sabato 3 ottobre 2015

Inside Out (2015)

Che io non abbia cuore è noto anche su Marte, dove oltre all'acqua potrete trovare tutte le persone che ho trasformato in pietra con un solo sguardo.
Ma poi arrivano certi film che mi fanno ricredere sul fatto che forse il mio cuore può tornare a battere e la mia mente a sognare.
Mi riferisco a Inside Out


Paese di produzione: USA
Durata: 94 minuti
Genere: animazione, commedia, drammatico
Regia: Pete Docter

I film di animazione non fanno per me, ma non credo sia dovuto al fatto che io sia un novello Mr. Scrooge. Forse dipende dal fatto che da bambino mi alzavo all'alba pur di non perdere un cartone animato su Italia Uno.
Borse e occhiaie al solo pensiero.
E col tempo cresci e cambi gusti, è fisiologico.
Io ad esempio sono quello che recuperò Frozen con ampio ritardo. O che l'ultima volte che è stato al cinema a vedere un film di animazione è stato nel 2012 per Ribelle.
I cartoni balzano al mio interesse come le monete da un centesimo: chi le considera?
Poi ho sentito in giro che Inside Out sarebbe stato un balsamo per l'animo.
Una farfalla che riesce a volare anche in un giorno di pioggia.
Per i più piccoli, con le stelle ancora negli occhi, sarebbe stato un altro film animato, ma noi "grandi" che guardiamo le cose in maniera più grigia, potevamo leggerci altro in questa pellicola.
Ho sentito che ci saremmo un po' tutti domandati cosa possa essere avvenuto, dopo quei 33 secondi dalla nostra nascita, per aver fatto nascere Tristezza nella nostra testa.
E come la nostra stessa mente sia stata affollata da Paura, Disgusto e Rabbia.
Ho sentito che ci saremmo un po' tutti domandati come queste emozioni abbiano potuto prendere il sopravvento e diventare il nostro pane quotidiano.
E i nostri Ricordi Base? Quale abbiamo perso? Come? Quale isola della personalità è crollata per farci essere quello che siamo?
Impauriti, schifati, incazzati, e depressi.
Non potevamo vivere spensierati di sola Gioia?
Eppure, un film animato mi ha ricordato una cosa forse ovvia. Un semplice pensiero.
Citando(impropriamente) un Machiavelli a caso
non partirsi dal bene, potendo, ma saper entrare nel male, necessitato
Dobbiamo passare dal male, per arrivare al bene.
Tristezza, Paura, Disgusto e Rabbia, non possono sostituire Gioia, ma possono aiutarci a trovarla.


Possono alternarsi ad essa per farcela apprezzare ancora di più. 
Così semplice, ma così dato per scontato.

Che dirvi, la Pixar c'ha azzeccato. Inside Out è un film che pareggia i piatti della bilancia fra una storia comprensibile ai bambini, e l'emotività, il divertimento e la leggerezza che può toccare i più grandi.
Mancano alcune sfumature, questo sì. Ad esempio Riley la vediamo più da dentro che da fuori, e dentro, ciò che vive, è molto incasellato in cinque emozioni. Ma d'altronde è un film che si volge ad un pubblico di bambini, non complichiamogli la vita.
Riflessivo e non (troppo) banale.

Voto 8 e mezzo

14 commenti:

  1. L'ho trovato illuminante, la stanza dell'astrazione e l'elefante rosa mi hanno fatto innamorare di questo film. Se devo trovare una pecca indico i disegni, la grafica non mi ha fatto impazzire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io ho trovato la grafica molto semplice. Più curato l'"inside" che l'"out" ma comunque è pur sempre kids oriented ;)

      Elimina
  2. Con un po' più di tragedia dentro l'avrei preferito. Tipo la scena dell'amico immaginario, bellissima, ma volevo ancora di più! :D Sono un sadico bbastardo.
    Comunque bel film, non mi ha fatto impazzire come invece è successo a molti. Forse non mi ha conquistato troppo lo svolgimento degli eventi dentro la testa della bimbina. Troppo prevedibili, o lineari. Hanno mostrato molti aspetti ma senza troppo approfondirli. Insomma, contento ma volevo qualcosina di più. Dragon Trainer resta il film d'animazione imbattuto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dragon Trainer mi manca, e magari lo recupero :)
      Più drammatico credo avrebbe causato l'inondazione delle sale con i pianti delle creature XD

      Elimina
    2. Eheh,io vado pensando sia fatto su misura per me, sticazzi dei bambini. Dragon Tranier recuperalo. Per me è il miglior film d'animazione fatto. Ed è strano perché tutto sommato non ha una storia innovativa però... ha quel che... vedrai :D

      Elimina
    3. ahahaha fai bene, i bambini puzzano XD
      Lo guarderò, promesso :D E ti saprò dire.

      Elimina
  3. a differenza tua (e come sai già...) a me piacciono i film di animazione, questo ancora mi manca (sai anche questo..) ma è in lista. Ne ho sentito pareri positivi e negativi, ma in generale a me i cartoni della pixar piacciono, li trovo sempre originali sia per le storie che per i disegni. Vabbè commento privo di contenuti originali perchè già sapevi tutto XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non importa che i contenuti siano originali, basta che ci siano XD

      Elimina
  4. Devo ancora andare a vederlo, sono super curiosa!

    RispondiElimina
  5. Anche io ho recuperato Frozen da poco. Ma a differenza tua li amo i cartoni. Devo dire che a proposito di "Inside out" ho letto belle cose e alcune meno. Discorsi filosofici e piuttosto complessi. Rilassiamoci però è pur sempre un cartone animato.
    Carino, adatto a tutte le fasce d'età capace di strappare sorrisi o farci riflettere. E basta no? Un abbraccio :)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mariella, hai perfettamente ragione!! E' un cartone, che per quanto adulto, per quanto profondo possa essere, resta un cartone che credo voglia principalmente intrattenere in modo semplice!
      Un abbraccio a te :)

      Elimina
  6. Allora io ieri volevo vederlo, che peccato che mi sia addormentata a mezzanotte... e svegliata a mezzogiorno di oggi. ._.
    Recupererò giuro.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...