venerdì 9 febbraio 2018

|P_laylist #13|
I voti a TUTTE le canzoni di Sanremo 2018!

Vi ho detto in tutti i luoghi e in tutte le lingue che conosco (cioè una) che non avrei fatto alcun commento a Sanremo 2018 come gli altri anni (qui per capire di cosa sto delirando), per il fatto che non solo non riesco a seguire tutte le serate per intero e nel mentre scrivere un articolo, ma anche perché molto probabilmente mi perderò la finale di sabato, quindi che cosa avrei raccontato?
Non potete capire la leggerezza di arrivare all'una di notte e spegnere la tv senza problemi.
Ma ho pensato che possiamo parlare delle canzoni, che sarebbe la cosa più importante, e delle esibizioni.


Quest'anno Sanremo, se non lo sapete, funziona così: nella prima serata si esibiscono tutti i 20 partecipanti al Festival e non c'è una classifica finale, ma più una divisione fra bravi, così così, e scarsi. Nel corso delle  altre serate si riesibiscono tutti i big e non c'è una eliminazione, ma si arriva a sabato e vengono nominati direttamente i primi tre vincitori. 
Questa è la novità del Sanremo Baglioniano, che forse va un po' ad alleggerire la tensione della gara. Anche i cantanti non vengono trattati proprio da concorrenti ma più da ospiti, e se hanno due parole da dire le possono dire.

Le prime due serate mi sono generalmente piaciute; Io non so cosa la gente si aspetti da un programma che ha ormai 68 anni sulle spalle, ma credo che tutto sommato funzioni e riesca ad andare avanti senza appesantire troppo. Nella prima serata mi è parso tutto abbastanza random, soprattutto gli sketch fra Claudio Baglioni, Michelle Hunziker e Pierfrancesco Favino, ma non posso dire di essermi annoiato. Questi ultimi due sono stati per la maggiore sul palco a condurre e non è stata una scelta del tutto sbagliata visto che Baglioni è un pochino di legno (per non dire di plastica) nel muoversi e parlare. 


Dalla seconda serata invece il direttore artistico si è deciso a stare un po' più sul palco. Il problema di base è che secondo me mancano ospiti che possano realmente stupire o coinvolgere per tutta la durata della trasmissione. Il Volo, Sting, o peggio il Mago Forrest non funzionano per me. 
Però pare che questa edizione del Festival di Sanremo stia andando bene a livello di ascolti, e questo è un bene (per loro almeno).
La terza serata sinceramente l'ho seguita molto più distrattamente, e ho notato l'appesantimento che mi prende in genere con Sanremo: se non c'è un ospite che mi attiri appunto, la terza puntata è quella meno coinvolgente secondo me. 

Quanto alle canzoni dei big non sono tutte di mio gradimento (come è normale che sia) e i cantanti si sono impegnati a stonare ad ogni singola nota, o, per i più bravi, ad ogni singolo attacco (cosa un po' meno normale). Dalla seconda serata come di consueto, si sono esibiti i giovani che purtroppo non hanno alzato la media, anzi. 


Le nuove proposte che per me passano dall'interessante, allo skip più rapido che ci sia. 
Dire che alcuni di loro siano pessimi sarebbe forse una cattiveria troppo forte per dei ragazzi che hanno l'aspirazione di fare i cantanti nella vita, ma le loro canzoni erano agghiaccianti. 

I giovani sono gli unici partecipanti a Sanremo che possono presentare dei brani già editi, quindi sono già passati in radio ad esempio, ma io ho voluto godermi la loro esibizione e il primo ascolto direttamente dal palco dell'Ariston.
Vi avrei voluto mettere i video alle esibizioni, ma, nonostante abbiano caricato su Youtube gli spezzoni di tutti i brani praticamente subito, non è possibile incorporarli quindi vi beccate i video ufficiali. 

Lorenzo Baglioni - Il congiuntivo

Lorenzo Baglioni non è parente di Claudio Baglioni, e si vede perché credo gli avrebbe detto qualcosa sul suo brano che più che una canzone da presentare a Sanremo e farsi conoscere, è un brano che ti insegnano quando hai 10 anni e vai al campo scuola estivo dell'oratorio
Me le immagino proprio le suore con la chitarra in stile Suor Cristina, a canticchiare Il Congiuntivo davanti al fuoco.
Scherzi a parte, l'idea di un brano ironico che vuol sottolineare le lacune in grammatica di noi italiani ci potrebbe anche stare, fermo restando che se non conosci i congiuntivi alla fine sono fatti tuoi e soprattutto fermo restando il fatto che se Lorenzo Baglioni dovesse sbagliare un verbo in una intervista, farebbe la figura dello scemo. Per me il brano è super skippabile. Ovviamente non poteva mancare il video simpatico a corredo.


Sinceramente l'idea poteva funzionare all'interno di un album ma come pezzo di lancio non ci siamo. Se voleva fare una nuova Occidentali's Karma, non c'è riuscito. Ed ho detto tutto.

Voto 4

Giulia Casieri - Come stai 

È andata un po' meglio secondo me a Giulia Casieri, che ha portato un pezzo già più interessante. Sia nel testo che nella sonorità, un po' pop, un po' blues. Lei non spicca per originalità con questo modo di cantare che abbiamo visto in decine di edizioni di Amici, X Factor, The Voice e chissà quanti altri talent andati chiusi per bassi ascolti. 



"Come stai" resterà nella storia di Sanremo? Riuscirà a vincere la categoria giovani? No, anzi io la skippo senza problemi, ma secondo me ha un suo senso, potrebbe passare qualche volta in radio, e lei ha dimostrato un po' di maturità che le torna utile nella sua carriera.

Voto 5 e mezzo

Mirkoeilcane - Stiamo Tutti Bene 

"Stiamo tutti bene" è uno dei pezzi più interessanti fra questi giovani saremesi, direi l'unico che mi ha fatto premere volentieri play. Il tema della canzone si capisce, ed apprezzo molto il taglio come se fosse il racconto di un bambino in prima persona. Però ho due problemi anche con "Stiamo Tutti bene". 
Il primo è che il brano è troppo parlato e poco cantato. Il secondo che rende decisamente meglio in studio che dal vivo.



La conseguenza è che ascolto questo brano ma non so se ho voglia di sapere di più su Mirkoeilcane che magari dal punto di vista autorale è bravo, ma dal punto di vista canoro è un po' lagnoso. Stranamente è arrivato ultimo nella classifica parziale. Forse anche a Sanremo si sono resi conto che non basta un testo un po' gigione?

Voto  6 e mezzo


Alice Caioli - Specchi Rotti

Alice e la sua "Specchi Rotti" stanno avendo la meglio nella "classifica" delle nuove proposte. Il brano in effetti fa molto Sanremo visto che è la classica ballad d'amore con un alto tasso di donnamerdosità, che le sciure all'Ariston apprezzano tanto.



Probabilmente non tutti però ricordano un brano presentato a Sanremo nel lontano 2011 cantato da una giovane Micaela Foti, e che si chiamava Fuoco e Cenere. Lo potete sentire qui e un po' di somiglianza io ce la sento. Ma non importa, quel che importa è che comunque per me è "Specchi Rotti" è una skip, non al punto che spegnerei l'autoradio, ma non me la andrei a cercare su Spotify o Youtube.

Voto 5

Mudimbi - Il mago



"Il mago" è il brano che ti aspetti da un giovane che si presenta a Sanremo. È leggero, ha ritmo, è spiritoso ma non cretino. Forse non è il massimo dell'originalità ma Mudimbi l'ha presentato secondo me con la giusta ironia, e anche il video ufficiale è carino. Magari la sentirò volentieri in auto.
Lorenzo Baglioni, guarda e impara qualcosa. 

Voto 7

Ultimo - Il ballo delle incertezze

Se Il mago è qui brani un po' scontati ma che fa piacere sentire, "Il ballo delle incertezze" è scontato e basta.



Probabilmente Ultimo ha pensato che una sana dose di Fabriziomorismo avrebbe funzionato molto a Sanremo, specie se lo mischi a quel pelo di hip hop che fa giovane il brano. In realtà si è classificato fra gli ultimi posti sin da subito. Per me, la noia. Passo.

Voto 5 


Eva - Cosa ti salverà

"Briciole di novità" canta Eva nella sua "Cosa ti salverà", ma io di novità ne vedo ben poca. Lei stessa è un riciclone di X Factor, ma questo poco importa o dovremmo eliminare tre quarti dei concorrenti di Sanremo.


Quel che importa è che la sua canzone è insipida secondo me. Non ha la potenza di una ballad strappabudella, non ha la dolcezza di un brano malinconico. Un po' acerba in generale la sua esibizione secondo me. Lei è molto carina, ha un bel timbro e forse ascolterei altro, ma intanto skippiamo? Skippiamo.

Voto 5 e mezzo


Leonardo Monteiro - Bianca

Come Eva, anche Leonardo viene da un talent, anzi in realtà lui ha provato a farli un po' tutti, in tutte le categorie possibili. Fra questi giovani di Sanremo sembra quello con un po' più di tecnica, e in "Bianca" prova a farceli sentire un po' tutti, dai passaggi di registro alle variazioni. 


Il problema è che mi son messo a ridere mentre ascoltavo la canzone, perché mi ricordava un brano che forse ricordiamo io, e altre due o tre persone, ovvero A chi ti dice dei Blue, meglio nota come Breathe Easy. E non so, questo ricordo mi fa ridere.


Per il resto "Bianca" mi sembra un pezzo di Michele Zarrillo, nel senso che è già vecchia prima dei suoi giorni.

Voto 5 e mezzo.

Per quanto riguarda i venti Big di Sanremo 2018, ho apprezzato al scelta di non fare le cover, che tanto non servono a nulla se non omaggiare magari altri artisti del passato, cosa che alla lunga risulta ripetitiva, e di far ascoltare invece più volte i brani in gara anche nella versione di duetto o con qualche leggera rivisitazione. Alla fine sono quelli che contano e la serata di venerdì è dedicata proprio a questo.
Ma vediamo un po' quali sono i brani e chi sono gli artisti in gara a questo Festival.
E soprattutto quali canzoni riascolterò e quali invece salterò.

Annalisa - Il mondo prima di te

Annalisa è una di quelle che a priori si merita un ascolto, perché è brava, bella e tante cose buone. 
Tra l'altro è fra le poche ad aver imbroccato una giusta quantità di note esatte mentre cantava, fin dalla prima esibizione.


"Il mondo prima di te" è uno dei classici pezzi che tutti quelli usciti dalla fucina di Maria de Filippi, un pop rock che in radio funziona bene, ma che ha secondo me vita breve. Non è una canzone tremenda, non è bellissima, la ascolto volentieri in radio mentre vado a fare la spesa, ma nulla più. Mi emoziona? No.

Voto 7

Ron - Almeno pensami


Ron lo conoscete e sapete quello che fa. D'altronde è Ron, non ci si può aspettare diversamente. "Almeno Pensami" è un brano scritto da Lucio Dalla, per cui è anche un omaggio al compianto cantautore. 
Questo però non lo rende automaticamente un brano valido. Anzi al primo ascolto a Sanremo per me era un po' una lagna. Ma man mano lo ascolti e più diventa gradevole, se però devo essere onesto, penso che se fosse stato cantato da Lucio Dalla o forse anche da un'artista femminile, avrebbe avuto un impatto maggiore.

Voto 6

The Kolors - Frida (mai, mai, mai)

Non ho detto ma lo sapete: il vincitore del Festival di Sanremo dovrebbe andare all'Eurovision Song Contest.


E "Frida", nonostante sia un brano che non mi piace e che non ascolterei ma che anzi zomperei volentieri, si presterebbe ad andare all'Eurovision secondo me. Ma a parte questo perché non mi è piaciuto? Perché più che restarti in mente, ti martella fin quando ti crea un buco in testa. E perché è troppo ripetitivo e secondo me si disperde il messaggio, o meglio la dedica, a Frida Kahlo

Voto 5

Max Gazzé - La Leggenda Di Cristalda E Pizzomunno

Non credevo che un brano di Max Gazzé potesse lasciarmi gli occhi lucidi ma La Leggenda Di Cristalda E Pizzomunno c'è riuscito.


Gazzè diventa un vero e proprio cantastorie perché quella di Cristalda e Pizzomunno è una leggenda in quel di Vieste. Il risultato è una canzone malinconica e dolce, e come direbbe Simona Ventura, mi arriva. Inoltre l'arrangiamento è bellissimo, parte delicato e poi diventa sempre più maestoso, e che dal vivo rende benissimo. Forse è la canzone meno radiofonica presente a Sanremo, e forse non arriverebbe bene all'Eurovision, ma io l'ho già sentita e risentita e penso che il video con il testo sia la meglio soluzione per godere di questa perla. 
Forse sto invecchiando.

Voto 9


Ornella Vanoni con Bungaro e Pacifico - Imparare ad amarsi

A propositi di vecchiaia, un trio di allegre comari quelle che presentano Imparare ad amarsi, che, e mi meraviglio di me stesso, ho trovato un bel brano.


Un po' una roba che presenti a Sanremo quando vuoi andare sul sicuro, quando non vuoi osare, anche perché ad una certa età (con tutto il rispetto eh) un po' il tuo stile e la tua comfort zone è quella. Il risultato è una canzone comunque delicata, piacevole, dolce e sincera.

Voto 6 e mezzo

Ermal Meta e Fabrizio Moro - Non mi avete fatto niente

Il caso di Sanremo quest'anno l'hanno creato Ermal Meta e Fabrizio Moro. Se non avete seguito Sanremo vi spiego io. In pratica la canzone, un po' gigiona diciamolo, presenta nel ritornello una parte già edita in un'altra canzone dello stesso Moro e in un altro autore, Andrea Febo, il "non mi avete fatto niente".


Per farla breve, per regolamento le canzoni presentate al Festival possono contenere al massimo il 30% di brani già editi e che sono quindi già stati commercializzati. La canzone da cui è stato tratto questo ritornello si chiama Silenzio ed era cantata da Ambra Calvani. Tuttavia pare che a parte qualche festival musicale minore, il brano non sia andato molto avanti e sia stato abbandonato senza essere appunto commercializzato. "Non mi avete fatto niente" quindi secondo il regolamento è una canzone valida e può andare in finale. A me sembra una bella canzone, in linea con lo stile di Moro e Meta e pare stia avendo molto successo.
Non la skipperei, ma come vi dicevo, non sono un fan delle gigionerie.

Voto 7 e mezzo


Roby Facchinetti e Riccardo Fogli - Il segreto del tempo


Il segreto del tempo è che per non tutti passa bene, anzi alcuni non riescono proprio ad accettare il fatto che sia meglio godersi la pensione.

Voto 4



Mario Biondi - Rivederti

Hai ragione Mario, è strano "Rivederti" ancora in giro. Capisco che Natale sia passato da poco ma capisci anche noi, che non ti aspettavamo.


Comunque "Rivederti" non è male, dico la canzone, non te Mario, senza offesa. Scorre via, è gradevole, è ovviamente jazz, cosa che io in genere gradisco, non è particolarmente originale, cosa che mi aspettavo già.
Vincerà Sanremo? No. Me la andrò a risentire su Spotify? Forse.

Voto 6


Lo Stato Sociale - Una vita in vacanza

Io non sapevo chi fossero Lo Stato Sociale, mea culpa. Non li avevo mai sentiti e non perché io sia radical chic, anzi. Se lo fossi li conoscerei. Anche loro stanno facendo parlare perché hanno portato sul palco (e nel video ufficiale) una simpatica ballerina di 83 anni: Paddy Jones.


Non molto originale visto che la canzone dice "una vecchia che balla", ma sicuramente d'effetto e con un pezzo "liberatorio" di questo tipo, tutto sommato è anche bello vederla volteggiare.
Il risultato non è male, e penso che "Una vita in vacanza" passerà in radio per un po'.

Voto 7

Noemi - Non smettere mai di cercarmi 


Noemi canta Noemi che porta una canzone di Noemi a Sanremo. Insomma nulla di sbagliato, nulla di eccezionalmente corretto. Un brano anche questo che sentiremo in giro. Io devo dire che all'inizio ero interessato a sentirlo meglio, ma dopo qualche ascolto mi ha già stufato.
E il video ufficiale? Un completo no sense.

Voto 6 e mezzo

Elio e Le storie Tese - Arrivedorci

Gli Elii fanno gli Elii e continua come ho detto sopra per Noemi, anche se nella loro Arrivedorci c'è un po' di malinconia, visto che il gruppo dovrebbe (il condizionale è d'obbligo) sciogliersi definitivamente.


Insomma carino, ci dispiace per i fan, ma giustamente dopo tanti anni le idee scarseggiano, e le voglia di far altro aumenta.

Voto 6 e mezzo



Decibel - Lettera dal Duca


C'è chi si divide e chi purtroppo si ricongiunge per cercare di far ancora qualche soldo sull'onda di un emotivo tributo a David Bowie. Un mix di sonorità già note, che può far piacere ai più nostalgici, ma che a me non dà nulla.

Voto 5


Giovanni Caccamo - Eterno

Eterno, come lo strazio che provoca questa canzone di Giovanni Caccamo. Una lagna senza fine, una pesantezza senza eguali, una pallosità così potente che non provavo nemmeno quando facevo il chierichetto in chiesa a 10 anni. 
"Eterno" è una roba che se avete visto anche solo pezzi di Sanremo degli ultimi 5 anni, conoscete già a memoria.


Lui si è fatto crescere la barba forse nel tentativo di camuffarsi, visto che spunta a Sanremo ormai come un fungo dopo una giornata di pioggia, ma a me non la fai mascherina. Su Twitter infatti sono tutti impazziti a vederlo, in preda a piene crisi ormonali. L'unica crisi che ho avuto io è quella del mio timpano, che non sopportava più le sue stonature

Voto 1


Red Canzian - Ognuno ha il suo racconto

Giustamente i Pooh si sono divisi per risultare ancora più fastidiosi, come a dire che insieme non facevano già abbastanza danni.
E, la cosa ancora più comica è che Canzian non ha fatto nemmeno un video ufficiale alla sua canzone, forse rendendosi conto che sarebbe stato un accanimento troppo forte. Qui trovate la sua esibizione, ma se volete sapere se "Ognuno ha il suo racconto" mi sia piaciuto o abbia voglia di riascoltarlo, potete capirlo leggendo il mio voto.

Voto 0

Luca Barbarossa - Passame er sale

Sapete che all'inizio ho storto il naso sentendo Passame er sale? Amo l'accento romano, però mi sembrava strano un brano del genere a Sanremo


In realtà nell'ottica più ampia di una scelta varia di brani, ha una sua logica. E poi questa cantata così malinconica ha anche il suo fascino. Certo, non è il brano che ascolterei più di frequente ma nella strana ipotesi che passi in radio (Luca Barbarossa lavora a Radio 2 quindi forse non sarà così strana), la ascolterei volentieri.

Voto 6

Diodato e Roy Paci - Adesso


Appena ho sentito "Adesso" non mi aveva convinto, non so bene perché. Forse e dico forse perché dal vivo Diodato la strilla un po' troppo, ma poi con gli ascolti l'ho apprezzata sempre più. 
È bella la scelta dell'arrangiamento, è bello il video ufficiale, è bello il significato della canzone. 
"Adesso è tutto ciò che avevo". 

Voto 7


Nina Zilli - Senza Appartenere

Nina Zilli mi ha un po' deluso quest'anno. "Senza Appartenere" mi è parsa una ballata troppo trascinata, con un testo banale, e con una struttura che non arriva mai ad una vera apertura.


Sinceramente? Fra questi "non hai capito" mi annoio a sentirla. 

Voto 5


Enzo Avitabile, Peppe Servillo - Il coraggio di ogni giorno

Anche Avitabile e Servillo non hanno un video ufficiale della loro canzone, perché giustamente non ci credono neanche loro. Quel gigioneggiare su temi delicati che non apprezzo molto, ma che anzi fa perdere punti alla canzone. Se siete curiosi qui la potete sentire. Io non ci tengo.

Voto 5

Le Vibrazioni - Così Sbagliato

Le Vibrazioni forse hanno sentito un po' troppo i dischi dei Modà e il risultato è questa canzone che in genere a Sanremo piaciucchia, ma da cui io sto alla larga ben volentieri.


Tra l'altro ho visto Francesco Sarcina non propriamente a suo agio in questa canzone dal vivo, un po' forse perché il brano vuole una potenza che se sei un po' fuori allenamento, fatichi a mantenere a lungo; un po' perché ci sono dei piccoli passaggi di registro che possono riuscire male.

Voto 6 

Renzo Rubino - Custodire

Renzo Rubino è un altro dei peggio stonati di Sanremo. Risentire la sua esibizione è un po' una sofferenza.



Buoni gli intenti della canzone, così così secondo me lo sviluppo, ma confesso che se lo sentissi alla radio, non cambierei subito stazione. Ma confesso pure che preferirei non sentirlo alla radio.

Voto 5 e mezzo



È stata una lunghissima maratona e probabilmente non siete arrivati fino a qui, ma queste sono tutte e 28 canzoni presentate al Festival di Sanremo 2018. Lo so, sarete stanchi, ma fatemi sapere se qualche brano vi ha colpito, se state seguendo la kermesse o se fate altro di più interessante.
A due serate dalla fine già aleggia una domanda: chi sarà il vincitore? Col cuore dire Max Gazzè, con la testa forse Le Vibrazioni.




33 commenti:

E tu cosa ne pensi?

  1. Ciaooooo :) Come sai sto seguendo Sanremo, anche se alla fine non ho ancora scritto nulla in proposito, vediamo se ci riesco nei prossimi giorni :D
    Delle Nuove Proposte a me Eva non è dispiaciuta; comunque alla fine ha vinto Ultimo, anche se tanto non lo rivedremo oltre Sanremo (o almeno si spera).

    Dei Big adoro anch'io quella di Gazzè perché è fiabesca! ^_^ Mi piace anche Annalisa, più che altro perché la prima sera ho improvvisato una coreografia fin dalle prime note, e se mi metto a ballare è sicuramente un segno :D Vedremo chi vincerà!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sara! Aspetto un tuo resoconto allora :)
      Anche secondo me non so quanto lo rivedremo Ultimo, ma se poi avrà una buona carriera, meglio per lui :D

      Fiabesca è l'aggettivo adatto per Gazzè!

      Elimina
  2. Io ho sentito di straforo un po' tutto con effetti schifiltossimi... posso solo dirti che Giusy Ferreri ed Arisa (che a me piacciono molto), hanno fatto capire come una voce diversa possa valorizzare anche delle ciofeche di canzoni... per il resto dai, velo pietoso, specie su quella mummia di Baglioni...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho capito, che hai fatto!? Quali effetti D:?!

      Il duetto con Arisa è stato fantastico, ha migliorato tantissimo quella lagna di canzone!

      Elimina
  3. Dunque tra i giovani mi è piacuto nettamente Mudimbi, il resto ho ascoltato poco e niente, per esempio le canzoni del primo e del secondo non le ho proprio sentite. Nella gara dei 'vecchi' sono d'accordissimo sul 9 a Gazzè, perché - pur essendo una canzone che al primo ascolto non rimane inevitabilmente nella testa - è veramente una poesia. Anche se i miei preferiti sono stati quelli dello Stato Sociale, ieri poi con il coro dell'Antoniano e Paolo Rossi hanno fatto uno spettacolo molto divertente. Ciò detto, devo dire che più o meno a voti ci siamo, darei un 7 alle Vibrazioni; Annalisa? L'eterna seconda arriverà sul podio, spopolerà in radio, ma dici bene: 'emoziona? No.'. Infatti io credo che più del 6 non debba prendere. Darei mezzo voto in più a Ron, tutto sommato la canzone di Dalla è una bella canzone di Dalla. Renzo Rubino mi ha deluso: alcuni suoi precedenti brani erano veramente travolgenti e dai testi molto pungenti. D'accordissimo sulle stroncature agli ex Pooh e a Caccamo, sulla piena insufficienza alla Zilli, darei un 5.5 a Noemi, perché la canzone è in media con la sua carriera, fatta di occasioni mancate.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La domanda è, conta più lo spettacolo o la canzone, perché altrimenti Lo Stato Sociale avrebbe la vittoria in mano.
      Ho il vago ricordo di aver parlato male di Rubino già in passato XD

      Elimina
  4. E daii, ma che t'ha fatto Lorenzo Baglioni? xD Comunque alla fine ha vinto Ultimo che, sinceramente, non mi piace per niente (e non perchè tifassi Baglioni)!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma che canzone è!?!? XD Dai, il congiuntivo!

      Elimina
  5. Mi dispiace molto per la mancata vittoria di Stiamo tutti bene, fra i giovani. Punto di vista originale e lui, nonostante la giovane età, ottimo interprete davvero. Eva la ricordo da X Factor: molto bella, ma canzone che non resta impressa.
    Dei "big", invece, ho da subito apprezzato Gazzè (per me meriterebbe la vittoria) e Diodato; irritantissimi e ruffiani Moro-Meta; interessante, quasi cinematografica, Passame er sale. Il resto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche per me forse avrebbe avuto più merito Stiamo Tutti bene, ma l'aria sofferta di Ultimo ha avuto la meglio!

      Elimina
  6. Io ti adoro veramente. Mi fai morire, ma in senso buono. Morire dal ridere: perché non ne salvi una, colpisci dove c'è da colpire senza falso perbenismo.
    Mi dovrai poi spiegare cosa significa: donnamerdosità :D
    Comunque concordo con te sulla piattezza della maggiorparte dei brani. Alla fine tra i giovani, se ho letto notizie giuste, ha trionfato proprio Ultimo. Secondo Mirkoeilcane - e io sono contenta, perché mi ha commosso e trasmesso qualcosa - terzo Mudimbi, che pure non mi dispiace affatto.
    Per quanto riguarda i Big, scoprire chi vince sarà una tale sorpresa perché non c'è un solo brano, quest'anno, che mi abbia colpito in positivo. Il brano de Le Vibrazioni è forse quello che sento più mio, se vogliamo parlare di testo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La donnamerdosità (che può risultare un po' sessista come affermazione ma in realtà colpisce uomini e donne) è quando qualcuno, dopo essere stato lasciato dal proprio amore, si strugge in modo del tutto esagerato e a volte diventa anche un po' vittima di se stessa.
      Mudimbi ha portato un pezzo simpatico, spero che abbia qualche passaggio in radio!

      E grazie :)

      Elimina
    2. Grazie per la delucidazione ;) baci.

      Elimina
  7. Io l'ho letto tutto il tuo post, fino alla fineee perché ero curiosa di leggere i tuoi pareri (anche se non mi piace Sanremo, lo avevo già detto. Infatti secondo me ha buoni ascolti perché in tv rimandano tutti, maledetti!)
    Ho ascoltato a mozzichi e bocconi qualche canzone. Di quelle che ho sentito:
    Gazzè meraviglioso. Ho sintonizzato Rai Uno solo perché volevo ascoltare lui. Mi pare strano che tu ti sia sorpreso emozionato per un suo brano: ne scrive veramente di stupendi. A mio avviso è uno dei cantautori italiano più bravi, è sublime. Sarebbe il mio sogno Tiziano che canta qualcosa scritto da lui. All'inizio ascoltando la sua canzone non ero convintissima (perché ero distratta), avevo letto il testo ed ovviamente ero affascinata. Poi ho risentito il brano e me ne sono innamorata. Veramente bella. Tuttavia temo che non riceverà i riconoscimenti che si merita perché forse troppo ricercata, troppo poco commerciale. Ma spero di sbagliarmi.
    Ermal e Moro ieri con Cristicchi mi sono piaciuti molto. La canzone è sicuramente importante però secondo me, manca qualcosa. Non so cosa, ma non arriva come mi è arrivato Gazzè.
    Di Baglioni (non quello plasticoso, quello giovane davvero xD) ti consiglio assolutamente "Le leggi di Keplero". A me ha fatto troppo ridere e penso che sia geniale.
    Passame er sale mi piaciucchia pure ma non tanto da ascoltarla continuamente. Mirkoeilcane e Ultimo mi sembrano delle lagneeee, così come quella della Vanoni e del Pooh Senior. Lo Stato Sociale solo io l'ho trovato un gruppo estremamente stonato, sia nella musica che nella voce?Non mi è piaciuto, zero proprio.
    Delle altre non ho sentito nessuna, ho ascoltato proprio leggendo questo post solo "Il mago" e penso che meriti molto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che intendi con rimandano tutti? Che non c'era controprogrammazione?
      A me Gazzè in genere non convince ma ammetto che conosco solo i brani più noti,poi magari ci sono delle canzoni meno note ma altrettanto valide, anzi ne sono certo :)
      Ho provato a sentire Le leggi di Keplero ma proprio non ce la faccio, è quella demenzialità da video di Youtube che non amo.
      Lo Stato Sociale è sicuramente fra i più stonati delle serate!

      Elimina
    2. Si, intendo che quando c'è Sanremo spostano tutti i programmi interessanti della Mediaset. Per esempio, penso che se lasciassero già solo c'è posta per te il sabato, Sanremo non avrebbe tutti questi ascolti. Ma se mi mettono solo quello ovvio che per disperazione...

      Elimina
    3. Ahahah è vero, ti prendono per disperazione. Con una mia amica riflettevamo che è strana questa scelta di non "controbattere" persino con Harry Potter che alla fine ha un pubblico diverso

      Elimina
  8. Pier! Mi mancava il tuo commento a Sanremo, anche se capisco che fare un post dettagliato per ogni serata come hai fatto in passato sarebbe stato una gra faticata, ma almeno hai fatto questo qui e mi è piciuto un sacco :)))
    Concordo con molti dei tuoi giudizi, in particolare anche a me è piaciuto molto Gazzè, poetico davvero, e anche a me ha fatto un effetto straziante (nel senso che è stato uno strazio) ascoltare Caccamo :D
    Posso dirti che mi piace la canzone di Annalisa, che dal vivo ha proprio la capacità di non sbagliare una nota come hai ben sottolineato tu, mentre di stonature qua e là se ne sono sentite in altre canzoni. Poi non male Meta e Moro. Tra i giovani ho ascoltato con gran piacere Mudimbi, una canzone "ganza" ma non stupida e molto orecchiabile, peccato solo terza. Ultimo non mi convince, mi è anche un pò cordialmente antipatico proprio lui, al di là della canzone.
    Lo stato sociale secondo me faranno il botto, comuqnue: scommetto che saranno sul podio, se non addirittura faranno il colpaccio e vinceranno proprio... chi lo sa?
    Io devo dire che ho sempre ascoltato volentieri i Pooh, li ho seguiti molto fin da piccola, ma ora penso che questo ripresentarsi così... separati, invecchiati, anche un pò stonati (il buon Roby non ha più l'ugola d'oro di un tempo, purtroppo)...non ha senso. E' un pò deprimente, ecco., anche per chi li ha apprezzati in passato come me :(
    Va bè... vediamo stasera che si dice. Io tifo Gazzè e Annalisa, come già detto :)

    Baci!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mamma mia, quanto l'ho scritto male 'sto commento :D
      Tra errori di battitura e ripetizioni di parole... aiutoooo ;) :)

      Elimina
    2. Esatto Maris, è un lavoro troppo pesante, penso che adotterò questa soluzione d'ora in poi!
      Mudimbi merita di più secondo me, è arrivato basso
      Ti abbraccio :)

      Elimina
  9. La verità? Non ho ascoltato tutte le canzoni, ma posso dirti la mi su alcune: trovo le proposte femminili dei giovani davvero agghiaccianti e anzi tu sei stato sin troppo buono... sono di una banalità e di un "già sentito" spaventoso. E penso lo stesso di "Bianca", anche se non so se mi ricorda quella canzone dei Blue... forse in certi passaggi, in effetti XD secondo me le più originali sono Stiamo tutti bene e Il congiuntivo, e qui ti vado contro XD la prima di una tristezza infinita ma molto d'impatto, la seconda educativa e orecchiabile ma sono d'accordo con te quando dici che sa un po' di campo estivo e che se Lorenzo Baglioni dovesse mai sbagliare un verbo sarebbe fregato XD Il mago mi piace, ma alla fine ha vinto ultimo e devo dire che non mi sono stupita più di tanto: lui è un simpatico sbarbatello e la canzone è orecchiabile ma, secondo me, non banale.
    Non ho sentito la canzone di Annalisa, ma... mi sbaglio o ogni volta che la vedo mi sembra sempre diversa???
    Sono d'accordo al 100% sulla canzone di Gazzè e sul fatto che "Il segreto del tempo è che per non tutti passa bene, anzi alcuni non riescono proprio ad accettare il fatto che sia meglio godersi la pensione" (quando ho letto questa frase sono morta dalle risate). E comunque, W le dentiere. E, a proposito di denti, Biondi avrebbe potuto fare uno sbiancamento prima di Sanremo. Conoscevo Lo stato sociale ma non ricordo neanche più come fa la canzone (Il ballo delle incertezze, invece, ce l'ho ancora in testa, quindi evidentemente funziona XD), ricordo solo la ballerina, grandissima!
    Caccamo sul palco porta solo il suo bellissimo aspetto, niente di più. La Zilli ha deluso anche me, la sua canzone non mi ha lasciato niente e secondo me non la valorizza. Infine, secondo me, nonostante la polemica, vinceranno Meta - Moro, non so, ho questa sensazione.

    E BASTA, ti ho scritto un papiro quindi non rileggerò il commento, scusa per eventuali refusi, fretta e tastiera scomoda non aiutano XD

    Ora, però, aspetto tutti i tuoi commenti sui vestiti! Arriveranno, vero?? :D :D :D Dimmi di sìììììììì

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ed hanno vinto proprio loro :D Sensazione giustissima! Ma anche secondo me erano quelli più papabili!
      Purtroppo no, non ci saranno :) Magari il prossimo anno mi posso concentrare solo su quell'aspetto :D

      Elimina
  10. Lovely post! I love your blog!
    Following you! Follow back?

    http://pieces-of-fantasy.blogspot.com/

    RispondiElimina
  11. E' la stessa cosa che ho pensato quando ho sentito il brano delle Vibrazioni...troppo stile Modà!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse pensavano dopo un po' di tempo che non facevano musica, che questo sound funzionava meglio!

      Elimina
  12. Anche quest'anno Sanremo l'ho visto poco e male, riuscendo poi a vedere ogni sera qualcosa e ogni sera le stesse canzoni (per la precisione: Ron, Annalisa, The Kolors e i giovani). Insomma, non sono preparata ma ascoltando qua e là qualcosa, i miei vincitori sono il poetico Gazzè e la sorpresa Annalisa, gran bella voce, sopratutto in duetto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gazzè ha creato un pezzo che secondo me non resterà in mente ma che da ascoltare è davvero pura poesia! Un brano che nella sua carriera secondo me può essere interessante!

      Elimina
  13. Ma fammi capire:
    non commenti le serate di Sanremo perché non le avresti viste tutte e avresti mancato la finale ma poi scrivi un post così preciso da farmi pensare di chiedere a Baglioni di assumerti come consulente per il prossimo anno? :-)))
    Mi ero messa il cuore in pace io, sapendo che non avresti fatto come al solito e avrei dovuto rinunciare a criticare i look e le canzoni e gli svarioni che solitamente capitano durante le lunghissime serate...
    E invece anche tu metti l'accento sulla musica, come ha fatto il direttore artistico di quest'anno.
    Bene.
    A proposito di musica e artisti in gara, di cui ho parlato poco soprattutto da me, ti dirò i miei preferiti.
    Annalisa, la canzone è bella e orecchiabile, lei ha una musicalità indubbia, è intonatissima. Direi che il terzo posto è meritato.
    La canzone di Ron l'ho amata fin da subito; certo il marchio di fabbrica è evidente e forse se l'avesse cantata una donna avrebbe avuto più chance. Ma è solo il mio parere.
    La canzone di Ornella Vanoni è poesia. Nei prossimi anni ne sentiremo diverse versioni che la renderanno immortale. Ma io resterò legata alla sua e a quella voce sospesa, quasi sussurrata. Mi ricorderò anche lo stock di completi uguali dai colori diversi che mi hanno divertito un sacco. Che classe eh.
    Dei giovani, mi è piaciuta la canzone di Mirkoeilcane. Assolutamente sconosciuto per me fino alla settimana scorsa ma vorrei approfondire, lo cercherò su internet.
    Per il resto, il nulla.
    Tutto quello che pensi tu sul festival e che hai scritto in giro lo condivido in toto. Ma l'anno prossimo rivoglio qui le serate singole!
    Bacione!


    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahha magari mi assumesse Mariella, allora sì che scriverei articoli su articoli!!
      Ornella sempre una grande :D In tutti i sensi possibili, la scelta degli abiti è stata geniale!

      Elimina
  14. Ciao, io ho seguito, più o meno, tutte le serate, anche se, a un certo punto, ero stanca e spegnevo tutto. Mi è piaciuta di più la canzone dello Stato Sociale, rispetto a quella che ha vinto. Mi è piaciuta e mi ha divertito la canzone sul congiuntivo, chissà se aiuterà i ragazzi a ricordarlo meglio !Anche Annalisa mi è piaciuta. Ciaoooooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! No in teoria a ricordarlo meglio serve studiarlo :D

      Elimina
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...