lunedì 2 marzo 2015

|Cinquanta sfumature di grigio|
Tutta colpa di Freud
|I segreti di Osage County|

Cinquanta sfumature di grigio (2015)

Titolo originale: Fifty Shades of Grey
Paese di produzione: Stati Uniti d'America
Durata: 125 minuti
Genere: sentimentale (???)
Regia: Sam Taylor-Johnson

Anastasia è una studentessa di 21 anni con i capelli particolarmente piatti e sfibrati che decide di sostituire l'amica per intervistare un grosso manager ed ha la saggia idea di non informarsi nemmeno di sguincio, sia mai che fai una figura di cacca. All'intervista Anastasia è intimidita dalla figura algida di Mr. Grey, tanto da bisbigliare le domande ma non al punto tale dal chiedergli cose private sulla sua vita o da chiamarlo per nome. 
Da quel momento la nostra protagonista non farà altro che pensare a Christian Grey, e un giorno BOOM se lo ritrova a lavoro a farle proposte oscene e fissarla.
Una sera Anastasia esce insieme ad alcuni amici, e, dopo una serie di cicchetti, decide di chiamare Grey, come in genere fanno le 12enni. Chrì sentendola ubriaca decide di accorrere in suo soccorso. 
Anastasia però sviene, così il giovane manager la porta nel suo albergo. Da quel momento lui decide di stalkerarla amabilmente, dicendole oscenità a uso intercalare e sbattendole in faccia il suo status simbol di riccone.
Fra una cosa e l'altra, un accordo di riservatezza e una pomiciata, Christian decide di rivelare ad Anastasia la sua stanza dei giochi e il suo segreto: lui non fa sesso, lui scopa.


Superato il momento di imbarazzo tocca però ad Anastasia rivelare il suo segreto: è vergine.
Per Grey cambia tutto, e non servono più i giochi. E così, dopo anni di onorata carriera fra le vestali, BOOM Anastasia si concede al bel ragazzo.
Ma prima che i giochi si facciano difficili, Anastasia deve firmare un altro contratto. 
In pratica una relazione a tre: io, tu e il notaio.
Ogni singolo dettaglio deve essere stabilito per forma scritta, e così la sottomessa diventerà oggetto a uso e consumo del dominatore. 
Seguirà un frenetico scambio di e-mail che nemmeno per la fusione di due imprese, fin quando Christian si stufa e decide di darle una dimostrazione, tipo quelli porta a porta della Vaporella... più o meno. 
Anastasia per amore, decide di discutere il contratto e di farsi la piastra ai capelli... ma riuscirà questo amore a convivere con i modi distaccati, ma ansiolitici di Christian? 
E riuscirà a mantenere la piega anche con la treccia?
Ok, è un film assurdo e ridicolo con una quantità di sospiri da andare in iperventilazione ma, in qualche modo, contorto mi ha fatto nascere un pensiero serio: quanto riusciremmo a sopportare una persona, e quanto saremmo disposti a cambiare per lei?
Per il resto, una pellicola senza arte né parte, con crateri narrativi e banalità lanciate a caso.

Voto 4 e un cuoricino per gli addominali di Mr Grey

***
Tutta colpa di Freud (2014)
Paese di produzione: Italia
Durata: 120 min (versione cinematografica)
Genere: commedia
Regia: Paolo Genovese

Non so se ricordate, ma ormai un anno fa questo film aveva creato un tedioso dibattito su vari blog a cui risposi in questo post. La frase incriminata era quella detta da una ragazza lesbica che, dopo essere stata lasciata, tenta una strada diversa: uscire con gli uomini. Ma il racconto è un po' più articolato perché il film presenta appunto 3 personaggi principali: Sara, la lesbica appunto, Marta e Emma. Hanno tutte dei caratteri ben definiti, ma tutte la stessa abilità di complicarsi la vita.
Marta ad esempio vive nel mondo dei sogni tanto da non accorgersi che l'uomo che le piace da anni, non se la fila. Emma invece, pur essendo quella più decisa e forte, si è invischiata in un rapporto con un uomo decisamente più grande di lei e con un matrimonio non ancora alle spalle.
A subirne i piagnistei, le lamentele e i momenti di gioia è il padre, Francesco, nonché psicanalista.
Un film leggero che, senza troppe pretese, vuol rappresentare uno spaccato della vita di questi personaggi, della loro evoluzione o involuzione. Una bella colonna sonora. So che è stato adattato e allungato a miniserie ma non l'ho visto.

Voto 6 - 
***
I segreti di Osage County (2013)


Titolo originale: August: Osage County
Paese di produzione: Stati Uniti
Durata: 130 min
Genere: drammatico (di quelli pesanti)
Regia: John Wells

Voi direte che la causa sia certamente il mio scarso gusto e conoscenze a livello cinematografico, ma d'altronde qui non ci diamo tante arie.
Io questo film non l'ho capito.
E' un racconto tratto da un'opera teatrale ed ha un cast pazzesco ma la storia non mi è sembrata così forte. Stento a definirla un corale, perché i personaggi che hanno scena maggiore sono certamente le donne: la madre Violet (Meryl Streep), la figlia Barbara (Julia Roberts) e, in un certo senso, l'altra figli, Ivy.
L'aspetto sicuramente positivo è che le vicende dei personaggi vengono montate pezzo per pezzo durante la pellicola. I segreti di ognuno vengono sfogliati come le pagine di un libro man mano che si prosegue la visione, ed è un crescendo che porterà alla scoperta del segreto più grande. Dall'altro lato però c'è troppa roba messa in mezzo, troppe liti, troppi intrecci, troppe discussioni a volte evitabili con il risultato che non riesce a coinvolgerti.
La cosa peggiore, che fa crollare questo castello di carte, è che la detentrice di molti segreti è proprio la madre Violet, ma che è una pazza con un tumore in bocca, assuefatta agli psicofarmaci, con un'infanzia difficile e stronza come poche. Voi affidereste mai anche solo un pacco di patatine ad una donna così?
Alla fine del film, mi sono sentito distinguamente frastornato.
Mi tocca dare due voti.
Voto 10 per la recitazione, 5 per la storia, fate voi la media.



31 commenti:

  1. Osage County immaginavo fosse elegante e potente, la trama di questi romanzoni però mi blocca sempre.
    Tutta colpa di Freud... ancora ricordo il casino, che poi non so se ricordi, fu svelato proprio sul mio blog che la storia della ragazza lesbica era ripresa da una piece teatrale scritta e recitata proprio da una lesbica (che figurava tra gli autori del film), nulla insomma che potesse scatenare le preoccupazioni dell'Arcigay come era sembrato -__-

    50 sfumature non me lo sono mai cagato manco come libro, mi sa di opera da supermercato con qualche sculacciata in più... per lo oche represse forse ha stabilito l'apertura di qualche gabbia mentale, però :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarebbe stato potente se non fosse stato confusionario. Mi pare tanto un'occasione sprecata!

      Ricordo... che casino XD Tutta colpa tua ovviamente, altro che Freud.

      Ma te li ricordi i romanzi Harmony?

      Elimina
  2. Ho sentito tante di quelle critiche su 50 sfumature che sono nel dubbio di guardarlo solo per poter avere più elementi per poterlo criticare per bene anch'io. Ma ho paura di restare traumatizzata da tanta schifezza...

    Ellie - indiellie.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Naaa, non è così drammatico, però pur guardandolo con un occhi diciamo più distaccato e senza pregiudizi ho fatto fatica ad apprezzarlo.

      Elimina
  3. Veramente il film 50 sfumature bla bla mi ha decisamente stufato anche se non sono andata a vederlo e non ci penso lontanamente! Non posso guardarmi un video su youtube in santa pace che subito parte il trailer. Ma come si fa anche solo a girarla una roba del genere? A sto punto preferisco i vampiri di Twilight :D:D:D Gli addominale me li guardo in foto :p

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahha vederli in foto è la miglior soluzione :D

      Elimina
  4. Lui scopa.....e lei fa il settebello con la matta! xD
    Scusa,ma m'è scappato ;P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah io sono più per ruba mazzetto!

      Elimina
  5. Li ho visti tutti e tre:
    -delle 50 sfumature già ti ho detto come la penso;
    -Tutta colpa di Freud a me non è dispiaciuto, se non altro non è ansiogeno come gli altri due (e Gassman è sempre un bel vedere);
    -I segreti di Osage County mi ha lasciato l'amaro in bocca, però Meryl Streep è sempre una grande :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. P.S. sto ancora ridendo per le carte :D

      Elimina
    2. Tutta colpa di Freud non è male, un pochino lento in alcuni punti ma promuovibile.
      I segreti di Osage County mi ha deluso davvero!

      Elimina
  6. 50 sfumature: 90 minuti di applausi.

    RispondiElimina
  7. "La cosa più interessante da fare stasera è scofanarmi di caramelle alla frutta. E mi sta pure bene così."
    Così farai felice il tuo dentista :-o

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma devi leggere il post non i miei Tweet xD

      Elimina
  8. ...e alla fine delle 50 sfumature lei scopa e lui è vergine :)

    Mi sono sbellicata!

    RispondiElimina
  9. mi hai fatto morire con la trama di 50sfumature :D
    Tutta colpa di freud lo vidi in tv, è stato carino anche se dal titolo mi aspettavo qualcosa di più "mentale".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' la trama che abbiamo pensato tutti, ne sono certo!
      Anche io me lo immaginavo più introspettivo in qualche modo!

      Elimina
    2. è il titolo che frega!

      Elimina
  10. I segreti di Osage County e' uno
    di quei film che ti lasciano l'amaro in bocca. Troppo teatrale per il cinema. A me è piaciuto ma sono di parte. La recitazione ha di gran lunga compensato la trama e mi ha soddisfatto. Ma se pure Meryl e Julia recitassero il lungometraggio di Peppa Pig sarei convinta che ne tesserei le lodi! Gli altri due non li ho visti ma sopravviverò lo stesso. Abbraccio Pier.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La recitazione è da Oscar, il problema sono i personaggi. Se lo avesse fatto un cast più scarno avrebbe avuto meno appeal.
      Abbraccio :)

      Elimina
  11. Il tuo riassunto di 50 sfumature è perfetto. Tra l'altro il problema di Anastasia non erano solo i suoi capelli ma anche quelle discutibili ballerine a punta che non cambiava mai!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sono sfuggite, ma non credo andrò a ripescarmele!

      Elimina
  12. la cosa più bella di 50 sfumature è stato vederlo in sincrono e i nostri commenti, con momenti di singhiozzo che stavo a morì XD tutto ciò resterà indeleBBBole nella mia mente x gli anni a venire ahahahaha Quindi... non vedo l'ora esca il secondo!! :D
    Ah ti ho spoilerato la fine perchè ero qualche minuto avanti XD roBBBa da galera!!
    Ok mi placo giurin giurello.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahaha anche io attendo il secondo! Mi raccomando, non lo vedere prima di me!!!!!

      Elimina
  13. Non ho visto nessuno dei tre film.... il primo di sicuro non me lo vado a recuperare! La tristezza è stata leggere gli stati su Facebook delle amiche che facevano il conto alla rovescia per andarlo a vedere, con tanto di madri, sorelle, cognate.... per poi dire, a visione ultimata, che è stata una delusione... ho letto il primo libro e sono arrivata a metà del secondo, poi la scrittura era quel che era e ho interrotto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Deluse?! E che si aspettavano?
      Mi hanno detto che le battute del film sono le stesse del libro D:

      Elimina
  14. Quello che hai scritto sul famoserrimo (e ormai stracciapalle) 50 sfumature m'ha fatta morire di risate. Io ho letto il libro - sì, lo ammetto, ma non m'ha risvegliato nessun istinto masochista nè sono diventata ninfomane - e mi pare di capire che se già il libro non è un capolavoro, il film è ancora più cretino e banale. Oltre al fatto che Mr.Grey doveva essere uno gnocco che ti fa sparar sangue dalle narici come fanno i giappi e invece l'attore che hanno scelto a me ricorda una triglia surgelata.

    Tutta colpa di Freud io l'ho visto nella versione miniserie e devo dire che mi è piaciuto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mr Grey ha proprio una faccia pacioccosa. Non ispira sadismo nemmeno a mettercisi!

      Ah grazie di averlo confermato, io lo persi in tv!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...