalizia.
Quest'anno ne avevo particolarmente bisogno, per questo mi sono ritrovato a divorare film e serie tv a tema, ed ho pensato di raccontarvi cosa secondo me fareste bene a guardare (o evitare) in streaming questo Natale.
Lo scorso anno mi ero soffermato sul catalogo di Netflix, e qui e qui trovate le mie passate recensioni. In questo 2020 però anche gli altri servizi di streaming si sono tuffati nel mood natalizio ed io ne ho fatto incetta, almeno per quanto riguarda le novità uscite fino ad ora. 
Netflix è sicuramente la piattaforma che ha più telefilm e film a tema Natale, e che ogni anni ci inonda di tante cose carine da guardare, e proprio da qui vorrei iniziare. Già lo scorso anno vi avevo anticipato che volevo recuperare Qualcuno salvi il Natale (The Christmas Chronicles) che risale al 2018, anche perché quest'anno sarebbe uscito, sempre su Netflix, un secondo capitolo.


È un po' la classica commedia di Natale, dove due giovanissimi ragazzi non solo scopriranno l'esistenza di Babbo Natale, ma, fra mille peripezie, a volte decisamente strambe, lo aiuteranno affinché la sua missione vada a buon fine come ogni anno. Qualcuno salvi il Natale secondo me è un'ottima compagnia, specie per i più giovani, che strappa qualche risata, coinvolge abbastanza e non si ferma in troppi momenti di noia. Il cast è carino, Kurt Russell, alla soglia dei 70 anni ancora se la spassa, e gli effetti sono fatti bene, soprattutto i piccoli elfi che vorrei in formato peluche. Sono convinto che una ritoccatina alla gestione delle tempistiche lo avrebbe reso un film ancora più piacevole, ma ripeto, non stufa anche grazie alla durata. 
Merita però ancora di più Qualcuno salvi il Natale 2 (The Christmas Chronicles 2), il sequel che da quest'anno trovate sempre su Netflix.


Ho trovato infatti che la storia sia più dinamica, visto che in questo caso l'avventura sarà innescata e ostacolata da un "cattivo", come una fiaba che si rispetti. In generale, Qualcuno salvi il Natale 2 mi è sembrato un secondo capitolo coerente col la prima parte del film, ma che non la fa rimpiangere, anzi risulta secondo me più coinvolgente. I tempi mi sono sembrati più calibrati rispetto al film precedente, e anche in questo caso l'intrattenimento per tutta la famiglia è assicurato. Non aspettatevi ovviamente grandi approfondimenti psicologici o costruzioni narrative alla Game of Thrones: si tratta di un film natalizio che risponde alle esigenze dei più giovani, e ne rispetta tutti i crismi. 
Secondo me in entrambi i Qualcuno salvi il Natale hanno trovato una chiave di lettura piacevole per un tema ormai logoro, e già per questo meritano una chance. 

Dal 5 Novembre di quest'anno, su Netflix è diventato disponibile Christmas Drop: operazione regali, che ho guardato con aspettative al di sotto dello zero e solo per la simpatia che nutro per Kat Graham, ma alla fine mi è piaciuto.


Chiariamoci, la storia è semplicissima, anche qui nessun virtuosismo narrativo, però è fatto discretamente bene, la vicenda risulta piacevole, rapida da seguire e diversa dai soliti film natalizi. Nel caso di Christmas Drop: operazione regali, oltre al solito buonismo di questo genere di pellicole, si aggiunge il tipico patriottismo all'americana. Il tutto può risultare telefonato e un pelo stucchevole, ma quando ho scoperto che la storyline è basata su una storia vera, ammetto che mi sono sciolto e quasi commosso. Christmas Drop è un film da guardare se cercate un po' di compagnia senza rimescolare nelle solite tematiche natalizie, ma con un punto di vista più moderno.

Se proprio volete un film di Natale, ma che non sembri proprio un film di Natale, c'è sempre la romcom Holidate con Emma Roberts, uscito su Netflix addirittura il 28 Ottobre. 


Mettete da parte Babbo Natale, le renne e i ragazzini scostumati, perché Holidate non ruota appunto solo attorno al 25 dicembre, ma tocca tutte le feste, visto che Sloane, la protagonista, troverà in Jackson un perfetto festa-amico. I due sembrano avere una buona chimica, infatti ad ogni celebrazione si ritrovano insieme, ma sono ancora presi da altre questioni per accorgersi che potrebbero formare una bella coppia anche oltre le feste da passare in famiglia. 
Sarò strano io, ma a me Holidate è piaciuto, l'ho trovato spiritoso, sopra le righe sicuramente, e un po' sboccato, ma comunque diverso dal trend natalizio puro, e adatto ad un pubblico un po' più grandicello. Nulla di imperdibile, ma gradevole e rapido da recuperare.

Meno entusiasmo per Jingle Jangle: Un'avventura natalizia (Jingle Jangle: A Christmas Journey), un'altra novità del 2020, che non è secondo me un film sconsigliato, ma che non ha nulla di così spiccatamente interessante.


Si tratta di un musical che in effetti cincischia un po', specie nella prima parte, sulle canzoni, ma che per fortuna migliora sulla seconda, quando l'azione prende il sopravvento. Jingle Jangle non mi ha convinto perché alla fine non ho notato nulla di particolarmente avvincente: l'azione e la tensione è labile, mentre i momenti più drammatici non hanno saputo davvero farmi sciogliere il cuore. Il Natale in questo caso è poi solo uno sfondo molto sfocato, la cui assenza non cambierebbe le sorti del film.
Diciamo che è un po' l'ultima spiaggia: se cercate qualcosa di spensierato per far contenti i più piccoli e non vi danno fastidio i musical, Jingle Jangle: Un'avventura natalizia può essere il film che colmerà la serata. Se cercate invece l'effetto sorpresa o la novità, evitate. 

Fra le serie tv, come novità, quest'anno Netflix ha proposto Dash&Lily, la storia di due giovanissimi che troveranno il loro amore fra le pagine di un diario itinerante. 


Avrei voluto innamorarmi anche io di questi due giovani ragazzi, ma l'ho trovata una miniserie un po' insipida: da un lato non mi ha fatto particolarmente sorridere, dall'altro non l'ho trovata così romantica o dolce. Sarà perché a tratti è inverosimile, sarà perché i personaggi mi sono sembrati un po' strani, come se avessero una doppia personalità, ma al tempo stesso fossero vagamente stereotipati, fatto sta che Dash & Lily non è la mia prima scelta. Il punto vincente di questa miniserie è certamente la leggerezza della scrittura e la rapidità degli otto episodi da meno di mezz'ora l'uno, che la fanno consumare in fretta, e che se vi va di iniziarla son sicuro che non vi scoccerà troppo. 

Non potevo ovviamente non recuperare la seconda stagione di Natale con uno sconosciuto (Hjem til jul/ Home for Christmas), la dramedy norvegese che lo scorso anno mi aveva molto fatto sorridere (ne parlo qui). 


Se la prima stagione puntava l'attenzione sulle delusioni amorose di Johanne, spesso costretta a combattere con appuntamenti disastrosi, i nuovi episodi di Natale con uno sconosciuto 2 hanno un respiro più corale, e anche i suoi amici e parenti finiranno invischiati in nuove storie d'amore o in problemi di cuore. È una miniserie giusta per i suoi intenti perché è svelta, ironica, e sicuramente con dei passaggi esagerati, ma che ti fa riflettere, non è troppo vuota o superficiale. Non ci sono ancora notizie sulla terza stagione di Natale con uno sconosciuto, ma credo che si una di quelle serie tv da recuperare in queste feste.

Mi sposto rapidamente su Prime Video, il servizio di streaming Amazon che è ben farcito di film natalizi. Anche quest'anno ho notato un paio di novità, ma io ho deciso di vedere solo L'appuntamento natalizio di papà (My Dad's Christmas Date), commedia del 2020 che risponde alla regola quasi scritta nella pietra per cui nei film di Natale ci deve essere un genitore sottoterra. 


Il tema dell'elaborazione del lutto è stato sviscerato praticamente in qualunque film a tema, persino in Jingle Jangle e Qualcuno salvi il Natale ritorna con prepotenza, eppure mi è tutto sommato piaciuto come viene rappresentato il rapporto fra l'adolescente Jules e il padre David, perché mi è sembrato abbastanza verosimile, seppur sempre ironico. L'appuntamento natalizio di papà non ha nulla di imperdibile (come d'altronde buona parte di questi film) ma si segue con piacere, specie considerando che ha una durata di soli 90 minuti, per cui non ingolfa nemmeno una intera serata. 
Sarei curioso di dare qualche chance agli altri film del catalogo di Prime Video, e forse recupero qualcosa in una di queste sere.

Sempre in volata non posso che nominare Apple Tv + che mi è sembrato abbia puntato tutto su un unico nuovo prodotto a tema Natale, ovvero lo special di Mariah Carey intitolato La magia del Natale con Mariah Carey (Mariah Carey's Magical Christmas Special).


Mariah è la regina delle feste, tanto che lo stesso Babbo Natale la invocherà per riportare nel mondo lo spirito natalizio. Il risultato è uno special delizioso, trash, pacchiano, ma giocoso, allegro, una boccata di allegria che è già un classico, condito dalle tantissime canzoni che Mariah Carey ha portato al successo e che si ritrova a cantare anche con altre celebrità come Snoop Dog e Ariana Grande.
Ho amato tutto, dai costumi, alle scenografie un po' posticce, fino alla dolcissima apparizione dei Peanuts. Da non perdere.

Non potete anche perdere, almeno secondo me due novità che sono giunte su Disney +. La prima si intitola Noelle, disponibile dal 27 Novembre in streaming, che vede protagonista Anna Kendrick nei panni inediti di figlia di Babbo Natale. 


In realtà Noelle era uscito già lo scorso anno, ma il doppiaggio in italiano è arrivato da noi solo nel 2020, e son contento di averlo recuperato perché è non solo molto divertente, ma credo abbia anche una prospettiva più fresca e attuale, che vuole un po' rompere la classica regola di un Babbo Natale anziano e panciuto. 


Ho trovato un po' deboli gli effetti in CGI, ma credo che il punto forte di Noelle siano i dialoghi ed anche un cast azzeccato che lo rendono spassoso ed adatto a tutta la famiglia. 
Sempre su Disney Plus e a tema girl power dovete recuperare Fata Madrina Cercasi (Godmothered), assoluta novità di questo 2020. 


Oltre a muoversi su un tema più originale dai classici film di Natale, Fata Madrina Cercasi fa ridere di gusto, è pop, è tenero, buffo, dolce, romantico e ha quel tocco di multimedialità che secondo me lascerà con gli occhi a cuoricino i più piccoli. Il cast è perfetto, gli effetti speciali sono ben curati e anche qui le battute fra i personaggi sono coinvolgenti.
Questo non è un film che raccomando, ma che assolutamente dovete recuperare.

Su Sky invece è stato trasmetto il 13 Dicembre il film Last Christmas del 2019, con protagonista la sempre cara Emilia Clark, che è noleggiabile anche su Prime Video. È uno di quei film che volevo recuperare già dallo scorso anno, ma che poi non avevo avuto modo di vedere.


Credo che Last Christmas sia una commedia romantica molto carina, ma verso cui bisogna avere un po' di pazienza. All'inizio infatti mi ha dato un sapore un po' cheap, non mi è sembrato un grande film adatto al cinema, ma più appunto qualcosa da guardare a casa in tv. Inoltre ho avuto l'impressione che volessero frullare troppi temi tutti assieme, e credo che questo possa generare non dico caos ma un po' di insoddisfazione. Tuttavia, senza rivelarvi troppo, posso dirvi che, nel corso della visione, Last Christmas riesce ad ingranare grazie alla simpatia dei dialoghi e soprattutto ad uno snodo più toccante, che riesce a dare profondità ed un pizzico di magia al tutto. E poi è un grande omaggio alla musica degli Wham! e di George Michael, quindi ne vale la pena.


La mia amica Simona (MissPenny09) mi ha poi segnalato che sempre Sky ha reso disponibile Natale con Bob (A Gift from Bob), sequel della biopic del 2016, con protagonista il famoso gattone rosso.


Il primo film era tratto da una storia vera, e devo essere onesto non ricordo di averlo visto, ma credo che un po' tutti conosciamo la storia di James Bowen che, da senzatetto ed eroinomane, è riuscito ad emergere dal labirinto dove era caduto diventando uno scrittore, proprio grazie all'aiuto del suo fidato gatto Bob. Questo sequel con lo sfondo delle feste non ha nulla di imperdibile, anzi, anche in questo caso il Natale è giusto un opaco contorno, ma quello che più mi ha toccato è che resta sempre una tematica attuale, e pensare a come devono essersi aggravate le difficoltà dei senzatetto a causa del Covid mi ha fatto stringere il cuore. Ma, a parte i miei divagamenti, Natale con Bob saprà secondo me intrattenervi in queste serate di festa, in modo sicuramente un po' meno leggero, ma mai pesante o noioso. 

Sono sicuro che ci sia tanto altro da guardare questo Natale in streaming, ma spero che questa piccola guida possa darvi qualche spunto interessante. Se vi va lasciatemi voi qualche suggerimento nei commenti. 




22 commenti:

E tu cosa ne pensi?

Info Privacy

  1. Last Christmas è in lista per le feste, principalmente per l'omaggio agli Wham! .. e poi, visto che li vediamo in tv, tra le lucine del presepe da un lato e quelle dell'albero dall'altro, giusto non considerarli "prodotti da cinema", almeno quest'anno, dove forse un accenno di autentico Natale, tornerà a fare capolino.. ;)
    Auguri!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero che ti piaccia il film e che ti porti tanto mood natalizio! Buona vigilia! 🎄

      Elimina
  2. Io non amo i film di Natale... Non riesco proprio a guardarli se sono così inoltrati nel tema natalizio! @_@
    Magari possono esse ambientati nel periodo ma se ci sono troppo cappellini rossi e babbetti davvero non riesco! ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora puoi spaziare da Holidate a Natale con Bob, passando per Fata Madrina cercasi tranquillamente :D

      Elimina
  3. Mi piace molto il tuo cappello introduttivo. Il Natale è anche riscoprire l'atmosfera natalizia-casalinga...
    Veniamo ai film: del tuo elenco ho in lista solo "Qualcuno salvi il Natale 2", mi fa piacere sapere che il sequel è stato perfezionato. Il primo capitolo è stata una piacevole visione, ma niente di eclatante.
    Io ho visto due film natalizi: uno non è natalizio per niente, quello di Boldi e De Sica, e posso dirti che è una visione veramente pessima, partendo peraltro da aspettative "rasoterra". De Sica è imbolsito e Boldi fa tenerezza per l'impegno che ci mette...storia debolissima, terrificante anche Herbert Ballerina (io adoro la "banda" di Maccio, ma lui qui fa veramente pena).
    L'altro film è "Dieci giorni con Babbo Natale" con Fabio De Luigi e Diego Abatantuono. Carino. E' un film che fa riflettere sulla famiglia (al giorno d'oggi) e fa respirare una bella atmosfera natalizia tipica dei film anni '80-'90. Da guardare, secondo me.
    Per il resto, Pier, ti auguro di cuore buone feste :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti potrebbe non essere tutto male quel che viene per nuocere!
      Volevo vedere il film con De Luigi ma me lo immaginavo un po' così, ma volevo dare una chance al cinema italiano!
      Boldi/ De Sica non dovrebbero più sprecare denaro per film tremendi secondo me.

      Buonissime feste anche a te!! 🎄🎁

      Elimina
  4. Non amando né il natale né i film a tema, potrei vedere però quello sul gatto Bob!

    RispondiElimina
  5. Vedrò il gatto ed Emilia quest'anno, l'anno prossimo Kurt e pochissimi altri..

    RispondiElimina
  6. last christmas visto lo scorso anno mi è piaciuto, qualcuno salvi il natale top film natalizio per me (ma la scena del primo di lui in galera che canta? io piegata in due dalle risate) natale con uno sconosciuto finita la seconda stagione proprio 2 giorni fa xD
    Jingle Jangle carino ma cantano un po' troppo per me, Holidate caruccio si mentre Christmas drop mi ha un po' annoiato onestamente, si questo anno me li so visti tutti xD
    buon Natale :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ed hai fatto bene perché sono tutti molto carini 😄
      Buon Natale a te! 🎄

      Elimina
  7. Holidate mi è piaciuto un sacco, veramente divertente. Natale con uno sconosciuto 2 vista e divorata secondo me superiore alla prima stagione e Christmas Drop anche lui molto piacevole da guardare e concordo il fatto che fosse una storia vera mi ha incuriosito molto, non conoscevo questa "tradizione" benefica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io non la conoscevo, infatti sono rimasto doppiamente sorpreso nel vedere il film. Pensavo fosse tutta una sceneggiata 😄🤣

      Elimina
  8. Voglio vedere assolutamente quelli con Kurt... perché si vede che lui è un tizio che se la spassa.
    E poi, se dici che addirittura il 2 è meglio del primo, o comunque più avvincente a tratti... beh è una GRANDE cosa.
    Il resto non fa per me, quello Disney mi è capitato sottomano in questi giorni ma gli ho preferito Kevin.
    Forse giusto Holidate, se è sboccato XD
    Bob, il gatto, è morto di recente, sai? :o

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qualcuno salvi il Natale 2 ti piacera!
      Ho letto del gatto Bob porello! Una tristezza, e pure il proprietario è stato al centro di polemiche!

      Elimina
  9. Arrivo tardi, oltre il Natale, ma arrivo con due belle sorprese come Holidate (leggero al punto giusto) e Dash & Lily (romantico al punto giusto, anche se troppo teen e utopistico a tratti) in saccoccia.
    Purtroppo ho visto pure il Natale di Bob, rimpiangendo il film originale e come l'hanno sfruttato per questa fiaba buonista...

    Ora posso darmi ai classici Disney, gli unici per me che fanno Natale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Va benissimo anche oltre il natale, in fondo le feste continuano 😄

      Elimina
  10. Leggo Kurt Russell e la mia mente va a Tarantino :)
    Grazie per i consigli Pier. Io finora sono andata di classici Home Alone capitolo 1 e 2. Finisco di guardare quante più puntate possibili di Willy il Principe di Bel Air perchè poi Netflix me lo toglie e poi recupererò qualche tuo consiglio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Linda e grazie 😄poi son curioso di sapere cosa vedrai!

      Elimina
  11. Ciao Pier io ho visto i primi due film (il secondo ci è piaciuto ma un pò meno del primo), Noelle, e anche Last Christmas (da amante di George Michael non potevo non guardarlo)... Molto carini..altro film carino è stato the holiday calendar, e un cavaliere per Natale! Volevamo vedere Holidate ma lo lasceremo per questo natale ^_* Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Un cavaliere per natale l'ho visto lo scorso anno e mi era piaciuto! Sono tutti molto simpatici 😄

      Elimina

Vi sono piaciuti