lunedì 2 gennaio 2012

Riflessioni su una Piero Guidi

Tornando a casa ieri sera ho beccato l'ennesima ragazza (sfatta, vista l'ora) che mi attraversa la strada con l'ennesima Piero Guidi al braccio. 
Per chi non le conoscesse, sono quelle borse caratterizzate da uno sfondo tinta unita (marrone o bianco in particolare, più raramente nero) con delle stampe stilizzate e coloratissime ritraenti personaggi del circo. Questa linea in particolare, infatti, si chiama Magic Circus, e rappresenta clown, animali, tendoni e giocolieri. Questa è un esempio




Come si possono accostare quelle immagini da carta da parati IKEA su una borsa che si presenta con un design classico?! 
A parte che i modelli sono sempre gli stessi, visti e rivisti dai vari Alviero Martini e Louis Vuitton, ma non ditemi che si cerca un connubio fra giovanile, spiritoso ed elegante perché non ci posso credere. 
Tralasciando poi il fatto che questa borsa, taroccata o no, si sta diffondendo a macchiai d'olio, e vederla al braccio dell'ennesima tizia è diventato come vedere una fetta di pandoro dopo le feste: NAUSEANTE!
La cosa peggiore in tutta questa storia fatta di borse pacchiane, sono gli altrettanti pacchiani abbinamenti che le proprietarie ne fanno. Lo stesso modello passa dall'outfit "sono di fretta, ho messo una tuta e sono uscita" a quello " volevo sembrare una bella figheira"... no, non ci sei riuscita!
Ok, sui gusti non si discute, ma almeno abbiate il buon senso, se volete seguire la moda, di farlo con un briciolo di gusto, di non rotolarvi nell'armadio sperando che la borsa firmata vi salvi dalla bocciatura.

5 commenti:

  1. hahahaha oddio è vero, sembra una carta Ikea, magari per la stanza dei bimbi.
    Anche io trovo che siano borse orrende. E che dire delle campagne Guidi, firmate dal fotografo Guidi, con testimonial la sorella della ragazza dell'amica del cugino di Guidi?!
    hahahaha
    Ma non vogliamo parlare delle borse Braccialini? Un amico parigino dice che li vanno molto. Le trovo semplicemente ridicole.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. certo, i panni sporchi ( e le brutte borse) si lavano in casa....



      Riguardo alle Braccialini, almeno sono originali e volutamente eccessive anche nei modelli, alcune carine, altre NO.
      :)

      Elimina
  2. Anche se il post è vecchiotto....NON NE PARLIAMO! Conosco una ragazza convinta di essere un incrocio tra Blaire Waldorf e Samantha di S&TC (più qualche pezzo di fashion victim data la sua mole) che passa le sue giornate a sfoggiare 'sta borsa stile "zainetto da scuola materna che ti farà odiare a vita i clown anche se non hai visto It-il pagliaccio"! E' peggio dell'Alviero Martini,che a mio avviso non si distingue poi così tanto da quelle taroccate vendute sui litorali più o meno gettonati!
    In confronto le Braccialini sono molto più carine,ovviamente accostando correttamente il modello alla proprietaria (perchè una signora di 70anni piena di cerone,gioielli della bisnonna e pelliccia di Grizzly che spunta a teatro con una borsa ricoperta di Titty non può che scatenare le risate di mezza platea!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Urendeee :D
      Le Alviero Martini sono facilmente clonabili in effetti, anche se ne girano di falsissime che sembrano fatte di tela XD
      Le Braccialini sono molto varie, dalle eccessive che non vorresti nemmeno portarle a carnevale per metterci i coriandoli, a quelle particolari ma umane :D

      Elimina
    2. E' vero,ma qui l'unico che vende le Braccialini decenti&no spara dei prezzi assurdi=° Solo le vecchie arzille come Nina Zilli se le comprano per metterci le pasticche Algasiv!

      Elimina