lunedì 2 dicembre 2019

|Beauty Cues #WeeklyMask|
Ettang Peel Off Cup Mask: ne vale la pena?

Hanno avuto il loro exploit sul web circa due o tre anni fa, ma fra le mie mani sono finite solo più di recente beccandole ad un prezzo davvero conveniente in una vendita sul sito Veepee.
Non serve continuare a fare i misteriosi visto che lo avete letto dal titolo e mi riferisco alle maschere viso Peel off in "coppetta" di Ettang.



Definite anche maschere modellanti, o maschere di gomma, visto che siamo spartani, le Peel Off Cup vengono come potete immaginare dalla Corea. Io ne ho provate quattro, ma il range che propone Ettang arriva a circa 10.
Il concetto di base di queste maschere è uguale a tutte, così come gli elementi chiave che le caratterizzano: la "farina fossile" chiamata terra diatomacea, sodio alginato e il solfato di calcio che reagendo chimicamente una volta che si mischiano con acqua, creano questo strato gommoso che si elimina con l'effetto peel off. È lo stesso ingrediente visto ad esempio nella maschera di La Saponaria, ma queste Ettang sono già arricchite con altri elementi.



Le Peel Off Cup Mask sarebbero monouso, ed il processo di preparazione non è nemmeno dei più comodi perché si dovrebbe togliere tutta la polvere dalla confezione, riempire la coppetta fino al segno, e poi rimetter la maschera nella coppetta e miscelare il tutto con la microspatola che si trova in dotazione. A parte che è un processo un po' macchinoso, la quantità di polvere è comunque davvero tanta, sufficiente per almeno due applicazioni se siete accorti o se non avete un viso molto grande. Io mi son limitato a versare circa metà della polvere in una ciotola a parte, ed ho aggiunto acqua ad occhio.
Ho avuto inoltre alcune difficoltà a creare la pastella con queste maschere, ma nel corso delle recensioni vi racconto in dettaglio i problemi che ho riscontrato e come ho cercato di risolverli.



Ettang Peel Off Cup Mask The Peppermint
Calmante e Rinfrescante



La The Peppermint è stata la prima di queste maschere Ettang che ho provato ed è stata un'esperienza molto interessante. È vero, alla prima applicazione non sono riuscito a creare una pastella omogenea ma mi si sono formati diversi grumi, che hanno inficiato la rimozione, ma nulla di grave perché i risultati sono stati invariati.
La maschera all'interno contiene come dei piccoli pezzetti di foglie che credo siano proprio di malaleuca. Ma tra gli attivi funzionali c'è anche l'estratto di portulaca oleracea che aiuta a lenire ed ha un'azione antiossidante, poi abbiamo allantoina e centella che leniscono e rinforzano la pelle, ed ovviamente olio essenziale di menta piperita che rinfresca e conferisce l'odore alla maschera.
Anche sul viso una volta stesa risulta gradevolmente fresca, ma non raggelante della serie "datemi un cappotto e nessuno si farà male". È una sensazione molto piacevole e non si rinuncia al confort.



Vi dicevo che l'applicazione, per quanto facile, è stata un po' inficiata dai grumi, con la conseguenza che più che sfogliarla, l'ho dovuta sciacquare dopo aver tolto il grosso ché veniva via a pezzetti. Ma comunque anche questa rimozione forzata non mi pare abbia ridotto gli effetti: la The Peppermint Ettang mi ha lasciato una pelle molto bella, liscia e omogenea. Da un lato ha ridotto i rossori migliorando il colorito, dall'altro mi ha levigato quelle zone con pori dilatati e grana non regolare. In generale sentivo la pelle tonica e non tirante. Non è particolarmente idratante, ma non è nemmeno questa la sua funzione, e comunque non va a seccare. Direi quindi soddisfazione generale.
La seconda volta che ho usato questa Maschera Ettang ho cercato di stemperare un po' l'acqua affinché non fosse troppo fredda, ma comunque non è servito alla formazione dei grumi. Anche cercando di lavorarla a lungo, per quanto possibile, non risolve il problema. Non c'è un reale inconveniente nella stesura però mi sembra un peccato, perché alla fine i grumi sono fatti di polvere non utilizzata.

INFO BOX
🔎 Veepee.it, Maquibeauty, Belletica.com, Online
💸 €3.99/4.50
🏋 17gr
🗺 Made in Corea
⏳ Maschera Monouso
🔬 //
💓⇒ 🌸🌸🌸🌸


Ettang Peel Off Cup Mask Acerola
Restringe i pori dilatati e Illumina



La seconda maschera Ettang che ho provato è questa all'Acerola, che è praticamente una sorta di ciliegia che pare sia ricca di vitamina C. Nella formulazione però, oltre all'estratto di questo frutto vi è anche acido ascorbico e ritorna la portulaca oleracea.
Purtroppo anche in questo caso non sono riuscito alla prima applicazione a creare una bella consistenza, era molto grumosa ed ha impiegato un po' troppo tempo ad asciugarsi. Infatti una volta rimossa mi sembrava di togliermi dalla faccia una sorta di purè rappreso più che una maschera peel off. Credo che il problema fosse stato un po' troppa acqua nella pastella, così la seconda volta ho cercato di migliorare la tecnica.
Ho provato infatti ad aggiungere pochissima acqua e farla agglomerare a poco a poco, ed ha funzionato: la texture era più spalmabile ed omogenea, con molti meno grumi. La rimozione non è stata comunque perfetta ma l'efficacia non ne ha risentito.



La maschera Peel Off di Ettang all'Acerola infatti mi a dato risultati del tutto apprezzabili sulla mia pelle: l'incarnato era più levigato ed omogeneo, e lo sentivo anche fresco e tonico. Rispetto alla The Peppermint mi è sembrata un po' più idratante, per quanto non sia da questo punto di vista sufficiente per le mie necessità specie per una routine serale nel periodo autunnale. In generale il trattamento è stato molto gradevole, non l'ho avvertita particolarmente fresca, e, nonostante nell'INCI ci sia della fragranza, io non ho avvertito un profumo così distino ed intenso.


INFO BOX
🔎 Veepee.it, Maquibeauty, Belletica.com, Online
💸 €3.99/4.50
🏋 17gr
🗺 Made in Corea
⏳ Maschera Monouso
🔬 //
💓⇒ 🌸🌸🌸🌸


Ettang Peel Off Cup Mask Charcoal
Esfoliazione, Equilibrio e Nutrimento



Con la maschera Charcoal Ettang ho provato subito ad applicare la tecnica della pochissima acqua alla volta, ma qualcosa è andato storto con la prima applicazione e giù a grumi su grumi.
La seconda applicazione non è stata decisamente più fortunata e purtroppo non ho capito bene perché, credo però che la miscela sia un po' complicata da gestire a prescindere: ho visto alcuni video sul web ed anche seguendo le istruzioni fornite da Ettang il risultato è molto vario in termini di consistenza. Insomma non sono il solo ad aver fatto un papocchio.
È stata comunque molto simpatica perché da una polverina quasi bianca si crea una pasta grigio scuro che ti fa diventare un po' un gargouille. All'interno la Peel Off Cup Mask Charcoal contiene ovviamente polvere di carbone, ma anche centella asiatica e molto in fondo all'INCI olio essenziale di palissandro che pare abbia un'azione di rinnovamento cutaneo.



Sulla pelle l'ho sentita un pelo fresca, in modo molto piacevole e non ha un vero e proprio profumo ma una volta mischiata con acqua è come se sviluppi un lievissimo aroma.
Gli effetti che ho notato con questa maschera Ettang sono di maggiore opacità della pelle, mi sembra abbia proprio un potere seboassorbente molto buono, e una volta rimossa la pelle era molto liscia e delicatamente fresca. Ne hanno giovato anche le zone con pori dilatati ed ostruiti che sembravano più affinate e pulite. In generale ne ho apprezzato l'effetto detergente e purificante, sebbene mi abbia lasciato la pelle lievemente tirante. Ci può stare come reazione considerando che non ho grandissime untuosità da contenere in questo periodo, per cui credo che una pelle più mista e grassa possano apprezzarla a pieno, ma Ettang parla anche di nutrimento nella descrizione del prodotto e a me sembra un elemento completamente mancante.
Tuttavia la Charcoal Peel Off Cup Mask mi ha lasciato la pelle perfettamente pronta ad assorbire tutti i trattamenti che ho applicato successivamente, per cui facciamo finta che ha funzionato.


INFO BOX
🔎 Veepee.it, Maquibeauty, Belletica.com, Online
💸 €3.99/4.50
🏋 17gr
🗺 Made in Corea
⏳ Maschera Monouso
🔬 //
💓⇒ 🌸🌸🌸


Ettang Peel Off Cup Mask Propolis
Nutre, Lenisce e protegge la pelle



Avevo buone aspettative su questa Cup Mask Propolis ma non sono state del tutto rispettate.
Per cominciare non ha funzionato benissimo la tecnica della poca acqua con questa maschera Ettang: alla prima applicazione la crema che ho composto era abbastanza liscia e omogenea, ma al secondo uso non sono riuscito a formare un mix senza grumi.
Ha, rispetto alle altre, un INCI un po' più scarno, con unici due attivi la portulaca oleracea e appunto la propoli. Nella lista degli ingredienti appare anche la fragranza ma il mio naso non percepisce un odore particolarmente accentuato, mentre accentuata è invece la freschezza sulla pelle una volta che ho messo il composto sul viso.



A piacermi di questa Peel Off Cup Mask Propolis è il modo in cui mia ha reso la pelle liscia, elastica e luminosa. L'idratazione che rilascia secondo me basta ad una pelle normale, io invece sento il bisogno, specie nel periodo freddo, di applicare almeno parte della mia skin routine per completare il trattamento. Questo è un po' la pecca di questa maschera Ettang visto che mi aspettavo fosse la più idratante in assoluto in questo gruppo, invece è più o meno equiparabile a quella all'acerola. Non spicca quindi per un elemento particolare, seppur mi abbia dato un risultato gradevole, e la freschezza che regala secondo me la rende ideale per un trattamento anche giornaliero.

INFO BOX
🔎 Veepee.it, Maquibeauty, Belletica.com, Online
💸 €3.99/4.50
🏋 17gr
🗺 Made in Corea
⏳ Maschera Monouso
🔬 //
💓⇒ 🌸🌸🌸




La domanda che alla fine di tutto questo impastare mi sono posto è stata proprio "vale la pena cercare ed acquistare queste Peel Off Mask di Ettang?". Sappiamo bene che tutto è utile ma niente è indispensabile e devo dire che l'offerta che propone periodicamente Veepee su queste maschere è davvero invitate, visto che sono acquistabili in un set con tre diverse coppette a circa cinque euro.  Inoltre con nessuna di questa maschera ho avuto risvolto veramente negativi, magari residui fastidiosi, o reazioni strane.
Tuttavia adesso rispetto ad un paio di anni fa quando si potevano trovare anche da Sephora, sono diventate meno reperibili. Sinceramente non sono una persona che ama star lì ad impastare, specie se poi il composto si rivela poco pratico, pasticcioso, facile ad essere sprecato. Nel caso delle maschere Ettang (e più in generale delle maschere agli alginati) il mix una volta agglomerato non può essere modificato o migliorato con l'aggiunta di acqua o altra polvere, quindi è anche più complesso.
Quando ho terminato queste maschere mi sono reso conto che sono stato più sollevato per averle finite che magari contento di aver ottenuto dei buoni risultati.
Quindi la risposta che mi sono dato è che se per noi amanti dei cosmetici queste maschere in coppetta di Ettang sono quasi un passaggio obbligato, una recensione da inserire nei nostri archivi, per chi utilizza in modo comune le maschere viso non credo che il gioco valga la candela.








10 commenti:

E tu cosa ne pensi?

Info Privacy

  1. o ne provai due quando le vendeva Sephora, a me non dispiace pasticciare e creare questa sorta di pappette XD infatti anche quando faccio quelle di Dr. Jart è più il divertimento che altro. Certo sicuramente quelle in crema o in tessuto sono più comode e funzionali essendo già pronte, di fatti no le ho più riprese queste.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non oso immaginare che cosa combinerò con quelle di Dr. Jart 🤣 Creare la pappetta è divertente su questo non posso che condividere :D

      Elimina
  2. Mai sentito parlare di queste maschere, ma comunque io con le maschere peel off non vado d'accordo, quindi non le comprerei a prescindere! XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero mai? Eppure ne parlò anche Clio (non che tutti debbano conoscerla, ma i suoi video mi vengono suggeriti sempre :D)

      Elimina
    2. Ormai Clio non la seguo da anni, probabile anche che io le abbia rimosse! :D

      Elimina
    3. Son passati credo due o tre anni, per cui sei più che giustificata ad averle eventualmente dimenticate 🤣

      Elimina
  3. Avevo usato una di queste maschere anni fa, ma un po' perché si trovavano solo da Sephora che per me non è comodissima, un po' perché il risultato su di me era stato senza infamia e senza lode, l'avevo serenamente dimenticata :D Quindi concordo con il tuo parere: simpatiche per chi ama provare tutti i prodotti di skincare, gli altri possono soprassedere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo che anche io me ne dimenticherò! Ma anni fa avevi riscontrato problemi con la consistenza?

      Elimina
  4. Io ho provato quella Charcoal ma, come ho scoperto dopo, ne ho applicato una quantità troppo esigua. Risultato? Mi si è asciugata in faccia, sembravo di pietra, ho dovuto toglierla via con le unghie, perché ovviamente l'effetto peel off non si è creato, essendo lo strato di maschera troppo sottile... -_-"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 😱 noo peccato! Che poi quando si solidifica così diventa anche dolorosina da togliere. Peccato, ma il resto? Sei riuscita ad usarla meglio?

      Elimina
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Vi sono piaciuti