lunedì 28 ottobre 2019

|P_laylist|
Queste non le conosce nessuno!🙋🏻‍♂️

Durante le mie ultime P_laylist mi avete più volte detto che non conoscete molte delle canzoni che ascolto e di cui parlo, e per me è quasi un complimento, ché di contenuti tutti uguali, ripetitivi, stantii penso che siamo tutti pieni. Io stesso, se nel mio quotidiano non aggiungo anche solo piccole novità mi annoio, per cui leggere sempre delle stesse cose diventa per me poco interessante. Spero sempre di darvi nuovi stimoli (non si facciano battute) e se qualcosa risulta nuova o diversa rispetto a quello che già conoscete, spero solo vi faccia piacere.
La classifica dell'ultimo mese e mezzo circa è davvero costellata di novità musicali, e nemmeno di roba tanto brutta come può sembrare.


23 - Giusy Ferreri Momenti Perfetti



Strano ma vero Giusy Ferreri non si trova alla fine di questa mia classifica perché reputo strettamente brutta Momenti Perfetti, ma mi sembra che la cantante vada appunto in due modalità: c'è la versione estiva con i pezzi dance caraibici, Rio Maravilha, e poi c'è la versione autunnale dove manda queste ballate che sembrano sempre le stesse, quattro parole ripetute in modo più o meno diverso. Capisco essere commerciali, ma così non credo si faccia musica.

22 - Levante Magmamemoria


Una penultima posizione anche al nuovo album di Levante, Magmamemoria, uscito il 4 ottobre. La logica della mia opinione deriva dal fatto che, pur notando la capacità di autrice di Claudia Lagona, e pur capendone la maturazione artistica, io la trovo ripetitiva. Sono soprattutto le sue intenzioni che mi suonano ripetitive, ed il modo in cui le espone, che sembra oscillino sempre fra delicatezza ed incazzatura.



Dopo aver ascoltato per intero Magmamemoria, non mi è rimasto in mente nessun pezzo, non ho avuto voglia di approfondire un pezzo, non ho avuto soprattutto il desideri di ascoltare di nuovo il disco. Tra l'altro mi trovo anche poco affine alla definizione dell'album stesso, riguardo a questo collegamento che fa col passato, addirittura come specchio del futuro. È un problema mio, lo capisco, ma che ansia Levy.

21 - Emma Marrone - Fortuna


Sembrava che la carriera di Emma Marrone dovesse subire una battuta d'arresto a causa purtroppo di una malattia che ha segnato parte del percorso della vita dell'artista, e temevo che questo "imprevisto" avesse una scadenza a data da destinarsi. Ma fortunatamente già dopo un mese dall'annuncio, il 20 Settembre scorso, di una pausa proprio per prendersi cura della sua salute, Emma è tornata non solo con un nuovo album giorno 25 Ottobre, ma anche ovviamente con un tour che culminerà con una grande festa il 25 Maggio per segnare i 10 anni di carriera.
Insomma una ragazza fortunata, la sua pausa è durata meno di quanto immaginassi, ma il suo nuovo disco è esattamente come me l'aspettavo.



Avevo già bocciato Io sono bella, la scorsa playlist, e l'album si è dimostrato il solito mix pop-rockeggiante con innesti di un paio di ballad, che secondo me sono i pezzi che le riescono meglio, e qualche accento che strizza l'occhio al rap e alla dance, tutto cantato sugli stessi argomenti e con lo stesso stile di cazzimma e pathos. Finito il disco me ne sono dimenticato in fretta annoverandolo all'insieme della discografia di Emma che poco ha influenza su di me.


20 - Ariana Grande, Miley Cyrus, Lana Del Rey - Don’t Call Me Angel 



Tanta noia anche questo singolo del terzetto femminile, Grande - Cyrus - Del Rey. È vero che non si tratta di un brano ufficiale, ma fa parte della colonna sonora del prossimo Charlie's Angels, ma quando si parla di cantanti così note nel panorama mondiale (pure mia madre conosce Ariana insomma) tutto acquisisce più serietà. Strano ma vero, la parentesi Lana Del Rey, per quanto sembra che canti un'altra canzone, mi dà quasi una ventata di freschezza in un pezzo che sinceramente mi ha annoiato molto presto.

19 - Camila Cabello - Easy



Stessa sorte per Easy di Camila Cabello e questo punto vi starete chiedendo cosa la ascolti a fare, per poi lanciarla così in basso in classifica. È che nessuna di queste canzoni per me è oggettivamente orrenda solo che non abbiamo impattato. Temo che l'album di Camila possa avere sonorità troppo omogenee per piacermi.


18 - Lindsay Lohan - Xanax 



Adoro il trash e la sfacciataggine di Lindsay di tirar fuori un pezzo intitolato Xanax, a dimostrazione non solo della sua autoironia ma anche della versatilità. Dico solo

Risultati immagini per ci sarà un tour gif

17 - Andrea Bocelli - Return To Love ft. Ellie Goulding


Quando su Youtube mi apparso fra i suggerimenti quest duetto fra Andrea Bocelli e Ellie Goulding la mia perplessità ha galoppato a 100 all'ora, ed in effetti non avevo tutti i torti. Il brano non ha nulla che non vada, se non la solita tiritera romantica, ma pensavo che la congiunzione delle voci risultasse strana, ed invece mi sono ricreduto. L'interpretazione di Ellie nel video ha l'intensità di un rosario durante la Novena delle 19 tanta la partecipazione, ma son sicuro che Return To Love possa far innamorare zie e prozie di tutta Italia.


16 - Selena Gomez Lose You To Love Me / Look At Her Now



Confesso che son fra quelli che non ha mai capito benissimo il successo di Selena Gomez come cantante, nonostante capisca che un pubblico più giovane di me possa apprezzarla, e certamente far parte quotidianamente del gossip nell'inciucio con Justin Bieber e Hailey Baldwin, aiuta a restare sempre sui giornali, ma le centinaia di milioni di follower che raccoglie non le capisco. Se non sapete di cosa o di chi stia parlando chiedete alle vostre nipoti pre-adolescenti e vi sapranno ragguagliare.
Fino ad ora mi son tenuto abbastanza alla larga dalla sua musica, eppure però gli ultimi due singoli mi hanno incuriosito ed in (minima) parte convinto.
Look At Her Now ha suoni interessanti, che in radio saranno anche convincenti, mentre Lose You To Love Me è una ballad schietta, che Taylor Swift ha definito la miglior canzone di Selena Gomez.



Non è che ne sentissi proprio bisogno, visto che entrambe le canzoni parlano di riprendersi dopo la rottura da una relazione, giusto per restare in tema, ma ho sentito di peggio.

15 - Celine Dion - Imperfections / Courage /Lying Down


Celine Dion fa Celine Dion e le riesce bene, ha i suoi fan che la seguono, comprano ogni cosa che butta in classifica, e cantando anche in francese espande il suo pubblico a dismisura, ma a me questa tripletta che anticipa l'album Courage non mi ha proprio entusiasmato. Se devo sceglierne una quasi sotto tortura, Lying Down è quella che ha soddisfatto un po' di più il mio orecchio, ma il resto si assesta in una mediana di già sentito.

14 - Katy Perry - Harleys In Hawaii


Sprofonda Katy Perry nella mia personalissima classifica di gradimento. Purtroppo Harleys In Hawaii non mi ha ammaliato sin dal primo ascolto. Ho provato a darle due, tre, quattro chance, ma ogni volta scendeva già come un bicchiere d'acqua: nessun sapore, nessuna particolare emozione. Ha un suo senso sicuramente all'interno di un album e in questa stagione per quel filo di malinconia che evoca, ma per il resto a me non ha colpito.


13 - Coldplay - Orphans / Arabesque 



Ritornano il 22 Novembre con un nuovo disco intitolato Everyday Life che pare sarà sperimentale, e un secondo album previsto già per il 2020, e questi Coldplay mi sembra possano avere un progetto interessante. Il primo singolo, Orphans, non è esattamente il pezzo sperimentale che mi aspetto appunto, ma ha un testo che vi invito a leggere con attenzione (o cercarne il significato come ho fatto io).



Più diverso, almeno per lo stile dei Coldplay, mi è sembrato Arabesque, che diciamo ha spinto la band al momento un po' più in basso in classifica, ma devo dire che messa così si prospetta un disco che potrei aver piacere ad ascoltare (ma sono pronto a ricredermi, visto che di A Head Full of Dreams non mi piaceva poi granché).

12 - OneRepublic - Somebody To Love



Fanno un passo avanti i OneRepublic che con Wanted non mi avevano convinto, ma che con Somebody to love hanno attratto il mio parato uditivo. Non è un vero e proprio singolo ma per il momento ce lo facciamo bastare.


11 - Charlie Puth - Mother / Cheating on You


Perde un po' di posizioni Charlie Puth, che avevo ascoltato molto più che volentieri in I Warned Myself, perché gli ultimi singoli mi hanno attratto un po' meno. Apprezzo comunque la crescita che ha avuto, specie considerando che prima detestavo sentirlo in radio.



Sia Cheating on you che Mother hanno delle produzioni che non sono del tutto vicine al mio gusto, pur restando gradevoli. E pure lui è tanto caruccio per cui sì, undicesima posizione.

10 - Noah Cyrus - Lonely



La più piccola e la più emo di casa Cyrus è anche la più interessante da seguire secondo me. Anche lei è ancora una 19 enne e quindi deve ancora crescere, ma proprio per questo merita più spazio, e c'è sempre tempo per cambiare opinione. Si capisce che appunto Lonely è il brano di una ragazza giovanissima, ma secondo me dimostra una certa intensità, che può diventare si spera un giorno, qualcosa di più profondo.

9 - James Blunt - Cold



Vi ricordate You're Beautiful? Ecco io non sentivo James Blunt dall'epoca, poi una sera in radio ho ascoltato il suo nuovo singolo per caso, e per un attimo non riuscivo nemmeno a ricordare di chi fosse quella voce. Probabilmente sono rimasto l'unico in Italia ad ascoltarlo, ma devo dire che Cold mi è rimasta in mente. Poi Blunt merita una chance anche solo per il fatto che nei suoi video è sempre nudo al freddo, e mi fa tenerezza mischino. Ho ascoltato parte di Once Upon a Mind, il suo nuovo album uscito giorno 25 Ottobre, ma qui e lì mi è sembrato troppo cupo, e comunque preferisco prenderlo a piccole dosi.

8 - Kesha - Raising Hell ft. Big Freedia


Dopo queste cantilene per fortuna arriva Kesha a darci una svegliata con un nuovo pezzo frizzante, radiofonico, simpatico, ma un po' inquietante. D'altronde, come lei stessa ha detto in una intervista, anche alle persone migliori, ogni tanto, piace fare del male, a volte senza uno scopo. Ma c'è anche chi ha letto in Raising Hell, e soprattutto nel video, una metafora di ciò che è accaduto alla cantante.

7 - Tiziano Ferro - Accetto Miracoli



Tiziano Ferro apre la zona più calda della mia classifica, come dicono quelli con voce diaframmatica alla radio. Se però si prende solo una settima  posizione un po' è colpa sua, perché Accetto Miracoli è la solita ballata già sentita sia da lui che dagli altri; ma è colpa anche dei suoi fan che me l'hanno spammata in tutte le storie di Instagram. La prossima volta datevi una calmata, anche se è un bel pezzo.


6 - Marco Mengoni - Duemila volte / Il destino davanti / Calci e Pugni



A proposito di bei pezzi lenti, anche quello di Mengoni mi è piaciuto, ma ho dovuto fare la media con Calci e pugni, ma soprattutto con Il destino davanti che abbassa un po' la media. Non è che abbia capito molto bene il suo progetto: in pratica ha rilanciato l'album Atlantico (che per me non era nulla di così spaziale) aggiungendoci un disco con dei live del tour, ed appunto questi tre inediti. Un po' un riciclone e niente di nuovo sotto al sole, comunque.

5 - Harry Styles - Lights Up 



Non ho mai parteggiato particolarmente né per i One Direction uniti né quando si son divisi ma credo che Harry Styles abbia messo insieme alcuni dei pezzi più interessanti fra i componenti della band una volta diventati solisti. Non mi interessa poi molto se si tratta di una sorta di coming out mal celato del cantante, con cui tanto non ho molto a che spartire, ma Lights Up mi dà respiro.  Sesta posizione meritata.


5 - Faouzia - You Don't Even Know Me



Entriamo nella parte della classifica con i brani che ho ascoltato in loop negli ultimi mesi e fra questi c'è Faouzia, giovanissima (ha solo 19 anni!) cantante di origine canadese-marocchina, che già tempo fa mi aveva fatto innamorare della sua voce. Di You Don't Even Know Me però non mi piace particolarmente la versione ufficiale, ma questa sorta di unplugged piano-voce. Qui si parla davvero di cantanti che nessuno conosce, ma che meriterebbero più spazio.

4 - JoJo - Joanna



Mi ha colpito moltissimo la nuova canzone di Jojo. Ve la ricordate con Leave (Get Out) nel 2004? E con Too Little Too Late, nel 2006? Un successo mondiale che all'epoca la portò in cima alla Billboard a soli 13 anni, prima di qualunque Ariana Grande, Selena Gomez e Taylor Swift del caso. Eppure da quel momento è sparita per colpa di problemi con la casa discografica. La conseguenza è che nel corso degli anni, pur pubblicando EP e musica, non è riuscita a portare un progetto consistente che la facesse tornare in auge. In Joanna racconta un po' quelle che sono state le critiche, i finti consigli e gli appunti che si è sentita dire nel corso degli anni. Un pezzo breve, ma molto amaro, e conoscendo anche solo superficialmente cosa è successo nel dietro le quinte, mi ha colpito.


3 - Ben Platt - River (da The Politician)



Se avete visto la serie potete capire come mai una cover tratta appunto da un telefilm abbia una posizione così alta. Forse uno dei pochi momenti toccanti di The Politician, ma di questo ne parliamo presto. Questo brano però mi ha portato a voler conoscere un po' di più su Ben Platt, che oltre ad essere attore, tra l'altro rodato da anni in teatro, è ovviamente anche cantante, ed ha pubblicato pure un album a marzo di quest'anno chiamato Sing to Me Instead, che spero di recuperare presto. Terzo posto e fazzoletto a fianco.


2 - James Arthur - Homicide Love 



Io e James Arthur abbiamo un rapporto di amore ed odio: non mi sembra un tipo raccomandabile, a pelle non mi ispira tantissima simpatia, e tempo addietro aveva fatto dichiarazioni non propriamente incoraggianti, e mi spiace ricordarlo ogni volta perché si parla di anni fa, ma penso sia giusto perdonare senza dimenticare. Tuttavia ogni cosa che canta (o quasi) mi arriva pazzescamente.

Homicide love, nella sua estrema semplicità mi è rimasta in mente e non ho smesso un attimo di sentirla. Certo è un pezzo mistracciolevesti, ma si sposa benissimo con la pasta della voce di James. Ho dato un ascolto anche all'album che ha pubblicato il 18 Ottobre, intitolato You, e pur non essendo rimasto estremamente colpito, l'ho trovato un lavoro ben fatto che ascolto con piacere. 

1 - Christina Aguilera - Haunted Heart



Il mio primo posto va a Christina Aguilera e Haunted Heart, che un po' come per River non è un singolo vero e proprio, ma è tratto dalla colonna sonora del nuovo film di animazione La Famiglia Addams. Voce, sensualità, ironia, leggerezza, mischiate a sonorità più jazz, e non le solite robe che sentiamo ogni giorno (capito, Ariana?!), che non solo si adattano al periodo di Halloween e al film appunto, ma funzionano benissimo come pezzo a sé.
Cosa vogliamo dire ad una cantante che dopo 20 anni di carriera riesce ancora a cantare dal vivo meglio che in studio?




16 commenti:

E tu cosa ne pensi?

Info Privacy

  1. Finalmente stavolta ne conosco diverse, tra cui soprattutto quelle in coda alla classifica che mi ispirano...... proprio come te.... 😜
    P.S. Ma tu cosa ne sai del rosario durante la Novena?
    Non sarai mica un vecchio comaro di chiesa? 😂😂😂😜

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ooooh bene, almeno ogni tanto le mie conoscenze sono nazional-popolari 😁🤣

      No, non sono un vecchio comaro di chiesa, ma ogni volta che ci passo davanti qui in paese sento tutte le pie donne recitare le preghiere :D

      Elimina
  2. Solo io non avevo ancora sentito la nuova di Tiziano? :o
    Orphans molto bella.
    Comunque mi erano tutte sconosciute... :o

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora sono stato utile per una volta :D
      Che ne pensi di TZN? Ha fatto anche la versione spanish!

      Elimina
  3. Devo decisamente aggiornarmi, ma su spotify ascolto poi sempre le stesse cose.
    Tiziano credo sia uno dei pochi (se non l'unico) cantante italiano che ascolto sempresempresempre dall'era dei tempi quindi per me qualunque canzone faccia mi entra in testa :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non conoscevo questa tua passione per Tiziano :D! Anche io devo dire che comunque lo ascolto sempre, poi non sempre amo tutto, ma una chance la merita :)

      Elimina
  4. Ci vuole tempo per ascoltarle tutte, ripasserò dopo ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non c'è fretta e nemmeno obbligo 😊 ascolta solo quello che ti attira se ti va

      Elimina
    2. Ne ho riconosciute alcune, alcune sono belle, ma solo una entrerà probabilmente nella mia selezione di ottobre e novembre, però non ti dico quale, la scoprirai ;)

      Elimina
  5. Molte le conoscevo, ma solo perché le passano in radio.
    Ecco, io in molti casi, non so nemmeno chi siano i cantanti ( quelli italiani a parte ).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero allora che trovi qualche novità che ti piaccia :) Magari non abbiamo gli stessi gusti ma mai dire mai :D

      Elimina
  6. Devo ascoltare bene la Aguilera, dunque.
    Marco Mengoni io l'adoro ma le ultime canzoni mi hanno lasciato piuttosto fredda. Questo nuovo singolo non è male ma neanche al livello di suoi lavori passati.
    Baci.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Son d'accordo con te su Mengoni, ma già dall'ultimo album devo dire che mi ha preso meno.
      Baci :)

      Elimina
  7. Io non ne conoscevo manco una, sono decisamente fuori dal giro :D Ma davvero esiste ancora James Blunt? :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahaha sì esiste ancora, anche con mia grande sorpresa :D Spero che almeno qualcuna ti sia piaciuta :)

      Elimina

Vi sono piaciuti