mercoledì 7 ottobre 2020

Nuovi film Netflix e una scommessa con voi 😂

Avevo intenzione di recuperare qualche film uscito negli scorsi mesi, o addirittura nel 2019 (anche prima a dirla tutta), ma poi son saltate fuori un paio di novità che hanno fatto saltare i miei piani. È stato però un piacevole cambio di rotta, e nonostante non abbia visto i film che ricorderò per tutta la vita, almeno posso dire di averli apprezzati nel loro genere. 


Enola Holmes (2020)

Il giorno dei suoi 16 anni, Enola, sorella del famosissimo investigatore Sherlock Holmes, scopre che sua madre Eudoria è sparita misteriosamente. Nulla fa pensare ad un rapimento, ma allora dov'è finita la donna?
Una settimana dopo, i due fratelli maggiori di Enola, Sherlock e Mycroft, la raggiungeranno per scoprire dove sia la loro madre, ma non andrà come sperato. I due uomini infatti non riescono a capire le intenzioni di Eudoria, e soprattutto si imporranno sulla giovane Enola. Il severo Mycroft, in particolare, non sarà d'accordo con l'educazione che ha ricevuto la ragazza, sveglia sì, ma poco aggraziata e femminile nei modi. D'altronde, con la scomparsa della madre, Mycroft sarà il tutore di Enola, per cui disporrà della sua educazione, costringendola ad andare ad una scuola di buone maniere per signorine. Ma Enola non ci sta, intenzionata soprattutto a trovare la madre, così da poter anche sfuggire ai piani del fratello. L'unica strada che si prospetta per lei sarà scappare, ma la sua avventura si rivelerà più tortuosa del previsto.

Prima di parlare di Enola Holmes secondo me è necessario fare una premessa per i puristi: si tratta di un film tratto da una serie di libri gialli per ragazzi pubblicati fra il 2006 e il 2010. Questo vi dovrebbe già dare un'idea di che tipo di film possa essere questo di Netflix: una storia leggera, a tratti divertente, dove non manca l'ironia, l'avventura, i momenti di tensione, seppur mai nulla che ci costringa ad una apnea troppo prolungata. Enola Holmes è un film per ragazzi (forse più per ragazze, ma queste distinzioni così nette non mi piacciono) e lo si vede in tutto e per tutto: dalla struttura del film stesso, alla scelta del cast che strizza l'occhio al pubblico più giovane. 
Mettete da parte quindi una perfetta coerenza storica o un intricatissimo giallo cervellotico che fino alla fine vi confonderà, perché i punti forti di Enola Holmes secondo me sono altri. 

È infatti un film decisamente più moderno, fresco, dove l'eroe per una volta è una donna, e la principessa da salvare è invece un visconte. I dialoghi sono sciolti e rapidi e non ci si perde troppo in momenti di noia o in spiegazioni. O meglio, è la stessa Enola a darcele rompendo la quarta parete. A me non è dispiaciuto affatto il risultato, le due ore, per quanto eccessive per la storia da raccontare, mi sono volate, e non l'ho trovato un film infantile o troppo banale.
I punti deboli di Enola Holmes potrebbero essere forse due macrocategorie: la semplicità e l'eccesso. Si eccede forse nel voler dare tanto spazio alla protagonista, che sin da subito, senza tentennamenti, supera in ingegno persino la brillante mente del fratello, nel sottolineare troppo e in troppi modi il tema della riscossa al femminile, nell'accontentare il pubblico più giovane, ma meno quello adulto e smaliziato. La semplicità invece è nella storia, che ha ben pochi momenti di reale suspense. 

Due aspetti che però per me non hanno intaccato la piacevolezza del film, che risulta carino, divertente, di compagnia. E se l'intento era quello di portare spensieratezza, secondo me ci sono riusciti.
Millie Bobby Brown non è la mia attrice preferita perché, detto onestamente, credo che la sua fama superi il suo talento, ma ha fatto un ottimo lavoro nel sostenere da sola un film. D'altronde lei è anche uno dei produttori, per cui si è scelta bene la parte. Un po' più imbambolati gli altri attori, chiusi forse in personaggi troppo marginali.
Enola Holmes sarebbe dovuto uscire al cinema ma, a causa del Covid, Netflix ha acquistato i diritti rendendo il film disponibile dal 23 settembre e secondo me è stata una scelta vincente perché la storia credo si adatti alla perfezione ad una piattaforma streaming. Pare che il progetto potrebbe continuare, visto che i romanzi su Enola Holmes sono ben sei in totale, e non escludo di seguire i prossimi episodi.

Genere: drammatico, giallo, avventura
Durata: 123 minuti
Regia: Harry Bradbeer
Uscita in Italia: 23 settembre 2020
Paese di produzione: Regno Unito
Voto 6.5


Love, Guaranteed (2020)

Resto su Netflix con una commedia romantica, che, seppur semplicissima, è stata gradevole.
Susan è un avvocato pro bono, un po' squattrinata, con tante buone intenzioni, il suo studio però sta lentamente fallendo visto che sceglie sempre cause che aiutano il prossimo, ma non le sue finanze. Un giorno però alla sua porta bussa il giovane medico Nick Evans che vuole far causa ad una app per incontrare l'anima gemella, visto che, dopo centinaia di appuntamenti, non ha ancora trovato la persona giusta. Susan ovviamente non può fare altro che accettare, ma è possibile garantire l'amore?

Love, Guaranteed è un film giusto per quel che sono le sue intenzioni: raccontare una storia leggera, romantica, non troppo melensa, con qualche battuta divertente. Come in Un amore e mille matrimoni, anche in questo caso secondo me si tratta di un film adatto al suo genere, che non spicca per trovate creative, ma che secondo me non annoia e fa trascorrere piacevolmente quell'ora e mezza di visione.
È vero che potevano magari approfondire di più la stessa morale del film, farla diventare un po' il perno intorno a cui gira tutto, però il punto di partenza che hanno scelto non è poi così scontato, e, se avete avuto a che fare con le chat di incontro saprete che quanto racconta Love, Guaranteed non è poi così irreale o strambo.
Se cercate una commedia romantica quasi classica, leggera e rapida, ve lo consiglio, se invece avete un palato più fine ed elaborato, lasciate perdere.

Genere: romantico, commedia
Durata: 90 minuti
Regia: Mark Steven Johnson
Uscita in Italia: 3 settembre 2020
Paese di produzione: Stati Uniti
Voto 5.5


Onward - Oltre la magia (2020)

Ian è un adolescente che vive con la madre Laurel ed il fratello maggiore Barley in un mondo fantastico, in cui però la magia è stata quasi completamente soppiantata dalla tecnologia, e che ha perso il proprio attaccamento al passato. Il giorno del sedicesimo compleanno (sì, un'altra volta) di Ian, Laurel dà al figlio un regalo che il padre dei due ragazzi aveva messo da parte prima di morire prematuramente. Si tratta di un bastone magico, una gemma di Fenice e una lettera in cui è spiegato come utilizzare questi elementi per fare un incantesimo evocativo per 24 ore. Barley coglierà subito l'occasione per rievocare il padre, ma non riuscirà. Sarà un po' per caso che invece Ian eseguirà l'incantesimo quasi alla perfezione. Le cose infatti non vanno per il meglio, e i due fratelli dovranno lanciarsi in una missione incredibile per poter rivedere ancora una volta il padre.

 

Non credo debba cercare molti giri di parole per dirvi che Onward - Oltre la magia mi è piaciuto tantissimo, ed è cosa rara per me visto che si tratta di un film di animazione con un tema fantasy. Eppure a spiccare è una certa maturità della storia e dei temi che abbraccia, uno su tutti, il più forte, l'elaborazione della perdita di un genitore. All'interno del film c'è una vena autobiografica, visto che il regista e sceneggiatore ha inserito componenti del suo vissuto e appunto della perdita del padre.
Messa così può sembrare forse una trama troppo seriosa e cupa, ma non è quello che Onward ha trasmesso a me.

Il primo passo è infatti un viaggio all'avventura, che si trasforma in un percorso più intimo all'interno di sé, alla scoperta e alla riscoperta di sé, ma anche di crescita, perché, in certe situazioni, non possiamo fare altro che guardare avanti. A far funzionare certi temi profondi, in un film che alla fine è rivolto ai bambini, c'è secondo me una doppia chiave di lettura: quella più semplice che appassiona appunto i più piccoli, come la magia, l'imprevedibilità degli eventi, e l'affetto fra i due fratelli; e quella più amara, più malinconica, più realistica per noi adulti, che conosciamo magari meglio il senso di mancanza di un caro che a volte semplicemente non può essere colmata, del tempo che passa e che non c'è modo di portarlo indietro.

Onward secondo me è un film ben congegnato, con tutti i tasselli che prima o poi finiscono per avere un senso e funzionare. In generale è emotive e coinvolgente, con tutti gli elementi che ricerco in un film, senza che però si scivoli nel pietistico o nello sdolcinato.
I personaggi sono ben strutturati, tridimensionali non banali, i due fratelli ad esempio hanno due caratteri che spiccano nella loro diversità. Mi è piaciuto poi come abbiano saputo mescolare moderno, attuale, pop e al tempo stesso un tocco retrò: il fratello ad esempio ha questo furgone "truccato" che fa molto anni '90, ma si capisce che al tempo stesso la storia è ambientata ai giorni nostri.
Molti hanno paragonato Onward Oltre la magia a Coco (qui la recensione), per la similarità del tema, ma secondo me non siamo a quei livelli sotto tanti aspetti. Resta però un film che ho consigliato a chiunque e, un motivo in più per vederlo, è che in certi paesi è stato censurato un personaggio (che sullo schermo dura esattamente un minuto), perché accenna di essere lesbica e avere una figlia.

Genere: animazione, fantastico
Durata: 102 minuti
Regia: Dan Scanlon
Uscita in Italia: 19 Agosto 2020
Paese di produzione: Stati Uniti
Voto 8


Avrò pianto con Onward? Le scommesse sono aperte nei commenti.




34 commenti:

E tu cosa ne pensi?

Info Privacy

  1. Il mio preferito è Love Guaranteed.
    Una storia semplice, ma scorrevole.
    Poi, io che ho conosciuto mio marito su Facebook, ho un debole per queste tematiche. 😉

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sapevo lo avessi visto! È un film carino sì :D

      Elimina
    2. No, non l'ho visto. Ma dalla tua recensione ho potuto farmi un'idea, ed è l'unico della lista che potrebbe piacermi.

      Elimina
    3. Aah ok avevo capito male allora! 😄 Sono tutte storie scorrevoli comunque, molto semplici da seguire

      Elimina
  2. Scommetto che ne hai versate tantissime, ma non so se ne hai versate quante me!
    Ok, forse sì, io mi sono trattenuta perché Onward è stato tra i pochi film visti in sala quest'estate, probabilmente in versione casalinga avrei inondato il salotto. Inutile dirlo, la Pixar è tornata magica!

    Promossa pure da me Enola, a target decisamente teen ma non così odiosa o banale come mi aspettavo. Sì, le basse aspettative hanno aiutato.

    L'altro mi manca, setacciando i cataloghi Netflix e Prime -visto che in sala non esce niente- non è finito nel mio radar. Magari per una serata leggera e romantica...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahaha diciamo diverse, magari non ho pianto disperatamente, ma hai vinto la scommessa 😂 Assolutamente un film da vedere in un cinema vuoto o a casa!

      Anche io temevo che Millie fosse più antipatica, e invece se l'è cavata bene. Penso che sia comunque un film adatto non solo ai ragazzi ma pensato per i suoi fan e per farsi conoscere...

      Esatto, Love, Guaranteed è un perfetto tappabuchi: carino, senza slanci in alto, ma nemmeno rovinose cadute in basso!

      Elimina
  3. Love, Guaranteed mi ha fatto passare una piacevole, leggera, serata.. lo prendi per quello che è - impegno cerebrale quasi zero -, Enola è in programma, appena mi libero di Criminal (Spagna, Regno Unito, Germania o Francia che sia.. un format unico con attori diversi paese per paese che mi sta intrippando davvero di brutto... ;), meraviglioso esempio di come psicologia, poliziesco, thriller, drama possano convivere alla grande..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Criminal mi incuriosiva! Ma bisogna vederlo tutto perché sono in qualche modo collegate (oltre che per gli attori) o comunque ogni paese ha una storia a sé? Così per sapere se potrei recuperarlo a poco a poco

      Elimina
    2. Assolutamente scollegate... tutte storie singole di circa 40 minuti.. ma tutte con un loro fascino..ed in ognuna un protagonista diverso assolutamente maiuscolo ..

      Elimina
    3. Allora a poco a poco potrei recuperarla! Grazie.

      Elimina
  4. Onward è davvero delizioso e per nulla "facile" da un certo punto di vista, soprattutto per i bambini. Gli adulti, come me, si faranno sicuramente dei gran pianti, cosa che effettivamente è successa nonostante tutta la simpatia e l'avventura che sta alla base del film.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È una storia matura sicuramente ma non penso possa essere pesante per i bambini, no?

      Elimina
  5. Non conosco gli altri due, ma Enola Holmes lo vedrò sicuramente visto che mi piace moltissimo Millie Bobby Brown, al contrario di te XD Anzi, ti dirò che aspettavo di vederla in un ruolo di verso da quello che l'ha resa famosa. Comunque è talmente giovane che ha ampi margini di miglioramento, dai!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente può migliorare, però non le affibbierei questa aurea da grande attrice che le danno 😁

      Elimina
  6. Ecco, l'unico film che non vedrò è Love Guaranteed :D
    Ho pianto con Coco e pure con Inside Out, penso che potrei anche con Onward, quindi credo anche tu ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non si vinceva nulla ma hai vinto la scommessa 😂

      Elimina
  7. i primi 2 vorrei vederli ma del primo ho sentito parlar malissimo, lo vedrò comunque xD

    mallory

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh se hai letto la mia recensione non tutti ne parlano malissimo 😄

      Elimina
  8. Enola mi incuriosisce abbastanza!

    Su Onward non ho riposto molto interesse ma lo guarderò ugualmente.. magari saprà stupirmi e piacerà molto anche a me! :p

    Le commedie romantiche non le amo affatto... se non me ne proponi una con un voto che sia almeno 8, non la prendo in considerazione! Ahahahah!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me Onward ti convincerà, ma mi farai sapere :D

      Troverò una commedia romantica che valga la pena 😂😁

      Elimina
  9. Enola visto e mi è piaciuto devo dire quel che è giusto. Anche per me lei non spicca per chissà che bravura però trovo che il ruolo le calzi bene, un po' meno forse Hanry Cavill (al quale si perdona tutto, cosa gli vuoi dire a uno così?!) che ho trovato un po' troppo rigido e poco sciolto.
    Love Guaranteed l'ho iniziato ma non sono ancora riuscito a finirlo, ma un giorno di questi mi ci metto perchè era partito bene.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordo con te su Cavill, ma un po' tutti come dicevo secondo me sono "imbambolati", non hanno molto mordente!
      Secondo me con Love Guaranteed passerai una bella serata, terminalo :D

      Elimina
  10. Secondo me sì, hai pinato sia con Coco sia con Onward.
    Io questo devo ancora vederlo, noto un'estetica che richiama un po' la retromania ma qui non mi "cattura" ancora tanto da spingermi a vederlo subito. Strano.
    Però apprezzabile la Disney che fa storie così.

    La commedia romantica non è il mio genere, mentre Enola Holmes l'ha visto gente che conosco e me ne ha parlato bene a patto di sapere già che sarà un'opera ragazzin-femminista, anche storicamente non correttissima in questo senso. Dici che è semplice... ben venga!
    Non è MAI un difetto, la semplicità in un'opera^^

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche tu Moz hai vinto ma non hai vinto niente 😂
      La grafica di Onward a me è piaciuta ma onestamente non si sono sprecati in originalità secondo me.

      Sono d'accordo come dicevo per quanto riguarda la correttezza storica: bisogna rinunciare ad una certa coerenza affinché Enola piaccia.

      Elimina
  11. Lo dico senza peli sulla lingua: Enola Holmes non mi è piaciuto per niente! L'ho trovato piuttosto banale e non sopportavo il fatto che lei parlasse con gli spettatori. Non sapevo dovesse uscire al cinema, per fortuna l'ha acquistato Netflix! Sono d'accordo con te quando dici che lo trovi adatto alla piattaforma.

    Love, Guaranteed non l'ho visto ma leggendo la tua descrizione mi viene voglia di vederlo! Stessa cosa per Onward a cui, lo ammetto, non avrei dato 1€. Ma da come ne parli mi sa proprio che mi piacerebbe!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahaha tranquilla, credo che tanti abbiano avuto la tua opinione, specie sul fatto che si rivolga allo spettatore.

      Gli altri due sono proprio carini, dagli una chance!😄

      Elimina
  12. Dei tre film, l'unico che ho visto è Enola Holmes.Per me è stata una visione piacevole, ma non certo esaltante. Non avrei mai speso per un biglietto al cinema, ecco. Forse una sceneggiatura un po' caotica, anche se non ho letto il libro da cui è tratta. Magari una protagonista troppo presente, ma del resto è lei che ha il titolo del film.Sicuramente vedrò Onward oltre la magia, mi hai troppo incuriosita!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Direi forse inutilmente caotica, perché comunque la storia di per sé è abbastanza lineare, no?
      Fammi sapere di Onward 😍

      Elimina
    2. Concordo con te. Come se avessero allestito un banchetto con troppe portate e di durata eccessiva. Ti farò senz'altro sapere!

      Elimina
    3. Credo sia dato dal tentativo di rendere la storia più intricata ma non essendolo non poteva risultare tale 😅

      Elimina
  13. Ho visto Enola Holmes e devo dire che mi è piaciuto. Ottimo per rilassarsi e distrarsi senza aspettarsi nulla di trascendentale. Onestamente, fosse uscito al cinema non ci avrei speso 1 euro :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Al cinema in effetti guardiamo altro, ancora di più in questo periodo! 😄

      Elimina
  14. Potresti aver pianto?! Può essere. A me ad esempio avevano detto che avrei pianto con Coco, ma non ho buttato fuori una lacrima, per quanto carino e alcune scene commoventi. Mi sono invece ammazzata di pianti con il finale di Modern Love, quindi non saprei...
    Per quanto riguarda la censura del personaggio, la trovo assurda nel 2020, a dir poco, ma si sa che il mondo è pieno (purtroppo) di zone e persone che non vedono l'omosessualità di buon occhio e me ne dispiaccio.
    Io al momento sono abbastanza in fermo con film e serie TV. Ne sto guardando pochi per via del poco tempo e non tutti mi stanno conquistando tra l'altro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ricordo il finale di Modern Love 🙈 è una fortuna che tutti abbiamo reazioni diverse, in ogni caso, se Coco ti è comunque piaciuto, anche questo potrebbe farlo 😊

      Elimina

Vi sono piaciuti