lunedì 28 luglio 2014

Compagni di scuola.

Non ho mai amato i revival, visto che molte volte o ti deludono o ti lasciano l'amaro in bocca.
Altre volte li trovi semplicemente inutili. Tipo le reunion con i compagni del liceo.
E' da più di un mese che su Facebook aleggia questo evento riguardo una rimpatriata, ed io ho glissato, scapolando la notifica come gli inviti a Candy Crush.
Il tempo è passato ed eccoci al giorno fatidico.
Mi arriva un messaggio dall'organizzatore dicendomi di dare conferma, e in quel momento mi chiedo
Perché?
Perché qualcuno dovrebbe essere così sadico da organizzare una rimpatriata?
Perché qualcuno dovrebbe essere così masochista da andarci?
Perché fare una rimpatriata considerando che il liceo è finito da nemmeno 5 anni?
Chiariamoci, non ho mai odiato particolarmente nessun componente della mia ex classe.
C'era molta disarmonia, e questo lo sapevano persino gli scarafaggi nei bagni.
In fondo non c'erano chissà quali motivazioni, o grosse rivalità, ma fra noi non funzionavamo.
Piccoli gruppetti abitavano la classe: c'erano i ragazzi, intenti a parlare di calcio, le ragazze intente a sparlarsi alle spalle, c'erano quelli convinti di essere fighi, c'erano quelli che volevano fare gli amici di tutti, c'eravamo noi, un po' sfigati un po' nerd.
Provare a fare incursione negli altri gruppi era fattibile ma a tempo determinato, per la tua personale salute mentale.
Le assemblee di classe poi erano i momenti in cui queste divisioni esplodevano in discussioni e litigate senza fine, che sottolineavano rimostranze tutte personali. Credo che qualcuno abbia ancora i video delle scenate fatti col cellulare.
Già con le varie feste per i diciottesimi si sottolinearono come stavano le cose e chi era davvero amico di chi, ma poi con l'esame di maturità vi fu il tripudio degli egoismi.
Ok, non si suggerisce, ma se per non farlo scappi dall'aula appena finito il compito, allora un pochino stronzo sei.
Finito il liceo ognuno ha preso giustamente la sua strada. Con alcune persone sono ancora in contatto, con altre non più, con altre ancora ho provato a riprendere i rapporti, finendo a tarallucci e vino.
E' vero, le persone cambiano, a volte crescono, ma ho ripensato a tutte le volte in cui ho incontrato al supermercato o per strada qualche ex compagno di scuola.
Ho ripensato a quanti rapporti ho chiuso per via di situazioni sedimentatesi in questi anni.
Ho ripensato alle persone che non ho più avuto voglia di sentire per svariate ragioni.
Ho ripensato alle occasioni mai colte di potersi risentire.
E mi sono chiesto, ma a che ci serve una rimpatriata?
Alla fine ho detto che sarei stato impegnato per la serata ma in realtà pensavo



E voi? Che rapporto avevate con i vostri compagni di scuola? Siete ancora in contatto?



37 commenti:

  1. Io non le trovo malaccio, anzi. E' divertente vedere come anche tu che sei cresciuto riesce a rapportarti con persone che magari prima non digerivi per niente. A me piacciono :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mmmh ti dirò Cervé di alcuni non mi importa proprio più nulla di nulla, e comunque in una serata non è che ci si può intendere come non ci si è intesi per 5 anni!

      Elimina
    2. Chiaro, io la prendo più come occasione per ''giocare''. Non è malaccio sperimantare situazioni ''nuove'', specie se anche tu in un certo senso sei nuovo rispetto a prima.

      Elimina
    3. Per gioco sì, ma per gioco mi guardo un telefilm xD

      Elimina
  2. Alcuni con cui andavo alle elementari e alle medie, li frequento tuttora.
    Epoca diversa, ovvero quella in cui si frequentavano principalmente le scuole di quartiere e quindi bene o male ci si conosceva già tutti e quindi i rapporti erano già cementati di suo.
    Alle superiori ho cambiato tre classi a causa di due bocciature, ma per lo più eravamo compagni di scuola niente più.
    Avendo già amici fuori dall'ambiente scolastico non avevo quella frenesia di farmi per forza degli amici e pur andando d'accordo con tutti, sono rimasto in rapporti stretti con pochi di loro.
    Con alcuni sono rimasto in contatto su Facebook ma a parte lo scambio di amicizia ci sono state si e no quattro parole in croce in tutti questi anni, quindi dubito accetterei una rimpatriata del genere.
    Ergo sono d'accordo con il tweet.
    Anzi diciamola tutta, forse non andrei nemmeno al funerale, al massimo andrei a mettergli qualche fiore al cimitero visto che la parentela dell'eventuale defunto mi sarebbe quasi totalmente sconosciuta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi pare di capire che anche tu non avendoci avuto un rapporto prima, non ne capisci il senso di averlo adesso! Un po' come me...

      Elimina
  3. Secondo me dipende quale rapporto hai esautorato con quelle persone. Ti parlo dei miei compagni di medie / elementari che a tutti i costi mi volevano per una rimpatriata de 'sta cippa,bene posso confermarti che non li vorrei vedere nemmeno se fossero gli ultimi persone sulla terra. Mi hanno fatto passare 3 anni (medie) da inferno,li ho detestati dal primo all'ultimo,facendomi passare per la emarginata della classe solo perché non ero la zoccoletta che si strusciava o che fumava o che altro? Pff. Sono fiera di quello che sono, certi elementi promettenti che dovevano andare nei licei più prestigiosi sono delle capre pazzesche e io che dovevo essere quella bannata,segnata e tutte le stronzate possibili vado in università,faccio lingue e sculetto. OLè. Scusa Pier,mi sono presa! ahah <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. *instaurato - maledetto cellulare.

      Elimina
    2. Io ho avuto la fortuna di non trovarmi mai troppo male in una classe, e mi spiace della tua esperienza perché comunque quegli anni devono essere vissuti con un minimo di tranquillità, ma il senso è proprio quello. Se prima non mi piacevi, perché dovresti piacermi ora?

      Elimina
  4. Io ci sono andata qualche volta ma più per un senso di rivalsa che altro. Cioè guardate come io sono diventata figa e come voi siete ancora uguali a voi stessi. Stronzi!

    RispondiElimina
  5. Il tuo tweet è bellissimo. Queeremente cinico.
    Insomma, le rimpatriate... bah. Io farei più quella del gruppo scout che quella con la classe. Sono in contatto solo con pochi di loro, in effetti.
    Oppure farei quella delle medie... più per i ricordi fighi che per altro ^^

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Moz! Io delle medie non ricordo nulla xD Però ancora incontro qualche mio compagno, alcuni mi salutano altri no.
      Gli scout però notteprego!

      Elimina
    2. Vai a mangiare la granita, va :p
      Gli scout sono stati un gruppo figo, per me... decisamente più che il gruppo della scuola superiore :)

      Moz-

      Elimina
    3. Ti immagino già con la camicia azzurra e i calzettoni!

      Elimina
  6. Ci ho riflettuto anche io e sinceramente... hai ragione. Penso che le persone con cui hai un buon rapporto e che ti interessa sentire ancora alla fine le vedi sempre e spesso queste reunion sono solo l'occasione per sfoggiare un po' di vanagloria (purtroppo). Meglio rimanere a casa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tesoro ci siamo capiti, piuttosto che perdere tempo con gente "ignota" che comunque hai avuto modo di conoscere!

      Elimina
  7. Io non ci sono mai andata..conoscendo certi elementi, la organizzavano solo per vantarsi della loro vita da figli di papà, e fare sguardi di sufficienza a te che avevi una vita come le altre.
    Alcuni li ho rivisti dopo, con un sorriso falsissimo stampato in faccia, ma oramai ci evitiamo bellamente. Solo con la mia compagna di banco son rimasta amica.
    Concordo con Moz, le rimpatriate migliori sono quelle delle scuole medie, quando ancora si pensava a divertirsi e basta...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ed hai fatto bene! Ma sai che proprio un attimo fa pensavo che pur se avessi una vita splendida e mi trovassi a raccontarla ad ex compagni di cui non me ne importa nulla, una volta tornato a casa mi direi
      "e quindi? Che ci ho concluso??"

      Elimina
  8. Di solito chi le organizza è lo sfigato che deve far vedere che è diventato qualcuno, se mai ci si possa definire tale a 25 anni...

    Nel mio caso non sono mai riusciti ad organizzare perché sostanzialmente non frega un cazzo a nessuno...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti a 25 anni a meno che tu non sia un figlio di papà, hai poco da fare....

      Almeno un comune impegno nel non essere falsi XD

      Elimina
  9. Il mio rapporto con i miei ex compagni di liceo si sintetizza bene col semplice fatto che alle reunion ci hanno provato una sola volta ad invitarmi, e poi mai più. La frase che hai twittato sappi che la adoro e che a tempo debito (prossimo invito a reunion, forse? :D) te la ruberò!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah puoi rubarla quando vuoi :D Spero capiscano non voglio essere più invitato!

      Elimina
  10. Per carità, io non c'andrei manco morta! Ma solo per la riunione con i compagni di liceo, sia chiaro! Di tutta la classe non ne sento nemmeno uno/a e ne sono felicissima! Ma tanto anche tra di loro la situazione non cambia tranne forse 2 o 3 persone rimaste ancora culo e camicia...
    Peccato solo che molti me li ritrovo tra i piedi lo stesso, vivendo in questo paesino di merda :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Invece quelli delle medie li incontreresti?? Io no XD Se capita ok!

      Elimina
    2. Quelli delle medie si! Son rimasta in contatto con tutti (tranne 3 ragazze con cui comunque non ho mai legato nemmeno ai tempi) quindi una rimpatriata non mi costerebbe nulla :) Anche con quelli delle elementari, sai? Solo che tre o quattro son in carcere/arresti domiciliari :D

      Elimina
    3. Ahahaha valli a trovare in carcere che magari gli fa piacere!

      Elimina
  11. Avevo visto la frase su Tweetter XD diciamocelo: le rimpatriate sono un po' una tristezza, per cui il funerale ci sta. Non importa il rapporto buono o cattivo che si aveva...se non hai più sentito quelle persone fino ad ora, vuol dire che non era poi una cosa importante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siamo nell'era delle comunicazioni, se ci si vuol sentire, anche solo per sapere come va, ci si sente subito in qualche modo!

      Elimina
  12. ho finito 10 anni fa il liceo, e non sono MAI riuscita a fare una rimpatriata...
    ti dirò che un po' sono curiosa, ma la cosa mi crea anche una certa dose insana di tristume...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dopo 10 anni lo capirei, in quel caso hai davvero potuto fare qualcosa nella tua vita, hai qualcosa da raccontare, ma dopo nemmeno 5 anni! Ed è comunque triste!

      Elimina
  13. concordo!!! anch'io ho sempre dato forfait... ;)
    ciao ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Audrey :D Ahahah hai fatto sempre bene!

      Elimina
  14. Io penso che fondamentalmente dipenda molto dai compagni di classe: se non c'è mai stata armonia, non vedo perchè forzare le cose e inventarsi amici tutto d'un tratto quando in realtà non lo si è mai stati, mentre invece se il gruppo è sempre stato unito, allora la cosa può essere piacevole. Io per esempio ho partecipato molto volentieri a una rimpatriata con i compagni delle elementari, mentre ho glissato come te quella dei compagni delle superiori, con i quali non avevo proprio niente a cui spartire!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Silvia! Esatto, infatti una mia ex compagna del liceo con la quale sono ancora in ottimi rapporti, è andata ed è rimasta delusa perché le dinamiche interpersonali erano molto simili a quelle che c'erano a scuola, per cui...

      Elimina
  15. Nessuna reunion. Fondamentalmente perché si dovrebbe partire da un'ipotetica "union" che, in realtà, non c'è mai stata ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah hai ragione Franco, consiglio una disunion, un incontro fra ex compagni in cui ognuno sparla dell'altro!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...