martedì 18 aprile 2017

{Aggiornamento #66}
Lentamente.




E allora com'è andata questa mega maratona culinaria meglio nota come Pasqua?
Qui tutto bene, ma sono effettivamente stanco, lento e ingolfato e non solo per via del cibo. 
Intanto questo lungo week-end per me è stato un po' più lungo. 
È iniziato con una festa a sorpresa e io odio le feste a sorpresa, anche se non sono per me.
Io voglio sapere tutto: voglio sapere chi c'è fra gli invitati, che si mangia (soprattutto), come mi devo vestire ed eventualmente dove si tiene. E odio le feste a sorpresa quando devi organizzarle, specie se sulla carta ti toccava mettere poco più che la tua bella faccia e invece sei "costretto" ad accollarti la disorganizzazione altrui. Alla fine è andata bene e la serata è stata piacevole, ma se sei non propriamente invogliato nel preparare tutto, ti diventa propriamente pesante.
Pesante quanto il cibo di questi giorni, che io ci ho provato a trattenermi ma che fai con gli avanzi? li butti? E pare male che non assaggi questo, quello e quell'altro. 
Che poi la vera ansia da dieta te la mettono gli altri quando ti chiedono se sei a dieta, ché prima  che te lo chiedano, tu manco lo realizzi. 
Pesante anche nel non avere un attimo di spazio per me, un po' di silenzio senza avere qualcuno intorno che mi racconta qualcosa di cui molto probabilmente non mi interessa. 
Perché la gente non apprezza la profondità del silenzio
Un andirivieni di facce che non si ferma nemmeno oggi. E casualmente si piazzano tutti dove la mia scrivania (forse unico angolo della casa dove riesco ad avere in genere un po' di privacy) curiosi di sapere che cosa stia facendo, manco guardassi porno alle quattro del pomeriggio. E questo non fa altro che rallentarmi ulteriormente. 
Pesante anche perché qui è esploso il caldo e l'umido tutto in una volta, almeno in questi giorni. Un sole che non ha raggi, ma spade laser adatte ad un revival di Star Wars, che se lo becchi nel punto giusto ti toglie pure un tatuaggio.
E poi quella sensazione appunto di week-end lungo, di lunedì che sembrano domeniche ma in realtà restano lunedì e di martedì che sembrano di nuovo lunedì. Tempi che si dilatano come se non sia già abbastanza lento. Così lento che per me ad esempio Despacito è una canzone nuova che avrò sentito una sola volta, mentre gli altri già la odiano e non ne possono più.
Così lento che sono ancora alla quarta puntata di 13 Reasons Why, quando gli altri l'hanno già finita.
Così lento che non riesco a stare dietro a tutti questi giochi di potere e bombe nucleari fatte esplodere come noi scoppiavamo le bolle di sapone per dispetto ai nostri fratelli. 
Così lento che mi serve una routine perché le vedo le persone organizzate, con le loro schedule, che portano sempre a termine. Quelle persone che se dicono che devono fare una cosa, la fanno e la finiscono. Però la routine è l'anticamera dell'abitudine e della ripetitività che piuttosto preferisco perdermi, lentamente.



A presto.



24 commenti:

  1. io sono ipnotizzata dalla bolla che scoppia @_@
    giuro che ho letto tutto, ma tra una lentezza e l'altra tornavo alla bolla
    Ciao amico di lentezze e ingolfaggini varie, ce la faremo anche co sti 5kg in più, io so ingrassata anche oggi a sentirti parlare di colombe con mele e cioccolata fondente si sappia ahahahah
    Con affetto la tua trottolina ciocciottosa XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io sono rimasto a fissarla più volte!! :D È perfetta per essere ancora più lenti XD

      Elimina
  2. Ahh guarda, io durante questa Pasqua e pasquetta non ho messo su un grammo! Certo, son tipo cinque giorni che sto a letto con il febbrone e la tosse spacca ossa, però oh, non son ingrassata! In compenso ho anche ricevuto 2 uova di pasqua ma ne ho aperto uno solo perchè l'altro, non ho ancora capito il motivo, l'ha aperto mia madre. Di nascosto.
    A casa di mia nonna.
    E s'è fregata anche il regalo lasciando lì la cioccolata per mio cugino -.-
    Della serie che anche se riesci a non andare ai pranzi in famiglia, i parenti ti scassano le palle sempre e comunque.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma parliamone: perché i familiari svendono le nostre uova di cioccolato ai parenti???? Anche mia madre una volta non so a chi regalò uno delle mie, e non credo lo diede ad un povero. Avrei potuto capirlo in quel caso, ma non è stato così -.-

      Elimina
    2. Perchè sono senza cuore (almeno la mia), ecco perchè =°° Come quando, l'anno scorso, ho vinto a tombola la boccetta per le bolle di sapone e mentre stavo per farne una mia madre me l'ha strappata dalle mani e l'ha data alla mia cuginetta =°°°

      Elimina
    3. :O E non sei scappata di casa???

      Elimina
  3. Maratona culinaria :D
    muoio!
    allora qui tutto bene, si è mangiato all'eccesso, la creatura ha ululato come Mariah Carey ma già lo sai e si è pure bevuto un po' troppo (non io, per fortuna).
    Però non sta facendo molto caldo e sono un po' triste :/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Troppo caldo!
      Anche io voglio bere troppo XD

      Elimina
  4. "perdersi lentamente"... splendido.. io ho fatto diversamente Pasqua.. mangiando come un cardellino biafrano per via dei postumi della mia colecisti volatilizzata.. ma già il prox weekend potrò rimettere mano alla forchetta e reintegrare gli otto chili persi dal 5 marzo... sta cosa del perdersi l'ho provata ieri nella faggeta di Soriano.. silenzio.. sole a bucare le foglie.. sentieri ovattati.. eremi nascosti.. non sarei andato più via..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono morto sul cardellino biafrano XD
      La faggeta di Soriano sarebbe?
      In ogni caso ogni occasione è buona per perdersi, per lasciarsi andare alle cose, seguire col fiuto quello che ci fa star bene

      Elimina
    2. Un bosco incantato a Soriano nel Cimino, centro Italia, pochi chilometri da Viterbo... ancora esistono posti così.. grazie a Dio.. ;)

      Elimina
  5. Mi perdo nelle tue parole e mi fermo a pensare, perchè mi rendo conto che la maggior parte di ciò che dici è quello che penso anche io. Fai riflettere, e mi piace quello che riesci sempre a trasmettere <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio Lucia, in fondo è quello che spero di riuscire a fare. Entrare in contatto.

      Elimina
  6. Anche io odio le feste a sorpresa perchè voglio sapere tuttooo, ma tutto di ogni cosa e non solo delle feste :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah mi sembra giusto :D Anche io voglio sapere tuuuuttoooo!

      Elimina
  7. Io son contenta che il weekend lungo sia terminato, da me niente pranzi e nemmeno parenti impiccioni, solo tanta noia che a 'sto punto ben venga il lunedì :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Direi che però meglio un giorno di festa senza parenti impiccioni, no?! :D

      Elimina
  8. Quanto ti capisco Pier, in tutto quello che hai scritto. Ma principalmente per una cosa: per questa voglia di ritagliarti degli spazi di silenzio solo tuoi, dove dedicarti alle tue cose, senza le chiacchiere altrui, senza invasioni di campo.
    Ti auguro di riuscirci il prima possibile. Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci sto riuscendo fortunatamente, visto che ognuno ha ripreso con la sua routine.
      Un abbraccio a te e grazie :)

      Elimina
  9. madò, anche io odio le feste a sorpresa! Ansiosa come sono voglio sapere tutto tutto prima!
    Per il resto, da due anni a questa parte, ho risolto il problema delle maratone coi parenti per Pasqua levadomi dalle palle il sabato e tornando la sera del lunedì :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che mi sembra una ottima soluzione? Volevo attuarla ma non sapevo come.

      Elimina
  10. Noi qui abbiamo trascorso Pasqua e Pasquetta abbastanza tranquillamente, dai...nulla di trascendentale sia come spostamenti (pranzo di Pasqua a casa dei miei cognati che abitano nell'appartamento accanto al nostro :D e Pasquetta da mio fratello, a una mezz'oretta da casa nostra) sia come mangiare. Io non riesco mai ad abbuffarmi fino a scoppiare, comunque, perchè mi sazio subito...anche se poi ho fame di nuovo molto presto ;) in definitiva mangio poco e spesso, ma pare che questa dovrebbe essere la scelta migliore per tutti.
    Intanto nella frenesia generale (proprio di tutto il mondo intorno intendo) la voglia di lentezza e di perdersi un pò lentamente, appunto, è una sensazione che avverto anche io, caro Pier.
    E come ti hanno fatto notare anche altri, complimenti per la scelta della bolla che esplode a rallentatore a contatto col cactus...troppo bella!!

    Baci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Maris sì, il miglior modo per mantenere il metabolismo è mangiare poco e spesso, ma chi ci riesce XD!?
      Grazie mille, un bacione :D

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...