lunedì 19 febbraio 2018

|Beauty Cues|
Retinolo: cos'è, a cosa serve e la mia esperienza con un prodotto The Ordinary



Lo scorso anno ho compiuto 28 anni, e con questo "traguardo" ho deciso di dare un update alla mia skin care routine. 
Ho sempre pensato che avrei aggiunto determinati ingredienti e prodotti per la cura della pelle via via nel corso degli anni, specie se si tratta di cosmetici con la funziona anti-age
Non so, avevo un po' la convinzione che va bene che prevenire è meglio che curare, ma anche che se a vent'anni usi determinati prodotti, a 40 che ti metti in faccia?
È vero che la cosmetica evolve e che quindi ci sono sempre novità da testare, è anche vero però che ho sempre la paura di far abituare la pelle troppo presto, e che quindi in là nel tempo non avrei avuto più benefici
Ma nella mia mente c'è sempre l'eco della voce di Eva Longoria (d'altronde ognuno ha le proprie muse) che ripete
"La pelle che curi a venti anni, è la pelle che avrai a quarantanni"


E così ho deciso di iniziare ad introdurre nella mia routine un ingrediente chiamato comunemente Retinolo.
In realtà già da tempo sto cercando di "nutrire" la mia pelle con un range ampio e vario di ingredienti attivi e da cui ho già riscontrato benefici, come ad esempio la vitamina C, ma fino ad ora avevo sempre evitato i prodotti con specificatamente una percentuale più alta di Retinolo. La motivazione, come potete immaginare, è una cosa brutta: pensavo fosse una cosa da sciure, da chi ha qualche anno più di me ed ha bisogno di uno stimolo maggiore. 
Ma mi son ricreduto e vi spiego perché.

Cos'è il Retinolo?

Parlare di "retinolo" è un po' generico, perché la questione è un po' più ampia e perché non è l'unico "componente attivo" della sua famiglia. 
Il retinolo è infatti un derivato della vitamina A, che però può presentarsi in diverse forme e che potremmo generalmente dividere in due categorie: Retinolo e Retinoide.


Il retinolo è la forma più debole perché ha bisogno di una conversione che fa la nostra pelle affinché diventi acido retinoico (tretinoina) che è la forma attiva della vitamina A; in genere il retinolo è contenuto nelle creme in una percentuale che va dall'0,1 all’1%.
Il retinoide è la forma più potente di vitamina A e che in genere richiede una prescrizione medica (dovete andare dal dermatologo insomma) per poter essere usato comunemente e non richiede quella conversione biologica: è già acido retinoico
Non credo sia possibile andare dal dermatologo e dire
"Guardi dottò, c'ho le rughe, mi dia un retinoide"
perché immagino venga prescritto per questioni di acne più o meno acute. A meno che voi non conosciate appunto il dottore, if you know what I mean
Lo so che un po' ci si confonde e anche io mi confondo e non mi sembra il caso di andare a fondo in questo spazio, vi basti però sapere che ci sono tantissimi studi su queste componenti, per cui internet è pieno zeppo di informazioni. 
Andando avanti vi parlerò sia di retinoidi che di retinolo, sperando di non confondervi, nonostante abbia detto che per i retinoidi serve prescrizione medica, ma una volta chiuso il cerchio, capirete. 

Quali sono i benefici del Retinolo? Cosa fa?

È stato studiato che la vitamina A agisce sia per contrastare i segni del tempo come rughe e macchie, che l'acne regolando la produzione di sebo e attenuando le infiammazioni. Quindi è adatta praticamente a tutti, sia alle pelli secche che grasse.
Queste forme di vitamina A vengono assorbite dalla pelle favorendo la sintesi del collagene e dell'elastina
Per dirlo in parole povere, è come se i retinoidi andassero a dire alle cellule della pelle di comportarsi bene, di produrre ulteriori cellule giovani e cicciotte affinché la pelle appaia sempre fresca e pimpante. 


In questo senso agisce anche su quelle cellule che sono state danneggiate dal sole, portandole alla normalizzazione. Potrei generalmente dire che è un riprogrammatore della pelle con potere cicatrizzante
Questi benefici non sono istantanei, ma a seconda della formulazione e del derivato della vitamina A che utilizzate, può richiedere parecchio tempo, e la necessità di un uso costante. 
Per questo mi sono ricreduto sull'utilizzo di retinolo e retinoide: se voglio un risultato, devo portarmi avanti.

Quali sono le controindicazioni dei Retinoidi?

Questi ingredienti ovviamente hanno anche i loro lati negativi, o meglio ci sono degli aspetti su cui puntare l'attenzione. 
I retinoidi (retinolo e retinoide) possono essere irritanti anche a basse percentuali e provocare anche pelle secca e desquamazione per due ragioni: 
  1. avete la pelle troppo sensibile;
  2. avete iniziato ad usare il retinolo troppo frequentemente ed in fretta.

In genere utilizzando il retinolo è possibile che la pelle abbia bisogno di tempo per maturare la giusta resistenza all'ingrediente (un po' come capita appunto per la Vitamina C per esempio), per cui è necessario introdurlo nella routine lentamente, magari una volta la settimana per poi eventualmente aumentare. A volte anche più sporadicamente.
Inoltre durante l'uso di retinoidi è necessario proteggere la pelle dal sole perché tende a sensibilizzarla, quindi crema con SPF.
Ed è meglio sospenderne l'uso durante gravidanza ed allattamento.

Retinolo e Alfaidrossiacidi sono la stessa cosa?

Un errore comune che io stesso per un po' ho commesso è pensare che retinolo e alfaidrossiacidi avessero una funzione simile in quanto il fatto che possa creare irritazione e desquamazione o il fatto che viene considerato come uno stimolatore per il turn over cellulare, fanno pensare che il fine sia lo stesso. In realtà gli alfaidrossiacidi agiscono sulla superficie esterna della pelle, mentre i retinoidi vengono assorbiti, agendo più dall'interno.
Infatti da più parti ho sentito che, se la pelle riesce a sopportare entrambi, può essere ancora più efficace affiancare il retinolo ad un prodotto esfoliante con alfaidrossiacidi. Per avere un effetto a 360 gradi insomma. 

Come posso ridurre l'irritazione dei retinoidi?

Il problema dell'irritazione che il retinolo può dare è un problema comune, può succedere anche a chi magari è abituato a trattare la propria pelle con determinati ingredienti. Le soluzioni sono due, oltre ovviamente ad applicazioni graduali:
  1. scegliere dei cosmetici che contengano sì retinolo, ma anche altri ingredienti emollienti, idratanti e antinfiammatori;
  2. scegliere gli esteri.

No, non intendo dire che dovete trasferirvi altrove (battutona!).
Gli esteri sono la versione diciamo più debole della molecola, per cui l'estere del retinolo è il retinil palmitato ad esempio. 
La ricerca cosmetica, come vi dicevo, fa passi avanti ed è stata "scoperta" una nuova generazione di retinoidi che promettono di essere più efficaci e al tempo stesso meno irritanti dei loro predecessori.
Uno di questi nuovi retinoidi è il Hydroxypinacolone Retinoate (HPR) che è un estere dell'acido retinoico, ma che non richiede prescrizione medica. E questo spiega come mai io non abbia escluso del tutto i retinoidi dal mio discorso.
Bisogna mettere le mani avanti quando si parla di HPR: sono ancora pochi gli studi indipendenti a riguardo che ne garantiscono l'efficacia, e al momento non è chiaro a che percentuale l'HPR corrisponda rispetto al retinolo e ai retinoidi. Non è che ad esempio, serve un 2% di HPR per fare l'1% di Retinoide. 
Gli studi su questo componente sono interessanti e promettenti ma essendo un estere, l'idea comune è che sia comunque meno efficace di retinolo puro, o che comunque abbia bisogno di più tempo per agire. 
Io, nella mia prima esperienza con i retinoidi, ho provato proprio un prodotto che contiene il Hydroxypinacolone Retinoate ed è un prodotto della nostra amata The Ordinary.
Se non conoscete The Ordinary, o non sapete dove acquistarlo, ve ne ho già parlato qui.



Tratto da https://www.x115.it/tesi-antirughe/retinoidi-invecchiamento-cutaneo.html
The Ordinary Granactive Retinoid 5% in Squalane

The Ordinary presenta una lunga serie di prodotti a base di retinolo e retinoide, per lo più in squalane, che sinteticamente è un idrocarburo saturo che è già presente nella pelle e che all'interno dei cosmetici ha potere idratante e di rendere la pelle liscia. All'interno dei retinoidi di The Ordinary ha anche la funzione di mitigare qualsiasi possibile irritazione.
Il Granactive Retinoid 5% in Squalane è presentato molto bene sul sito The Ordinary anche se la descrizione può essere un po' fraintendibile. Si legge
"Questa soluzione senza acqua di The Ordinary contiene una concentrazione del 5% di un complesso di retinoidi di ultima generazione denominati Granactive Retinoid che secondo le ultime ricerche scientifiche offrono risultati migliori nella lotta contro i segni del tempo senza le irritazioni e gli inconvenienti comuni al retinolo."
Questo è già un po' un controsenso rispetto a quanto poi si legge più in basso sul sito dove dicono che il Granactive Retinoid 5% in Squalane ha una alta forza e una probabilità di irritazione da zero a bassa. Certo, potrà non irritare come il retinolo, ma c'è comunque una possibilità di irritazione. Inoltre pare che solo ultimamente The Ordinary abbia tolto dal commercio il suo Retinol 1%, che era un po' illogico tenere in commercio, visto che sul loro sito affermano che questa nuova formulazione sia migliore e meno irritante.
"Il Granactive Retinoid, una tecnologia attiva che arriva dalle Grant Industries, contiene Hydroxypinacolone Retinoate, una forma altamente avanzata di retinoidi che è, in effetti, un estere non soggetto a prescrizione di acido retinoico che agisce in modo molto più efficace contro l'invecchiamento del retinolo normale, del retinile palmitato e di quasi tutte le altre forme di retinoidi disponibili senza prescrizione."
continuano sul sito, ma come vi ho detto gli studi sull'efficacia del Hydroxypinacolone Retinoate sono ancora pochi, e, ma è una mia congettura, non so quanto abbia senso dire che un estere di retinoide sia più efficace del retinile palmitato che è un estere di retinolo, che è assodato abbia comunque una forza minore anche rispetto al retinolo.
Ma andiamo al Granactive Retinoid 5% in Squalane, che si presenta come un olietto giallognolo e molto fluido, sempre contenuto in una confezione di vetro scuro con pipetta contagocce come tutti i prodotti The Ordinary.

The Ordinary Granactive Retinoid 5% in Squalane

Ho iniziato ad utilizzare il Granactive Retinoid 5% in Squalane il primo di Novembre dello scorso anno, seguendo quanto detto sul sito, ovvero di usarlo la sera, dopo sieri a base di acqua ma prima di trattamenti più pesanti.
Sin da subito ho notato che, nonostante sia un olio molto leggero, liquido al punto che sul viso corre via, e nonostante io non lo senta sulla pelle, non mi dà l'idea di essere soffocante e fastidioso, non si assorbe benissimo e lascia la pelle leggermente lucida.
Anche badando molto alle quantità che vado ad applicare, - perché sì ero partito col "go big or go home", ma poi ho capito che un paio di gocce bastano - in alcuni punti non viene assorbito benissimo dalla mia pelle. Nulla di drammatico considerando che è un trattamento serale, e che comunque avverto questa sensazione oleosa solo toccando il viso, ma ora ci arrivo.

Opinioni The Ordinary Granactive Retinoid 5% in Squalane

Sin dalla prima applicazione non ho sentito alcuna sensazione di pizzicore, né ho notato alcun rossore. L'unica cosa che ho odiato a primo acchito è stato l'odore, che era appunto di olio leggermente chimico. Nonostante non sia così intenso, me lo sentivo in bocca e mi dava l'idea di respirare qualcosa che potenzialmente mi stesse uccidendo.
Sono drammatico? Sì. 
Comunque no, non sono morto.
L'odore devo dire che nel corso del tempo è sfumato via, ma tornando alla primissima applicazione del Granactive Retinoid 5% in Squalane, il giorno dopo la pelle era in buono stato, non presentava nessuna irritazione, ma era anzi idratata senza risultare lucida o appesantita.
Vista l'esperienza positiva ho deciso di applicarlo anche il giorno successivo sempre di sera,  aggiungendo, dopo un po', della crema viso del momento (all'epoca la crema Mirtilla de La Saponaria). E, oltre a non sentire la pelle appesantita, al mio risveglio, non era lucida o grassa ma perfettamente idratata. Ovviamente non ho avvertito irritazione di alcun tipo.
In realtà ho scelto direttamente la versione al 5% proprio perché avevo sentito che la formula fosse delicata, ma non consiglio comunque di iniziare da questa.

Ho continuato ad applicare il Granactive Retinoid 5% in Squalane ogni sera, costantemente fino ad oggi, quindi per quasi quattro mesi, e sul viso non ho mai riscontrato secchezza, sia applicando una crema dopo, sia utilizzandolo da solo.

The Ordinary Granactive Retinoid 5% in Squalane

Dopo qualche settimana non ho più applicato la crema dopo questo retinoide, perché non ne sentivo l'esigenza: la mia pelle è tendente al secco, ma questo prodotto riesce ad idratare bene la pelle.
C'è stata una parentesi in cui ho iniziato ad applicare il prodotto anche sul collo, ma qui la situazione è stata un po' più turbolenta perché ho iniziato ad avere irritazione nella zona della barba, come fosse una irritazione da rasatura, ma non poteva essere una irritazione data dalla rasatura perché utilizzo sempre gli stessi prodotti che non mi danno alcun problema. Credo che comunque la rasatura renda quella zona sensibile, per cui un prodotto del genere, per quanto delicato, può risultare comunque aggressivo.
Sinceramente ho sospeso del tutto l'applicazione del  Granactive Retinoid 5% sul collo, perché non avevo voglia di star lì ad alternare prodotti anche per la zona.
A questo punto sarete stremati, e vi starete chiedendo se questo prodotto The Ordinary mi sia piaciuto, se ho visto risultati, se è efficace e se lo ricomprerei.
La mia risposta è sì, ma no.
Come ho già premesso i risultati dei retinoidi non sono istantanei, ma richiedono mesi e mesi di applicazione, per cui prima di parlane ho preferito arrivare praticamente alla fine del prodotto per avere un'idea quanto più possibile completa.
Se devo dirvi se mi è piaciuto direi di sì: il Granactive Retinoid 5% in Squalane è gradevole da utilizzare, si stende e si massaggia piacevolmente sulla pelle e nonostante sia oleoso non lo trovo occludente.
Dall'altro lato non posso dirvi di aver visto risultati sui miei segni dell'acne o quel che resta della mia ruga in fronte (qui per saperne di più); certo mi ha lasciato la pelle morbida, idratata, liscia, ma giustamente massaggiare ogni sera sul viso un olietto di qualsiasi tipo dà questi risultati.
Tra l'altro all'interno del Granactive Retinoid 5% oltre allo squalane, c'è anche olio di jojoba, che è un olio che la mia pelle apprezza anche puro.
Un risultato che ho notato è che i pori nella zona del naso mi son sembrati più piccoli, ma ad essere onesto non so se attribuire questo aspetto a questo prodotto o più in generale al fatto che la mia routine, con tanto di maschere e trattamenti specifici, abbia contribuito.

Recensioni The Ordinary Granactive Retinoid 5% in Squalane

Ci sono però alcuni aspetti del Granactive Retinoid 5% che non mi sono piaciuti e che mi spingono a non riacquistare questo prodotto, indifferentemente dai risultati, perché non mi aspettavo che da un giorno all'altro non avessi più alcun difetto in viso.
Il fatto che ad esempio non si assorba del tutto mi dà l'idea che parte del prodotto finisca inevitabilmente sprecato sul cuscino. Ho provato anche ad utilizzarlo dopo aver applicato un tonico, quindi a pelle un po' umida per cercare di favorirne l'assorbimento, ma non  cambiato molto.
Inoltre ho fatto un po' fatica ad inserirlo all'interno della mia routine e sembra stupido (magari lo è) ma ho un dubbio puramente pratico con questo Granactive Retinoid 5% in Squalane. 
The Ordinary suggerisce di utilizzare il prodotto prima di altri trattamenti più pesanti, per cui immagino prima di una crema (anche se io trovo che lui da solo sia già un ottimo ultimo step di una routine). E questo va bene fin quando però non devo uscire, e devo essere presentabile.
Vi faccio un esempio: faccio una doccia e detergo il viso per la seconda volta nella giornata, la sera intorno alle 19, e magari ho un appuntamento per cena, per cui dovendo uscire, applico tutti gli strati della mia routine compresa la crema idratante. Come vi ho detto non posso applicare il Granactive Retinoid 5% perché risulta un po' troppo lucido sul viso.
Il mio dubbio è: una volta che torno a casa dopo tre o quattro ore, dovrei ridetergere il viso per la terza volta, riapplicare tutti i prodotti, mettere il Granactive Retinoid 5% e poi la crema idratante, o posso applicare direttamente il Granactive Retinoid 5% sopra la crema che avevo applicato tre ore prima?

[Aggiungo un appunto visti i commenti: non vivo in un luogo in cui ci sono componenti che possono sporcare il viso nel giro di poche ore, non c'è smog di auto ad esempio dalle mie parti e ovviamente se vengo a contatto con queste componenti, se sudo, se magari ho salutato diverse persone per cui il mio viso è entrato a contatto con quello di qualcun altro, se ho applicato del make up, lavo il viso anche quattro o cinque volte al giorno se serve; non amo andare a letto col viso sporco, ma in linea generale detergere il viso più di due volte al giorno lo ritengo aggressivo, e non ne sento la necessità nella mia quotidianità. Spero di aver chiarito meglio il punto.]

Questo dubbio mi è rimasto, e sembra una sciocchezza ma più volte sono rimasto perplesso su come stessi agendo, perché da un lato non ho alcuna voglia né necessità di lavare un viso deterso appena tre ore prima; dall'altro lato penso che la crema sia assorbita del tutto quindi non dovrebbe essere un problema o interferire in alcun modo.

Deciem The Ordinary Granactive Retinoid 5% in Squalane

Questa è tutta la mia esperienza con il Granactive Retinoid 5% in Squalane di The Ordinary. Sinceramente dovessi dirvi se consiglio questo prodotto vi direi sì, fermo restando questa lunghissima premessa, se avete la pelle secca, mista o normale, una pelle grassa non so come possa reagire.
Per quanto riguarda i retinoidi in generale, son convinto a volerli tenere più stabilmente nella mia routine, ma con formulazioni che si assorbono meglio e riesco ad integrare con più facilità, e mi sento di consigliarli a chi si affaccia alla soglia dei trentanni, ovviamente tenendo presente il fatto che devono essere introdotti a basse percentuali, facendo abituare la pelle lentamente.


INFO BOX | The Ordinary Granactive Retinoid 5% in Squalane
🔎 The Ordinary.com, Online
💸 €13.90
🏋 30ml
⏳  6 Mesi
🔬 //
💓⇒ 🌸🌸🌸🌸


Non so quanti siano arrivati davvero fino a qui, ma quando si tratta di certi prodotti l'approfondimento è necessario, e tra l'altro mi torna utile per altri prodotti di cui vi parlerò più agevolmente più avanti.
Voi usate il retinolo o un retinoide? Vi interessa o anche a voi sembra roba da sciure?





45 commenti:

E tu cosa ne pensi?

  1. sarò sincera non mi è tutto chiarissimo ma giuro che dopo me lo rileggo tutto perchè l'argomento mi interessa, io pure vorrei iniziare a usare qualche siero -meglio prevenire- ma sul sito di the ordinary non ci ho capito una mazza e quindi addio xD

    mallory

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È Effettivamente un post da leggere un po' con calma, ma in caso ci sia qualcosa che non ho spiegato bene, fammi sapere se posso chiarirti le idee :)

      Elimina
  2. Complimenti per il post esuriente, non conoscevo tutte queste cose! Per quanto riguarda l'ultima questione non saprei, io di solito se la sera esco e quindi sono truccata sicuramente prima di andare a letto mi devo rilavare il viso, quindi alla fine il problema non si porrebbe :D secondo me però puoi anche metterlo sopra la crema, non dovrebbe succedere nulla :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Sara! È venuto più lungo di quanto mi aspettassi ma spero sia utile!
      Sì anche io se magari ho un po' di correttore, rimuovo tutto, ma molte volte, magari non avendo nulla di importante da fare, vado nature ;D (per il piacere dei miei commensali XD). Anche io credo non sia un problema, ma preferisco un prodotto che si assorba meglio!

      Elimina
  3. Sulla desquamazione e il formaggio grattugiato sono morto.
    Oh, ma praticamente è un post di Chimica XD

    Moz-

    RispondiElimina
  4. Spieghi le cose sempre con chiarezza e nel particolare. Alcune considerazioni me le avevi già fatte ma ora leggendo devo dire che mi è tutto più chiaro 🤓
    Anche se sono sciura 😂 non penso di provarlo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie :D Tu non hai i problemi di noi sciure xD

      Elimina
  5. Appunto perché può essere irritante, finora ho evitato di aggiungere retinolo alla mia routine. E dire che ne ho certamente più bisogno di te :D
    Solo che la mia pelle è già talmente sensibile e incazzosa che non me la sono mai sentita di aggiungergli un altro potenziale problema.
    Grazie per la recensione, comunque, sei stato molto esaustivo circa tutta la tua esperienza. Bravo Pier.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me potresti trovare un prodotto adatto alla tua pelle! Son cambiati molto nel corso del tempo, magari iniziando appunto dal 2%.
      Grazie mille :D

      Elimina
  6. ecco, adesso è venuta l'ansia delle rughe anche a me!!!
    corriamo ai ripariiiii!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma no, nessuna ansia che l'ansia fa venire le rughe :D

      Elimina
  7. Pier i tuoi articoli sono inconfondibili! Ironia e completezza, bravo!
    Torniamo a noi, ma lo sai che io non ho mai usato il retinolo in vita mia? E ammetto l’estrema ignoranza, non ne conoscevo assolutamente le qualità, ma anche le controindicazioni, fino a non poco tempo fa quando un altro ragazzo aveva dedicato un piccolo post su IG. Quindi Grazie! Ahhh io quando torno a casa da una serata fuori, lavo nuovamente il viso ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Fra *-*
      Grazie mille, è venuto un po' più lungo di quanto pensassi ma spero possa essere utile quantomeno per un primo approccio.
      Quindi tu faresti tre detersioni al giorno? Mi sembra un po' troppo per un paio di ore fuori, considerando che non sto nello smog ad esempio

      Elimina
  8. Giuro che ogni volta che mi compro qualcosa per il viso penso sempre a quella perla della Longoria! Sempre!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Santa Eva Jacqueline dal Texas proteggici tu!

      Elimina
  9. Nivea for men über alles :-)

    RispondiElimina
  10. Love this informative post. Keeping the skin nice and fresh at the end of a long day is always so important.
    I just followed your lovely blog. Hope you follow back and let's keep in touch.

    www.fashionradi.com

    RispondiElimina
  11. Ciao Pier, articolo molto interessante...secondo me non c'è età per certi prodotti ma consapevolezza e contesto. La paura che la nostra pelle si abitui a certi prodotti e diventi oziosa è qualcosa su cui riflettere però.
    Buona gioranta
    Valentino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Valentino, grazie per essere passato. Anche secondo me non c'è età, infatti non capisco chi dice che magari è presto per una crema antiage a prescindere senza sapere cosa c'è dentro; sul fatto che la pelle si abitui secondo me bisogna approfondire!
      Buona giornata :)

      Elimina
  12. "Nonostante non sia così intenso, me lo sentivo in bocca e mi dava l'idea di respirare qualcosa che potenzialmente mi stesse uccidendo.
    Sono drammatico? Sì.
    Comunque no, non sono morto"
    Questo è stato il mio pezzo preferito.
    Ad ogni modo io niente Retinolo per ora, non mi sono mai presa la briga di pensarci. Ma ho un periodo di estrema sensibilità alla pelle, per cui credo non sia il caso di iniziare con la sperimentazione dopo quello che ho letto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai presente la sensazione di fare qualcosa di fortemente dannoso?! Ecco XD Ma alla fine credo fosse un odore normale, di "nuovo".
      Sì, comunque, va applicato su cute non irritata, quindi attendi se vuoi provare.

      Elimina
  13. Un post molto istruttivo, complimenti!
    Io sono alle soglie dei 27, dicono che si dovrebbe iniziare a 25 anni a prevenire le rughe ma io non sto facendo assolutamente niente XD forse dovrei decidermi a cominciare...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille :) Spero sia una infarinatura per chi vuol informarsi poi meglio!
      Se non hai esigenze, o non vedi segni, puoi anche aspettare e idratare semplicemente :) Io iniziavo a vedere alcune piccole linee e sono intervenuto!

      Elimina
  14. Caspita, sei partito subito in quarta con il 5% che è il massimo disponibile invece di partire gradualmente da 1% come consiglia la stessa azienda, credo che la maggior parte delle controindicazioni che ti sono capitate venga più dal fatto di avere scelto la versione in squalene che dal retinoide in sè perchè da solo tende ad essere molto essicante. Hai fatto bene ad entrare nel dettaglio perchè in giro se ne fa spesso un uso scorretto e spropositato, io ho usato entrambi per anni, il retinolo nella crema notte antiacne esfoliante prescritta dalla dermatologa al posto di quella al glicolico che ormai mi irritava troppo e i retinoidi sia per via orale che topica sotto consiglio medico con prescrizione e consenso informato per liberarmi da cisti sottocutanee dolorose e conseguenti cicatrici. Mi hanno cambiato la pelle e la vita ma mi hanno lasciato molto più sensibile e ora preferisco approcci più dolci (hai visto che The Ordinary ha appena sfornato un mandelico al 10% con ialuronico? ) ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì in effetti ho esagerato XD Ma di mio ho una pelle resistente e abbastanza abituata un po' a tanti trattamenti (fermo restando che ero sempre sul chi va là per vedere sé avessi reazioni strane). La mia recensione comunque è sì sul prodotto, quindi ogni "problema" o beneficio è riferito a lui, però ho colto l'occasione per introdurre l'argomento anche per altri prodotti che sto usando! Ho visto il nuovo prodotto The Ordinary e sono molto molto curioso! In realtà però forse il mio prossimo acquisto potrebbe essere altro, tipo l'alfa-lipoico perché comunque li reggo molto bene. :) Vedremo, c'è tempo!

      Elimina
  15. Devo essere onesta, nonostante anch'io ne abbia compiuti 28 lo scorso anno, mi sto approcciando in maniera più leggera agli antirughe e ancora non mi sono fatta una cultura in merito a questi ingredienti "magici", per cui ogni post del genere, ricco di informazioni è ben accetto. In compenso mi diletto con i vari auto-massaggi antietà e ti posso dire che la differenza la noto già così :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io li adoro e fai bene, sono un buon anti età anche quelli :) Io penso che dipenda molto dalla pelle: la mia tende a segnarsi per cui voglio agire già ora, chi di suo ha una pelle più elastica può anche rimandare

      Elimina
  16. Io ti ringrazio per questo post perché personalmente ho imparato nuove nozioni e nuovi ingredienti.
    Pian pianino vorrei approcciarmi al magico mondo degli antiage visto che quest'anno spegnerò 28 candeline e ingrediente più trasgressivo introdotto di recente è l'acido ialuronico ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahaha beh è comunque un ottimo ingrediente :D Grazie mille a te, spero di essere stato chiaro! Un abbraccio

      Elimina
  17. Ciaooo Pier, essendo noi sciuri (io 41, Vale 43) abbiamo iniziato ad usare il retinolo in una crema notte tedesca qualche mese fa. Per quanto riguarda le creme, io ho iniziato ad usarle costantemente quando avevo 15 anni, cambiando sempre prodotti: non ho mai utilizzato la stessa crema per paura anch'io di abituare la mia pelle.I risultati sono molto soddisfacenti, secondo me derivano sì dall'attenzione ossessiva che ho rivolto e rivolgo tutt'ora alla mia pelle. Detto ciò, trovo molto interessante questo siero alla vitamina A. Buona giornata,
    Chiara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Chiara! Mi scuso per il ritardo nella risposta!! Sicuramente la prevenzione aiuta tanto e fai bene a darti queste attenzioni :)
      Baci e buona domenica!

      Elimina
  18. Ho compiuto 28 anni nemmeno 20 giorni fa, ma l'immagine di una me rugosa a soli 40 anni si è annidata nella mia testa già un anno fa, e infatti ho iniziato a stare molto più attenta ai prodotti viso, andando anche a prendere un siero antirughe. Due cose su questo post, anzi tre.
    Prima cosa sei stato davvero esaustivo e lo apprezzo, perché ammetto di essere stata ignorante in materia fino a poco fa. Seconda cosa, ho riso forte nella parte del profumo. Anche io con gli odori "chimici" mi metto a pensare di star respirando la morte. XD
    Terza e ultima cosa, riguardo al tuo quesito io faccio così se so che la sera esco: lavo il viso con sola acqua senza detergente, applico una crema viso per evitare che la pelle mi tiri da morire ed esco (per il trucco dipende, se sono già truccata evito direttamente di lavarmi il viso e eventualmente ritocco un po'). Una volta che torno a casa, quindi prima di dormire detergo finalmente il viso (anche perché andare a dormire senza essermi lavata il viso dopo che sono stata fuori mi da l'idea di coltivare le rughe tra smog e sporco che anche se per poco tempo, comunque è stato a contatto con la mia pelle. Sono paranoica, non fare caso a ciò), e proseguo poi con tutti i miei step, quindi tonico, siero, crema.
    Per quanto riguarda il prodotto the ordinary, sono partita che lo volevo fortissimamente a ora che penso che mi farò bastare l'acido ialuronico puro che ho ordinato da dr taffi come aggiunta alla mia routine!
    Scusa il messaggio lunghissimo, visto il tuo post forse non volevo essere da meno ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sara! Hai fatto bene a commentare così ampiamente :D A me piace questo tipo di commenti articolati!
      Sì l'odore (che poi è l'odore dei componenti non un odore aggiunto) mi ha lasciato un po' interdetto lì per lì 😅
      L'idea di lavare con sola acqua da un lato mi convince, dall'altro meno. Perché io sento più bisogno di detergere il viso diciamo al primo rientro a casa, quando ho davvero una giornata sulla faccia, non quando ad esempio rientro per la seconda volta, anche perché la sera da me non c'è smog o altri agenti che possano sporcare il viso in un paio di ore. È qui il gap che non riesco a risolvere :D Ovviamente fossi in mezzo al traffico o sudassi ad esempio, laverei anche 3 volte il viso. L'acido ialuronico va sempre bene :) ma agiscono in modo diverso! Uno non esclude l'altro ;)

      Buon pomeriggio!

      Elimina
    2. In realtà abitando in campagna, nemmeno da me c'è smog, ma ho questo blocco che mi impedisce di non lavarmi prima di andare a letto! :D
      Comunque non temere, mi sono andata a leggere le tue altre review di questo marchio e ne ho già messi tre nel carrello. Mannaggia a me! Buona domenica, per quello che ne rimane! :)

      Elimina
    3. Ho fatto un'aggiunta al post perché vedo che molti hanno sollevato lo stesso dubbio e mi sa che mi ero espresso male :D Diciamo che se sento l'esigenza anche io rilavo (per dire a volte se mi capita di salutare 3 o quattro ragazze che hanno trucco in viso, sentirò sicuramente l'esigenza; idem se sto molto in un locale chiuso con molte persone), in linea generale, per le mie uscite molto tranquille, vivendo anche io in campagna non ne sento grande esigenza. Alla fine il prodotto è finito quindi non importa XD
      The Ordinary è un luogo di perdizione. :D

      Elimina
  19. Ciao, se devo uscire, detergo il viso, applico i sieri, applico il retinolo (io ho il retinol 5%) che risulta oleoso e non troppo assorbibile proprio come hai descritto il retinoid, appliclo l'euk e dopo essermi vestita, applico NMF, sembrerà strano ma è magico non so come faccia ma quella crema è come se asciugasse retinol ed euk poi dopo ancora 10 minuti fondotinta e mi trucco.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sara! Quello che mi stai dicendo potrebbe essere una scoperta rivoluzionaria! Quindi mi stai dicendo che due prodotti oleosi grazie al NMF!??! Sarebbe una cosa bellissima!

      Elimina
  20. Bellissima e approfondita review, complimenti. Da brava sciura, questo è uno dei prodotti The Ordinary che proverei volentieri anche se, avendo la pelle sensibile, mi chiedo se possa dare noie. Di solito utilizzo trattamenti a base di vitamina c, ma mi piacerebbe alternare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Federica! Scusami, non so se leggerai mai questo commento ma me lo ero perso D: Che sbadato. Se lo leggi ti posso dire di provare ad introdurlo gradatamente e con formulazioni basse.

      Elimina
  21. Come al solito i tuoi post sono sempre molto esaustivi ed interessanti.
    Confesso che mentre leggevo inizialmente avevo un po la faccia a punto interrogativo!
    Dopo rileggendo ho capito (credo!) la tua spiegazione.
    Sinceramente non ho mai pensato di introdurre il retinolo nella mia skincare routin. Inizialmente sia il retinolo che ad esempio l'acido ialuronico mi sembrava roba per "adulte". Ora che sono arrivata ai 30 ho capito anche l'importanza della prevenzione. Mi sono informata sull'acido ialuronico, ma sul retinolo no. L'ho solo sentito nominare nelle pubblicità delle creme, dove ragazze dalla pelle perfetta ti invitano a comprare quei magici elisir di giovinezza, come se non si vedesse che ti vendono una crema per donne mature facendoti vedere la pelle perfetta di una ventenne!
    Comunque mi informerò meglio anche su questo caro retinolo, anche se avendo la pelle sensibile, non vorrei avere qualche arrossamento o cose di questo tipo.
    Baci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io ero come te Emanuela! Pensavo che idratare bastasse ma alla fine mi sono reso conto che ogni cosa agisce per fatti suoi in un modo e con un risultato simile ma diverso.
      Quello che posso dirti, come scrivevo nel post, è che va introdotto a poco a poco se si sa che si hanno particolari sensibilità con basse percentuali. Baci!

      Elimina
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...