lunedì 15 aprile 2019

|Beauty Cues|
Alfaidrossiacidi: due prodotti per principianti e non! 💡

Per me sono ormai irrinunciabili nella mia routine per il viso, e da quando li ho scoperti non posso fare a meno di consigliarli a chiunque. Mi riferisco ovviamente agli alfaidrossiacidi, o per meglio dire gli esfolianti chimici, questa grande famiglia di ingredienti cosmetici che ci aiuta a migliorare l'aspetto della pelle, a renderla più liscia, con una grana levigata ed anche a tenere a bada le imperfezioni.
Sembra magia, ma questo gruppo di ingredienti ha avuto una buona azione sui miei vecchi segni di acne, attenuandoli in buona parte, e trovo che diano alla mia pelle luminosità, oltre a tenere a bada pellicine e ruvidità.
Ci vuole ovviamente tempo e costanza. L'utilizzo degli alfa e beta idrossiacidi deve essere un processo graduale per quanto riguarda le percentuali di attivi, perché dobbiamo sviluppare, chi più chi meno, una certa resistenza a queste sostanze che possono essere aggressive.
La mia scuola di pensiero quando si ha a che fare con prodotti o ingredienti cosmetici potenzialmente irritanti è che una moderata intensità sia la soluzione migliore perché ci consente un uso costante: questo magari comporterà più tempo per avere risultati effettivi e soddisfacenti, ma non avremo in linea di massima effetti negativi che non solo ci costringono a sospendere il trattamento, ma che possono rovinare la barriera lipidica della pelle.
In generale mi sono già espresso su questa categoria di ingredienti, sui pro e i contro, e se volete recuperare altre recensioni di prodotti che li contengono, potete cliccare qui.
Grazie ad un ragazzo che mi segue su Instagram (@Piereffect_beautycues) ho provato dei prodotti contenenti alfaidrossiacidi di una azienda che non conoscevo: Nip+Fab.


Nip+Fab è un'azienda inglese che si occupa sia di skin care che di make up ad un range di prezzo più che abbordabile, e, nonostante non abbia la naturalezza come principio di base, mi ha colpito come abbiano scelto degli ingredienti funzionali per le loro linee. Io ho ravanato per questa prima incursione nei range di Nip+Fab nella linea Glycol Fix, una loro best seller, tutta a base di acido glicolico e non solo, che promette di rivelare la luminosità della pelle migliorandone la grana.
I due prodotti che ho scelto secondo me sono perfetti per chi si affaccia per la prima volta nel mondo degli alfaidrossiacidi, ma anche per chi come me ha già acquisito una certa esperienza.


Nip+Fab Glycol Cleansing Fix

Nip+Fab Glycol Cleansing Fix

Un gel fluido con un odore fresco, palesemente agrumato è l'apparenza del Glycol Cleansing di Nip and Fab, ma nella sostanza sono contenuti due elementi funzionali

"L'acido glicolico agisce leviga la pelle per nascondere l'aspetto di linee e rughe indesiderate, mentre l'olio d'oliva idrata e leviga profondamente la pelle."
Come indicato sulla confezione, la percentuale di acido glicolico è del 2%, e già solo il fatto che venga esplicato chiaramente secondo me è un punto a vantaggio di Nip+Fab.
Appena entra a contatto con l'acqua, il Glycol Cleansing produce una schiuma leggera e sottile, nulla che richieda poi tempo ed acqua per rimuovere il tutto. L'azienda suggerisce ovviamente di evitare il contorno occhi, tuttavia non ho evitato, o meglio massaggio il detergente sulla zona del contorno occhi un istante prima di sciacquare il viso, così da far permanere pochissimo il prodotto sull'area. In questo modo non mi ha mai dato minimamente problemi, ma voi non fate queste cose.
Si potrebbe anche usare con i dispositivi elettronici per la pulizia, ma secondo me non è necessario. Il Glycol Cleansing Fix mi è piaciuto davvero tanto perché ha una capacità detergente molto buona, ma non l'ho mai avvertito come aggressivo o troppo sgrassante, al punto che anche durante l'inverno son riuscito ad utilizzarlo praticamente costantemente. Certamente vado avanti con tutti i miei step idratanti, ma non sento la pelle così tirante e secca come si potrebbe immaginare da un detergente in gel con alfaidrossiacidi.



Credo che il suo potere lavante sia perfetto per le pelli da normali ad "intermedie": leggermente secche o leggermente grasse. Saprete forse che per la detersione serale preferisco detergenti in gel perché sento il bisogno di qualcosa più lavante, quindi il Glycol Cleansing Fix è perfetto per me poiché coniuga potere purificante a delicatezza, ed essendo a base di alfaidrossiacidi va necessariamente usato di sera.
Secondo me è perfetto per mantenere, giorno dopo giorno, la pelle liscia, evitare l'accumulo di cellule morte e pellicine che possono ostruire i pori, e dare al viso quella luminosità che si perde per via dell'inquinamento, di una non accurata esfoliazione e per gli eccessi di sebo.
Il Cleansing Glycol Fix Nip+ Fab mi è sembra perfetto per chiunque voglia intraprendere la strada degli alfaidrossicidi per la prima volta, magari con un po' di paura, per diverse ragioni: certamente la bassa percentuale di acido glicolico lo rende ideale anche per pelli più reattive, ma anche lo stesso modo di uso. Come tutti i detergenti viso resta a contatto pochi secondi sul viso e si applica su cute bagnata quindi viene "diluito". Inoltre non siete costretti ad usarlo ogni sera, ma potete alternare.
In ogni caso, anche io che ormai sono un habitué dell'acido glicolico, lo riacquisterei.

INFO BOX
🔎 Lookfantastic.it, Asos, sito dell'azienda
💸 € 6.95
🏋150 ml
🗺 Made in UK
⏳ 6 Mesi
🔬 //
💓⇒ 🌸🌸🌸🌸🌱


Nip+Fab Glycol Fix Night Pads Extreme

Nip+Fab Glycol Fix Night Pads Extreme

Nip and Fab ha un'intera gamma di Pads rivolti a diverse esigenze, ed anche a diversi utilizzi. In particolare i Glycol Fix Pads si presentano come dei classici dischetti di cotone morbidi, abbastanza sottili ma anche resistenti, con un lato liscio ed uno a trama in rilievo, ed imbevuti di siero. Come quando inumidiamo di tonico i dischetti di cotone, ma questi sono già pronti, non gocciolano e sono inumiditi in modo uniforme.
Glycol Fix Night Pads sono a mio avviso il passo successivo nel percorso dell'utilizzo di alfaidrossiacidi, sicuramente perché hanno una concentrazione di attivi più elevata e si tratta di un prodotto che resta sulla pelle e non va risciacquato, ma proprio per il loro utilizzo secondo me restano anche adatti ai meno esperti e più in generale a tutti i tipi di pelle.



Il siero che imbeve i dischetti infatti contiene il 5% di acido glicolico, quindi capite da voi che si tratta di una percentuale gestibilissima, ma troviamo anche acido mandelico, lattico e salicilico, quindi adatto a pelli con pori ostruiti ed imperfezioni, o a chi ha problemi con la rasatura. In più Nip+Fab ha aggiunto niacinamide, ingrediente sempre adatto a pelli miste con impurità e più in generale che illumina l'incarnato, pantenolo per lenire e acido ialuronico per idratare. La profumazione è identica al detergente.
Sull'uso dei Night Pads, l'azienda dice di strofinare un dischetto su viso, collo e décolleté, dopo aver deterso le zone, ovviamente la sera, due o tre volte la settimana o solo una volta in caso di pelli sensibili. Io più che strofinare inizio col tamponare il dischetto nelle aree che so essere più problematiche e solo dopo strofino. In genere sul viso resta un po' del siero che lascio asciugare, e nel giro di pochissimo si assorbe da solo senza lasciarmi appiccicoso.


So che me lo chiederete quindi ve lo dico subito: dopo aver passato il dischetto, proseguo con la mia skin care routine serale, ma aspetto almeno mezzora che il prodotto agisca ed il PH della pelle ritorni fisiologicamente normale.
Questi pads Nip+Fab mi son piaciuti tanto e per diverse ragioni. Ovviamente esfoliano, e lo fanno in modo efficace, accurato ma non essiccante o irritante. Tengono a bada le pellicine e più in generale le aree secche del viso. Dall'altro lato però mi danno alla pelle una piacevole sensazione rinfrescante, proprio come se avessi messo un siero leggero, ma, non lasciandomi il viso vischioso o unto, è un prodotto che facilmente ho inserito nella routine. Io li uso due volte a settimana, ma sarei potuto arrivare anche a tre proprio perché li trovo delicati. Non ricordo di aver avvertito mai quel tipico pizzicore dato dagli acidi esfolianti (ma c'è da dire che ormai sono abituato).



Il nome "Extreme" secondo me è un po' forviante perché credo esistano prodotti più strong e credo sia una formulazione ben bilanciata e un trattamento completo. So che ne esiste una variante "Gentle", ma non ci sono percentuali per quanto riguarda gli acidi inseriti nella formulazione.
Sapete che non amo i dischetti di cotone, ma questi in particolare li ho trovati pratici, non si sfaldano e secondo me questo formato non è da sottovalutare. Penso infatti che sia più comodo per chi non vuole trattare tutto il viso, ma solo alcune aree specifiche come la zona T. Potreste anche, se proprio volete fare un trattamento mirato e state stringendo la cinta, tagliare il dischetto a metà, così da non sprecare prodotto (e farli durare di più).



Aggiungo che la confezione chiude bene e i dischetti non mi si sono seccati; il siero di cui sono intrisi tende ovviamente un po' a scendere nei pads più basso, ma non risultano comunque asciutti. Arrivato a metà confezione circa ho fatto una cosa un po' rude: ho capovolto il blocco di dischetti così da ribilanciare la situazione umidità. Ma davvero, non era necessario, sono io che non ho pace.
Glycol Fix Night Pads di Nip+Fab hanno superato più che brillantemente la prova, per il mio tipo di pelle, visto che li utilizzo su tutto il viso, adorerei se l'azienda facesse un siero con questo mix di ingredienti, ma intanto me li godo in questo formato.

INFO BOX
🔎 Lookfantastic.it, Asos, sito dell'azienda
💸 €12.45
🏋 60 dischetti
🗺 Made in UK
⏳ 6 Mesi
🔬 //
💓⇒ 🌸🌸🌸🌸🌱


Spero di avervi fatto conoscere una nuova azienda interessante, io ho già puntato ad altri prodotti di Nip and Fab, ed anzi potrei già avere qualche maschera viso di cui parlarvi.
Vi ricordo, come una maestrina dalla penna rossa, che non si può prescindere dall'uso della protezione solare anche nei periodi invernali quando si parla di esfolianti chimici: è vero che li usiamo la notte, ma il giorno dopo la nostra pelle sarà più esposta e sensibile. Per questo è bene sospenderli nei mesi estivi.
Voi che rapporto avete con gli alfa e beta idrossiacidi?




14 commenti:

E tu cosa ne pensi?

Info Privacy

  1. Ne ho sentito parlare ma non l'ho mai provata! Tu mi tenti sempre devo dire! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sempre lieto di tentare specie quando si parla di prodotti validi :D

      Elimina
  2. Sono Sara fatina :) Io con gli AHA devo starci attenta avendo la pelle sensibile, però devo dire che sono più efficaci di un'esfoliazione meccanica. Mi ispirano i pads imbevuti, una volta ho provato un prodotto simile di Aveda, però mi sa che non lo fanno pià :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi spiace per il giro che hai dovuto fare, purtroppo non so proprio quale possa essere il problema 😥
      Personalmente trovo sempre più aggressivi gli scrub fisici che questi chimici, nonostante non abbia una pelle sensibile.
      Mi sa che anche L'Oreal abbia dei dischetti simili, ma questi son di più e più convenienti :D

      Elimina
  3. A primo impatto avevo letto "afrodisiaci" e mi sono parecchio incuriosita. Ahahaha
    Comunque a parte uno scrub biologico di cui ti parlai qualche tempo fa, non ho mai provato altro.
    Ma seguendo il tuo blog mi sto un po' acculturando sul tema, e penso che allargherò il mio target.
    Bacio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahaha mettila così: con una pelle più liscia e bella scatta la voglia di carezze, e da carezza in carezza nasce qualcosa :D

      Sempre lieto di essere utile!
      Baci!

      Elimina
  4. Ciao Pier! Ne ho sentito parlare ma non li ho mai provati. Sono dei prodotti molto interessanti e molto curiosi da provare. Grazie mille della recensione dettagliata e precisa cosi ho potuto capire bene come funzionano! Un grosso bacione

    RispondiElimina
  5. prodotti molto interessanti, non è detto che non ti segua a ruota anche a sto giro, avrai mie notizie 😂😂😂

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aspetto tue notizie e sono stranamente sicuro che le avrò 😅😅🤣🤣

      Elimina
  6. Prodotti davvero interessanti e curiosi, il marchio non lo conoscevo. Devo ammettere che ogni volta qui è una scoperta continua di prodotti super invitanti :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cerco di tenervi attivi e vigili con "novità" :D Scherzo, è che mi annoio io per primo, cerco di cambiare, di dare qualcosa di diverso dai tanti soliti post.

      Elimina
  7. Da un po' di tempo ho sott'occhio prodotti di questo tipo e credo che la mia pelle potrebbe giovarne. Tuttavia, sto temporeggiando perché vorrei prima far sparire del tutto l'acne.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì meglio aspettare che passi l'acne, anche se i dischetti devo dire che sono perfetti per pelli che appunto hanno aree da evitare, in effetti l'acne è un ottimo esempio!

      Elimina
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Vi sono piaciuti