giovedì 14 febbraio 2013

La Poraccitudine #10 Speciale Sanremo 2013 (seconda puntata)

Ad un orario che non sapevo è iniziata la seconda puntata del Festival di Sanremo.

La serata è introdotta da Beppe Fiorello che con una giacca fresca di naftalina ma con un po' di puzzo del sudore del fratello, ci marchetta il suo film su Domenico Modugno.
"Famogli prendere un po' d'aria a 'sta ascella!"
Almeno canta bene.
Meglio di gente in gara magari.
Poi se la toglie e così Sanremo mi guadagna punti in un colpo.

Arriva la bellona che non può mancare mai.
Bar Refaeli.
Inutile che è inutile, ma è figa e pure simpatica. 
Abito plissettato celeste in stile impero.
Fazio sembra un automobilista con la pioggia.
Non capisce più una mazza.
Poi arriva Luciana che giustamente è vestita con una sorta di copricostume ricavato da un lenzuolo e i leggings contenitivi che anche no.
Primi concorrenti sono i Modà con 
 Se si potesse non morire, una canzone che è una tribolazione per la giugulare di Checco.
Lui conciato da "fighetto" del sabato sera che deve andare in disco, pare sbiancato con l'ACE, che Michael, levati mulatto.
Segue Come l'acqua dentro il mare.
Accozzaglie di luoghi comuni che sembrano più la lista della spesa.
Supera Se si potesse non morire, anche se a volte ci speri.
Tocca a Cristicchi fresco di toelettatura e canta Mi manchi
Brano che trovo stranamente e con senso quasi di stizza, molto carino e simpatico.
Cantato come mia nonna
canta la litania per la santissima eucatistia, ma Britney docet e vai di autotune.
La prima volta che sono morto invece mi perplime in un turbinio di perché?
Perché ci fai questo?
È terrorismo psicologico.
Passa ovviamente La prima volta che sono morto.

Eloquente questo tweet?


Pubblicità e arriva Carla Bruni che probabilmente stava facendo l'impiegata alle poste visto il tailleur grigio e triste in cui si è ficcata.
Mugugna qualcosa in francese con la simpatia del trapano dal dentista.
Naturale e spigliata come il botox che ha scofanato sotto gli zigomi.

Momento epico: Luciana Littizzetto che sfotte Carla Bruni sotto i suoi zigomi rigonfi.
Rifanno, è il caso di dirlo, un pezzo di Carla che Luciana canta meglio di Cristicchi.
Si riprende la gara con Malika Ayane con un bell'abito nero lungo dal taglio semplice ma con scollo profondo sulla schiena che mostra il murales sopra il fondoschiena.
Peccato per i capelli tinti con acqua ossigenata e Stabilo Boss.
Prima Niente, pezzo intenso ma non ho capito una mazza del testo.
Che l'abbiano chiamata Niente di proposito?
Poi appunto E se poi che passa il turno.

Io la preferisco, ma tanto sembrano tutte uguali.
Bòn.
Cambio d'abito per le due donne della serata.
Bar in tailleur tuta totalmente in pizzo nero e Luciana con un altro copricostume verde acqua, questa volta con annessa stuoia per la spiaggia.
Presentano gli Almamegretta di cui sconoscevo l'esistenza e preferivo continuassi ad ignorare. Non se ne capisce il senso.

Di tutto.
Dai brani, alle parole bofonchiate dal cantante che sembra essersi fumato cinque stecche di Malboro poco prima di esser salito sul palco.
Se non fosse per generali conferme avrei già chiamato la Amplifon.
Cantano Onda che vai e Mamma non lo sa e va avanti quest'ultima ma poco ci frega.

Arriva il turno per Max Gazzè, con un frack nero e rifiniture gialle ma lo smalto nero da finto rocker levatelo.
Un primo brano I tuoi maledettissimi impegni che non mi convince.
Preferisco Sotto casa un brano che è uno scioglilingua ma molto piacevole. 
Peccato che la base sembrava un rigurgito di qualche pezzo elettro pop di una qualche Kesha. 
Però è quasi figo in questo contesto.
E infatti va avanti.
Arriva il turno di Annalisa.

Bella lei, in un total crema, blusa e short.
Certo che più che short sembrano mutandoni pizzati della nonna, ma poco importa.
In ogni caso all'Ariston lo short no.
Comunque mi piace Scintille, pezzo ritmato, ma poco d'impatto che tempo che è finita non te la ricordi più.
Annalisa sembra più sicura e questo è un bene.
Non so ballare invece è un pezzo lento e romantico. 

Oh a me sta raghella mi piace.
Peccato che il brano non abbia un' apertura che valorizzi l'amichetta di Maria.
Una cinquecento in autostrada all'ora di punta.

Nun gliela fa.
Passa Scintille.
Bar Refaeli si cambia indossando un monospalla stile impero rosso, e arriva l'ospitone internazionale, Asaf Avidan.

Ci ho messo mezz'ora a capire chi fosse, poi quando ha cantato la sua One Day/Reckoning Song in una versione fra l'acustico e le coliche renali, lo riconosco subito.
Fazio chiede il bis e lo ottiene.
Tutti contenti.
Cambio d'abito anche per Luciana che finalmente ha trovato qualcosa di decente nell'armadio.

Abito lungo nero stile impero, con fascia metallica sotto il seno ed ai polsi e tette strizzate all'inverosimile in bella mostra.
E arrivano gli Elio e le storie tese vestiti da chirichetti e frontoni enormi che Rihanna levati, per Dannati forever.
Irriverente e sincero.

Mi è piaciuto tutto il loro show che rasentava la genialità.
Bastavano i loro dieci minuti ed avrebbero potuto pure chiudere baracca e burattini.
E confesso che li trovavo degli ebeti.
Magari adesso l'ebete sono diventato io e non capisco più nulla, ma tutto a posto.
Poi cantano La canzone mononota.
E io ho adorato a profusione.
E infatti passa.
Bravi italiani.
La serata sembra più viva del solito che stento a credere fosse lo stesso programma di ieri.

Sketch comico fra Neri Marcorè e Fazio che imitano Piero e Alberto Angela, e la palla passa ai ccciovani. Ora io dico ma come fate a lasciare 'ste povere creature fino a mezzanotte e li spedisci a casa in mezz'ora? Non si fa.
Comunque inizia Renzo Rubino con Il postino( amami uomo), canzone ovviamente a tematica omosessuale. Un brano semplice ma piacevole.

Il Cile con Le parole non servono più ricordano un po' Ligabue, ma con arrangiamento vecchio come l'utente medio di Rai 1. Il testo è piacevole.


Tocca poi a Irene Ghiotto con Baciami?.
Lei non sta ferma nemmeno se la lascia a terra catatonica dopo una schitarata di bastonate. Vestito rubato alla trisavola, anfibi da adolescente difficile, bella voce ma canzone boh.
Turno dei Blastema, che evidentemente volevano uccidersi nel fondotinta, e cantano Dietro l'intima ragione
Un po' troppo Muse, un po' troppo Negramaro, il tutto in un wannabe che aleggia sulle loro teste.
Peccato che il cantante fosse pettinato come Renato zero.
Bravini.

Passano il turno fra i giovani Renzo Rubino e i Blastema.
E come era iniziata, questa seconda puntata di Sanremo finisce.
Beppe Fiorello canta Vecchio frack, Luciana Littizzetto che si disinstalla dalle piattaforme che usa per scarpe, e tutti a nanna.

38 commenti:

  1. Di questa puntata non ho visto proprio niente... Come sai, ho guardato i dvd dei Power Rangers.
    Chissà se le loro tutine colorate sono più o meno pacchiane dei vestiti dei cantanti :p

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sicuramente vestiti meglio di Luciana xD

      Elimina
  2. ottimo riassunto!!! grazie :) piesse .. i vestiti della Luciana in questa seconda serata li ho trovati orrendi... carina la mise di Annalisa :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grassie :) quello nero non era male, no?

      Elimina
  3. Con l'ingresso di Asaf ho avuto una reazione dal torpore e fino alle esibizioni degli Elio e le Storie tese sono stato attento. Poi ho rifiutato di seguire i giovani: sono anni che a Sanremo non capiscono un cazzo di giovani: le promesse vere eliminate, mentre passano le solite note sdolcinate. Si ha proprio paura a rischiare di far vincere qualcuno di diverso dal solito e questo mi preoccupa. Guarda in passato chi ha vinto Sanremo Giovani e chi vince ultimamente, come faremo ad avere nuovi artisti di successo?

    Se vuoi, ho scritto anche io sul doremi fan un mio punto sulle serate: ho ignorato i vestiti e ho puntato solo alle note.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. due esibizioni belle ma da punti di vista diversi, solo che Asaf ha esagerato qui e lì...
      Ti dirò, fra i 4 in gara ieri sera son passati i due migliori secondo me. Preferisco Rubino, non solo per la tematica ma è proprio il brano ad essere piacevole! Quest'anno mi sembra si punti su facce nuove fra i giovani ( mi sembra ci sia solo una ex concorrente di X Factor della prima o seconda stagione!)

      passsso :)

      Elimina
  4. Un dieci e lode per Marcorè, perché lo adoro nei panni di Alberto Angela! Bravino anche Fazio a fare Piero. Stranamente mi è piaciuta la canzone di Cristicchi La prima volta che sono morto, mi è sembrata allegra e diversa dai soliti testi noiosissimi che parlano d'amore che si sentono ovunque. Per quanto riguarda le altre canzoni, bella quella in gara di Elio e le Storie tese, ma ovviamente tutte le altre che preferivo non le hanno passate in gara.

    I giovani mi hanno fatto venire l'orticaria.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. devo risentirla, simpatica ma un po' stramba per i miei gusti xD

      ascoltali! alcuni erano bravi...

      Elimina
  5. "Naturale e spigliata come il botox che ha scofanato sotto gli zigomi" Uahahaha comunque è stato il momento che ho odiato di più!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. infatti, momento inutile, ma almeno due risate con Lucy :D

      Elimina
  6. Ora vado a farmi un giro su you tube per gli elii!

    RispondiElimina
  7. io mi sono addormentata alla'ayane perchè ero stanca morta... mi è piaciuto tantissimo il tuo maxi racconto con critica incorporata!
    :)
    emme

    RispondiElimina
  8. Bell'analisi! Io non sono riusicta a guardarla per interto: ai giovani ho spento, mi scusassero.
    M'è piaicuto Gazzè, Malika, gli Elio e la seconda di Annalisa. Il look di Annalisa, invece, era orribile sia come abbinamento short/ blusa (si scrive così?), sia per le orribili calze che in generale per l'assurdo colore. Come ho scritto su FB, dato che era "abbinata" a Cracco forse era vestita da sufflé. =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie :D ma io non ce le ho viste le calze O.o le aveva?

      Elimina
    2. azzo o.o ero un po' ciecato, non ci ho fatto caso!

      Elimina
  9. Aspettavo il tuo post del tuo giorno :) io ieri sera delle canzoni non ho capito una cippa, a parte che gli Almamegretta era più o meno dalla fine degli anni '90 che non li sentivo (e sinceramente non mi mancavano) :) Annalisa però non mi è dispaiciuta, a parte quel look da bambolina di porcellana... A stasera!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah ormai è d'obbligo :D a stasera!

      Elimina
  10. mi ero perso la serata ma ora è come se l'avessi vista.
    grande pier.
    aggiungo che l'esistenza di checco dei modà conferma che la teoria dell'evoluzione di darwin a volte s'inceppa
    :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. quando vuoi :D

      ahahhaha ora magari diventa un caso da studiare! XD Kekko, l'uomo paleolitico

      Elimina
  11. Viva annalisa, viva il Bar e viva gli Eelst!

    Nonostante tu ci abbia tradito non hai fatto male..

    Ti sei anche autocitato.. XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah sì, un po' di self promotion :D

      Elimina
  12. condivido tutto ma...me sei caduto sugli Almamegretta!!! se vede che sei GGiovane..beato te :) negli anni novanta hanno portato l'elettronica in Italia (amiconi dei Massive attack). Connubio grandioso tra elettronica, dub, trip-hop...e canzone napoletana. Spaccavano! E poi Raiz a parte che è bono come er pane lo trovi anche in una fantastica versione di "nun te scordà" sul film Passione! Insomma t'ho convinto? ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ovviamente quando parlo de connubio grandioso mi riferivo al loro passato e non ai pezzi che hanno portato a Sanremo quest'anno...(però vabbè, per affetto je li passo)

      Elimina
    2. ho googleato.... CONVINTISSIMO :D

      Elimina
  13. Ora ho capito perchè non guardo Sanremo: ma il tuo speciale è fantastico, molto meglio dello show da cui proviene!
    Di qui ho visto Asaf - ed ero un po' preoccupata per il suo stato di salute e il momento di Carlà con Lucianina. Niente, la Litti il canto non ce l'ha dalla sua parte!!
    Vado a leggere anche la prima puntata :)

    RispondiElimina
  14. Io come la prima serata ho visto solo una metà. L'altra metà l'ho "vissuta" in differita qui leggendo te: dovresti prendere seriamente in considerazione di farti pagare per le recensioni/telecronache o come vuoi chiamarle tu ;-) sei uno che "buca il monitor" con le parole, Pier!!!
    :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Maris mi sa che io devo pagare loro affinchè mi facciano fare le recensioni XD comunque grazie sempre carinissima :)

      Elimina
  15. sanremo è un contenitore di obbrobrio ed attrae...
    non ci si può far nulla...
    sanremo è sanremo!
    però quest'anno non ce l'ho fatta.
    fazio non ce la fa a piacermi... poverino, lui si impegna, ma...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io sono attratto dal kitsch, comprendimi!
      Fazio è bravo in certi programmi, in altri un po' si perde... anche se con qualche imitazione, spinto da Luciana si sta rendendo simpatico!

      Elimina
  16. devo dire che ho rivalutato la carla bruni quando ha iniziato a parlare in piemontese. Per cui cerea Pierin cun te stei?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. oh io so terrone, 'ste cose non le capisco XD

      Elimina
  17. Mamma quanto è bella Bar Refaeli!
    E comunque io adoro la canzone One Day, psichedelica!

    Ti auguro un buon weekend!
    The Spotted Cherry Pie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. molto bella, è vero, ma è ingrassata?
      Buon finesettimana a te :)

      Elimina
  18. Ho visto solo Asaf Avidan, ma devo ancora capire perché Fazio lo ha paragonato a Johnny Cash... chissà se sa chi è Johnny Cash!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...