venerdì 9 settembre 2016

{Recensioni film}
Mister Chocolat - Io prima di te - Suicide Squad

Settembre si porta dietro qualche pellicola nuova, e direi per fortuna perché questa estate è stata da scazzo cinematografico. Poi qui piove e che vuoi fare?
Ho recuperato qualche film tutto sommato recente ma non c'è stato nulla che mi abbia impressionato tanto da volerlo rivedere.

Mister Chocolat (2016)


Titolo originale: Chocolat
Genere: drammatico, biografico
Durata: 110 minuti
Regia: Roschdy Zem
Uscita in Italia: 07 Aprile 2016
Paese di produzione: Francia

Non so cosa mi avesse spinto a vedere Mister Chocolat, forse il trailer. 
La storia - che non conoscevo - è quella del clown Rafael Padilla/Kanaga/Chocolat, il primo artista nero ad aver calcato i palcoscenici in Francia, ma il film si ispira soltanto alle vicende realmente accadute.


Da quanto ho letto in giro pare che, nonostante gli stereotipi razzisti dell'epoca, non ci fosse così tanta differenza fra chi fosse "vittima e carnefice" negli sketch del duo comico (molto spesso Chocolat, grazie alla sua bravura era in "vantaggio" rispetto a George Footit); inoltre sembra che Rafael Padilla non finì così tanto miseramente i suoi giorni solo perché era uno spaccone a cui piacevano le donne e il lusso come viene mostrato nel film, ma semplicemente si trovò ad avere alterne fortune lavorative una volta che il duo si era diviso e la morte della figlia a causa tubercolosi contribuì a farlo sprofondare nella depressione e nell'alcolismo. Insomma varie cose che sembrano aggiunte nel film giusto per smuovere compassione, nostalgia e tristezza nel pubblico.
Un film che francamente mi ha annoiato a tratti e non mi ha lasciato granché se non la voglia di conoscere di più dei protagonisti e delle loro vicende, visto che non è riuscito nell'intento di colmare alcuni vuoti. Mancano dei veri e propri approfondimenti ad esempio sulle condizioni dei neri dell'epoca, sulla lotta al razzismo che avrebbe reso il film più attuale. I personaggi sono raccontati con superficialità, soprattutto Chocolat, che sembra giusto un povero sciagurato; ne esce meglio Footit che risulta più complesso caratterialmente.
Bravi gli attori, sia Omar Sy (per quanto la sua sia una parte abbastanza piatta) che James Thierrée, piacevole la fotografia e i colori, finale toccante, ma per il resto per me è evitabile. 

Voto 5

***

Io prima di te (2016)



Titolo originale: Me before you
Genere: drammatico
Durata: 110 minuti
Regia: Thea Sharrock
Uscita in Italia: 1 Settembre 2016
Paese di produzione: UK, USA

Non prendetemi per cinico o peggio ma questo Io Prima di te non mi ha fatto commuovere come pare stia succedendo a tutti coloro che l'hanno visto.
L'ho trovato un film ben fatto, scorrevole e per nulla furbino, al contrario di Mister Chocolat, ad esempio. Ma, a parte il finale effettivamente toccante, intenso e in un certo senso inaspettato, (ma comunque non così sorprendente visto che le opzioni erano due), non ha rispettato le mie aspettative.
O avevo aspettative troppo alte.


Non so esattamente se il film ricalchi bene il libro da cui è tratto ma in ogni caso mi baso su quello che ho visto e non su quello che (non) ho letto.
Non ho apprezzato molto il personaggio di Louisa, o meglio, per quanto Emilia Clarke sia bravissima a non riproporre una Daenerys senza parrucca, mi hanno dato fastidio le sue costanti faccette e questa ondulazione delle sopracciglia. Mi aspettavo magari quelle facce con un look un po' meno variopinto per bilanciare i due aspetti, ma così per me è troppo. Anzi, a proposito, come fa una ragazza con difficoltà economiche ad avere tutte quelle scarpe? Un personaggio bizzarro al limite dell'irreale, che alterna momenti di stupidaggine totale, a momenti in cui sembra si svegli, diventando sexy e allo stesso tempo super intellettuale; non manca, come in molti film, la scena (odiatissima!) in cui lei si mette a leggere otto libri in una volta o dove si trasforma in Cenerentola con un abito. Tutto questo mi pare che un po' cozzi con i temi delicati del film. 
Inoltre, per quanto Louisa sia il personaggio principale, non abbiamo un background sulla sua vita. Della sua famiglia, ad esempio, si sa molto poco.
Ho preferito Will che invece ha dimostrato un carattere più articolato, un misto fra cinismo e rabbia ma anche dolcezza, rassegnazione e allo stesso tempo voglia di vivere e molto altro. Anche le sue vicende sono più ricche di avvenimenti, seppur condensati in poco tempo, e son riuscito a cogliere la sua storia in maniera coerente.
Insomma per farla breve l'ho trovato un film televisivo, che non credo meriti così tanto scalpore, non originale nella trama e con dei punti che mi hanno lasciato perplesso. Ha qualcosa di Quasi Amici e Colpa delle stelle (senza però i dialoghi senza senso), non l'ho trovato brutto, ma non mi son serviti i fazzoletti. 


Voto 7

***

Suicide Squad (2016)



Genere: fantascienza, azione
Durata: 123 minuti
Regia: David Ayer
Uscita in Italia: 13 agosto 2016
Paese di produzione: Stati Uniti

Avevo letto tantissime recensioni negative su Suicide Squad, ma tante tante al punto che stavo per non guardarlo. Di mio non sono un fan dei fumetti e ancora meno dei film basati sugli stessi. Ma superate queste remore e visto il film mi son chiesto cosa si aspettasse la gente.
È un film fantascientifico basato su effetti speciali, combattimenti, battute ad hoc, buoni e cattivi che si scontrano per la salvezza del mondo. E quindi, dov'è il problema?



Non credo che qualcuno abbia voluto dare alti intenti socio-psico-filologici a questa pellicola, immagino, e magari il fumetto da cui è tratto non è fra i meglio riusciti,  ma sinceramente Suicide Squad mi è sembrato un film coerente, che ha rispettato le mie aspettative, mi è parso piacevole e nelle sue due ore non mi ha fatto sbadigliare. 
Il cast è ricco, e sono stati tutti abbastanza bravi. La storia, per quanto semplice e a tratti banale, si fa guardare e non mi ha annoiato
Non ho capito bene i confronti fra il Joker di Jared Leto rispetto ai suoi predecessori, e non ho capito perché farli 'sti confronti visto che le sue apparizioni sullo schermo si contano sulle dita di una mano e durano giusto pochi minuti
I dialoghi sono un po' scarni e la colonna sonora sembra quasi vintage alle nuove generazioni; magari se non siete appassionati di fumetti potreste trovare sprecati i soldi del biglietto intero, ma come film che va ad alternarsi ad altre pellicole più profonde e articolate penso possa andare bene.


Voto 6



E con questo vi saluto e vi aspetto ai prossimi tre film.
A presto!





16 commenti:

  1. no dai a "Mister Chocolat", la sufficienza, alla fine, tutto sommato, la si concede... E a "Suicide Squad" io avrei dato 7, ma io per i super eroi ho un debole foooooorte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stavo per dare qualcosa in più, ma poi ho ripensato alla superficialità con cui è descritto il personaggio di Rafael e francamente ho abbassato il voto!

      Elimina
  2. Tra quelli elencati ho visto solo "Io Prima di Te". Anche io mi aspettavo qualcosa di più, come uno sviluppo maggiore della storia d'amore, ad esempio.
    Tuttavia la commozione per me non è mancata.
    Buon week end.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, da come ne parlavano sembrava dovesse essere un filmone con una costruzione psicologica dei personaggi e della loro storia d'amore molto più articolata.
      Buon week end :)

      Elimina
  3. Ancora non ne ho visto nessuno, per ''Io prima di te'' sono in dubbio... Non mi sono informata abbastanza, ho visto un mezzo trailer ma senza spoilerare mi sono convinta che qualcuno muoia in quel film (magari mi sbaglio!) e non ho voglia di film ''piangenti'' per quanto possano essere ben fatti. So che non è un film di spessore...ma sono più attratta dal ritorno di Bridget! XD
    Un caro saluto Pier (I'm back!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bentornata :D
      Ehmmm mi sa che hai capito bene e mi a che è meglio Bridget :D

      Elimina
  4. Suicide squad l'ho trovato un giocattolone divertente,certo la Marvel è fatta di ben altra pasta <3 <3 <3
    Ed il film piangione lo aspetto scatola di Kleenex alla mano!Che a me tante volte basta anche solo una pubblicità XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, divertente, leggero. ci sta anche per i non appassionati!
      Secondo me ti basta il ditino XD

      Elimina
    2. No no guarda la sottoscritta è un caso patetico, sono proprio una vecchia frignona XD

      Elimina
    3. Allora prepara i fazzoletti :D
      Son curioso di sapere che te ne pare!

      Elimina
  5. Suicide Squad non è esattamente il mio genere ma tutti ne parlano, quindi mi sa che prima o poi mi tocca vederlo giusto per non farmi cogliere impreparata. Che poi magari è meno peggio di quanto mi aspetti :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me ti divertirà :) Si può fare tranquillamente anche se non ami genere e/o fumetti!

      Elimina
  6. Da "Mister Chocolat" mi aspettavo qualcosa di più anche perchè avevo letto delle critiche entusiasmanti, invece sono rimasta delusa.
    Per quanto riguarda "Io prima di te" ho letto il libro e mi è bastato, mi incuriosisce invece "Suicide Squad" presto andrò a vederlo.
    Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io mi aspettavo di più da Mister Chocolat.
      In che senso il libro ti è bastato? Non ti è piaciuto?

      Ciao :)

      Elimina
  7. mi manca il primo, gli altri due li ho visti e, ognuno a suo modo, mi sono piaciuti. Sto leggendo il romanzo da cui è tratto "io prima di te" e per ora è piuttosto fedele alla pellicola. ps anche a me dava fastidio il personaggio di Lou all'inizio ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ti perdi nulla se non hai visto Mr Chocolat ;)
      Lou mi ha davvero irritato, assurdo come personaggio in una storia tanto delicata. Fortuna che poi migliora un po'!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...