lunedì 31 dicembre 2018

Il muro dietro il foglio



Piove e fa freddo come quasi tutti i 31 dicembre che io ricordi. E nei miei ricordi in verità non c'è una notte di fine dell'anno che non mi abbia messo tristezza. Non importa se con gli amici, con l'amore, in famiglia, se ci penso c'è sempre un velo di malinconia nella notte di San Silvestro.
Sembra quasi un interruttore che si accende quando sta per scattare la mezzanotte, e si spegne quando il giorno dopo mi sveglio. Finirò come quelli che alle 23 vanno già a letto infischiandosene dei botti e dei brindisi, perché non importa ciò che ho intorno, i miei ricordi di quella sera restano sempre gli stessi.
Ma ho imparato che quella tristezza seppur per poco, me la porterò sempre dietro come una amica fedele; che di momenti tristi ben più intensi ce ne saranno altri lungo i 365 giorni, così come ci saranno momenti allegri, ed attimi che saranno semplicemente difficili. Ho imparato anche che finiti i fogli del calendario, non resta, per fortuna, un muro spoglio, ma ci sono altre pagine ancora da sfogliare, l'una dopo l'altra.
Ogni anno ha qualcosa di nuovo e di diverso da affrontare ma non voglio né mi posso angosciare adesso per ciò che verrà. Le agende iniziano a riempirsi già da ora, ma non è detto che dobbiamo sfogliare le pagine tutte in una volta senza un senso.
E poi pensateci, ci sembra di restare quasi immobili in attesa di un anno nuovo, come se stessimo per essere travolti da una nube misteriosa ma in altre parti del mondo quell'ora è già scattata. Questo dovrebbe ricordarci che il mondo va avanti con un senso continuato tutto suo.
Anzi non avrebbe nemmeno bisogno di noi.
Non voglio fare riassunti, so che il 2018 mi ha portato diverse piccole soddisfazioni, passi avanti, sorrisi e ricordi da scrivere nella memoria, che hanno camminato accanto piccoli spaventi, ad ansie che hanno disegnato scarabocchi caotici, come nella vita un po' di tutti.
Non voglio fare buoni propositi, spero solo che il nuovo anno mi dia l'opportunità di uscire di più dal bozzolo, di sentirmi più a mio agio nella mia pelle, di riscoprire una novità, lì dove sembrava che ormai si fosse accumulata la polvere.
L'unico desiderio è che mi resti vicina quella voce di cui vi parlavo, e che possiate trovarla dentro di voi, e che possa restare sempre lì, anche quando sarà solo un eco o un bisbiglio.
Se mi state leggendo immagino lo stiate facendo al caldo delle vostre case, magari con la fortuna di avere accanto qualcuno che vi ami, e con cui passare insieme questa notte, ma so pure che ognuno sta vivendo circostanze diverse, non sempre così fortunate, e per questo spero che possiate sentire quella forza per andare avanti, qualsiasi cosa stia accadendo attorno e dentro di voi.
Siamo treni senza stazioni, cambiamo percorso, traiettoria, rotaie, ma ci tocca proseguire o al massimo rallentare, per poi continuare spediti. A volte non decidiamo il nostro percorso, ma possiamo pur sempre scegliere di farlo a modo nostro.
Possiamo continuare a respirare finché il nostro cuore batte, finché le gambe ci sorreggono e le mani continuano a muoversi. 
D'altronde le farfalle non pensano alla loro fragilità, ma semplicemente continuano a volare

Buon 2019




36 commenti:

E tu cosa ne pensi?

Info Privacy

  1. Ricordati di ciò che ti dico oggi, tra qualche anno.
    Dal bozzolo uscirai completamente, sboccerai definitivamente,
    magari non tutti ti ameranno, ma ti rispetteranno perché sei giudizioso, sensibile e intelligente, non ti difetta un eccellente uso della parola e sai ascoltare bene.
    Che il tuo volo sia sempre alto e fiero, a prescindere dagli obiettivi che si realizzeranno e quelli che purtroppo sfumeranno.
    Auguri di cuore Pier!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Riccardo, spero di trovarti magari qui fra qualche anno a ricordarmelo o magari a dirti "vedi che non è successo gnente eh!? eh!?" XD Scherzo!
      Buon anno a te :) Un abbraccio!

      Elimina
  2. Buon 2019 Pier che tutti i tuoi desideri possano avverarsi!!!
    È bello quello che hai scritto.
    Un po’ triste ma è la verità...alla fine siamo tutti soli .
    Gli altri ci aiutano a sentire meno quella solitudine ad essere un po’ felici !
    Però quella sottile insoddisfazione ti resta sempre anche quando sei tremendamente felice!
    In tomba si arriva da soli no?
    Se son riuscito a farti sorridere un po’ mi fa solo piacere.
    Ciaooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah hai ragione Max, alla tomba ci si va da soli :D Sempre sostenuto che siamo soli e così è giusto che sia.
      Ricambio il tuo auguri!
      Un abbraccio :)

      Elimina
  3. a volte, come dici tu, non decidiamo il nostro percorso, ma spesso decidiamo con chi farlo ed io spero che il 2019 ci farà fare ancora un bel pezzo di strada assieme💞

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma certo, prima che ti liberi di me si aggiungeranno molti altri numeri al duemila 🤣🤣🤣

      Elimina
  4. Fortuna che le feste sono finite, perché questi tuoi flussi di coscienza mi lasciano senza fiato.
    Sai, io sono tra quelli delle 23, ma il bello é che non mi pesa affatto. E non perché son troppo civica o noiosa, ma perché il nuovo anno è solo un numero, e nella vita non cambia proprio nulla se non siamo noi a volerlo con determinazione.
    Venendo a te, il tuo bozzolo si é già schiuso parecchio e sono certa che le cose andranno sempre meglio.
    Quindi buon anno a te e ai meravigliosi selfie che regali al popolo di instagram. Te l'ho già detto che dovresti fare il modello?
    Ma la bellezza non é tutto, si sa, e in te c'è molto altro.
    Ti abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Senza fiato" è per dire che ti angosciano, lo so! Magari il 2019 avrà altri flussi di coscienza :D
      È vero, non cambia proprio nulla, e se cambia non è una data a stabilirlo ma tanti elementi!
      Magari nel 2019 farò il modello XD Scherzi a parte, grazie mille per questo anno qui insieme!
      Un abbraccio :D

      Elimina
    2. Ahahha
      No, ma che mi angosciano?
      Dai, senza parole era meglio. Mannaggia. Me ne ricorderò per la prossima volta, considerando che i post introspettivi mi piacciono mooooolto più delle creme.
      Adesso lasciami fare del male con il mio Edward mani di Forbice su 55. Altro che festeggiamenti goliardici.. 😂😂😉

      Elimina
    3. ahahaha adoro Edward quindi è un ottimo modo di passare la serata! :D

      Elimina
  5. Ogni anno nuovi problemi e nuove cose belle, l'importante è non farsi abbattere dai primi e sfruttare i secondi, buon 2019 ;)

    RispondiElimina
  6. Bellissime parole come sempre!! Buon 2019 anche a te! <3

    RispondiElimina
  7. "... non c'è una notte di fine dell'anno che non mi abbia messo tristezza."
    Sono d'accordo. Che c'è da festeggiare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti non c'è molto da festeggiare ma la mia tristezza non è legata al festeggiare o meno, a quanto ho potuto provare.

      Elimina
  8. "Finirò come quelli che alle 23 vanno già a letto infischiandosene dei botti e dei brindisi, perché non importa ciò che ho intorno, i miei ricordi di quella sera restano sempre gli stessi."
    Idem come sopra.
    Anche perché oggi ho percorso 38 km. in bicicletta. E ho pure forato.

    RispondiElimina
  9. "Ogni anno ha qualcosa di nuovo e di diverso da affrontare ma non voglio né mi posso angosciare adesso per ciò che verrà."
    Sull'argomento ho una certezza granitica: il 2019 sarà peggiore del 2018.
    Così come il 2018 è stato peggiore del 2017.
    E il 2017 è stato peggiore del 2016.
    Und so weiter und so weiter.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non voglio smuovere le tue certezze però devo dire che il 2018 lo ricordo un pochino meglio del 2017 che è stato immobile. Del 2016 ho un ricordo troppo lontano XD

      Elimina
  10. Sai Pier, tante volte ho avvertito anche io quella sottile malinconia la notte del 31 dicembre.
    Non lo so perché, potrei forse dire che è innata, che insieme all'euforia si dipanava sempre anch'essa. Però scivola via, fortunatamente, già la mattina dopo. Bello che duri solo una manciata di minuti.
    Un caro abbraccio ed un mondo di auguri, è sempre bello leggerti e riflettere con te.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È bello che duri poco sì! Ti abbraccio e grazie per esserci stata lungo tutto quest'anno!
      Un abbraccio a te, e buon anno!

      Elimina
  11. "L'unico desiderio è che mi resti vicina quella voce di cui vi parlavo, e che possiate trovarla dentro di voi, e che possa restare sempre lì, anche quando sarà solo un eco o un bisbiglio"

    La "voce"...il tuo desiderio è molto simile al mio.

    Tanti Auguri Pier,Auguri per ciò che " senti"di scrivere!

    L.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille e tantissimi auguri anche a te per questo 2019!

      Elimina
  12. Sempre in ritardo ma arrivo anche io per lasciarti i miei auguri. Nel 2018 ho trovato il tuo blog, nel 2019 continuerò a leggere le tue riflessioni. Andrà tutto incredibilmente bene

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Speriamo vada tutto incredibilmente bene! Un abbraccio e buon anno :D

      Elimina
  13. Gran Bel Post, Pier.
    Con quasi otto giorni di ritardo, ti auguro un 2019 sereno.

    RispondiElimina
  14. Anche per me niente buoni propositi perché non voglio deludermi. Buon Anno 😊

    RispondiElimina
  15. Buon 2019 anche a te! Concordo sulla malinconia che assale anche a me la mezzanotte del 31. Non so come mai ma, ogni anno, è sempre cosi...c'è quel velo di tristezza! Io nemmeno ho fatto dei propositi per questo nuovo anno..voglio godermi quello che mi da e non pormi obbiettivi che non riesco quasi mai a mantenere. Spero solo sia sereno e ricco di cose belle e spero che sia cosi anche per te. Un grosso bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un bacio a te Cinzia e che sia un anno di cose belle :)

      Elimina
  16. WOW, Pier, che meraviglia di post.
    Se nel tuo bozzolo ci sta tutto questo, non mi preoccuperei troppo di uscire.
    Non amo molto la notte di San Silvestro, alla fine poi cambia solo un data sul calendario e tante volte me ne sono andata a dormire prima dei festeggiamenti per il nuovo anno.
    La verità è che tutti noi dovremmo festeggiare l'arrivo di tutti i nuovi giorni, di tutte le nuove settimane, di tutti i nuovi mesi, perché in ognuno di essi potremmo trovare potenzialmente quello di cui abbiamo bisogno. Questo caricare di aspettative l'arrivo del nuovo anno ha veramente poco senso.
    A me non piace proprio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille davvero.
      Sono d'accordo con te e mi chiedo, quanti hanno già perso tutte quelle speranze di cui hanno caricato quella notte.
      Un abbraccio :)

      Elimina
  17. Arrivo tardi, ma arrivo!
    Ma sai che anche a me puntualmente viene quel senso di malinconia poco prima che scatti la mezzanotte? Ovviamente cerco di non renderlo visibile agli altri un po' per non essere la rompina di turno, un po' perché alcuni non capirebbero.
    Con questo post comunque mi hai fatto vedere le cose in maniera diversa. E' vero, finito l'anno siamo in uno stato in cui sembra che chissà cosa debba accadere, in ansia di sapere cosa succederà, ma è solo la continuazione, un'evoluzione di ciò che già è.
    Buona serata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sei arrivata tardi, alla fine anche qui è tutta una continuazione! Un abbraccio e buona serata a te!

      Elimina
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Vi sono piaciuti