sabato 17 settembre 2016

{Aggiornamento #52}
Routine, riflessioni, perplessità e qualche chiarimento



Quello che non ho detto è che, come a Capodanno, tutto cambia ma tutto resta lo stesso.
Tipo il 6 Gennaio che vuoi metterti a dieta ma poi ci sono gli avanzi delle feste da finire, e che fai, li lasci!?
Tutto resta più o meno quello, soprattutto fuori, ma un po' meno dentro.

Mi viene in mente quando andavo a scuola, per restare attualissimi, quando il ritorno fra i banchi mi sembrava la solita ruota che girava: compra i libri, lo zaino, incontra gli stessi compagni di classe, stessi insegnanti, stessi pomeriggi passati "a studiare", a chiamare i suddetti compagni per confrontare la versione di latino.


Anche quando ho cercato un punto di rottura, scegliendo di andare in una scuola in cui non conoscevo nessuno, in cui non sapevo nemmeno se ce l'avrei fatta,  la routine è tornata.
No, non mi manca la scuola.
Per quanto non ci sia stato male, per quanto abbia creato belle amicizie, per quanto non ne conservi poi un brutto ricordo perché alla fine ho vissuto bene, non mi manca.
Tuttavia, anche in quella che sembrava la ruota di un criceto, col senno di poi mi son reso conto che giorno dopo giorno cresceva una maggiore consapevolezza, crescevo io.
O meglio, ci provavo e ci provo ancora.

Anche in questi ultimi giorni sono caduto un po' nella routine, ma nonostante un po' di meh, e di pilota automatico non vuol dire che non accada nulla di interessante.

Ho fatto alcune Stories su Instagram e mi hanno fatto notare che non sono stato molto coerente con ciò che avevo scritto
In realtà le Stories sono state solo tre o quattro al momento, ma provo comunque ad esprimermi con altre parole rispetto la scorsa volta. 
Non ho nulla contro Instagram Stories o Snapchat, né con chi utilizza questi social. Trovo però che la loro impostazione non risponda alle mie esigenze, o meglio al modo in cui utilizzo ed ho piacere ad utilizzare i social. Ovvero comunicare e ricordare, o meglio, conservare un ricordo.
Capite bene che se pubblico una Stories con un buongiorno e una colazione, non è che rischi di perdere un capolavoro della fotografia contemporanea, o vi sto comunicando il segreto per dimagrire mangiando giorno e notte da McDonald per cui dobbiate far in fretta a vedere. 
Ho provato l'applicazione, la funzionalità, ma il fatto che non son riuscito ad usarla con costanza è illuminante su come non faccia per me.
Trovo inoltre poco interessante raccontare ogni istante di una normale quotidianità come la mia. Per questo motivo non guardo, ad esempio, i vlog su YouTube.
Trovo però un po' più interessanti le Stories di pagine come Pictures of New York o della youtuber Mimi Ikonn, ma non incastro il telefono per aggiornare l'applicazione di continuo per vedere se ci sono nuove stories.

Anzi, diciamo che il telefono si incastra da solo. Il mio Samsung Note 3 Neo penso sia stato l'acquisto più deludente di questi ultimi due anni, che nemmeno il mio iPhone 4 dopo appunto quattro anni di onorata carriera ha saputo raggiungere cotanta scazzatura tecnologica.
Il mio vecchio iPhone ha superato di tutto, dallo scambio ossessivo di sms pucci pucci di due diverse relazioni, alle chiamate infuocate per la fine delle stesse.
Ha superato persino la cera del mio bruciatore di tart che in un attimo di totale imbranatura ho riversato sul telefono, e ancora funziona.


Il Samsung invece si blocca di continuo, l'audio è già K.O. da un pezzo per motivi ignoti e vive di vita propria con riavvii del tutto immotivati.
Ma non me lo compro mica l'iPhone 7, nemmeno se iniziano a piovere soldi
Tento di tirare avanti con questo Note 3 Neo, dandogli il colpo di grazia a suon di tweet su Pechino Express e Uomini e Donne, ché tanto non corro il pericolo di intrecciare corrispondenze amorose, ma piuttosto corrispondenze di amorosi sensi.

Ormai avrete capito che Pechino Express è il mio programma preferito degli ultimi anni, forse l'unico della tv italiana, visto che seguo giusto serie tv straniere. È che hanno saputo trovare il giusto mix fra il trash imperante e il sapore dell'avventura e la bellezza paesaggistica. Non è facile. E soprattutto chiunque "partecipa" grazie a Twitter.
Mi stupisce che molti ancora non lo conoscano o lo snobbino nell'ottica che sia l'ennesimo programma televisivo all'italiana.
Un po' di preconcetti, da cui io non sono esente.

Avevo infatti raccontato dei miei dubbi sul trono gay a Uomini e Donne, il programma di Nostra Signora dei talk, Maria De Filippi.
Le mie perplessità riguardavano il fatto che l'onda trash che avvolge il programma, avrebbe coinvolto anche il trono gay, perdendo ancora una volta l'occasione di raccontare una realtà che spesso sfugge in tv, quella meno spettacolare, ma più vera,  e sarebbe un peccato visto che la storia di un ragazzo omosessuale raccontata in un programma del primo pomeriggio su una rete seguita come Canale 5, vuol dire fare un passo molto importante, tentenno ma non molto a dire "storico".
Claudio, il "tronista" mi sembra un ragazzo a posto, ma sono sul chi va là per quanto riguarda i corteggiatori, per cui ho pronta questa gif


E c'è chi va, e chi torna, questo è Settembre. 
Tanti telefilm, tanta nuova musica e per quanto mi riguarda tanta scrittura.
Ho preso un bel ritmo con i post qui sul blog, e mi spiace se chi mi segue dall'inizio si sente un po' tradito dal fatto che stia pubblicando davvero tanti post beauty, ma questo sono anche io. 
Quello che si perde nei pippardoni e quello che non passa una settimana senza essersi fatto una maschera. Una vita complicata, quella dei bipolari.
Probabilmente avrei dovuto aprire un altro blog o non so, ma cerco sempre di alternare gli argomenti
per non stancare me in primis. 
E a proposito, ora tocca a me andare (non a quel paese), per cui non mi resta che augurarvi buon week-end e come sempre, a presto!






25 commenti:

  1. Prima di tutto i nostri rispettivi telefoni (e sono anche gli stessi OMG quanto siamo ciccipucciosi ahahah) sono messi a dura prova anche dalle nostre conversazioni "fuffa style" e "memorie di 2 smemorati incalliti" XD
    Seconda cosa credo sia fisiologico che quando parte un progetto, come un blog o nel mio caso un canale, con il tempo si vada affinando, ci somigli sempre più e segua anche l'andamento delle nostre vite e dei nostri interessi e a mio avviso è molto dispersivo fare di ogni categoria una cosa a parte. Poi se a chi legge o guarda (nel mio caso) non interessa tutto, sceglierà cosa leggere o vedere, come normale che sia.
    Ti aspetto a Fuffolandia come sempre :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Effettivamente reggere 20 minuti di messaggio vocale non è semplice XD
      Per quanto mi riguarda, oltre ad affinarmi, va proprio a periodi: ancora non mi son stancato con la sezione beauty, magari quando succederà mi dedicherò al giardinaggio XD

      Elimina
  2. Consiglio? Prenditi l'Asus Zenfone (credo si scriva così). Con una spesa massima di 200 euro (il mio ragazzo l'ha preso in offerta a 140 euro) c'hai un signor telefono che non si impalla mai, non si surriscalda e funziona benissimo! ;) E lo dice una che c'ha il samsung!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie ma dalla regia mi dicono che si bloccano in malo modo anche gli Zenfone.
      Poi cerco un telefono con lo schermo gigante ;)

      Elimina
    2. Strano quello del mio ragazzo non s'è mai bloccato o.O a meno che dipenda dal modello (so che esistono zenfone 1, 2...) ma eventualmente ti consiglio l'huawei!

      Elimina
    3. Infatti punto ad un Huawei, ma aspetto cali il prezzo ;)

      Elimina
  3. Io adoro il tuo blog non monotematico, non è facile vagare su tanti temi senza annoiare chi, come me, ti ha cominciato a seguire per i post sulla cosmesi. Ma il tuo modo di scrivere coinvolge, i temi che tratti ( libri, cinema, programmi, ECC...) sono temi attuali, veri, vivi, che suscitano riflessioni, continua così spontaneo.... ahhhh io sono iPhone fedele ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me tutto sommato piace, ma spesso penso alla coerenza del tutto e a come viene recepito! Ma ti ringrazio di cuore per seguirmi sempre.

      Proprio mentre ti sto scrivendo il telefono si è riavviato da solo -.-

      Elimina
  4. Io dopo tanto tanto ammmmore per il mio Samsung S3(che uso ancora per spippiolare con le app da casa col wifi),che mi ha convinto a comprare l'S5,sono incazzata nera con questo perchè mi è caduto UNA VOLTA UNA,e si è rotta una plastichina che sta attorno all'obbiettivo della fotocamera frontale(quella per i selfie).Il cinese aumm aumm mi chiede SESSANTA euro per ripararla,l'assistenza ufficiale ho paura di chiedere!GRRRRRR.
    Instagram stories mi piace,lo uso per postare un pò di puttanate che non ci tengo a salvare,foto di gatti a profusione,cibi vari,faccione cretine che non voglio rimangano nel mio profilo...poi chiaro che profili come quelli che mettono foto di New York o gente famosa fanno delle IS molto + interessanti...ma vale anche per i profili ;)
    Mi piace che parli qui di tante cose!E mi piace il tuo blog,tantissimo.E' uno dei miei preferiti!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. (la plastichina rotta produce un'ombra larga un dito su un lato dello schermo,dimanticavo di precisarlo,non è che mi dà fastidio il solo fatto che si sìa rotta!!!)

      Elimina
    2. Ho visto il problema della plastica proprio in una tua stories (sei una di quelle persone con cui magari ho "confidenza" sui social ed ho piacere a seguirle in ogni caso) e immagino sia una scocciatura.
      Sono d'accordo per quanto riguarda sia le Stories che i profili, anche se penso che un po' tutti curiamo al meglio il profilo, per cui pur non essendo fotografi o non stando chissà in quale posto, possiamo condividere degli scatti carini. Mentre su Stories vedo solo gente che va a lavoro o fa video di serate in cui non si vede una mazza XD

      Ti ringrazio per quanto riguarda il blog, è che mi immedesimo in chi mi seguiva prima o in chi passa saltuariamente e magari non ci si ritrova più :/ Alla fine però sono soddisfatto, penso che in qualche modo unisco utile per chi mi segue, a dilettevole.

      Elimina
    3. Alla fine me lo terrò così,tanto fra un anno credo lo sostituirò comunque,ma uffa XD
      La story di ieri era sul cucito,mi è piaciuta tanto che ne farò un mini-post sul blog!
      Concordo che tanti le usano per postare vaccate davvero poco interessanti,io le uso per le cose MENO interessanti,o magari scatti fatti in condizioni di luce più scadente(es ieri sera io,la tv ed il pacco di fazzoletti pronto per "Io prima di te" ^^),ma devono avere qualche scopo,certi veramente le usano come pattumiera,le IGS XD

      Elimina
    4. Non ho visto la storia di ieri, non ho avuto modo.
      Esatto, ci sono diversi livelli di "meno" interessante ;)

      Elimina
    5. Ho appena scritto questo,e l'ultima story sono io che faccio la voce idiota al gatto XD è che mi fa morire dal ridere che quando gli parlo mi risponde,poi certo se facevo un video + lungo si capiva meglio(la vergogna ha preso il sopravvento).Don't worry x ieri,come dicevo la sequenza di foto mi pareva tanto carina che ho salvato tutto e lo vedrai in un minipost nei prossimi gg.Cmq erano solo le varie fasi della creazione del cuscinetto Starbucks che vedi sul mio profilo(con e senza micio sopra).

      Elimina
    6. ahahaha ho visto! Carinissimo :D
      Avevo messo una story anche io ma non mi ci rivedo per nulla.
      Era pure brutta xD

      Elimina
  5. Da proprietaria di due Samsung (uno dopo l'altro) ti dico che son telefoni che hanno problemi purtroppo, il mio dopo alla fine due anni e mezzo ha deciso di non accendersi più se ricordi, non che gli iPhone non ne abbiano ma ho l'impressione che i telefoni Android, se non gli si fa una grande manutenzione al livello di formattazione etc, tendano ad abbandonarti ben presto. Quanto invece a Instagram Stories... ma è una app diversa da Instagram? O posso sempre mettere i video su Instagram?
    ps la Ferilli è amore anche se mi sono persa mi sa tutta la sua fisciòn nuova, cioé ne ho visto solo una puntata :(
    pps sono anche io felicissima di aver concluso la scuola :D Non mi mancherà mai il greco, mai e poi mai.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordo con te: Android ha problemi di stabilità non trascurabili, e col tempo si vedono tutti.
      No tesò non è una app diversa, devi probabilmente aggiornare Instagram e ti appare :D

      Credo che chi dice che gli manca la scuola semplicemente menta XD

      Elimina
    2. Io scelsi il liceo classico e ancora oggi sono fiero di averlo fatto.
      Il liceo classico mi è servito per il successivo diploma in Conservatorio (altra cosa di cui vado fiero).
      E quando dico che a volte la scuola mi manca, non mento.
      Punto.

      Elimina
    3. Cogli l'ironia della mia frase ovviamente.

      Elimina
  6. Neanche io mi ci trovo con IS, sui social sono piuttosto "statica", preferisco esprimermi con testi (più o meno brevi) e qualche immagine (ma non sono molto brava). Ogni tanto penso di usare facebook alla twitter, quindi forse dovrei aprirmi un account di cinguettii :)

    Buon "inizio", Pier, è dura da ammettere ma la routine ci serve più di quanto ci spaventi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Apri Twitter che è carino e divertente, te lo consiglio!

      La routine ci dà stabilità, è inutile negarlo :/

      Elimina
  7. Io pure non sono un'amante di Snapchat o dei minivideo vlog. In effetti non li guardo quasi mai. Se tu hai voluto provarli non vedo perché debba giustificarti. Anche qualora non fossi stato coerente, e non è di certo questo il caso, non ci vedo nulla di male. Nella vita si può anche cambiare idea, forse è una delle cose migliori che possano capitarci in certi casi.
    Buon lunedì.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordo sul cambiare idea, anzi, diciamo che il fare come mi pare è una regala :D
      Ci tenevo a spiegare che comunque la penso allo stesso modo, anzi ancora di più dopo averlo provato.
      Buona settimana :)

      Elimina
  8. Che significa "Io je vado a menà"? Potresti tradurre?

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...