mercoledì 2 giugno 2021

Di reunion, recuperi e rifacimenti...🤔

Si torna finalmente al cinema sia fisicamente, che virtualmente, visto che in queste ultime settimane mi sono dedicato non solo alle serie tv, ma anche a recuperare qualche film e uno special che mi incuriosiva.


Friends: The Reunion (2021)



Non è un film appunto, ma un episodio speciale, quello che ha coinvolto il cast di Friends riunitosi dopo 17 anni per tornare sullo storico set, e raccontare e raccontarci alcuni dei momenti più carini della serie diventata cult. Fra un'intervista, un dietro le quinte, qualche pettegolezzo d'annata, e interventi (non solo estetici) di fan più o meno famosi, Friends The Reunion unisce qualche risata ad un po' di commozione, non solo per la fine di qualcosa che ha fatto la storia della serialità, ma anche per un epoca che è passata. 


Quando Friends andava in onda ero praticamente un bambino (anche se non si direbbe), per cui non ne ero un fan sfegatato: ricordo che lo guardavano le mie sorelle maggiori, che giustamente ne capivano maggiormente le dinamiche, io invece mi soffermavo a qualche battuta più simpatica e qualche momento comico. Eppure credo sia sintomatico del successo di Friends il fatto che, anche una persona come me che non lo seguiva con la stessa attenzione e coscienza che ho adesso, ne conosca alla fine i passaggi e le situazioni più iconiche. In questo senso in effetti hanno aiutato anche le repliche che si sono seguite negli anni, ma il punto è che comunque, da quasi "esterno" alla serie tv, ho trovato questa Reunion molto carina.
Rivedere appunto le scene più famose, riderne ancora, o commuoversi per la fine delle riprese dell'ultimo episodio, non manca proprio nulla secondo me in questo special, e penso che sia stato davvero un bel regalo per i fan più fedeli.



Dalla mia prospettiva, non posso dire di essere scoppiato in lacrime alla vista di questa Reunion, ma sicuramente è stato molto piacevole ritrovare il cast, scoprire alcune gaffe durante le riprese, e un po' ritornare alle sensazioni e allo stile dell'epoca.
Mi sarei invece volentieri evitato la presentazione, per quanto marginale, di James Corden, perché lui ormai sembra una figura onnipresente quando si tratta di produzioni americane, e anche perché non aggiunge nulla a qualcosa che già con la presenza degli attori che interagiscono fra di loro, avrebbe funzionato bene ugualmente.
In ogni caso, che siate nostalgici o meno, credo che Friends The Reunion possa essere un bel salto negli anni '90 e in un pezzo importante nel mondo delle serie tv. Sono curioso all'idea della creazione di una sorta di sequel, magari con un film, ma non credo che questo avverrà mai.

Genere: commedia/special
Durata: 104 minuti
Regia: Ben Winston
Uscita in Italia: 27 Maggio 2021 
Paese di produzione: Stati Uniti
Voto 8



I Mitchell Contro le Macchine (2021)


Mi sposto su Netflix dove ho recuperato un film d'animazione, uscito il 30 aprile, molto particolare che credo meriti di essere visto anche solo per le scelte tecniche.
I Mitchell contro le macchine racconta di una famigliola tranquilla ma con i suoi problemi intestini (come in ogni famiglia), che si ritroverà a dover chiarire alcune discussioni e dinamiche, specie fra il capofamiglia Rick e la figlia maggiore Katie, proprio quando la popolazione mondiale è stata coinvolta dall'attacco di robot che, ribellatisi al loro creatore, vogliono imprigionare e annientare tutti gli esseri umani. Un po' per caso, i Mitchell si trasformeranno da comune famiglia a super eroi. 


Se le premesse narrative de I Mitchell contro le Macchine sono alla fine abbastanza consuete e già usate in molti film, d'animazione o meno, a spiccare è sicuramente l'impianto estetico, la scelta di unire e fondere in un mondo variopinto e movimentato, stili e tecniche diversi in un'unica pellicola. Il risultato nel suo insieme è secondo me originale, diverso, fresco, mi è piaciuto molto, oltre che avere un impatto molto più moderno, e il rimescolare in mezzo tante piccole chicche, fra meme e easter egg, lo rendono un film particolarmente contemporaneo. A dirla tutta, non ho proprio raccolto tutti i riferimenti che hanno inserito qui e lì, anche perché alcuni sono abbastanza difficili da scovare, ma anche i più impreparati si accorgeranno di come abbiano attinto ad esempio al mondo del web.


Ma in The Mitchells vs the Machines si innestano anche tematiche diverse, oltre allo scontro generazionale, come ovviamente l'uso della tecnologia diventato incontrollabile, il costante confronto che abbiamo con gli altri anche attraverso i social. Ma si arriva persino al bisogno di affermare se stessi, nella propria unicità, tema che si ritrova molto in Katie ovviamente. 
Mi è piaciuta molto l'idea che in fondo generazioni diverse, che hanno visioni contrapposte, possono collaborare, unirsi e ritrovarsi,  e che non serve restare ognuno arbitrariamente nelle proprie posizioni.


È un film che ho trovato molto divertente, spassoso, che ha secondo me anche una giusta durata, e che credo possa accontentare appunto tutte le generazioni: i più piccoli (e non solo) si incantano fra animazioni, avventura, e in questo scontro fra buoni e cattivi (anche se non c'è uno stacco poi troppo netto), i più grandi avranno tanti temi su cui riflettere, magari rispecchiandosi in questa famiglia. 
Ho un'unica perplessità: ma i ragazzi di oggi conoscono davvero i Furby?

Titolo originale: The Mitchells vs the Machines
Genere: commedia, animazione, avventura
Durata: 113 minuti
Regia: Mike Rianda, Jeff Rowe
Uscita in Italia: 30 Aprile 2021 
Paese di produzione: Stati Uniti
Voto 7.5

Crudelia (2021)


Atteso come una busta paga, il 26 Maggio è arrivato il nuovo film Disney su una delle malvage più incallite di sempre: Crudelia. Questa volta però, più che il suo costante inseguimento con gli scodinzolanti dalmata, ripercorriamo le orme della sua infanzia difficile, cercando di nascondere il suo essere outsider, fino alla giovinezza, che la porterà a scoprire tutta la verità sul suo passato e a ritrovare realmente se stessa. Sarà un percorso doloroso ma anche liberatorio, che porterà Cruella ad un nuovo stadio più consapevole della sua vita.


L'ho fatta un po' poetica questa trama, ma il nuovo film Crudelia ha in realtà una storia molto più movimentata e meno introspettiva di quanto abbia forse fatto intendere. Si susseguono infatti una serie di avvenimenti a catena, con colpi di scena più o meno riusciti, che portano ad una evoluzione altalenante della nostra (anti)eroina. 
Parto col dire che si tratta di un film che mi è piaciuto abbastanza, ma nella mia mente ci sono diversi strati di lettura di Cruella che vorrei esaminare e su cui magari confrontarci, e che mi hanno portato a rivalutare la percezione del film nel suo insieme.


Il primo di questi layer è quello dell'impatto estetico generale, inteso proprio come piacevolezza della visione, che credo sia fantastico, per tutta la creazione degli abiti, delle scene, del trucco, e ovviamente dell'ambientazione anni '60 e '70. È un film dove la ricercatezza visiva la fa da padrone, e anche se siete un po' degli scappati di casa come me, non potrete fare a meno di notare ad esempio tutti i dettagli degli abiti. In questo primo layer includo anche la musica che sarà costata un boato, ma che è curatissima, e il cast con Emma Stone ed Emma Thompson, che primeggiano nei loro ruoli senza pestarsi i piedi (in senso lato intendo). 


C'è poi il secondo livello, quello emotivo, dove le cose secondo me iniziano a perdersi. Il piano drammatico infatti suona a volte un po' esagerato, quasi caricaturale; in quello della tensione mi è mancata la percezione del pericolo. La stessa Baronessa ad esempio, oltre ad essere circondata da scagnozzi ai suoi ordini, e ad avere ben pochi scrupoli, non sembra avere particolari doti in grado di mettere in difficoltà faccia a faccia la protagonista. Dall'altro lato non si capisce se Cruella abbia particolari capacità nel combattimento o addirittura poteri, che possano farla stare un passo avanti.
Alcune scelte narrative mi sono sembrate molto poco originali, come se fosse un collage di varie cose camuffate qui e lì. Una durata inferiore inoltre secondo me, eliminando o snellendo alcuni passaggi, avrebbe contribuito a rendere il film un po' più d'impatto, soprattutto nella seconda parte.


Il terzo livello è riguarda il film nel suo complesso e visto dall'esterno. Per questo non posso fare a meno di pensare che questa nuova Cruella come personaggio sia un po' friabile: abbiamo una sorta di doppia personalità che però non ha uno sviluppo chiaro. Si tratta di qualcosa di innato forse, ma ci viene spiegato molto rapidamente e superficialmente, non è chiaro se c'è uno scatto volontario o meno. Manca poi il passaggio rispetto alla prima Crudelia, che è a tutti gli effetti una cattiva, e mi chiedo, alla luce di questo film, se dobbiamo cambiare modo di leggere anche la villain del cartone animato. Il problema di ripulire i cattivi che già conosciamo secondo me crea un po' di confusione. 


Nonostante sia stato affascinato da alcuni aspetti del film, per tutte queste ragioni, questo live action di Crudelia, Ã¨ stato un po' al di sotto delle aspettative: come un gioco pirotecnico ma dove sono pochi i singoli fuochi che riescono davvero ad illuminare il cielo. 

Titolo originale: Cruella
Genere: commedia, drammatico, fantasy
Durata: 134 minuti
Regia: Craig Gillespie
Uscita in Italia: 26/28 Maggio 2021 (cinema e streaming)
Paese di produzione: Stati Uniti
Voto 7



10 commenti:

E tu cosa ne pensi?

Info Privacy

  1. Io ho ADORATO Cruella, mi è piaciuta la storia e come è stata raccontata, a tratti un po' fumettone ma sempre godibile. Anche la durata non mi è pesata tanto che l'ho visto 2 volte in questi giorni 😂
    e sulla reunion di Friends che vuoi che ti dica....
    😭😭😭 ho pianto quando andò in onda l'ultimo episodio e anche durante la visione di questa puntata speciale. Friends è una parte della mia adolescenza e lo sarà sempre.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensavo proprio, anche se poi ho deciso di non includerlo nel post, che io non lo rivedrei almeno a giro breve, soprattutto per la durata! Friends al contrario non mi spiacerebbe rivederlo, mi ha fatto simpatia questo speciale 😄

      Elimina
  2. Una come me che ha un blog con quel nome non poteva che trovarsi in una valle di lacrime già al primo minuto di questa Reunion. Bellissimo così (anche se Corden e pure certe guest star troooppo giovani le avrei evitate) senza andare a rovinare quel finale che era già perfetto.
    Poteva durare altre tre ore e non avrei ceduto alla noia di ricordi e anedotti.

    A sorpresa, ho adorato anche i Mitchell!
    Un film folle e pieno di energia, difficile starci dietro ma che bell'avventura! Sogno un cane così, impossibile da definire, e penso che potrei rivedermelo anche adesso!

    Con Crudelia ho appuntamento lunedì al cinema, le aspettative restano basse così magari mi può sorprendere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se hai aspettative basse penso ti possa piacere anche di più! Ti leggerò sicuramente! :D

      Elimina
  3. Crudelia mi indispettisce un po', troppo glamour, anche se non originale interessante invece il film d'animazione, infine la Reunion, che mi è piaciuta molto, da grande fan quale io sono ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dici che ne hanno fatto una versione troppo patinata? 🤔 Posso concordare, sicuramente si sono molto spesi (anche economicamente) per renderlo impeccabile!

      Elimina
  4. Ma certo che i giovani d'oggi conoscono i Furby! Se non erro ne hanno fatto dei revival abbastanza recenti :)
    Ciò detto, ho evitato consapevolmente la Reunion di Friends, un po' per mancanza di tempo, un po' perché già il ritorno di Will & Grace mi aveva intristita oltremodo, figuriamoci questo trionfo di ciccia e botox (Chandler, mio adorato Chandler, maledetta sia la tua vita di stravizi ç___ç).
    I Mitchell contro le macchine l'ho adorato, per me è già un piccolo cult dell'animazione recente, mentre Cruella... bellissimo a livello di impianto visivo, con dei costumi pazzeschi e due attrici divertenti e divertite, ma sotto il glam c'è proprio poco. Perlomeno mi sono fatta due risate guardandolo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ricordo anche io il revival ma non mi pare abbia avuto tanto successo 🤔
      Will & Grace però continuo con una stagione, questo è un po' diverso, non ci sono credo gli stessi intenti

      Elimina
  5. crudelia a me è piaciuto sia per la colonna sonora che per i vestiti ammetto poi se scendiamo un po' più nel profondo certo non il film dell'anno e nemmeno io ho capito bene sto passaggio da estella a cruella onestamente.. primo film visto al cinema dopo quasi 2 anni *-*

    mallory

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È una bella sensazione tornarci, vero? 😀 Chissà come faranno col sequel 🤷🏻‍♂️

      Elimina

Vi sono piaciuti