domenica 22 dicembre 2013

Candle(s)
Cosa sono le Yankee Candle e come si usano

Nell'aggiornamento di un po' di giorni fa vi avevo accennato che ormai sono in fissa con le Yankee Candle, e anche se ormai ve le tirano dietro ad ogni passo tipo riso agli sposi, io mica posso non dire la mia.




Confesso che all'inizio ero scettico e mi contorcevo ogni volta che ne sentissi parlare, e attingendo ai miei studi in sociologia, cercavo di capire come mai fossero tanto famose. Ché io mi pensavo fossero una moda tipo le espadrillas e i capelli a spina col gel: facevano schifo ma tutti li volevano. E poi a vedere tutto 'sto stuolo di fringuelle pimpanti, il dubbio che dietro ci sia tanto marketing e tanta azienda, mi era venuto.

Giunti però i primi freddi, mi sono impuntato: dovevo provare queste benedette Yankee Candle, dare loro un'altra chance. Le volevo, le bramavo, le desideravo e dovevo trovarle. E così è stato.
Ma per parlarvene meglio, togliervi qualche curiosità e confrontarmi, mi faccio delle domande e mi do delle risposte. Nnamo Marzù!

  • Cosa sono le Yankee Candle?
Yankee Candle è un marchio US di candele per la profumazione della casa e per auto. Esistono diversi formati, dalle jar grandi, alle medie, fino ai lumini e alle tart da brucia essenze, agli spray, ai diffusori elettrici.




Sono tutte composte da paraffina e aromi naturali. La particolarità sta nella scelta di fragranze, ampia e aggiornata, ad esempio la collezione autunnale e quella per il periodo festivo. Potrebbero essere suddivise in Cibi e Spezie, Festivi, Frutti, Fiori, Freschi, più alcune edizioni speciali, così son tutti contenti e loro vendono candele tutto l'anno.

  • Dove reperirle e quanto costano?
Esistono negozi monomarca Yankee Candle nelle grandi città, come quello che ho visitato a Bologna, ma si possono trovare anche da Coin e in alcuni negozi di articoli per la casa. Ovviamente basta fare una ricerca online per scoprire i rivenditori anche via e-commerce (eBay e Amazon UK ad esempio). Il costo va dai 28 euro per la giare grandi, a 2,19€ per le singole tartine. I prezzi variano a secondo se le reperiate online o in negozio.
Ogni mese due fragranze vengono scelte come fragranze del mese e quindi hanno un 25% di sconto.

  • Come si usano?
Le jar, i sampler e le tea light contengono già lo stoppino per cui possono essere utilizzate direttamente; le tart invece hanno bisogno di un brucia essenze, come quello per gli oli essenziali. Non tutte le profumazioni sono reperibili in tutti formati. 

Il mio brucia essenze: fa il suo dovere.

Il bruciatore è un semplice piattino con sotto uno spazio per poter inserire una candela neutra che possa sciogliere la cera e far diffondere l'aroma. Esistono ovviamente originali, ma li reperite anche nei negozi di articoli per la casa, e i negozi tutto ad un euro, tipo questo che vi ho mostrato su Instagram.

  • Quanto durano? 
La combustione va dalle 150 ore delle jar grandi, alle 6 delle tealight, alle otto delle tart. Ovviamente sono numeri approssimativi. Inoltre, in base alla profumazione, alcune sono più intense e persistenti nell'aria anche dopo averle spente, altre svaniscono più velocemente.

  • Opinione personale, tips e consigli.
So bene che, come mi avete fatto notare, non costano poco, ma resta uno sfizio del tutto superfluo. Da brava massaia, tuttavia, posso darvi qualche consiglio per non spendere troppo.
Intanto io prediligo le tart, perché costano poco, perché basta tagliare e far sciogliere un quarto di cialda per profumare, o anche meno. Questo quarto di cialda profuma per 4 o 5 ore, e spendendo poco posso provare varie profumazioni. Oltretutto, avevo provato la giara grande della Yankee Sicilian Lemon, ma non profumava nemmeno ficcandocisi dentro e dandosi fuoco col moccolo. Cosa che mi confermò anche un'altra ragazza, quindi non è che dici sei tu Pier ad avere la sfiga.

Le tart invece sono quasi tutte intense, ed è per questo che è meglio bruciarne piccoli pezzi, ma soprattutto consiglio di cercare un negozio fisico in modo tale da poterne sentire gli odori di persona.
Queste candele mi hanno dimostrato più che mai quanto i profumi siano soggettivi: se ad altri fanno schifo, a te magari piacciono e viceversa, quindi una descrizione serve a poco, meglio chiedere al proprio naso. Sentivo una ragazza su Youtube che le consigliava come regalo di Natale, che ok, la giara grande è bella da vedere, ma se devi causare un mal di testa a qualcuno meglio lasciar perdere, a meno che non si conoscano bene i gusti odorosi di quella persona. Quindi attenzione! Non esistono profumazioni buone o profumazioni pessime, va a gusto.

Bisogna dire che alcune sono piacevoli da tenere accese anche un paio di ore, altre una volta sciolte e emanato l'odore, possono essere troppo intense per cui preferirete spegnerle.
Ma come fare a risparmiare?
Intanto il brucia essenze: come vi dicevo il mio è stato acquistato nei negozi in cui vendono roba tutto ad un euro, e va bene che non è un oggetto di design, ma di certo spenderci 20 euro non ha ragione di essere. E questo fa comunque bene il suo lavoro.
Le tea light inodore da accendere sotto si trovano a pochi spiccioli, anche in pacchi da cento come quelli di IKEA.
Indicativamente tutte le tart possono essere riaccese un paio di volte, ma ovviamente l'odore diventa più debole e per alcune profumazioni varia. Io mi regolo così: la durata di una candelina corrisponde all'incirca alla durata di un quarto di cialda, diciamo 5 ore. Inoltre si capisce a naso: quando la tart non ha più profumo, o sente di cera, ha finito la sua vita e va tolta.
Finito il periodo di profumazione basta mettere il bruciatore in freezer per qualche minuto e la cialda viene via che è una bellezza. Se dovessero restare dei residui di cera basterà accendere "a vuoto" il brucia essenze e pulire i residui con un fazzoletto di carta.
Periodicamente se lo ficcate sotto l'acqua male non gli fa.
Che farsene di tart che non ci soddisfano? Mettetele negli armadi e nei cassetti come le classiche bustine che sanno quasi sempre tristemente di lavanda.
Cosa fare con i fondi delle tea light usate per sciogliere le tart? Le ricicliamo per fare delle decorazioni natalizie.

E questo è quanto riguardo le linee generali sulle Yankee Candle. Se volete saperne di più vi lascio gli altri post con le mie opinioni sulle singole profumazioni.

Voi le conoscevate? Le usate? Avete consigli da darmi?

Intanto vi mando un bacio, e vi auguro buona domenica!



45 commenti:

  1. Anch'io sento e leggo di queste candele da un bel po'. Sono troppo costose le grandi e per questo un giorno mi sono decisa a comprare il brucia essenze e le tarts. Devo dire che sono l'ideale. Anche se avessi 30 euro da buttare, comprerei comunque le tarts. Il profumo è concentrato e poi ovviamente si può cambiare più spesso. Io ho sbagliato a metterne una interna, dalle prossime farò come hai fatto te, le spezzerò. E soprattutto quelle che ho preso di riserva le ho messe nell'armadio e fanno un profumo buonissimo :D Nei negozi poi si trovano un sacco di sconti, ogni fine stagione le profumazioni "vecchie" costano la metà!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io credo che al massimo acquisterei una jar piccola per abbellimento e davvero dopo aver provato tutte le tart ed aver trovato la mia preferita, ma le cialde sono comunque ottime! Ti consiglio di tagliarla con un coltello, si sbriciolano un po' ma puoi sciogliere anche le briciole. Da me non ho trovato ancora sconti purtroppo ma vedrò meglio a fine stagione ;)

      Elimina
  2. Inizialmente sono stato attratto più dal packaging che dalla fragranza.
    In commercio si trovano tantissime alternative però la scelta delle profumazioni non è così vasta.
    Le tarte sono perfette,un ottimo compromesso qualità/prezzo/e profumare la casa xD!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti le confezioni sono tutte carine, ma non è una cosa che guardo XD Come dici tu in commercio sono poche le marche che hanno così tanta scelta e poi alcune sono parecchio care! Invece con le tart si raggiunge la pace dei sensi

      Elimina
  3. Io ho appena preso a mia madre la minijar (?) al gelsomino, un po' a scatola chiusa in realtà,. Comunque la tua recensione è qualcosa di meravigliosamente esaustivo! Next year, tart come se piovesse!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere ti sia stata utile :D Avrei voluto parlare meglio delle singole tart ma facevamo Pasqua xD Fammi sapere se le piace!

      Elimina
  4. Non so manco dirti se le conosco, nel senso che ho visto candele con quelle forme o in quei barattoli ecc... ma non so se la marca fosse quella...

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso sia quella o sono delle copie illegali XD

      Elimina
  5. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  6. Paraffina come se piovesse. Per me è no ;) morirò senza aver mai provato ste benedette yankee.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando mi sono informato su ingredienti e sulla sicurezza in effetti ho storto il naso, ma poi mi son detto che di quantità se ne usa davvero poca e certamente non starei lì a farmici i vapori xD

      Elimina
  7. Tesoro quanto tempo!
    Sono stradistrutta ma non potevo mancare proprio da te... che sia
    uno splendido e splendente Natale tesoro! Ti auguro giornate felici
    con il cuore.. Valeria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie dolcissima Vale :D Un ottimo natale a te, alla tua famiglia e al tutto il tuo splendido casale :) Un bacione!

      Elimina
  8. Io ne ho sentito parlare così tanto che mi son venute sulle balle xD
    Via, sono delle fottutissime candele! E c'è chi ci spende capitali!
    Bah!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha era la mia stessa idea! Ma poi vuoi che si trovano a 1.80, vuoi che i profumi sono davvero belli, mi hanno convinto

      Elimina
  9. Le ho conosciute perché me ne hanno regalato una!
    V

    RispondiElimina
  10. Io ne ho comprate un pochine di quelle piccoline per fare dei regalini.
    Mi sono rimaste una "Strawberry buttercream" e una "Clean cotton" da provare!
    Sono molto curiosa e ho parecchie aspettative visto il bombardamento su internet... ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Clean Cotton è ottima! Strawberry non l'ho trovata ma ho letto che è un pochino stucchevole! Poi va a gusto!

      Elimina
  11. Ciao Pier! Ne avevo "sniffata" qualcuna alla Coin e devo dire che hanno davvero un buon profumo :)
    Ne approfitto per farti tanti auguri di buone feste!!! Un bacione! ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Sara! Tantissimi auguri di buone feste anche a te!! Un bacio :)

      Elimina
  12. Incuriosita dal precedente articolo ho iniziato a farci più attenzione e in effetti ho visto alcune persone con le borse della yankee candele a Londra, e poi anche un negozio che le vende, ma non so se le tiene sempre o so.lo per Natale perché ha articoli stagionali. Io comunque non posso accendere nulla in casa se no mi parte l'allarme... A volte ho paura anche quando cucino ( soprattutto quando cucino)... Vivo nel terrore, ma questa è un'altra storia..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per curiosità annusale! Sono davvero buone! Ahahaha che ansia! Ma non si possono regolare questi allarmi antifumo?

      Elimina
  13. Io sto letteralmente sviluppando una dipendenza per quella Salted Caramel. <3
    *_______________*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La volevo provare ma non la trovo Q.Q

      Elimina
    2. Nuoooooooo! Io l'ho trovata in un negozio di articoli per la casa che si chiama Kasanova. Come profumazione è parecchio intensa, roba che la spegni e il profumo ti aleggia in casa per ore. Però è talmente caramellosa che ti sembra di vivere in una casetta di pan di zenzero. Yummy!

      Elimina
  14. http://frazzi900.wordpress.com/ ciao, ti lascio il link del mio blog che ho appena aperto e dove voglio lasciare volta per volta il mio parere sulle varie yankee che sto provando per aiuta anche chi può acquistare solo online :) se ti andasse di passare ne sarei molto felice, ciao :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bella idea! Complimenti :) ti seguo!

      Elimina
  15. Ieri ho provato la mia prima yankee candle, anch'io incuriosita dai continui commenti sentiti in giro. Ho preso un po' di tartine e ieri ho provato midsummer's night veramente buonissima. Questa mattina si sentiva ancora il profumo in tutta la stanza. La prossima volta proverò a spezzarla in diverse parti. Ma quindi ora che la tartina è completamente sciolta posso riscaldarla nuovamente e utilizzarla fino a quando non emana più profumo? Ciao :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao sere! Sì esatto, tu puoi riaccendere la tart fin quando senti ancora profumo. In genere quando non senti più nulla o senti che l'odore è virato verso qualcosa di più ceroso, strano, allora è esausta :) Io conto che un quarto di tart dura più o meno metà tea light! :) Grazie di essere passata!

      Elimina
  16. C'è un sistema per cui frazionando le tartine si sbriciolano il meno possibile? Forse metterle in freezer preventivamente?

    RispondiElimina
  17. C'è un sistema per cui frazionando le tartine si sbriciolano il meno possibile? Forse metterle in freezer preventivamente?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alberto! Se le tagli con un coltello o un cutter si sbriciolano meno, ma mi pare di capire che dipende dalle singole tart. Alcune sbriciolano più, altre meno. Metterle in freezer non so quanto possa aiutare, non ho mai provato! Magari prova e vedi se noti differenze :)

      Elimina
  18. Ciao grazie! L'unico mio dubbio è che magari mettendole in freezer possano perdere in parte la fragranza.. Tu che dici?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, questo non credo possa mai accadere :) Però credo che metterle in freezer possa avere l'effetto contrario, ciò diventa più difficile da spezzare.

      Elimina
  19. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  20. domanda.... ma quando il profumo della tart arriva a "regime" , spegni la tealight? non so se è un problema di bruciatore, ma a me tenendo sempre accesa la tealight dopo un pò l'odore si altera. stamattina ho bruciato 1/6 di Moonlight ed era abbastanza gradevole, uscendo dalla stanza e rientrando dopo un pò era diventato terribilmente "cheap" e oleoso,sembrava shampoo versato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! O non ho capito bene io o devo porti una domanda: perché tenere la tealight sempre accesa? E "sempre" che intendi?
      Ovviamente se la tart ha bruciato già un quattro/cinque ore o comunque a naso capisci che non profuma più, spegni la tea light. Altrimenti senti un odore più sgradevole e ceroso perché la tart si è esaurita. Quando dici che sei uscito e rientrato in stanza che vuol dire? È passato del tempo o poco dopo? Perché è anche possibile che a naso "pulito" il profumo non sia gradevole. Non ho ancora provato Moonlight

      Elimina
    2. Ciao scusa! Il sottotesto é che da qualche parte ho letto che alcuni spengono la tealight una volta che la "profumazione" é soddisfacente. A me dopo un pó (meno di un'ora) come ti ho detto la sensazione diventa meno gradevole :( secondo me ci posson essere 3 possibili cause: 1) il bruciatore scalda troppo 2) metto poca tart 3) problema soggettivo di percezione... Non so :( scusa se ti ho rotto le scatole :P

      Elimina
    3. Non mi hai rotto le scatole :) Rispondo sempre a tutti (più o meno XD), ma non avevo proprio capito che intendessi. Sì, anche io spengo la tea light quando il profumo si è propagato, anche perché casa mia è piccola. Prova ad utilizzarne di più, un sesto mi sembra pochina, ma come ti dicevo non ho ancora provato Moonlight (l'ho comprata ma non l'ho ancora accesa). Inoltre potrebbe essere il tuo naso che non gradisce la profumazione. È normale :)

      Elimina
    4. Ciao. Ho in effetti risultati migliori bruciando un quarto di tart per il minimo tempo indispensabile a profumare la stanza. Resta il fatto che ho la sensazione che l'intensità si governi piuttosto male :) continuerò a fare esperimenti (colpa della mia formazione da ingegnere e chimico...)

      Elimina
    5. Ciao! Mi fa piacere hai già avuto miglioramenti. Fa qualche altra prova con altre tart così hai la prova da cosa derivi questa sensazione :)

      Elimina
  21. I prodotti di qualità sono sempre al primo posto, quando si parla di scelta giusta. Scegli anche tu il miele millefiori. Vai su http://www.vitalbios.com/A/MTQ2NDg1MzU3MSwwMTAwMDAxMixtaWVsZS1taWxsZWZpb3JpLTIxMi5odG1sLDIwMTYwNjMwLG9r

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...