lunedì 18 aprile 2016

{Aggiornamento #48}
La (brutta) fine che ho fatto e (troppi) acquisti del periodo.

Sono pervaso da una costante sensazione di aver abbandonato questo spazio quando non riesco a pubblicare quanto e quando vorrei. Ma star dietro a tutto è difficile.
Ho realizzato che, il 2015 è stato l'anno dell'immobilismo, o comunque della scarsa produttività, della poca voglia di fare.
Un rubinetto lasciato aperto pensando che entro qualche istante vai a chiuderlo. Invece torni e trovi tutto allagato, quando volevi soltanto un bicchiere d'acqua.
Eppure eri lì un istante fa.
Ok, questa metafora la capiamo solo io, me e me stesso ma è per dire che guardando indietro ho preso coscienza che il mio 2015 è stato così: un fluire di acqua senza nemmeno accorgermene.
Com'è iniziato, è finito.
Adesso invece sembra tutto più movimentato. Giornate che si riempiono, che se fossero volate cosi mentre ero a scuola, sarei stato lo studente più felice al mondo. 
Ora la clessidra si deve girare più rapidamente e in tutto questo i due bulbi pieni di sabbia sembrano non bastare più.

Quanto vorrei avere avuto il tempo di quelli che son stati tutto il tempo a dirci come votare al referendum sulle trivelle, e perché sì e perché no e perché astenersi e pure perché non astenersi.
Non si è raggiunto il quorum, ma è certo che se a dirti di astenerti al voto è un membro del governo, qualcosa non quadra. 
Vorrei il tempo di chi ha avuto tempo di girare tutti gli eventi della Milano Design Week.
Vorrei avere (avuto) il tempo di chi è andato al concerto di Mariah Carey solo per capire per quale forza misteriosa 12 centimetri di tacco riescano a sostenere cotanta ampiezza vista la rarità dell'evento.


E invece io no, il tempo vola e resto a casa, un po' facendo da filippino, un po' facendo lo studente, un po' facendo il factotum, un po' facendo schifo e basta.

E in tutto questo mi son dovuto scontrare, o meglio mi sto tuttora scontrando con l'ingabbiata voglia di comunicare che mi sento dentro. È come se quello che volessi dire, non riuscisse a fluire nel modo e nei tempi in cui vorrei e vien fuori una roba sincopata e confusa, perché per primo è confusa nella mia mente.
Ma poi ci penso, a quant'è bello staccare, chiudere quella porta e non preoccuparsi più dei problemi degli altri senza sensi di colpa.
Isolarsi.

Ma dopo 'sta lagna che manco una prefica, che cosa ho fatto di bello in questi giorni?
Shopping, tanto e sano, visto che comunque era tutto in offerta.

La mia amica Simona (MissPenny09 su Youtube) mi ha contagiato con gli acquisti sul sito di H&M che aveva messo molti capi in sconto al 50% e, dopo un primo acquisto ricevevi una cartolina con un ulteriore sconto del 15% e spese di spedizione a gratis. Capite bene che ho fatto non uno, ma ben 2 ordini.
È un sito molto preciso negli ordini, e lo sapete che io abitando su di un'isola subisco il ritardo di almeno un giorno sulla consegna della merce; ecco, con loro ricevo tutto a casa nell'arco di 36 ore circa dal momento della spedizione

Gli unici 2 inconvenienti del sito di Hennes & Mauritz sono:
  1. Non puoi pagare con Paypal, ma bisogna dire che il pagamento con carta mi è parso sicuro;
  2. Le taglie.
Se molti siti, come concordavamo con Simona, indicano che taglia e quanto sia alto il modello che indossa un determinato capo, per darvi una maggiore idea sulla misura, H&M non lo fa. A questo si aggiunge il fatto che le taglie sono in nomenclatura europea o, per jeans e pantaloni maschili, americana.
Nel caso di taglie europee bisogna aggiungere 4 taglie a quella indicata sul cartellino; 
nel caso di taglie americane bisogna fare + 14 sulla taglia indicata. 
Vi si intrecceranno gli occhi, ma così è. 
Se vi steste chiedendo se abbia il culo così pesante dall'andare in uno dei tantissimi negozi H&M, la risposta è "forse sì". In realtà prima di un mesetto fa, non avevo un negozio di questa catena nel raggio di 80 km. Tuttavia, adesso che c'è il negozio qui "vicino", faccio fatica ad orientarmici nel trovare la merce; inoltre quel che trovi in negozio è in parte diverso da quel che trovi sul sito, e viceversa.

Ma andando alla ciccia, che ho comprato?
In primis, delle tute. Era dall'ultima volta che ho fatto educazione fisica al liceo - evento che si perde nella notte dei tempi - che non compravo una tuta.
Ho resistito ad una strenua lotta intestina che mi spingeva ripudiare (un po' pretestuosamente in verità) le moderne tute con elastico alla caviglia. Insomma, mi facevano schifo tanto quanto quel minestrone con l'uovo sopra che i francesi chiamano carbonara.
Dopo lunghe ricerche ho dovuto gettare la spugna accettando il fatto che se avessi voluto un capo pratico e comodo, avrei dovuto accettare i maledetti elastici alla caviglia. 
Così ho fatto un primo, timido, ordine che includeva questa tuta (o meglio, jogger).

È un blu scuro, e, sebbene abbia scazzato un po' la taglia comprandone una un po' più grande, lo sto indossando spesso e volentieri. È davvero comodo, la fascia elastica alla caviglia, sistemandola un po', non si nota eccessivamente e non vi sottolinea il fianco o la coscia importante, come nel mio caso. Inoltre, sebbene sia felpato, non è così spesso come tessuto e non risulta pesante ancora. 

Comunque superata la reticenza iniziale mi son lanciato in un ulteriore ordine.

Questa volta però in una taglia corretta. Rispetto alla sorella, sebbene il modello sia molto simile, è leggermente più calda, motivo per cui non l'ho ancora utilizzata e credo la metterò presto da parte.
Sempre in tema calzoni ho voluto provare anche i pigiami, sia per il costo ma anche per il fatto che fossero totalmente in cotone.



Ne ho presi due grigi, uno blu e uno borgogna con delle ancore bianche. La striscia sotto non è elastica, quindi non stringe, ma consente al pantalone di non arrivarvi alle ascelle. Molto fresco come tessuto. Peccato che non ci siano già appattate delle maglie.

Spostandoci alla parte superiore del corpo ho preso qualche capo che potesse funzionare nella mezza stagione, per cui, manica lunga ma non eccessivamente doppio come dice la mia amica Rory.
Ho scelto questa felpa, che essendo di neoprene (nome astruso che ho copiaincollato) resta un po' più strutturata addosso, motivo per cui, anche se ho preso una taglia più larghetta, veste abbastanza bene.

Poi ho preso questa, che loro chiamano "felpa" ma non ha nulla delle felpe, ma mi piaceva perché resta un po' lunga e tonda sul sedere, ed ha una cucitura lungo la schiena. 
È leggera, abbastanza adatta alla stagione. Non ho capito come mai le maniche non hanno il bordo in maglina come in questa foto, ma semplicemente un centimetro di cucitura. Non so, mistero ma son dettagli. L'avrei presa bianca, ma forse non c'era più la taglia o non so cosa mi abbia frenato.
E per finire, in questo arcobaleno di colori ho scelto un pullover di cotone anch'esso leggero e adatto al periodo, e, non avendone, l'ho preso nero.

Anche lui l'ho solo provato e mi è parso fresco e comodo, ma vediamo ad indossarlo più a lungo. 
Fra i capi d'abbigliamento del mio ordine su H&M, c'era anche questo parka

Mi era piaciuto perché, pur essendo grigio, lo trovavo luminoso, tuttavia, una volta ricevuto non solo la taglia - una L - era troppo grande per me ma non mi ero accorto fosse tutto poliestere, al contrario degli altri colori di questo modello che hanno una certa percentuale di cotone. Ho provato il reso: basta rimettere tutto nel sacchetto/scatola in cui ti arriva il prodotto e poi segui le istruzioni dal sito e prenotare il tuo reso. Giorno 15 Aprile ho ricevuto la mail che il reso era arrivato ma ancora niente dinero. Vi aggiornerò.

Ovviamente non potevo perdermi la linea Conscious che oltre ad abbigliamento, ha alcune nuove referenze cosmetiche: prodotti per il corpo, maschere viso, shampoo, balsamo e burri per le labbra, tutti con un occhio attento all'INCI e tutto certificato ECOCERT.

 
Io ho fatto un salto nel vuoto scegliendo questa Lozione per il corpo nella versione Relaxing. Un "salto nel vuoto" perché sul sito non sono indicati gli ingredienti e le informazioni reperibili in rete sono pochissime. Comunque ne parliamo meglio in Beauty Cues.

Vorrei anche il tempo di chi riesce a stare al passo con le serie tv perché io nun gliela fò.  Ieri è tornato Il 24 torna Trono di spade con la sesta stagione; ma ci sono pure Outlander, il nuovissimo The Catch, il recuperabile American Crime Story e molto altro. 



In verità, non è che frema dalla voglia di restare 40 o più minuti al pc, magari la sera dopo una giornatina non propriamente allegra e sollazzante, ma quando segui molte serie tv devi avere una tabella di marcia. 
Non so come farò esattamente, con una sessione di esami vicinissima, ma ce la posso fare, ancora non so come, ma probabilmente organizzandomi;
D'altronde se Jon Snow ha alte possibilità di essere sopravvissuto alla congiura dei guardiani della notte, chi sono io a non resistere a questi giorni di delirio primaverile?
Appunto.

Un bacio a tutti!




26 commenti:

  1. Ma il trono di spade inizia il 24 aprile negli USA e il 25 qua -_- tu lo sai che non devi farmi arrabbiare vero???? XD
    Di tutto il resto che hai fatto ed acquistato.... sto sul pezzo so già tutto con dovizia di particolari, quindi l'unico commento degno di nota è la minaccia di cui sopra!!! ahahahah :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo sai che sono stordito.. abbi pazienza xD

      Elimina
  2. Ma che devi farci con tutte quelle tute? :))) io non mi sono ancora comprata nulla per la primavera. Sono nella fase mi fa schifo tutto quello che provo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah faccio finta di essere atletico! In realtà ero davvero sfornito!

      Elimina
  3. Ho una voglia di shopping che non immagini! Bravo caro, viziati un po'!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ogni tanto ci tocca! Anche se nel mio caso era quasi una necessità :*

      Elimina
  4. Conosco entrambe le sensazioni; della prima te ne rendi conto solo quando arriva la seconda, che è sempre meglio: viva la vita piena :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Moz un po' tu sai anche in dettaglio. Viva la vita piena quando fai ciò che ti piace davvero...

      Elimina
  5. Le tabelle di marcia per le serie tv sono importantissime. Se non le seguissi finirei per restare indietro anni luce.
    :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qui mi serve una segretaria a sto punto :D

      Elimina
  6. Non vedo l'ora che ricominci GOT,per me più che una serie è una religione XD
    Bellissimo il parka e il pigiama con le ancore!!!Io come siti per comprare abiti online adoro EMP e Zalando,quest'ultimo davvero comodissimo se bisogna cambiare/rendere qualcosa!!!A parte che trovo promo strepitose,lavorando con la lista desideri riesco a tenere sotto controllo i prezzi(=se scendono),e poi sinceramente mi viene molto + comodo provare una cosa a casa che in negozio,che posso già vedere con cosa si abbina e cosa no :)
    Questo tempo che scorre va e tu non hai capito un cazzo è una sensazione che ho spesso anch'io.Meno male che adesso lavoro part-time e qualcosa della mia vita combino,ma quando avevo le 40 ore settimanali la mia settimana volava via davvero in maniera indecente :(

    (la felpa blu 5,99??????occacchio,adesso va a finire che mi prende anche il morbo di HM online!corro a spulciare XD)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il parka era bello ma non l'ho ripreso, troppo poliestere per i miei gusti.
      Zalando voglio testarlo presto proprio per la comodità dei resi! Hai ragione sul provare a casa, passando dal negozio di H&M per provare una taglia in meno del parka appunto, era il delirio!!
      È una sensazione orrenda, specie se dura un anno. Pare passata, vedremo!

      (non è proprio una felpa, direi una maglia con le sembianze di una felpa :D)

      Elimina
  7. Io a differenza tua mi sa che sto ancora nel periodo dell'immobilismo, nonostante il sig. Paolo Fox in questi giorni si ostini a dire che per l'Ariete questo è il periodo buono per fare e per mandare a quel paese tutto e tutti alla faccia di chi ci vuol male... bah!
    Alla fine un po' di shopping l'ho fatto anch'io, più che altro di cosmetici visto che quì mi sta finendo tutto l'armadietto del bagno in un botto :D Non sapevo della linea ecobio di H&M, dovrò darci un'occhiata :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sto seguendo più Fox perché mi illude XD
      Fammi sapere se prendi qualcosa :)

      Elimina
  8. Che coincidenza! Proprio ieri con mia madre abbiam guardato da cima a fonda il sito di H&M per cercare qualcosa di carino per me! Solo che sia lei che mio padre sono contrari a gli acquisti online con carte di credito (han paura che vengano clonate, cosa successa a mia madre in un supermercato, quindi si possono usare solo le prepagate con l'importo richiesto e null'altro) e perciò mi sa che dovrò andare nel negozio più vicino sperando di trovare quel che ho visto nel sito!
    Comunque, mi piace molto la felpa blu, quasi quasi la compro per me :D
    Per quella in neoprene, in quanto elastomero di sintesi, puoi andare sul sicuro perchè non si deforma facilmente ed è resistente riguardo alcuni oli....quindi no problema se ti sbrodoli :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nei miei 3 ordini su H&M non ho riscontrato problemi, purtroppo però son cose che capitano, appunto anche in un supermercato. Paypal in questo caso è più sicuro, perché è come avere una prepagata o comunque i rimborsano.
      Mi posso sbrodolare con i paninazzi che non si vede ed essendo nera, sfina.... è perfetta *-*

      Elimina
  9. Io sono ancora nel periodo dell'immobilismo ed è una cosa insopportabile, così insopportabile che spero di riuscire ad uscirne presto!
    Io non ho mai acquistato nulla dallo shop online di H&M. Tu hai fatto delle ottime scelte ed, in particolare, mi piacciono molto i jogger!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Speriamo passi presto, perché sì, è davvero sgradevole.
      H&M online è sicuramente consigliato per quanto mi riguarda :)

      Elimina
  10. Appuntamento fisso ogni martedì sera su Sky: Teen Wolf! Quantico invece si è interrotta a metà gennaio, ma tornerà mercoledì prossimo, sempre su Sky! Ho imparato una cosa: le serie tv devono essere seguite con costanza! Se perdi una puntata rischi di non capire più niente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Teen Wolf non lo seguo, anche se credo di averne vista una puntata! Il mio problema non è perdere il filo, cioè se non vedo una puntata adesso, la vedrò più avanti. Ma "più avanti" non so quantificarlo XD

      Elimina
  11. Caro Pier,

    Vengo dal blog di Rory @LaRockeuse, e leggendo questo tuo intervento scritto riesco /soggettivo/ a percepire, capire e comprendere come gli eventi delle volte, si "capitombolino"...cioè vengono fuori a capofitto e tutti insieme.

    Spesso, anzi quasi sempre, non ci si accorge che il tempo vola.
    Adesso c'erano 12 fogli sul calendario (amo dire queste parole) e adesso ce ne sono altri 12, oppure 8(scrivo che siamo al 26 di aprile..in una Campania freddolenta ed anche lenta.) ed è così che "il tempo va davanti a me".

    Voglio dire, che non ci facciamo caso, perché presi sempre a fare mille cose, impegni, essere accanto agli altri, stare per sè stessi e leggere un libro od ascoltare la radio (al capitolo tv ci arrivo tra poco).

    Bello, un prato verde..gli alberi..uccellini che fischiettano sono scenari che non solo sognamo, ma che si riesce anche a mettere in pratica.

    Questo perché richiediamo a noi stessi di fuggire dalla quotidianità.

    E questo è bene.

    Meno un pò bene il discorso di non essersi accorti -che seguendo le tue parole- di non aver chiuso i rubinetti. Dell'acqua calda per giunta, e quella credimi
    è fastidiosa ritrovarsela per tutta casa. Sul pavimento. Alle 3 e mezza della notte.


    Anyway, non faccio caso, rifacendomi ancora alle tue parole, che se un
    (secondo me piu' di uno) membro del governo ha dato voce di astenersi al referendum..sulle trivelle. La cosa non mi stupisce.

    Ma finirei per A) tediare B) annoiare C) influenzare con la mia idea.Ognuno ha lo spazio
    e non sarò di certo io a dare comando a voce se bisognava andare al voto oppure no.

    Ciascuno ha compiuto in diverse maniere la propria idea, se si è raggiunto o meno il valore che ci si attendeva..

    Ritorno a parlarti del tempo (consentimi il tu). Vorremo davvero avere piu' piu' (il simbolo ++) di 365 giorni
    48 barra 72 barra 96 ore, con dolci, i pranzi, cene, party, spritz e il calcio.

    E riposarsi. Ma sta tranquillo, proprio perchè vince la soggettività, gestire
    personalmente il proprio tempo. V&P, come ho aggiunto una frase al mio frasario, ultimamente
    e si riesce a fare tutto. E non permetteremo di portarci via il tempo per poter fare le cose che ci serve e bisogna fare. E si faranno, Be fiduc. (sii fiducioso)

    Anche perché non ho ancora visto in 35 anni, il mio prossimo portare quella fretta
    di fare le cose...d'altronde nessuno si deve fare "masto" sull'altro. E d'altronde la neve in tasca si squaglia.

    Siamo tutti esseri umani, ed è questo il bello, no? poter decidere veramente cosa e come fare

    Non abbatterti, e se hai bisogno di una mano, un braccio in piu' nello svolgere i compiti, Esse c'è!


    Chiudo i capitoli, parlando della tv. L'ho spenta -in tutti i sensi- da un paio di anni.
    Non posso essere obbligato a guardare tal tizio che sentenzia. Ci vuole Libertà...need a freedom.

    Buon 25 aprile trascorso.

    Ti abbraccio.
    Esse.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Esse,
      Grazie per questo che, più che un commento, è praticamente una lettera. Non credo di aver mai ricevuto un commento così articolato!

      Per mia natura mi accorgo abbastanza del tempo che scorre, degli anni, dei fogli di calendario che man mano rigiriamo (o strappiamo) e proprio per questo mi son sorpreso dell'indolenza con cui è andato avanti il 2015.
      Fuggire dalla realtà? A volte, con una vacanza o l'immaginazione, ma non vado mai troppo lontano, ché la realtà è comunque sempre lì.

      Sul referendum mi stupiva che alcuni esponenti (sicuramente più di uno, il mio singolare non era per specificare, ma anzi per generalizzare) si siano esposti perché l'astensione ha un duplice peso: varare il NO e dimostrarsi pigri e disinteressati.

      "V&P" me lo dovresti spiegare :)

      Purtroppo non sempre possiamo scegliere cosa e quando fare qualcosa.
      Si è sempre dipendenti dai doveri, anche dai piaceri e anche da noi stessi, dai nostri tempi.

      Grazie della disponibilità e per quanto riguarda la tv, spegnerla è un bene, ma anche un male. C'è molto più di gente che sentenzia.

      Buon futuro primo Maggio!


      Elimina
    2. Bon, caro Pier, sono praticamente scomparso dalle scene del commento sul blog, allorquando qualche tempo fa ero venuto a scrivere.
      Purtroppo il tempo vola via ed adesso che ero a inserire eventi fotografati negli ultimi..uhmm..20 giorni!? ecco, si, mi sono ri-trovato anche a [post]produrre immagini video. E non mi sono più fatto sentire.
      (con ciò anche il computer va a fasi sue...)

      Anyway, la sigla "V&P" sta per Volere è Potere...cioè quella parte di ognuno che fa quel che vuole e sa di poterlo fare. Un po' come dire che se voglio una cosa me la prendo, non ci sto più di tanto a rimuginare sopra, e fine..decidere di fare qualcosa fermamente convinti che la si farà bene, allora il caso giusto di esclamare "Ce la posso fare, volere è potere".


      Passando all'argomento: mammamiaquantoscrivi, si è vero...scrivo tanto, divento una ruota senza fine..e poi sono dettagliato e perfezionista, quindi mi rivedo spesso quanti concetti ho espresso. Oppure esprimo, come quello di adesso.

      Me ne scuso se inondo parole in fiume, continuo a leggerti asap, cioè quando mi sarà possibile (macinino=computer consentendo) ed allora a presto rileggerci.

      hug.
      Esse.

      Elimina
    3. Ciao Esse! Non preoccuparti, ci mancherebbe. Molta gente passa, va, viene, insomma, è uno spazio libero e va bene così :)

      Sai, il V&P, per quanto sia corretto e giusto, non sempre è applicabile, però sì, siamo in buona parte artefici del nostro destino.

      Mi piacciono i commenti lunghi, vai tranquillo ;)

      Elimina
  12. Se ti può consolare, non sentirti incompreso per tutta la prima parte perchè capisco perfettamente quello che vuoi dire.
    Per quanto riguarda la parte "divertente" (ma a volte anche snervante) che è lo shopping, hai ragione, nei negozi non trovi sempre tutto e a volte quello che trovi sul sito non lo trovi in negozio. Io l'abbigliamento continuo a comprarlo solo "dal vivo" perchè sono abbastanza difficile, una cosa me la devo vedere e rivedere addosso prima di convincermi quindi sono sicura che rimanderei tutto indietro... poi io vado molto a umore, quindi una cosa che mi piace oggi è probabile che tra meno di 24 ore mi faccia schifo... insomma sono un guaio vero!!!!
    Riguardo ai pantaloni della tuta, perchè hai tutto quest'odio per i mollini sotto? io al contrario non riuscirei senza, perchè i pantaloni che finiscono larghi sotto proprio non li sopporto.
    Bellissimo anche quel parka.
    Mi sà che vado a farmi un giretto online da h&m home, almeno li non ci sono taglie! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io sono come te: passo molto tempo a rivedere le cose che compro. E dopo averle provate in negozio, le riprovo a casa per altre due ore XD
      I pantaloni con l'elastico sotto possono essere comodi se si fa attività fisica, ma per il resto li trovo un po' tamarri :D Soprattutto sugli uomini!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...