lunedì 2 febbraio 2015

Sono cose che capitano

Il mio grado di tolleranza, alias ti faccio il sorriso, annuisco e tivogliobenemaciao, nel corso degli anni si è ristretto come una maglia lavata a caldo, che da XL ti diventa un crop top.
Non reggo molte delle abitudini del genere umano, quindi in parte anche me, ma almeno sono quasi sicuro di non sottrarre tempo e energie a nessuno.
Me ne sto per conto mio. Al massimo scrivo qui dove tutto è rifuggibile con la X in alto a destra.
Fra queste abitudini, quella che nell'ultimo periodo ha piantato il suo chiodo nelle mie cervella, proprio lì in mezzo, deriva più che altro dall'espressione

E' capitato!

Cosa?
Perché?
Dove?
Fatti una domanda che la risposta te la do io.

Sì, sei cretina/o!

Non so se sia la mia mania di controllo onnimperante a parlare, ma ogni volta che la sento quelle due paroline, mi viene l'orticaria e il mal di mare nello stesso momento perché immagino l'interlocutore, come su una barca in mezzo al mare, senza più il comandante.
Tipo la Concordia per fare un esempio.

Come drammaticamente vi immagino, voi a cui le cose capitano.
Mi chiedo, ma una persona con un minimo di raziocinio, conscia delle proprie azioni, non si rende conto di quello che fa e dice?
O meglio, una persona anche poco lontana da fare cicli ripetuti di TSO, non si rende conto che quando fa un gesto, proferisce una parola, accetta o rifiuta una qualche questione, pone una catena di eventi che inevitabilmente porterà ad una conseguenza?

Voglio dire, io posso essere anche buono e comprensivo ed ammettere che le cose capitano.
Tipo ti capita che la piega ti viene di merda. Che hai usato sempre le stesse cose, ma i capelli, non c'è niente da fare, scazzano.
Ti capita di ritrovare una tua ex compagna del liceo da Tiger, ormai sposata e con figli, nemmeno fossero passati 20 anni dagli esami di stato.
Capitano i Tweet di Gasparri, perché in fondo le disgrazie capitano.
La ruota bucata  alle tre di notte capita, e io c'ho pure un video che lo dimostra mentre parlo da solo dicendo che non potevo farci nulla perché vivo di sensi di colpa e mi son fatto tipo 200 metri con la ruota a terra, che io sono scemo e mica la so cambiare.
E poi che fai, ti fermi e aspetti che qualcuno ti aiuti?
E i maniaci? Quelli capitano sempre.
Ti capita un brutto voto ad un esame, che quel giorno il prof fa lo stronzo e tu c'hai i crampi allo stomaco e tanti auguri, 18 e ciao mamma guarda come (non) mi laureo.
Capita il ragazzo stronzo, che chi dice che non ne ha avuto uno, mente.
Però pure lì col tempo un po' il naso te lo fai, e i peggio te li schivi come le buche della strada che portano a casa. Ormai la sai a memoria anche senza lenti a contatto.

Però, tu, nel dubbio, quando c'hai l'ormonella che non ti fa capire nulla e manda il sangue nei posti sbagliati, non la dare.
Che stai pur certo che vestito e seduto composto, le cose non capitano.
E magari non ti ritrovi da Tiger a far provare le coroncine alla tua primogenita.



E a voi, siete gente a cui le cose capitano?





37 commenti:

  1. Ciao gioiaaaaaaa!! (ahahahaah un po' te lo meriti!!) ok, sono talmente abituata a disquisire con te che tutto ciò mi suona molto familiare e come già ampiamente commentato, ma il finale con le prove delle coroncine da tiger mi ha stesa!!! XD

    RispondiElimina
  2. Dio quanto ti lovvo...
    eper scelta, non per destino, che capita di lovvarti, no no... è proprio consapevolezza d'amore la mia
    che dirti?
    no, non sono una alla quale le cose capitano, sono una che un po' le cose le subisce, maledettissima io... però va beh, me la smezzo tra me e me stessa, e cerco di non far pesare le coincidenze o le disgrazie a nessuno... o forse un pochino lo faccio perché sono social dipendente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Subire, subiamo un po' tutti cara, ma certe cose ce le cerchiamo è indubbio!
      Condividi col mondo che fa bene :D

      Elimina
  3. Le cose che a me capitano sono nell'aria, perché significa che me le faccio capire. Potrebbe essere un meccanismo innescato molto tempo prima.
    Ma nulla capita per caso, sia filosoficamente che realmente.
    Nel primo caso, quello filosofico, ci mettiamo tutti i contrattempi e le sorprese extra-pianificazione. Nel secondo, tutto ciò che viene da noi^^

    Moz-

    RispondiElimina
  4. Io comunque sono sempre più dell'idea di rapirti e portarti a vivere qua con me e battezzarti come fratello. Sul serio. Che poi io un letto in più ce l'ho, sicchè!
    Perché te mi assomigli più di quanto pensi! Son sicura che io e te insieme riusciremmo ad intavolare uno di quei discorsi talmente assurdi che, alla fine, ci risulterebbe sensato e logico.
    Pier, mettiti un francobollo in testa e vieni da Misa!
    Ps: sì, di cose me ne capitano. Ma tante!

    RispondiElimina
  5. Certe cose ti capitano, ma concordo col tuo ragionamento, assai...!
    Pier mi hai fatto morì con Gasparri!!!

    RispondiElimina
  6. Certe cose ti capitano, ma concordo col tuo ragionamento, assai...!
    Pier mi hai fatto morì con Gasparri!!!

    RispondiElimina
  7. Da me si dice: " capita anche alle migliori famiglie ".
    Però Gasparri no, dai.
    E' un presagio di sventura quell'uomo. :-P

    RispondiElimina
  8. Legge di Murphy: se qualcosa può andar male, lo farà.

    RispondiElimina
  9. Ora che ci penso... ho cambiato decine di gomme a terra... ma mai alle tre di notte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E direi meglio così! Io sono stato fortunato ad essere vicino casa!!

      Elimina
  10. Eh già... legge di Murphy: ne ho parlato sul mio blog qualche giorno fa, è proprio così: se dalle mani ti cade una fetta di toast, sarà sempre la parte imburrata a spiaccicarsi sul pavimento. Dovresti leggere il mio penultimo post e troverai le risposte. ^^

    Ispy 2.0

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Parli con me o con Capricornus? Io l'ho letto XD

      Elimina
  11. Tutto ciò che è fuori dalla mia giurisdizione mi capita, il resto no, lo controllo come un'ossessa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, noi siamo due corpi (il tuo è più figo) e un'anima!

      Elimina
  12. Questa espressione io non riesco proprio a dirla. Ma mica perchè son figa, è che sono sempre stata convinta che tutto succeda per colpa mia. Pure quando non è CHIARAMENTE colpa mia, io sto di merda lo stesso. Sono l'anima gemella di chi adora dare la colpa al prossimo insomma. Giuro che ci sto lavorando.

    (L'immagine è magnifica, pure io me li immagino così)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Interessante, dal lavarsene le mani al darsi tutte le colpe. Ci devo riflettere!

      Elimina
  13. No, guarda! Io quelli che dicono "E' capitato!" credendo di di poter così giustificare ogni cosa mi mandano in bestia!!!

    Ti abbraccio pier, sei sempre fortissimo e ti adoro!

    RispondiElimina
  14. Parli con una che è rimasta con una gomma a terra oggi per la prima volta. Forse lo dovevo capire prima di fare 15 km che, quel suo tendere un po' troppo a destra, era un cattivo presagio... per fortuna è capitato che erano le 18.45 e non le tre di notte... e che mio fratello era a dieci minuti da lì!
    Per il resto... ci si arrende al destino dell' "è capitato"? Per alcune cose può essere pure vero... ma per altre... un po' di sale in zucca e certe cose non capitano!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se tende a destra credo sia colpa dell'asse :D Ma sono una capra in questo.
      Forse è proprio il sale in zucca che manca :D

      Elimina
  15. PERCHE' SONO COSE CHE CAPITANO, CAPITOOO??? :p
    comunque, al di la di casi di sfiga estrema, come dice Kanachan, le cose non capitano, tendenzialmente te le fai capitare, il che è anche più drammatico o_o

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noi siamo i fratelli sfigation, però c'è chi ne fa un baluardo eh XD

      Elimina
  16. Conosco bene, purtroppo, la storia del professore stronzo, sopratutto se si parla dell'ultimo esame -.-
    Comunque sono un maniaco del controllo, cerco di non trovarmi mai in certe situazioni, ma credo che non sia sempre un bene.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In che senso non è un bene? Dici che troppo controllo non fa bene?

      Elimina
    2. Assolutamente, diciamo che a volte le cose accadono perché DEVONO accadere!

      Elimina
  17. Eh,a volte purtroppo capitano.Poi possiamo dare la colpa agli ormoni,ai momenti di debolezza,ad una botta di coglionaggine,all'inconscio.....ma a volte ti trovi in situazioni che non sai manco tu perchè e percome ti ci sei ritrovata,e non sempre è facile uscirne.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda lungi da me dire di essere perfetto, però penso che con gli anni controlli un pochino le botte di ormoni o coglionaggine :D Tipo che impariamo dal nostro passato. Io ci provo praticamente ogni giorno, un passo alla volta.

      Elimina
    2. Un po' sì,ma certe situazioni sono tsunami emotivi dai quali è difficile difendersi.Se si parla solo di quella cosa lì,l'ormone non mi ha mai fatto fare *troppe* cazzate.
      Ma il mio cuore,quello sì.
      E di dire "è capitato",mi è capitato,e lì non c'era davvero nulla che potessi fare ;)

      Elimina
    3. Al cuor non si comanda. Secondo me però il fatto è che quando seguiamo il cuore siamo così fortemente convinti che è la strada giusta, come se stessimo ragionando!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...