mercoledì 28 ottobre 2015

|Beauty Cues Special|
The P(i)erfect Skin

Da un po' di tempo qui da me si parla anche di creme&cremine per il viso, ma la doverosa premessa è che ci sono pochi cazzi: se non ti fai una pulizia del viso come si deve, tanto vale che risparmi soldi.


Stendere una crema o un fondotinta su una pelle impura, con pellicine, pori larghi quanto imbocchi autostradali, punti neri, equivale praticamente a insozzasi ancora di più.
La pulizia del viso anzi può utile anche se non usi nulla, ma almeno una volta al mese ti prendi cura di te, ti rilassi e ti fai la pelle bella
Chi non vuole la pelle bella tipo Emma Stone?
Ecco. 
In genere si pensa che la pulizia del viso la fai solo se hai la pelle particolarmente grassa o con brufoli, ma a mio avviso dovrebbe essere un diritto e un dovere costituzionale per chiunque.
Da ex portatore insano di acne, ero solito andare dall'estetista per farla ma era un dramma.
Uscivo da lì che ero deturpato per almeno due giorni, pronto per una puntata di American Horror Story.


Il problema principale era la sua mania di schiacciare e spremere le impurità nei pori, che sì, elimina le schifezze, ma se sono una mozzarella devi cercare di farmi arrossare il meno possibile. Invece neanche maschere e massaggini vari che poi faceva miglioravano la situa.
Mettici pure che costava un bel po', e visto che col tempo non avevo più grandi esigenze, mi sembrava uno spreco.
Ho dovuto affinare quindi una tecnica casereccia tutta mia, che fosse funzionale, facile, economica e per nulla snervante per eliminare le imperfezioni da questa faccia e dare un miglioramento generale della pelle. 
Una pulizia del viso casereccia che sì, ha diversi step, ma mica devi farli tutti. Ma non devi fare nemmeno come dico io, visto che non sono un professionista
Tu magari hai una tecnica migliore e se la condividi siamo tutti contenti.
Io intanto condivido la mia.

Le regole generali sono:
  • elimina le tracce di trucco ma non deterge troppo il viso per non aggredire eccessivamente la pelle;
  • se va bene a me, magari non va bene a te; ascolta la tua pelle;
  • scegli quale passaggio può fare al caso tuo (e quale no) in base alla tipologia di pelle;
  • gli effetti migliori si vedono con la costanza;
  • la pulizia del viso è meglio farla il giorno in cui devi far lo shampoo, così non insozzi i capelli.
  • dedicaci del tempo, non è una maratona;
  • la pulizia del viso va fatta una volta al mese, in teoria, ma poi la fai in base alle esigenze.

Step 1: apri i pori


Nei pori si accumula la morte.
Sebo, polvere, residui di strato corneo, creano un tappo che poi diventa un punto nero, che poi diventa un brufolazzo il giorno stesso che hai deciso di mollarla al dirimpettaio.
Aprirli, o meglio allargarli è quindi il primo passo della nostra pulizia del viso.
Esistono aggeggi che ti sputano vapore caldo che allarga i pori, ma qui vogliamo la via più economa. Il vecchio metodo della pentola d'acqua che bolle e tu ti ci ficchi sopra con la testa coperta, funziona alla grande. Specie se ci metti dentro un po' di bicarbonato o le pastigliette di Lush.
Tutto bello, ma io ho la pelle chiara e non voglio capillari rotti grandi quanto il delta del Po.
Quindi devo andarci cauto, e piuttosto che spararmi vapore, preferisco prendere un pannetto, un piccolo asciugamano, un panno in microfibra o quel che è, bagnarlo con acqua calda e tenerlo un po' sul viso fin quando raffredda e così un paio di volte. E' ovvio che i pori non si aprono bene come un bagno di vapore, ma non si può avere tutto e se hai la pelle che tende alla couperose ti sconsiglio di eccedere con troppo calore o troppo freddo. 


Step 2: esfolia.


L'esfoliazione della pelle comporta l'eliminazione delle cellule morte e elimina una minima parte di impurità. Il metodo più semplice è usare un prodotto che contenga dei granuli che, con una azione meccanica, scrubba la pelle.
Ma mica vuoi scuoiarti, specie considerando che:
  1. faremo altri passaggi,
  2. la pelle va trattata con cura,
  3. rischi solo di arrossarti 
Per cui non calcare la mano come un ossesso. 
Ancora peggio è se magari hai tanti brufoli o crosticine, che non vogliono essere irritate. 
Lo so che la tentazione è quella di portarli via con la carta vetrata, ma non funziona, te lo garantisco. Per cui scegli un prodotto che sia scrubbante ma anche emolliente, quindi meglio un esfoliante in crema in questo caso. Per mantenerci low profile, il vecchio miele, zucchero e goccio di latte va più che bene. 
Fai dei massaggi circolari, lo lasci un po' in posa, e dopo sciacqui vai tutto sempre con acqua tiepida, così da mantenere i pori aperti.

Step 3: Oil Cleansing Method


Appena la gente sente parlare di olio sulla pelle, ha paura e scappa a gambe levate, nemmeno vedesse Lady Gaga senza trucco. 
Invece questa è la parte che mi piace di più di tutta la pulizia del viso. 
Se cerchi in rete ti spiegano che "l'olio elimina l'olio", come se sciogliesse il sebo naturale della pelle e quindi si portasse via impurità, punti neri, tracce di trucco ecc ma allo stesso tempo andasse a riequilibrare quelle zone più secche del viso. 
Ti ricordi il vecchio e caro Olio d'Oriente Indiano, tanto discusso e che nessuno sapeva usare come si deve e tutti odiavano? 


Ecco, era la stessa solfa più o meno. 
Prendi dell'olio e inizi a massaggiarlo sul viso, insistendo sulle zone in cui sai di avere più impurità, come se cercassi di farle uscire con la pressione dei polpastrelli. Non essere aggressivo, ci vuol decisione ma dolcezza, come quando apri lo yogurt. 
Ti devi intingolare bene, quindi serve all'incirca un cucchiaino colmo di olio.
La causa del possibile fallimento di questo metodo è la scelta della materia prima: l'olio vegetale
Il fatto che un olio sia naturale non vuol dire che faccia bene a tutti. Specie se hai la pelle tanto acneica, alcuni oli possono portare ad un peggioramento della situazione. Si chiama comedogenicità.
Per me che non ho grossi problemi va bene anche l'olio di oliva tagliato però con un olio che lo renda meno denso. Tipo jojoba o cocco o quello che trovo. Anche l'olio di semi di girasole va bene. 
Sulla densità degli oli, googla per saperne di più e trovi quello che fa al caso tuo. 
Dicevamo, ti spiattelli l'olio sul viso e massaggi, almeno per 5/10 minuti
E visto che sei unto, puoi fare anche un massaggio rilassante e distensivo
Ti consiglio il video della mia amica Lisa Eldridge.


Finito di massaggiare, prendi il pannetto in microfibra o in spugna di cotone (ma che sia morbido), lo bagni per bene in acqua calda, e rimuovi via tutto l'olio. Ripeti fin quando senti la pelle decisamente meno unta.
Se temi questo passaggio, prova in una zona piccola, ad esempio il naso, e vedi che risultati ti dà.

Step 4 (non obbligatorio): rimuovi i punti neri


Quando dico che questo step della pulizia del viso non è obbligatorio, intendo dire che non dovresti farlo. Ma alla fine lo facciamo tutti.
I precedenti (e successivi) passaggi ti lasciano una pelle liscia, luminosa, morbida ma anche senza impurità. Almeno dovrebbero.
Purtroppo però capita che qualche punto nero più accanito, non ci voglia lasciare.
Il mio consiglio è di non toccarlo, perché con la costanza di fare ogni mese la pulizia del viso, andrà via anche quello. Inoltre se per togliere un punto nero invisibile, finisci per diventare più rosso delle vecchie Millelire, tanto vale lasciar stare.
Ma se ti prepari ad una serata importante (vedi liaison con dirimpettaio di cui sopra) magari vuoi che il tuo viso sia perfetto. 
A me capita di dover agire meccanicamente sul naso, dove i punti neri sono più tenaci.
La soluzione possono essere i cerottini elimina impurità. Li fanno Essence e Nivea, ad esempio, ma non sempre funzionano.

Ho provato solo quelli Essence e su di me funzionavano a fasi alterne.
L'altro metodo è la vecchia spremitura: tendi la pelle, individua il punto nero, e con due dita avvolte da un fazzoletto (pulito) fallo uscire premendo delicatamente.
Ti avverto: il contro della spremitura, oltre all'eventuale arrossamento della pelle, è che il poro resti aperto, con la conseguenza che il punto nero si forma prima. E, spremere troppo, porta ad una eliminazione eccessiva del sebo, quindi ti si secca e screpola la pelle. Vedi tu.

Step 5: richiudi i pori


Conclusi i primi 3 (o 4) passaggi, l'ultimo step è quello di richiudere i pori, eliminare le ultime impurità e gli eventuali residui di olio rimasti sulla pelle. 
Come fai tutto questo? Con le vecchie e care maschere all'argilla. Le maschere all'argilla sono un mondo a sé, ne esistono a vagonate, da economiche a costose. Te le puoi fare pure a casa con un po' d'argilla bianca, verde, rosa o come vuoi, aggiunta ad acqua. In rete ci sono miliardi di ricette.
Ti avevo parlato ad esempio della Mascherita Piperita di Lush o della Mud Mask di Montagne Jeunesse, o della maschera all'argilla rosa di Erboristica di Athena'sma ce ne sono davvero tante altre e te ne parlerò in futuro.
Il consiglio generale è di scegliere qualcosa che sia un minimo anche lenitiva, disarrossante, e non solo essiccante, sempre per l'idea che deve essere un trattamento dolce.
Rispetto a quando però faccio una maschera a caso durante la settimana, per la pulizia del viso mensile, in genere cerco di farla asciugare quasi completamente, in modo da assorbire meglio l'olio dello step 3. Quindi anziché lasciarla in posa 10 minuti, la lascio magari anche 15. Ma dipende dalla pelle. Se l'hai secca, non ti serve. 
E poi sciacquo con acqua fresca.

Alla fine di questa trafila dovresti avere una pelle liscia, morbida, compatta, luminosa, con una grana più fine. I punti neri ti hanno lasciato, almeno per un mesetto circa. Rimossa la maschera all'argilla, in genere vado in doccia e poi faccio la mia abituale routine viso. Ma se magari non vado subito, spruzzo un po' di tonico e basta. Tu ovviamente in base alla tua pelle puoi fare una maschera idratante o ciò che vuoi. 

Purtroppo non c'è una soluzione definitiva alle sozzure del viso, io stesso magari fra qualche tempo cambierò metodo, anche in base alla pelle, ma al momento questa è la soluzione più efficace su di me.
Può sembrare una trafila lunga ma ovviamente, oltre a non dover far tutti i passaggi, non devi fare necessariamente tutto in un giorno. 
E' una sorta di momento Spa, che fai a casa mentre mandi una playlist di Spotify. 
Spero che ti abbia dato qualche spunto per trovare la tua pulizia del viso ideale. 

Un bacio.







20 commenti:

  1. Uh, è tanto che non mi faccio la pulizia del viso, mi sono un po' trascurata ultimamente! La cosa dell'olio non la sapevo sai? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io è da un po' in effetti, devo essere sincero. Ma sfruttiamo l'occasione di questo post come reminder :D
      Se provi l'OCM fammi sapere :)

      Elimina
  2. Anch'io ho la pelle chiara e i capillari rotti, lascia stare il pannetto, che sempre caldo è, quindi fa comunque male (io l'ho detto, poi sta a te) xD Il calore della doccia is the only safe way!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il metodo è stra collaudato, e non mi ha creato problemi. Certo non che ti metti in viso un panno al limite dell'ustione, ma vapore della doccia (che sempre caldo è) o panno non è che cambi molto. Chi ha problemi di capillari deve in generale evitare sbalzi eccessivi di temperatura.

      Elimina
  3. mi hai fatto venire voglia di farmi una pulizia del viso come si deve che per pigrizia non faccio da un pò!
    Scusa la mia ignoranza in merito, ma per chiudere i pori non và bene anche il tonico?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dici al posto della maschera finale? O in generale?
      Al posto della maschera direi di no, cioè non puoi sostituire la maschera astringente col solo tonico a mio avviso. La maschera, oltre a chiudere i pori, va proprio ad assorbire il sebo (quindi anche eventuale olio dell'OCM), e si porta via qualche impurità.
      Il tonico non ha questo effetto. In generale però il tonico può essere astringente e quindi diciamo che ti aiuta in una routine a mantenere questi effetti.

      Elimina
  4. Per fortuna non ho grossi problemi di pelle (lo stesso non posso dire per i capelli, ultimamente sono la mia croce -.-) per cui vado di tonico ( mi sto trovando molto bene con quello della Essence, che tra l'altro sto usando anche come struccante visto che mi è finito lo struccante, appunto) e poi un gel per la pulizia del viso sempre Essence (ma non mi fa impazzire). Sono invece alla ricerca di una buona crema per il viso che vada bene di giorno e di notte e oh, anche dei soldi per comprarla :D

    RispondiElimina
  5. Voglio piangere, sono secoli che non faccio la pulizia del viso! Ad ogni modo, devo dire che ultimamente mi sto dando tra scrub, panno in microfibra, sapone al tea tree, tutto nella lotta contro gli odiosi grani di miglio e non voglio parlare ma pare che le cose vadano meglio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora spero che questo post sia fautore di pulizie del viso nel mondo :D

      Elimina
  6. ecco, mi hai fatto appena rendere conto di quanto tempo sia passato dall'ultima volta in cui mi sono fatta una pulizia viso decente ed in generale dall'ultima volta in cui mi sono presa un'oretta per me senza corse varie....;(

    RispondiElimina
  7. Che bel post Pier! Sai che non ho mai provato la tecnica del l'olio, se non ovviamente utilizzarlo per il semplice "strucco" ma in tal caso preferisco i burri detergenti che contengono ovviamente oli ma anche una parte più densa, io che ho la pelle mista credo che dovrò optare per uno leggero! I punti neri sono il mio cruccio, li ho piccoli e profondi, se non smetto di toccarli, addio! Voglio provare a fare questa pratica seriamente. Grazie delle dritte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie :)
      Ecco, il concetto diciamo che è molto simile a quello dello strucco, solo che si rivolge alla "detersione" del viso.
      Vedi con un po' di costanza come diminuiscono.
      Io ho pure la pelle mista/normale d'estate e l'olio d'oliva non mi ha creato problemi, ma se vuoi qualcosa di più leggero prova con jojoba! :) L'importante è rimuovere tutto bene, e non essere "violenti" da irritare la pelle :)

      Elimina
  8. Io uso i cerottini della Nivea... ma non molto spesso ehm ehm..
    Però funzionano benissimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non li trovo facilmente ma in generale non mi piace come tecnica.

      Elimina
  9. Tutto molto interessante! :-)/fortunatamente non ho molti punti neri,ma voglio proprio prendermi più cura della mia pelle... P.s. ma 'sto dirimpettaio fico me lo presenti prima o poi?! ;-)

    RispondiElimina
  10. Ti faccio uno spoiler: a breve arriva in Sicilia il progetto Veneto e se hai un Limoni o un Gardenia vicino potrai provare la cabina estetica con i prodotti Rodial: prova l'Hollywood Peel!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi piacciono molto questi spoiler :D Grazie dell'info!!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...