martedì 25 luglio 2017

|Beauty Cues Viso|
DECIEM | The Ordinary, Review due mesi dopo (con foto!)

Ritorno nel mondo del blogging con uno dei post che più mi premeva condividere.
A due mesi dalla prima parte, torno a parlarvi di The Ordinary.

The ordinary logo
Ma se l'altra volta mi ero soffermato sull'esperienza d'acquisto sul sito ufficiale, e sulle considerazioni generali sul brand, questa volta invece mi concentrerò sulle mie dettagliate opinioni sui prodotti, e più in generale sull'uso che ne ho fatto. Le cose vanno un po' per le lunghe, prendete magari una bottiglia di acqua, e mettetevi ben comodi sulla sedia.

Le mie necessità

Ovviamente per capire meglio le mie recensioni dovete tenere conto delle condizioni generali della mia pelle.
Ho 27 anni, ed una pelle che avverte molto i cambiamenti del clima, con aree più secche, e che nel corso degli ultimi due anni è diventata più secca d'inverno. Si mantiene mista d'estate, ma le zone oleose non sono particolarmente grasse.
Ho sottolineato l'età perché da circa due o tre anni, nonostante abbia sempre curato la pelle, ho notato dei cambiamenti. Ad esempio ho iniziato a notare che quelli che prima erano segni di espressione, stavano via via sempre più scavandosi la strada per diventare rughe a pieno titolo. La capobanda del decadimento facciale è una ruga orizzontale sulla fronte data dal fatto che sollevo speso le sopracciglia (forse perché sono molto shady?); ma anche ai lati della bocca quei sottilissimi segni che un paio di anni fa duravano il tempo della risata, adesso restano più a lungo. O ancora le zampe di gallina: qualche tempo fa la pelle si muoveva compatta, col tempo invece ha iniziato a segnarsi a pieghe non in modo definitivo ma la strada è quella.
Detto così sembra che io stessi cadendo a pezzi come un quadro del '700, ma quello che voglio dire è che penso che 25/28 anni sia il periodo adatto per osservare il nostro volto, e capire quale sarà il percorso della nostra pelle e iniziare ad agire per prevenire.
Ovviamente non ho dato di matto cercando il rimedio prodigioso, ma se ci sono metodi e prodotti che possono aiutarci, perché non avvantaggiarcene? La cosmetica ha fatto passi da gigante formulando cosmetici con attivi più efficaci rispetto ad un tempo. Questa è tutta la premessa che mi ha portato a scegliere i prodotti The Ordinary.

La mia esperienza


Da questi sieri mi aspettavo un risultato cosmetico quasi istantaneo e un risultato più a lungo termine valutabile col tempo, ovviamente più o meno in base al cosmetico in sé. Capite da voi che dopo due mesi posso fare delle valutazioni approfondite ma non posso dirvi come sarà la mia pelle fra 10 anni.
The Ordinary come già vi dicevo, consta di un range di prodotti per lo più in siero, ma ce ne sono alcuni anche in crema. Io però mi sono spinto al momento solo verso la prima variante perché, in vista dell'estate, ero quasi sicuro avrei messo da parte le emulsioni (leggasi: di creme ero pieno!) e volevo far diventare questi prodotti una costante di una routine già completa (qui trovate tutte le mie skin care routine passate).
Le similarità fra i prodotti che ho scelto sono sicuramente i packaging, tutti di vetro, abbastanza resistenti ma non so se li porterei in viaggio, con pipette contagocce; purtroppo sembrano tutti uguali, infatti io li tengo in fila in base all'ordine con cui li applico.
Inoltre questi sieri sono tutti senza profumo, o meglio se annusate con attenzione ci sentirete un odore appena percepibile, ma è dato dalle componenti chimiche. 
Li ho applicati mattina e sera uno dopo l'altro. Sul sito non mi pare sia specificato ma ho chiesto al servizio clienti, e sconsigliano di mixare più prodotti e schiaffarseli in faccia. Non credo sia dannoso (dipende dai prodotti che scegliete) ma loro consigliano di stratificare i sieri uno dopo l'altro e io così ho fatto aspettando almeno 30 secondi fra le applicazioni.

Argireline Solution 10%

Argireline Solution 10%

Argireline  Solution 10% è fra i prodotti che mi aveva dato più perplessità al momento dell'acquisto tanto da tentennare sul prenderlo o meno. Il motivo è che non avevo trovato molte review e questo prodotto mi sembrava il più "incisivo" fra i quattro. 
Il peptide Argireline è considerato l'alternativa al botox. Sì, proprio la tossina che si inietta e blocca i movimenti muscolari. Per farla semplice, Argireline blocca chimicamente gli stimoli alla contrazione muscolare. Questo da un lato è più sicuro di una iniezione con una tossina (che DEVE essere fatta da uno specialista) ma è meno potente. Il 10% da ciò che ho capito è la percentuale da cui la molecola inizia a dare risultati percepibili.
Inoltre rispetto al botox in sé, Argilerine non può aiutare ad esempio a creare quel leggero sollevamento dell'arcata sopracciliare che le iniezioni invece danno. 
Quindi bloccare la contrazione muscolare per evitare che si formi la ruga o che vada a peggiorare e, col tempo, magari sperare si riempia di grasso così da diventare meno visibile o sparire. Per questo motivo, questo componente, viene consigliato per le rughe dinamiche date dalle espressioni facciali e non ad esempio per quelle di vecchiaia. Sul sito di The Ordinary infatti dicono
"Argireline è un marchio di proprietà di Lipotec con sede a Barcellona. È una soluzione di Acetil Hexapeptide-8. Studi controllati hanno dimostrato che Argireline migliora l'aspetto di aree facciali predisposte alla formazione di pieghe dinamiche, tra cui gli occhi e la fronte."
Io invece vi dico che l'ho amato. È un siero acquoso, anzi direi liquido, trasparente. Si assorbe molto velocemente e non mi lascia la pelle appiccicosa o unta. Su di me ha funzionato benissimo. L'ho applicato solo sulla fronte per bloccare la ruga data dal sollevamento delle sopracciglia e attorno agli occhi per una azione preventiva sulle zampe di gallina.


Questa Argireline ha bloccato circa il 70/80% del movimento. Non ho la fronte freezzata in stile tardona botulinata, in quanto le sopracciglia ancora fanno movimenti seppur minimi e nessuno mi ha detto di essere diventato monoespressivo. Solo che appunto questo innalzamento adesso è più faticoso, per quanto mi sforzi di sollevare le sopracciglia, queste non si muovono tanto quanto prima. È una sensazione diversa dall'effetto lifting/tirante di alcuni prodotti, e all'inizio fa un po' strano ma poi ci si abitua. Questo blocco ha portato a 2 benefici. La ruga già formata, in due mesi, è diventata più corta ma soprattutto meno profonda. Anche al tatto è molto meno profonda e infatti in certe foto sparisce. Ovviamente non mi aspettavo che sparisse del tutto specie in poco tempo ma già così sono soddisfatto. Inoltre Argilerine ha impedito alla seconda ruga che stava formandosi sopra a quella già esistente, di apparire e di diventare un segno più marcato.
Il movimento resta bloccato anche dopo aver lavato il viso, e anche dopo molte ore dall'applicazione. Ho fatto una prova: non l'ho applicato per 24 ore e ho notato che il movimento era più fluido ma non comunque totale. Immagino che come nel caso della tossina botulinica serva un periodo di stop prolungato dall'uso di Argilerine per tornare al punto di partenza.
Non ho fatto foto del prima, ma l'ho recuperata da alcuni scatti che avevo fatto e voi stessi potete vedere la differenza su Instagram.
Prima 



Dopo


Considerate che le prime foto hanno anche una qualità inferiore, ma una luce meno diretta.
Sul contorno occhi non ho segni visibili (ancora) per cui non ho un prima e dopo, semplicemente noto che la pelle non si piega "a fisarmonica" ma si muove in modo più compatto. Non ho riscontrato nessun effetto sui due segni direttamente sotto l'occhio ma immagino che sono pieghe della pelle impossibili da bloccare non date da contrazioni muscolari.
Ci sono due aspetti negativi che vengono affiancati all'uso del botox e quindi di Argireline. Il primo è che si dice che vada a rilassare i muscoli col risultato di cascare flosci, ma non è così. Va a rilassare (cioè placare, calmare) le contrazioni muscolari che vanno a formare la ruga. Tra l'altro questo siero all'Argireline è molto più debole di una iniezione di botox. Quindi un problema sventato.
Ho sentito inoltre che questo peptide, per spianare la ruga, crea una distensione della pelle, verso l'alto e verso il basso con la conseguenza che le sopracciglia scendono leggermente. Anche qui non ho riscontrato nulla. Ovviamente non posso sollevare le sopracciglia verso l'alto dei cieli e far finta di avere due metri di palpebra o riapparirebbe la ruga, ma non è cascato nulla.
Insomma è diventato il mio prodotto preferito. Lo trovo estremamente efficace,  ha un costo super accessibile e continuerò a comprarlo. Sono curioso di vedere gli effetti a lungo termine.
Lo consiglio a chi lotta contro questo tipo di rughe o ad esempio il famoso "undici" che si forma fra le sopracciglia.
Insomma niente più facce sceme nei selfie.

INFO BOX
🔎 theordinary.com, VictoriaHealth, Asos
💸 7.20€
🏋 30ml
⏳ 12 Mesi
💓⇒ 🏆


Ascorbyl Glucoside Solution 12%

Ascorbyl Glucoside Solution 12%


The Ordinary ha un set di prodotti a base di Vitamina C in diverse formulazioni che è molto interessante. Sul sito del brand c'è una guida completa sui quattro prodotti a base di questo ingrediente (ma ci sono due novità in arrivo) e sulle sue svariate forme. Fra questi ho scelto la Ascorbyl Glucoside Solution 12%.
Non ve la ricorderete dal post precedente perché l'ho acquistata successivamente agli inizi di giugno sul sito Asos che non vi consiglio perché spediscono i prodotti in una scotolina senza alcuna protezione dagli urti all'interno per cui arrivano per grazia ricevuta.
Ho scelto la Ascorbyl Glucoside Solution 12% perché volevo un prodotto che fosse efficace ma adatto ad una pelle non abituata. Inoltre volevo una consistenza leggera e infatti questo è un siero leggermente gelloso, sicuramente più di Argireline, ma sempre liquido. Anche qui assorbimento rapido, ma rispetto ad Argilerine mentre lo applico sento una leggera sensazione di appiccicoso che svanisce una volta che il siero si è assorbito. Con i prodotti a base di Vitamina C bisogna prestare attenzione al colore perché se diventano gialli o arancioni vuol dire che son ossidati e quindi inefficaci. Questo di The Ordinary infatti è trasparente.
Il brand dice
La vitamina C è un potente antiossidante, schiarisce il tono della pelle e riduce i segni dell'invecchiamento. 
Il glucoside ascorbile è un derivato della vitamina C solubile in acqua. È molto più stabile in acqua ma meno potente rispetto all'acido L-ascorbico diretto. [...] È considerato uno standard di riferimento in termini di derivati della vitamina C grazie alla sua elevata stabilità e comodità d'uso, ma con questa soluzione è impossibile ottenere la potenza estremamente elevata dell'acido L-ascorbico
Per vedere i risultati dell'azione illuminante e schiarente della vitamina C serve un po' di tempo e il mio intento sarebbe quello di rendere ospite fisso questo ingrediente nella mia routine. Con questo prodotto The Ordinary è stato facile perché non è grasso, non dà idratazione di per sé quindi non cozza con altri prodotti idratanti. Come risultato nel breve periodo ho notato una certa luminosità del viso. Non è stata qualcosa di particolarmente palese ma come vi dicevo credo serva più tempo. Inoltre mi è parso dia anche un minimo di turgore alla pelle. Sarò matto eh, ma mi pare contribuisca anche in questo senso. 



Ascorbyl Glucoside Solution 12% è un buon prodotto secondo me, ottimo per l'estate e, più in generale, come primo step per approcciarsi alla Vitamina C. Non mi ha dato alcuna irritazione né alcuna strana reazione.
Una volta terminato non credo lo ricomprerò, un po' perché voglio provare l'Ascorbyl Tetraisopalmitate Solution 20% in Vitamin F che è a base oleosa quindi penso più interessante per l'inverno ma anche più potente, un po' perché ho un ottimo ricordo ad esempio del Jalus C siero multivitaminico di Fitocose che potrebbe essere una valida alternativa. 

INFO BOX
🔎 theordinary.comVictoriaHealth, Asos
💸 12.90€
🏋 30ml
⏳ 12 Mesi
💓⇒ 🌸🌸🌸🌸


“Buffet”

The Ordinary Buffet

Per descrivere questa insalatona che è il Buffet di The Ordinary, mi affido alle parole del sito stesso 
Questa formula combina una serie di tecnologie appositamente studiate per combattere diversi segni dell'invecchiamento contemporaneamente. Le tecnologie sono complesso di peptidi Matrixyl 3000 (con palmitoyl-pentapeptide 35), complesso di peptidi Matrixyl Synthe'6 (con palmitoyl tripeptide-38), complesso di peptidi Syn-Ake (con dipeptide diaminobutyroyl benzylamide diacetate), complesso di peptidi Relistase (con acetylarginyltryptophyl diphenylglycine), complesso di peptidi Argirelox (con acetyl hexapeptide-8, pentapeptide-18), complesso di probiotici (con lactococcus lactis lysate), in una base di 11 amminoacidi delicati per la pelle e vari complessi di acido ialuronico. La concentrazione totale di tali tecnologie nella formula in peso è pari al 25,1%.
Non manca più nessuno, solo non si vedono i due liocorni, per finire la filastrocca.
Ma scherzi a parte a me questo Buffet è piaciuto (anche perché non ho dovuto sgomitare come capita ai matrimoni). È il siero più consistente fra i quattro che ho utilizzato, ma resta sempre sul gelatinoso fluido, nulla di troppo denso. E sempre fra i quattro mi è parso quello un po' più appiccicoso al momento dell'applicazione, ma una volta assorbito, non sento più nulla. 
Gli do ben due pollici su perché su di me ha un bellissimo effetto rimpolpante, rassodante ma anche idratante. È anzi l'unico fra questo regime che dà anche idratazione. Nulla di eccessivo, quanto basta alla mia pelle nei giorni più caldi ma non abbastanza quando la temperatura scende un po'.


I risultati di Buffet li ho visti su tre fronti:
  1. sento la pelle idrata ma non appesantita o eccessivamente nutrita, cosa ideale nel periodo di caldo umido e afoso;
  2. i segni di espressione risultano più levigati, la ruga orizzontale in fronte appare ancora più appianata; i segni nella zona dei solchi naso genieni che potrei definire un primo stadio di rughe nasolabiali non appaiono più con tanta facilità.
  3. nonostante un mio dimagrimento, la pelle del viso non mi è parsa svuotata o moscia ma si è mantenuta tonica ed elastica;
Insomma mi piace molto, dà densità alla pelle senza dare l'effetto tensore di cui non sono massimo sostenitore. Lo ricompro sicuramente ma non me ne sentirete parlare per un po' perché ho altro in casa da smaltire.

INFO BOX
🔎 theordinary.comVictoriaHealth, Asos
💸 14.80€
🏋 30ml
⏳ 12 Mesi
💓⇒ 🏆



Caffeine Solution 5% + EGCG

Caffeine Solution 5% + EGCG

La Caffeine Solution era invece il prodotto su cui avevo maggiori aspettative che però in parte sono state deluse, ma non per i risultati che dà, ma per quelle che sono le mie necessità ed abitudini.
Mi spiego meglio.
The Ordinary dice
Questa formula, caratterizzata da una texture leggera, contiene una concentrazione estremamente elevata (5%) di caffeina, oltre a Epigallocatechin Gallatyl Glucoside (EGCG) purissimo da foglie di tè verde. Studi indipendenti hanno dimostrato che l'uso topico della caffeina e dell'EGCG può contribuire a ridurre il gonfiore del contorno occhi e le occhiaie. 
E direi che non si sbagliano: la texture è un siero abbastanza sottile, piacevole e fresco che si assorbe abbastanza in fretta. Ha un colore leggermente ambrato. Vi dico subito che non mi ha mai creato problemi di bruciore o irritazione agli occhi, nonostante abbia sentito che il 5% di caffeina può essere irritante.
Non fornisce alcuna idratazione, anzi, a volte mi sembra vada leggermente a seccare la zona, ma in ogni caso uso una crema idratante a parte.
Parliamo però dei risultati su borse ed occhiaie.
Per quanto riguarda i rigonfiamenti ci siamo, anzi direi che è la prima cosa che ho notato: mi capita di svegliarmi con gli occhi gonfi e questo prodotto aiuta a decongestionare la zona in modo quasi istantaneo. Bisogna dire però che questo effetto lo ottengo già anche solo lavando il viso con acqua fresca o con le mie spazzole massaggianti.
Per quanto riguarda la questione occhiaie la situazione si complica.



Io ho due tipi di occhiaie che mutano in base a tante condizioni (ore di sonno, ore passate al pc, variabili non prescindibili dalla sfiga ecc): nell'angolo interno, per due o tre centimetri, ho la classica lunetta bluastra-violacea che è una costante seppur si presenta a volte più evidente di altre; lungo tutto il contorno occhi invece ho come un'ombra più marroncino-grigiastra che non è sempre visibile. Su quest'ultima variante di occhiaia questo siero agisce bene tanto da farla sparire, mentre sulla zona più blu aiuta ad illuminare ma non è il rimedio definitivo che mi ha consentito di abbandonare il correttore (anzi, presto ne recensisco molti altri!). Inoltre ho notato che, trascorrendo parecchie ore al pc la parte più scura dell'occhiaia tende a ricomparire se non addirittura a peggiorare.
Per cui per mio gusto e abitudine Caffeine Solution 5% non è un prodotto che ricomprerei: mi sembra solo uno step in più nella routine che ha bisogno di essere affiancato ad un prodotto idratante (quindi mi obbliga a 2 prodotti per il contorno occhi) e che non mi dà un risultato così entusiasmante pur essendo presentato come un prodotto estremamente potente e concentrato. Lo finirò senza problemi, e probabilmente proverò a mixarlo con una crema e vedere che accade, ma se posso darvi un suggerimento, la Gel crema contorno occhi all'Hamamelis di Fitocose, coniuga una buona azione illuminante ad un ottimo effetto idratante. Quindi sì, credo ci siano alternative più complete e valide.

INFO BOX
🔎 theordinary.comVictoriaHealth, Asos
💸 6.70€
🏋 30ml
⏳ 12 Mesi
💓⇒ 🌸🌸🌸🌸


Direi che è arrivato il momento di concludere con le mie opinioni su The Ordinary. Il riassunto è che ho apprezzato moltissimo questo brand, e che comunque, nonostante le mie personalissime esperienze e preferenze, mi sono sembrati efficaci. Voglio provare tantissimi altri prodotti (anzi spero che amplino ancora di più il loro range).
E quindi vi saluto, vi bacio e ci sentiamo presto!




31 commenti:

  1. La differenza sulla ruga è davvero notevole! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì è la cosa che mi ha sorpreso e soddisfatto di più :)

      Elimina
  2. Quello alla vitamina C mi ispira parecchio! Cavolo che differenza tra le due foto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono rimasto sorpreso anche io a vederlo :D

      Elimina
  3. A furia di leggere i tuoi post su questi prodotti (molti dei quali mi servirebbero davvero) ho visto il mio armadietto in bagno buttarsi giù dal balcone xD Mi urge shopping cosmetico anti age anche se ieri, per la seconda volta in questo mese, m'han dato a stento 23 anni u.U

    RispondiElimina
  4. Aspettavo la tua review :) la differenza sulla fronte è davvero notevole! La Vitamina C al 12% non mi ha colpito particolarmente, durante i primi 30 minuti dall'applicazione mi arrossa, prude e irrita, inoltre la uso da Aprile/Maggio e ancora non ho notato risultati visibili, a differenza della Niacinamide al 10% dello stesso marchio che invece mi rende da subito il viso molto più luminoso, uniforme, tonico e compatto. La caffeina è un drenante, lavora sugli accumuli di liquidi, non può fare molto sull'occhiaia scura genetica, a me non è piaciuta molto la consistenza appiccicosa e spesso mi fa sbriciolare il correttore applicato sopra, però ho notato un miglioramento nel tono e nell'elasticità della pelle sottile che ho in zona. Prossimamente vorrei provare il Buffet.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sto convincendo sulla Niacinamide, pensavo non fosse adatta a me, ma da quel che sento (e anche dal tuo commento) mi sembra molto interessante. Sulle mie occhiaie invece credo che non siano congenite, variano spesso, ma non spariscono mai del tutto, per questo mi aspettavo qualcosa in più. :)

      Elimina
    2. Di sicuro la Niacinamide è più adatta in estate e ad una pelle misto-oleosa perchè asciuga e riequilibra sebo e sudore, va assolutamente abbinata a qualcosa di più idratante, però è anche un ottimo antiage, protegge dagli agenti atmosferici e contrasta i rossori oltre ad avere buone proprietà schiarenti, uniformanti e illuminanti (che credo siano il motivo principale per cui è così amata in Asia).

      Elimina
    3. Se mi dici che il potere appunto seboequilibrante si può ribilanciare, gli do una possibilità. L'ho sempre consigliato a pelli grasse ma gli darò una possibilità 😊grazie!

      Elimina
  5. Come spieghi le cose tu nessuno mai 🙌
    L'effetto sulla ruga della fronte io l'ho visto quasi in diretta ed è veramente notevole.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai seguito la ruga evolversi passo passo :D

      Elimina
  6. Voglio tutto. Però in quantità industriali così mi ci faccio il bagno, come già ti dissi tengo puntato quello alternativo al botox, lo vuole anche mia sorella dopo la tua recensione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahaha anche io vorrei farci il bagno. XD

      Elimina
  7. Mi hai convinta, soprattutto con il primo prodotto. Peccato per il contorno occhi, speravo proprio agisse sull'occhiaia...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La Caffeina aiuta, ma per le mie abitudini non è risolutiva. Poi magari a te non vengono le occhiaie da pc, e stai a posto :D

      Elimina
  8. Risposte
    1. Meglio che con delle foto non potevo spiegarvi 😄

      Elimina
  9. In tutto questo io non te li darei proprio 27 anni. Se non mi avessi detto altre volte che sei più grande di me, ti avrei considerato al massimo mio coetaneo :-D
    Lo ssso, mi stai amando adesso XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah ti amavo prima, adesso anche di più :D
      In realtà credo che ho solo superato il periodo in cui dimostro (25/26) la mia età per cui ora ne dimostro meno :D

      Elimina
  10. Interessante articolo, conoscevo questo prodotti ma non ne avevo letto ancora così approfonditamente. Di tutti mi attira il pack simil-farmaceutico *-*, ma quello che mi ispira di più è sicuramente il primo. Ammetto però che mi spaventa un po' l'idea di una molecola atta a bloccare lievemente il muscolo. D'altra parte, in caso di rughette iniziali date dal movimento facciale, penso sia l'unica...o no? Io, tua coetanea, comincio ad avere la ruga in fronte perché assumo spesso una specie di espressione concentrata, mentre da un due annetti convivo con le rughette ai lati della bocca, su cui però un pochino vorrei cominciare a "lavorare" con prodotti specifici.
    Ultima domanda: come siamo messi con gli inci?
    Vado ad approfondire va! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà la molecola non arriva al muscolo, cosa non possibile per un prodotto cosmetico, ma, per dirlo in senso più tecnico, argireline va in competizione con il neutotrasmettitore trasmesso dalle terminazioni nervose in risposta ad un impulso nervoso. Non amo in genere andare così a fondo in questi contesti perché non sono né un chimico né un cosmetologo, ma cerco di informarmi ed invito tutti a farlo scegliendo bene le proprie fonti :) Ti dico però che all'inizio ero titubante e mi ero preoccupato, poi mi son detto "al massimo se vedo qualcosa di strano, sospendo l'uso". Penso però che se non si agisce sul movimento (con prodotti o sforzandosi di non muovere la faccia) c'è poco da fare.
      Gli INCI non sono bio, alcuni dei prodotti non contengono siliconi.
      Baci!

      Elimina
    2. Grazie per l'ulteriore chiarimento :). Gli inci non mi fanno impazzire, ma ho notato comunque una certa cura.

      Elimina
    3. Di nulla! :)
      Penso che alcune formulazioni non possano essere migliori di come sono già ma potrei dire una scemenza! :D

      Elimina
  11. Non c'è più la tua foto in giacca e cravatta :-(

    RispondiElimina
  12. Grazie per questa "carrellata" di recensioni, sto giusto in questi giorni approfondendo il brand e sei stato chiarissimo. Quello che mi ispira di più è "buffet", ma devo dire che dopo averti letto sto rivalutando la vitamina C :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te! Perdere il filo del discorso con un post così lungo è facile! :D
      La vitamina C è un ingrediente ottimo secondo me, fermo restando che bisogna trovare il prodotto più adatto. Ho visto che venderanno proprio la polvere di acido ascorbico e son curioso!

      Elimina
  13. Come promesso, eccomi qui! :P Ho letto con molto interesse questo articolo, come ti dicevo punto questi prodotti da un po' e leggo sempre volentieri le review che l iriguardano. Che peccato per il Ceffeine Solution, speravo fosse un buon prodotto per le mie occhiaie da panda. :( A questo punto allora proverò la linea alla vitamina C!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io avevo alte aspettative ma per me è stato solo un prodotto in più nella routine :/

      Elimina