sabato 13 gennaio 2018

Recensione Film 🎥🎬: Coco (2017) | Mi avrà commosso come dicono?


Ogni famiglia ha le sue tradizioni, i suoi legami, le sue stranezze, le sue perdite, le sue regole più o meno tacite, ma soprattutto la sua storia da cui derivano queste regole. 
Nella famiglia di Miguel ad esempio vige una regola molto particolare, che si tramanda da generazioni: niente musica. Un po' strana come scelta visto che Miguel vive a Santa Cecilia, in Messico, luogo dove la musica è praticamente una presenza costante nella vita della gente. 
Ma Miguel ama la musica, desidera seguire le orme del suo idolo, il grande Ernesto de La Cruz, e appena può, segretamente, suona la chitarra. E proprio nel Día de Muertos, la celebrazione dei defunti in Messico, si tiene una gara di musica, che per il ragazzino è l'occasione per poter cantare e suonare davanti un vero pubblico. 
Tuttavia ciò non è permesso nella famiglia di Miguel e sarà la sua stessa nonna che, scoprendo la chitarra del nipote, la distruggerà impedendogli di partecipare alla gara. Ma Miguel è spinto da una passione troppo forte per potersi arrendere, così forte che pur di poter suonare alla gara di Santa Cecilia, tenterà di rubare la chitarra di Ernesto de la Cruz, che si trova nel mausoleo in suo onore. Ma appena sfiorerà le corde di quella chitarra, succederà qualcosa di magico e unico per Miguel, che si vedrà trasportato in una dimensione diversa: il mondo dei morti.
Da qui inizia l'avventura del film Coco.



Genere: animazione, drammatico, commedia
Durata: 109minuti
Regia: Lee Unkrich, Adrian Molina (co-regista)
Uscita in Italia: 28 Dicembre 2017
Paese di produzione: Stati Uniti


Coco è un film che mi è piaciuto tantissimo e forse proprio per questo ho fatto fatica a trovare un aggettivo che potesse descriverlo. L'unico termine che mi ha soddisfatto è "reale".
Coco è un film reale. Non fraintendetemi, non sono impazzito, non voglio dire che un film di animazione con scheletri parlanti sia vero. 
Ma il modo in cui vengono rappresentate le emozioni, i caratteri dei personaggi, le tematiche, in questo film per me è assolutamente reale. 
Intanto il quadro in cui ci troviamo: il Messico. Miguel ha tutti i tratti del tipico ragazzino messicano, così come la sua famiglia, e la coloratissima Santa Cecilia in cui vive. Così come anche la dolce bisnonna Coco con le sue rughe scavate dal tempo e da una lunga vita.


Ma non fatevi ingannare dai colori e dalla luce di questa pellicola, perché non siamo nel classico film di animazione in cui i buoni sono al limite della santità e i cattivi al massimo vogliono vederti rinchiuso in una torre d'avorio. No, in Coco, ogni personaggio è realistico, nel bene e nel male. Ad esempio la nonna di Miguel, Abuelita, che rappresenta la tipica nonna, gentile, premurosa, che vuole sfondarti di cibo, ma è anche burbera ed arriverà ad un gesto forte come rompere la chitarra pur di fermare il nipote e seguire le regole di famiglia. Ma così saranno anche i cattivi, che sono arrivisti, che sono personaggi sordidi, con le peggiori inclinazioni e ombre dell'animo umano.
Tutta la struttura del film è comandata da regole ben precise, e questo secondo me conferisce alla storia una maggiore realtà. Nonostante la magia di cui si ammanta tutto il film, ogni cosa si muove secondo un meccanismo che non può saltare con un colpo di bacchetta, ma deve rispettare delle leggi sia fra i vivi che fra i morti.


Reale è anche la celebrazione del Día de Muertos, con i suoi riti e le sue tradizioni. Ora, non sono un esperto della cultura messicana ma sono quasi sicuro che l'intensità con cui viene presa sul serio questa usanza è alta così come nel film. 
Uno dei temi principali è proprio la morte, tematica non facile da trattare in un film "adulto", figuratevi in uno di animazione rivolto principalmente ai bambini. Eppure in Coco la morte è rappresentata in modo delicatissimo, come una parte inevitabile e integrante della vita, ma comunque ancora una volta in modo reale, come un momento che va affrontato, magari non a tutti i costi capito, ma rispettato. Il tema della perdita quindi, anche in modo definitivo. E del dimenticare, cosa che ha sempre due significati, uno positivo se dimenticare comporta il superamento di vecchi rancori, ma uno anche negativo, se dimentichiamo pezzi del nostro passato


Concatenata è ovviamente la tematica del rispetto dei propri cari, della propria famiglia, delle proprie radici sia in vita che in morte. E soprattutto il non dimenticare questa origine da cui veniamo. Ovviamente questo è un argomento che sfocia e si palesa nella differenza fra generazioni, e si palesa nell'animo "ribelle" se vogliamo di Miguel.  Il tema del rispetto ha anch'esso due significati, perché il rispetto può e deve essere rivolto anche verso noi stessi, ed è proprio la testardaggine del protagonista nell'inseguire il suo sogno a trasmettercelo. 
Accettare ciò che è diverso da noi poi credo sia fra le fondamenta di tutta la pellicola, d'altronde come Miguel vuol farsi accettare dalla famiglia, noi ci apriamo verso una cultura diversa dalla nostra, almeno in parte.
Temi che non è facile trattare, che io stesso faccio fatica a descrivere ma che Coco riesce a far fluire e a trasmettere in modo naturale e perfettamente concatenati e solidi.


Parte integrante del film è ovviamente la musica che scandisce il ritmo degli avvenimenti, ma per fortuna non ci ammorba con interminabili canzoni ogni tre minuti, per cui anche i più brontoloni sono accontentati.
La Pixar con Coco ha creato una perla dalla bellezza non comune, un film pienissimo di dettagli grafici e umani. È un film carico di emotività, di spunti di riflessione, di un realismo sentimentale e tematico, un bagaglio che non mi aspettavo in un film di animazione. Nella sua complessità riesce a risolversi agli occhi dello spettatore in modo spontaneo, come un puzzle i cui pezzi si incastrano e si fondono.
Allo stesso tempo riesce secondo me ad essere visto anche dai più piccoli che magari non noteranno questa complessità, avranno un film avventuroso e divertente, ma penso che sapranno cogliere anche solo un piccolo seme da questa meraviglia. 
Sono quasi certo di non aver saputo trasmettere la ricchezza che si nasconde in Coco, e tutte le chiavi di lettura del film, posso però dirvi per rispondere alla domanda del titolo è che sì, Coco mi ha commosso o meglio mi ha fatto quasi singhiozzare, ma non ditelo a nessuno e andate a vederlo.


Voto 10





28 commenti:

E tu cosa ne pensi?

  1. ok ero indecisa ma a questo punto lo vedrò! andrò col mascara waterproof...per sicurezza xD

    mallory

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahaha ottima scelta quella del mascara water proof! E anche i fazzoletti!

      Elimina
  2. Verissimo che la Disney, parlando del tabu' della morte (visto che parla in primo luogo ai bambini) lo ha fatto sempre in modo sublime (ricordiamo tutti il Re Leone).

    Comunque ho letto tantissime recensioni da voi amici blogger e ne ho letta solo una non particolarmente entusiasta. Tu ti sei lanciato addirittura con un 10 :)

    Lacrime stanno arrivando :D anche dalle mie parti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì mi son voluto sbilanciare perché è un film che è bello esteticamente e emotivamente coinvolgente, altrimenti a chi lo avrei dovuto dare un voto così :D?!

      Aspetto di sapere che te ne pare :)

      Elimina
  3. Ahaha, fa ridere che la nonna si chiami Abuelita XD
    Da, mi hai proprio convinto.
    Lo vedrò a breve.
    Hanno evidentemente rispettato il sentimento messicano per la morte, che è molto sentito senza drammi^^

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì esatto, hanno ricreato quel mood messicano della tradizione del giorno dei morti e ne hanno creato una storia avvincente.

      Elimina
  4. Sai che proprio quando sono andata a vedere il film di Gigione un collega me ne ha parlato entusiasta? Francamente ero scettica ma la tua recensione è proprio bella!

    RispondiElimina
  5. So di essere uno dei pochi al mondo, probabilmente, ad avergli imputato troppi difetti e a essere uscito dalla sala a guance asciutte. Coco mi ha fatto scoprire che sono un mostro senza cuore, sì. :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai scritto una recensione? Non la trovo :( Ero curioso di leggerla!

      Elimina
  6. Coco mi ricorda i tailleur di Coco Chanel quindi qlc di molto elegante, anche se formale e il Messico la pittura coloratissima di Frida e le foto meravigliose, un po' algide di Tina Modotti. Beh la tua recensione è un mosaico di emozioni, come i nomi delle artiste sopra citate. Mi hai convinto andro' a vederlo anche senza fazzoletti☺

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Frida c'è! Non poteva mancare 😁 grazie mille ma porta i fazzoletti che è meglio

      Elimina
  7. Non potevi descriverlo meglio! Anche a me è piaciuto tantissimo e mi ha veramente commossa, ed hai proprio ragione, la parola giusta per descrivere questo film è: reale.. <3

    RispondiElimina
  8. Un mondo senza musica è un mondo nel quale non abbia senso vivere. Io ne morirei, e comprendo la voglia di Miguel di scalvarne le rigide regole.
    Mi fa piacere leggere che Coco ti è piaciuto e forse, da come lo descrivi, potrei apprezzarlo anche io. Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me lo apprezzeresti molto, è una bella storia, carina e emozionante! Un abbraccio a te :)

      Elimina
  9. Ciao sono Simona e da buona brontolona ho apprezzato che nonostante la musica sia il tema portante di questo film, I protagonisti non abbiamo cantato ogni 3x2 per minuti interminabili 😂 bello proprio bello e vabbè io piango per tutto ormai lo sanno anche i sassi 😅

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahaha siamo due brontoloni, quindi ciao Simona, benvenuta nel club! 😂😂😂

      Elimina
  10. Spero do trovarlo ancora al cinema, mi hai incuriosito! :)

    RispondiElimina
  11. Tempo fa ho guardato il trailer, ma non mi aveva attirato più di tanto. La tua recensione invece mi ha veramente invogliata a vederlo, anche perché solitamente mi piacciono molto i film d'animazione Disney e penso che questo non mi deluderà.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se sei una fan dei film Disney questo non puoi perderlo assolutamente!!!

      Elimina
  12. Avevo visto il trailer e mi aveva molto colpito. Ora la tua opinione mi conferma che questo film merita di essere visto!
    Gli spunti di riflessione che ci sono di certo gli danno un valore in più e poi, emotiva come sono, immagino già il fiume di lacrime che verserò :)

    Un bacione Pier, buon fine settimana (anche se ora è ancora venerdì mattina... ;) )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devi vederlo maris!! Anche i tuoi bambini se ti va fallo vedere, è troppo carino :)

      Elimina
  13. BeLeSSa io ho pianto come un vitellino :-D Aggiungo che questa tua recensione mi è piaciuta da morire!!!!!!!! #iovotoPier

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahaha ci credo, è troppo dolce questo film! E grazie di cuore ❣️❣️

      Elimina
  14. Sono d'accordo con te al 1000%, questo film è spettacolare!!! Amo i tantissimi temi che tratta, in un modo così reale, poi! È un film che ha tutto! Inoltre, amo le tematiche di vita, morte, vita oltre la morte, ricordo, oblio, amore, odio, famiglia, amicizia, perdono, speranza, egoismo, altruismo, eredità, successo, potenza della musica, ecc (questo film ha tantissime tematiche, che sento tutte mie, oltre ad essere assai commovente (avrò pianto per almeno il 75% del film) e profondo)... tutto questo l'ha fatto diventare il mio film preferito di sempre (d'animazione e non, nonostante io ami da sempre alla follia animazione e cinema in generale, non ne avevo mai avuto un preferito assoluto, ma più preferiti), e non dico altro! Recensione Top, e ovviamente il mio voto per questo film sarebbe l'infinito ��

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille :) È raro che metta un 10, ma per essere un film di animazione è più che completo!
      Buona domenica!

      Elimina
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...