domenica 23 febbraio 2014

#Sanremo2014 - Sei falsa Simona, ma io non mi scompongo

Sembrava impossibile ma ce l'abbiamo fatta: siamo giunti alla finale della 64esima edizione di Sanremo.

Come poteva iniziare un Sanremo tutto all'insegna della balengaggine se non con Luciana e Fazio uniti in matrimonio da Don Matteo?
Eccerto. Intonano Un corpo e un'anima, che ancora a questo giro mancava, e si inizia.
Primo ad esibirsi è Giuliano Palma finalmente vestito decentemente.
La canzone Così lontano sono convinto sia piacevole ma poco interessante in un panorama musicale più ampio e soprattutto non in grado di vincere. Passerà certamente qualche volta in radio.
Siamo di fretta e tocca a Noemi.
L'abito era sconclusionato, se un vestito può essere definito tale. Il top e la gonna sembrano due parti di due abiti diversi entrambi brutti. In video sembrava avesse la gonna di velluto, in foto sembra un'accozzaglia di tessuto. Anche trucco e capelli bocciati.
Peggio conciata di tutto il Festival? Probabile.
Mentre la canzone Bagnati dal sole dopo 3 ascolti posso dire che non mi convince del tutto; sembra voler essere allegra e positiva, ma è troppo ripetitiva, un po' pesante.
Pubblicità e primo cambio d'abito di Luciana. È ufficiale, i suoi vestiti quest'anno erano belli ma non adatti a lei che proprio proprio slanciata non è.
Turno di Ron opta per una giacca iper glitterata in pendant con i capelli.
Quarta in gara Arisa, con un abito troppo simile a quello della semifinale, e ci si aspettava qualcosa di più. Sta bene, ma i tasconi sulla panzetta non migliorano la questione.
Riguardo alla canzone, già la canticchio, preparatevi.
Via Arisa e arriva Francesco Sarcina ed ho deciso che la sua canzone non mi piace proprio pe' niente. E poi lui fa tanto l'alternativo, il dandy, il bohemien e poi ti spara queste canzoni da Kekko dei Modà?! Eddai.
Pubblicità e arriva Maurizio Crozza che, visti i trascorsi è munito di uno scudo.
Ci spiega come siamo italiani e ci autoinculiamo, e di come l'Europa avrebbe ed ha avuto solo da imparare da noi. Dopo un po' però la questione si è fatta pesante fra populismo, campanilismo e noia.
Si riprende alla fine, con una imitazione di Renzi e una canzone ma ho già detto noia?
Pubblicità e si riprende la gara con i Perturbazione e la loro L'unica. E si conferma la mia idea: coinvolgenti
anche se il pezzo non mi fa impazzire. Adoro la giacca del frontman simil coreana, e la bombetta è un tocco carino.
Segue Giusy Ferreri che opta per un abito lungo nero con
maniche impreziosite, forse il più bello che abbia indossato in queste serate, ma le sta male.
La canzone è proprio una tribolazione.
Arriva Francesco Renga, bono come il pane, il meglio vestito del Festival ma con la stessa canzone Vivendo adesso, che al terzo ascolto risulta pesante.
Pubblicità e ospite Luciano Ligabue.
Solita solfa del solito Ligabue anche se il pubblico sembra gradire e comunque ci sveglia un po' tutti.

Peccato però che si arrivi ad una standing ovation. E allora penso che l'Italia si meriti le giovani sfrante di Ti lascio una canzone.
Si prosegue dopo la pubblicità con Renzo Rubino che osa con un completo blu, camicia blu scuro e cravatta verde glitterata.
Il buon gusto.
Come Luciana vestita da fagiana.
Lui sembra un esagitato per premere 4 tasti del piano, e io continuo a preferire il pezzo scartato.
Dopo di lui Antonella Ruggiero con Da Lontano.
Sembra che indovini le parole ma troppo piatta, se ne apprezza solo la voce. Sbaglia invece il look, o meglio, si è vestita sempre alla stessa maniera, tanto da superare il concetto di noia,
Raphael Gualazzi e The Bloody Beetroots la succedono e sembra quasi che San Remo abbia deciso di graziarci con un black out fonico, e invece si riprende. Credo che Bloody ormai abbia il muschio sotto quella maschera.
Segue Cristiano De Andrè sempre più sgualcito e si passa a Frankie Hi NRG ultimo in gara con la sua non molto interessante Pedala.
Ospite in tema di bellezza: Claudia Cardinale.

Simpatica e alla mano, ma si imbruttisce da sola. Il solito trucco sempre pesante, una tunica nera senza forma. Avere una certa età non vuol dire per forza questo.
Si inizia con i primi premi: premio della sala Stampa a i Perturbazione, premio Mia Martini a Cristiano De Andrè con la canzone non proseguita in gara, Invisibili.
Prosegue la serata con un ospite internazionale, Stromae con Formidable che io, dal basso della mia ignoranza, non ho capito.

Momento inutile, anche perché si passa dall'intensità al disagio quando va a cantare in faccia ad un tipo in prima fila.
Fazio ci fa sorbire Riccardo Senigallia, brutto come sempre, che era stato squalificato, ma a lui piace, e come i vecchietti va assecondato o tanti saluti, e poi vengono nominati i primi 3 finalisti.
Renzo Rubino, Raphael Gualazzi, e Arisa.
Gualazzi francamente inutile in questo trio quanto le applicazioni del vestito di Luciana Littizzetto, che sembra ancora più fagiana, in versione royal e poppe al vento.
Comunque i cantanti si son dovuti esibire di nuovo e da casa rivotare, come se la crisi non ci abbia minimamente sfiorato.
E, giusto per allungare la serata, visto che era già l'una, Fazio ci fa risorbire un pezzo della canzoni dei giovani, in ordine Bianca, che si fosse presentata come ieri sera avrebbe vinto, Vadim sempre più inutile, Filippo Graziani l'unico figo, Veronica de Simone con una zanzariera per abito, The Niro in versione casual e Zibba sempre più odioso e fuori luogo.

E a vincere la 64esima edizione del Festival di Sanremo è Arisa!

Io contento, lei non si scompone, ma forse siamo noi troppo abituati a gente che si strugge.
Sicuramente una vittoria meritata dopo l'anno scorso in cui perse con La notte. E poi mi piace, bòn.
Poteva essere una bella serata ma Fazio si è perso alla fine. Vedremo quale sarà il successo di queste canzoni, e io finalmente posso riposarmi.


20 commenti:

  1. La aspetto alla sagra della mortadella, posto ideale dove massacrare ancora Cuccurucucu :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mozz a te piace Arbore, non puoi parlare!

      Elimina
    2. Madonna!! Arbore è un grande, musicalmente è un mostro, ha un preparazione magnifica e poi in tv ha fatto sempre e solo cose belle e valide... che ancora oggi si rimpiangono! :)

      Moz-

      Elimina
    3. A Sanremo è stato l'ospite più triste! Davvero Mozz, mi ha angosciato, si è messo a parlare di vecchiaia. Se puoi riguardalo su internet!

      Elimina
    4. Ah, ok ok... strano però, perché è sempre pieno di brio!
      Forse si è solo adeguato alla tristezza di questa edizione del Festival.

      Moz-

      Elimina
    5. Boh a me è sembrato noioso! Ha fatto cantare il pubblico in pratica ma no c'era molto brio.

      Elimina
  2. Il Sanremo che verrà ricordato per il disagio, la noia, il vecchio che avanza sul palco. Anzi spero che non venga proprio ricordato per nulla. Un FazioSanremo che riesce a piacere solo ad una persona: Fazio. E forse anche al Mago Silvan, ma sai la senilità.. Comunque dobbiamo richiedere un premio speciale per aver seguito questo strazio, almeno la metà del canone gratis.
    Il prossimo anno ci tocca Conti, si ritorna al FestivalBaudiano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se il prossimo anno c'è Carlo Conti, salgo io sulla balaustra lanciando protezione solare!!

      Elimina
  3. I tuoi post insieme a quelli di Pensiero Cannibale sono la cosa migliore di Sanremo, con il premio della critica a Twitter che in questo giorni è stato un apoteosi di ironia, sebbene a volte un pò conformista.
    Comunque vittoria di Arisa per me meritata, mi è capitato di ascoltarla in Radio e non è mica malaccio la canzone.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie! Twitter è stato un sollievo in questi giorni!!

      Elimina
  4. Non ho visto neanche due minuti di Sanremo quest'anno, ma non credo di essermi persa granché. Eccezion fatta per Paolo Nutini!!!!

    RispondiElimina
  5. Tutto sommato sono contenta per il podio, che il figlio di De André con la giuria di qualità facesse una rimonta in classifica stile Emanuele Filiberto qualche anno fa. Mah sì, finalmente è finita e possiamo tornare ad andare a nanna ad un'ora decente :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, quello che conta è soprattutto che ora possiamo annà a dormì!!! E' stato sfiancante XD

      Elimina
  6. Non l'ho visto, se non qualche streaming avanti veloce per curiosità sui vestiti e sentire almeno 30 secondi di alcune canzoni: a sapere dei tuoi reportage mi risparmiavo pure quello! :)

    RispondiElimina
  7. Bianca è di torino tra l'altro, anche a me è piaciuta! oh complimenti per la dedizione fino all'ultimo hai scritto di sanremo, che voglia! Comunque a me il podio soddisfa.

    RispondiElimina
  8. Complimenti per la resistenza :(

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...