lunedì 21 gennaio 2019

|Beauty Cues|
Tre prodotti The Ordinary di cui NON mi sono innamorato 💔🤷🏻‍♂️

Gli amori fanno giri immensi e poi ritornano ma il mio amore per The Ordinary non si è mai affievolito nonostante non ve ne parli da diversi mesi ed alcune turbolenze che il brand ha dovuto affrontare. Continuo a frugare fra le referenze di questa azienda rivoluzionaria, e continuo a testare tutto quello che mi può sembrare vicino ed adatto alle mie esigenze, un po' anche per darvi le mie opinioni. Tuttavia non sempre va come sperato e può capitare, come con qualsiasi altri brand, che alcuni cosmetici The Ordinary non abbiano soddisfatto del tutto le mie aspettative e necessità.



Fatemi dire che non si tratta di prodotti che mi è venuta voglia di lanciare dalla finestra già dal primo utilizzo, anzi, li ho utilizzati fino alla fine. Semplicemente sono dei prodotti che ho scoperto non essere indispensabili per la mia sopravvivenza cosmetica.
Questo anche per dirvi che se amate una o tutte queste referenze va benissimo, mi fa piacere per voi, e lo capisco, perché non c'è nulla che non vada in loro, anzi vi invito a continuare ad acquistarli.




Non è la prima volta che nomino la Niacinamide, meglio nota come un derivato della Vitamina B3, e, proprio per i buoni risultati che avevo avuto con i prodotti nella quale è inserita e che ho usato, ho voluto provare questo siero di The Ordinary, tuttavia il risultato non è stato dei migliori.
La Niacinamide 10% + Zinc 1% è uno dei pochi prodotti che l'azienda canadese suggerisce per pelli acneiche, con imperfezioni, pori dilatati e grasse. Sul sito infatti si legge

"è indicata per ridurre la comparsa di imperfezioni cutanee e la congestione della pelle. Un'elevata concentrazione (10%) di questa vitamina è supportata nella formula da sale di zinco di pirrolidone acido carbossilico per bilanciare visibilmente l'attività sebacea."

In realtà i benefici che la niacinamide vanta pare siano molteplici, fra cui un'azione antiossidante, schiarente ed anche di miglioramento del tono della pelle e delle linee sottili. Quindi starete pensando che si tratta di un elemento da avere nella propria skin care, e in un certo senso sono d'accordo ma con la soluzione Niacinamide 10% + Zinc 1% The Ordinary non è stato proprio un colpo di fulmine. 
Si tratta di un siero fluido che su di me si assorbe anche rapidamente e che facilmente si inserisce nella skin care routine anche perché non ci sono conflitti con altri attivi. The Ordinary dice che la Niacinamide non andrebbe mixata con la vitamina C nella sua forma pura e ve ne avevo accennato in questo approfondimento. Tuttavia pare sia una credenza dovuta a vecchi studi, mentre i più recenti vedono l'accoppiata come funzionale. Qui sta a voi decidere, io non ho avuto problemi nell'usare insieme questi attivi.
Un elemento che non mi è piaciuto a primo impatto è l'odore: l'azienda non aggiunge fragranze ma ogni tanto in questi prodotti si sente il sentore delle sostanze contenute che in questo caso è un aroma terroso e un po' chimico. Non mi ha dato fastidio ma non è certamente afrodisiaco. 
Ho iniziato ad utilizzare questo prodotto durante l'estate, quando la mia pelle è più mista con la zona T tendente a lucidarsi, ed ho visto sì benefici, ma anche degli svantaggi



In principio ho iniziato ad applicare la Niacinamide 10% + Zinc 1% su tutto il viso ed in effetti ho notato un miglioramento per quanto riguarda i pori, che mi sembravano più chiusi ed in generale la grana un po' più assottigliata. Non ho particolari brufoli su cui testarlo ma sui punti neri vi dico che non ha sortito alcun effetto: lì erano e lì stanno. Inoltre su di me non ha alcun potere matificante nonostante non abbia questa produzione incontrollabile di sebo. Dall'altro lato mi piace però il modo in cui va a controllare e diminuire le zone arrossate, come rende la pelle meno congestionata, e sicuramente più luminosa
In generale non ho avuto i problemi che alcuni comunemente riscontrano. C'è ad esempio chi ha avuto irritazioni dal prodotto, vista la percentuale di attivi, ma c'è anche chi ha avuto un aumento delle impurità per i primi tempi di uso, cosa che su di me non ho notato. L'unico problema noto che ho avuto è stato che il prodotto tende a "sbriciolarsi" e fare i pallini se poi vado ad applicare magari un olio o una crema. Questo problema si risolve facilmente usando meno siero.
Tuttavia ho notato subito il contro: la Niacinamide 10% + Zinc 1% mi secca la pelle. Nonostante come vi dicevo l'abbia usato in estate, quando la mia cute è più mista, ho visto che questo prodotto The Ordinary in un paio di giorni mi seccava e screpolava nelle zone del viso in cui ho meno sebo. Così ho iniziato ad applicarlo solo sulla zona T, ma non ho risolto moltissimo: quando il prodotto sconfina le zone più oleose, mi ritrovo la secchezza. Ho provato anche ad utilizzarlo solo una volta al giorno ed a giorni alterni, ma mi sembrava di perdere gli effetti che ottengo.



La colpa in parte è stata anche mia, perché, come vi dicevo, avendo iniziato ad utilizzare questo prodotto in estate, non riuscivo ad applicare molti altri prodotti idratanti che ribilanciassero questa aridità. Perciò ne ho rimandato l'uso all'autunno e all'inverno, ed in effetti è andata meglio, applicandola dopo un siero idratante e prima della crema. Quindi la Niacinamide 10% + Zinc 1% di The Ordinary non è un bocciato ma nemmeno un promosso per la mia esperienza: non è diventato un prodotto fondamentale nella mia routine in quanto l'efficacia su di me è limitata, probabilmente perché non ho grandi untuosità, ma è solo un passaggio in più che sono riuscito ad apprezzare davvero solo quando mischio qualche goccia di questo siero alla crema idratante. Probabilmente proverò altri prodotti che contengono niacinamide perché gli effetti decongestionanti mi piacciono ed è un ingrediente che voglio mantenere nella mia routine per molto tempo, ma sento che non riacquisterò molto facilmente questo siero di Deciem.

INFO BOX
🔎 TheOrdinary.com, Lookfantastic.it, Online
💸 €5.90
🏋 30ml
🗺 Made in Canada
⏳ 12 Mesi
🔬 //
💓⇒ 🌸🌸🌸



Forse è uno dei prodotti più noti e più apprezzati di The Ordinary ma personalmente non mi ha fatto fare la ola ad ogni utilizzo, ma andiamo per ordine. 
Lo Hyaluronic Acid 2% + B5 viene presentato dall'azienda come un siero che
"combina HA con peso molecolare basso, medio e alto, nonché un crosspolimero di HA di nuova generazione in una concentrazione combinata del 2% per un'idratazione a diverse profondità in una formula priva di oli. Questo sistema è supportato dall'aggiunta di vitamina B5, che migliora l'idratazione superficiale."
Anche in questo caso nulla da dire su consistenza e applicazione: si tratta di un siero molto fluido, quasi acquoso, e trasparente che sulla pelle si applica molto piacevolmente. La mia cute poi lo assorbe abbastanza in fretta e non lo trovo per nulla appiccicoso né crea pellicole e pallini se poi si va sopra ad applicare una crema, un olio o comunque un altro prodotto.
L'acido ialuronico è uno dei componenti più apprezzati nella cosmesi da almeno 10 anni, non solo perché suona come una roba da chirurgo estetico, ma anche perché moltissimi ne apprezzano il potere rimpolpante, idratante e tonificante che ha sulla cute, tanto da considerarlo miracoloso e adatto a tutti. Personalmente non trovo sia un componente fondamentale nella mia skin care routine e i motivi sono diversi. 
Anche The Ordinary cerca di spiegare come funziona questo componente e perché nel loro Hyaluronic Acid 2% + B5 hanno inserito più di un peso molecolare e di una forma di acido ialuronico, ma secondo me non lo fa nel migliore dei modi. Ci provo io anche per farvi capire la mia opinione su questo prodotto.


L'acido ialuronico tende ad apportare acqua ai tessuti assorbendola da ciò che ha intorno. Può capitare che il clima esterno non sia abbastanza umido, quindi la molecola di ialuronico tenterà di prendere acqua dove riesce a trovarla, e potrebbe rubarla alla nostra cute, col risultato che avremo solo una temporanea sensazione di idratazione e poi di nuovo la pelle secca o magari più secca di come fosse in origine. Al contrario, con un clima molto umido può capitare di avvertire la pelle appesantita dall'uso di un prodotto con questo ingrediente.
Questo vale in generale per tutti i prodotti a base di acido ialuronico, ed è una sensazione che ho avvertito su me stesso: mi è capitato di applicare lo Hyaluronic Acid 2% + B5 (ma anche altri prodotti con questo componente, anzi persino più frequentemente) ed avvertire poco dopo la necessità di stendere un altro prodotto idratante quasi come se non avessi messo nulla. 
Inoltre c'è un discorso puramente pratico per quanto riguarda l'acido ialuronico ovvero che ormai si trova in tantissimi prodotti, dai detergenti alle creme viso. La stessa The Ordinary lo inserisce ovunque. Per questo non sento la necessità di avere costantemente un booster di solo ialuronico nel mio regime di cura della pelle finché campo.


Ricapitolando: lo Hyaluronic Acid 2% + B5 trovo sia un prodotto carino, che riesce ad apportare una buona quota umettante sulla pelle (salvo casi di clima secco), complice anche la presenza di pantenolo, e mi lascia la pelle tutto sommato tonica, senza fare a cazzotti con altri cosmetici della routine; tuttavia su di me non vedo questa efficacia anti age, distensiva e rimpolpante così evidente né è un prodotto che posso utilizzare sempre da solo, specie in periodi in cui ho la pelle più secca. Quindi, anche in questo caso, riesco a figurarmi ad acquistare altri sieri a base di acido ialuronico in futuro anche solo per parlarvene, darvi delle alternative e magari trovare un siero che sfida le leggi della fisica e della chimica, ma non mi immagino continuare a scegliere questo Hyaluronic Acid 2% + B5 di The Ordinary

INFO BOX
🔎 TheOrdinary.com, Lookfantastic.it, Online
💸 €6.80
🏋 30ml
🗺 Made in Canada
⏳ 12 Mesi
🔬 //
💓⇒ 🌸🌸🌸🌸


Non potevo non provare l'unico prodotto in crema che The Ordinary offre e devo dire che in generale le mie aspettative non erano molto alte, nonostante tantissimi amino questo prodotto e riesco anche a capire perché dopo averlo utilizzato, ma io, come da titolo, non me ne sono innamorato.
Sul sito, come accade praticamente per tutti i prodotti Deciem, c'è un'ampia spiegazione in cui dicono che
"I fattori naturali di idratazione (NMF) sono elementi che mantengono lo strato esterno della pelle protetto e ben idratato.
Questa formula offre un'idratazione non grassa che agisce come supplemento topico diretto di componenti NMF debilitati. Contiene 11 amminoacidi, fosfolipidi, acidi grassi alfa/beta/gamma, trigliceridi, steroli ed esteri di steroli, glicerina, precursori dei ceramidi, urea, saccaridi, PCA di sodio e acido ialuronico."
Un mix di ingredienti molto interessanti, e come vi dicevo torna l'acido ialuronico, che l'azienda racchiude in una crema abbastanza ferma in termini di consistenza, che non crea problemi di stesura, però ha una texture molto particolare, che alla prima applicazione mi ha lasciato perplesso: è come se avessero cercato di rendere asciutta una crema che sarebbe untuosa. Non so se rendo l'idea perché non risulta pesante sulla mia pelle, né la va ad appesantire o lucidare, ma ha una setosità ed una scivolosità particolare. Ovviamente una volta assorbita, questa texture non si avverte più.
Su di me il Natural Moisturizing Factors + HA ha la resa di una buona crema idratante, mi rende la pelle morbida ed è confortevole da avere durante la giornata. Mi sento di consigliarla a pelli da normali a secche, ma io stesso per la sera in questo periodo di temperature basse in cui la mia cute è più incline a perdere idratazione, ad esempio preferisco qualcosa di più nutriente o comunque stratificare questa crema The Ordinary con altri sieri idratanti, quindi un "passo" per le pelli molto aride.



Tuttavia si tratta pur sempre di un prodotto di cui non mi sono innamorato per il fatto che il Natural Moisturizing Factors + HA non ha nulla di speciale, o per lo meno non su di me non è tanto diverso da altre creme idratanti che già utilizzo. Capisco il senso di inserire un prodotto simile all'interno del range di prodotti The Ordinary: effettivamente è una crema che va a bloccare la perdita di idratazione che può capitare con sieri acquosi, che va a fornire quello strato protettivo di cui molte tipologie di cute necessitano, ed inoltre è un prodotto che si mixa molto bene con altri sieri, io ad esempio l'ho usato con un paio di gocce della Niacinamide 10% + Zinc 1% o con il Resveratrol 3% + Ferulic Acid 3% e si mischiano bene, senza far casini. Capisco anche che chi acquista abitualmente da The Ordinary ci butta lì in mezzo all'ordine una crema che è effettivamente utile in tanti modi.
Ma piacevolezza e versatilità non bastano a render il Natural Moisturizing Factors + HA migliore di altre creme idratanti che già conosco né a farlo diventare un acquisto costante nel tempo.

INFO BOX
🔎 TheOrdinary.com, Lookfantastic.it, Online
💸 €5.80
🏋 30ml
🗺 Made in Canada
⏳ 12 Mesi
🔬 //
💓⇒ 🌸🌸🌸🌸


Per il momento con i prodotti The Ordinary mi fermo qui, ma sappiate che già sono andato oltre questa piccola parentesi, e quindi tornerò con altre recensioni. 
Mi rendo conto che molto spesso le review che non sono bianco o nero, ma presentano zone di ombra, vengono spesso mal interpretate per una lettura distratta e frettolosa, ma sono sicuro che se l'argomento vi interessa presterete la giusta attenzione, e poi queste sono pur sempre le mie personalissime opinioni e la mia esperienza.
Anzi fatemi sapere se invece a voi questi prodotti incuriosiscono, se li avete provati e se magari avete avuto dei risultati esponenzialmente migliori dei miei.




18 commenti:

E tu cosa ne pensi?

Info Privacy

  1. La loro niacinamide per me è un mai più senza, soprattutto in estate quando la mia pelle rigetta qualunque cosa, sono già alla terza confezione, quello che ti asciuga è soprattutto la presenza di zinco, ti segnalo la niacinamide al 5% di Garden of Wisdom (su Victoria Health) più adatta a pelli secche. Non mi ha mai creato strane pellicine, cosa che invece mi capita sempre con il loro azelaico, mi da talmente fastidio che finisco per usarlo meno di quanto dovrei. Lo ialuronico l'ho trovato davvero troppo appiccicoso, preferisco la più recente versione "marina" che è decisamente più leggera che è la cosa che apprezzo di più anche della crema idratante che ora ho sostituito con i nuovi Amminoacidi con pantenolo, perfetti contro le spellature da freddo senza ungere o appesantire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fortunatamente lo spellicolamento è stato un paio di episodi, poi appunto mi son subito regolato con le quantità e non è più successo.
      Ti faccio uno spoiler anzi due: Garden of Wisdom è insieme ad altri brand in attesa di test per un possibile confronto con The Ordinary! :D Ho preso anche gli aminoacidi, ma sono in attesa di finire il Matrixyl per provarli.
      Lo ialuronico effettivamente ho letto più persone lamentare l'appiccicosità e preferire la freschezza del marino, di cui io però tollero poco il profumo. Magari con l'utilizzo mi ci abituerei ma sono poco invogliato!

      Elimina
  2. Ciao, passo di qua per dirti che c'è un premio per te sul mio blog :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Simona, grazie mille, passo presto a controllare! :D

      Elimina
  3. Mai provato i prodotti di questo brand, cosa che forse ti ho già scritto, ma prima di buttarmi vorrei smaltire cose che ho già!

    Comunque questi prodotti forse non saranno sull'Olimpo dei tuoi preferiti, ma le tue foto sono sempre stupende!!! *O*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio davvero, in verità ci sono degli aspetti che potrei migliorare ma ci vuole tempo e anche altri strumenti che non ho :D

      Elimina
  4. Capito a fagiolo, mi fa sempre piacere leggere "cosucce" su questo brand, in Italia mi sa che siamo ancora in pochini a comprarlo! Comunque è assurdo come certe cose siano assolutamente soggettive... io ad esempio non mi sto trovando benissimo con il loro acido azelaico, mi è difficile da usare, non mi sembra faccia nulla di quello che prometta, però in molti leggo si trovano benissimo! ^^ dei prodotti che hai menzionato in questo post io ho L'acido ialuronico e per quando mi ci trovi bene effettivamente non hai tutti i torti, se hai già una skincare abbastanza "costruita" puoi farne benissimo a meno, anche se come primer o miscelato al fondotinta è fantastico, lo uso sopratutto per quello 😆

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti dirò non so quanto siano effettivamente pochini in verità perché vedo i numeri che fanno questi post e non sono pochi, considerando che ovviamente non esisto solo io in Italia a parlarne :D
      Non avevo mai sentito del mix col fondotinta, ho sempre sentito di oli aggiunti al fondo, però ottima idea :D

      Elimina
    2. È ideale per pelli miste, io lo uso con un fondo troppo "idratante" per la mia pelle ed è top ^^

      Elimina
    3. Ah quindi per alleggerire il prodotto! Ottima idea :D

      Elimina
  5. Io sto provando l'acido ialuronico (finalmente mi sono decisa a prenderne uno dopo millemila indecisioni).
    Devo dire che per il momento non mi dispiace, lo uso prevalentemente al mattino prima delle crema viso e mi sembra come prime impressioni che riesca a ben bilanciare l'idratazione durante il giorno, specie in periodi più freddi come questo.
    Aspetto di utilizzarlo ancora per un po' per avere una visione d'insieme più generale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fammi sapere se lo provi anche senza, e se fai altri test :)

      Elimina
  6. Lo Hyaluronic Acid 2% + B5 e la crema li ho presi anche io, dovrebbero arrivare tra le mie mani giusto oggi.
    Spero di innamorarmene, a differenza tua, viste pure le difficoltà riscontrate per avere questi prodotti :D :D speriamo bene, intanto mille grazie come sempre per le tue accurate recensioni. Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille a te per essere passata e sono super curioso di leggere le tue opinioni :D

      Elimina
  7. Ero capitata da te tra una recensione e un'altra, proprio per i prodotti The Ordinary e... li ho dovuti accantonare quasi subito. La Niacinamide l'ho usata per qualche mese in estate e non solo mi ha seccato la pelle ma ha anche provocato degli orrendi brufoli secchi che non avevo mai avuto su tutta la zona del mento. Non ne uscivo più. Con l'olio di rosa canina non è stato amore, troppo per il mio viso, lo userò sul resto del corpo.
    Insomma, è andata male e probabilmente nonostante aver studiato il loro sito in lungo e in largo, non ho fatto le scelte giuste. Ora mi sto affidando a un'esperta che poco a poco sta facendo tornare tutto al suo posto. Che fatica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brutta esperienza proprio con la Niacinamide. So che molti hanno un problema iniziale ma per qualche mese mi sembra tanto!

      Elimina
  8. Ero convinta di aver scritto un commento e invece no -.-'' comunque io sto provando l'acido ialuronico e non è che mi abbia convinto a pieno eh..

    mallory

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è finito in spam quindi non saprei :D Aspetto di sapere che te ne pare :)

      Elimina
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Vi sono piaciuti