venerdì 4 agosto 2017

{Aggiornamento 72}
Occultamenti


Ce l'abbiamo fatta.
So che quello che sto per dire potrebbe adirare chi in estate va in ferie o, al contrario, ci lavora, ma con Agosto manca solo un mese e finalmente ci saremo tolti il fardello della stagione per me più odiosa dell'anno.
Un piccolo passo avanti verso l'autunno, verso la quiete.
Lo so che Settembre sarà ancora caldo, che bisogna aspettare almeno la "notte uguale", l'equinozio d'autunno, ma vedere che le giornate iniziano ad accorciarsi è stato un desiderio che si è esaudito, una boccata di aria anche se non si respira.
Parlano di caldo record, ma se resti in casa con il condizionatore acceso, il caldo non esiste.


Che poi, in verità, nonostante le interminabili ore di luce, questa estate è volata. Giugno e Luglio mi son durati quanto una fetta di torta dopo 2 settimane di dieta. Ho girato la clessidra senza accorgermene, cosa che da un lato mi ha fatto piacere vista la passione che ho esplicitato poco sopra verso questa stagione. Dall'altro lato però non amo quando il tempo vola. In genere succede quando o ti diverti, o hai troppo da fare, ed in entrambi i casi vedersi il tempo scorrere fra le dita, non aiuta.
In realtà Agosto, in quanto anticamera anche solo mentale di Settembre, mi spaventa e non solo per tutte le volte che mia madre da bambino mi ricordava che in poco più che quattro settimane sarei tornato a scuola canticchiando "l'estate sta finendo".


Sì, c'è sempre stata poca ansia in casa mia. E soprattutto non ero nato quando uscì questa canzone. 
Settembre è il lunedì dei mesi, il momento in cui dovresti mettere la quinta, e non puoi farti trovare col motore ingolfato. 
Lo so, sto fantasticando più del dovuto e sto correndo sui tempi, ma portate pazienza. Sono pur sempre quello che si è svegliato al mattino ed ha provato il cappotto che aveva nell'armadio.
A proposito di due settimane, non so se avete notato la mia assenza a Luglio, quando purtroppo non mi sono rintanato su di un'isola sperduta nell'Oceano Pacifico. No, non ci sono ferie nel mio calendario, né stacchi, né viaggi. E per quanto la mia routine non sia quella faticosa di chi si alza al mattino presto ogni giorno, va a lavoro per 8/10 ore e poi deve occuparsi magari della casa, e della famiglia, staccare sarebbe un altro desiderio che vorrei vedere esaudito. Cambiare un po' marcia, cambiare aria, cambiare ritmo o semplicemente vedere delle pareti diverse non appena apro gli occhi al mattino.
Vi dicevo, due settimane di assenza per il semplice fatto che il mio computer era andato in assistenza. Certo 8 mesi di vita per un notebook di fascia alta sono un po' pochi, ma il problema non mi è parso grave e comunque l'esperienza con l'assistenza Asus è stata più che accettabile. Se riesco ne parlo, ché magari torna utile.
In queste due settimane ho creato, per ovvie ragioni, un po' di distacco dal pc e dalla rete, cosa che non mi è dispiaciuta affatto, anzi è diventata quasi un'abitudine.
Tra l'altro, visto che il mio telefono ormai ha la stessa utilità di un fermaporta nei giorni senza vento, mi son ritrovato allegramente quasi scollegato dai social
Non è male come esperienza, dovreste provarci. Ci si sente un po' esclusi dal mondo, indietro su tutto ciò che accade anche solo fuori dalla porta di casa, ma non si sta tanto male.
In realtà in passato ero solito disattivare per un po' i profili social, una sorta di rehab coatta per allentare la maglia della dipendenza. 
Ora, invece, tutto al contrario, i profili li attivo.
Ho creato infatti la pagina Facebook del blog



È un modo per arrivare in contatto a con chi non ha Twitter o Instagram. Ci devo prendere la mano, ma se vi va seguitemi anche lì.
Poi ormai sono del tutto dedito alla lettura, passione così sopita nel corso degli anni da rasentare il letargo. Invece mi sono aperto agli e-book, che si sono rivelati pratici e nemmeno troppo asettici. Certo, se ricevo un libro nuovo, lo annuso come sempre, e il contatto con la carta non può essere superato da uno schermo.
Ho finito Il bambino bugiardo, poi ho proseguito con La gemella silenziosa, sempre di S.K. Tremayne.


Anche qui, non so se ne parlo più approfonditamente, ma posso dirvi sicuramente che ho preferito il primo, mentre quest'ultimo mi è parso più acerbo come costruzione narrativa.
Però se cercate una applicazione per leggere epub, ebook e tutta quella roba lì, sia per smartphone che per tablet, mi sto trovando bene con Moon + Reader per Android, che legge davvero diversi formati di file. Le impostazioni, sebbene siano in italiano, sono un po' confusionarie, ma ci si prende la mano e una volta settate, le impostazioni restano tali.

Mi piace perché ha il filtro BlueLight che riduce appunto la luce blu del dispositivo e aiuta contro l'affaticamento degli occhi; Ma soprattutto mi piace perché è leggera e non mi lagga il telefono già malconcio, e anche se chiudi l'applicazione, una volta che vai ad aprirla di nuovo, ti lascia ritrovi alla pagina che stavi leggendo. Inoltre è gratis, sebbene ci sia una versione a pagamento.
No, non è una pubblicità occulta, è che semplicemente mi ci trovo bene.
Anzi, visto che ci sono voglio fare un po' un disclaimer sulla questione.
La pubblicità occulta sui social è stato l'argomento del periodo, tant'è che molti vip, di quelli conosciuti persino dalla congrega di suore alla fine della mia strada, hanno ricevuto le lettere dell'Autorità garante della concorrenza e del mercato (Antitrust) affinché rivedessero il loro comportamento e sottolineassero quando i loro post sono spontanei o sono pubblicità, con dietro un contratto ed una retribuzione.



Cosa sacrosanta, specie considerando che dietro, nei casi di tale vipponi, c'è un business importante, ed è giusto che l'utente che poi diventa consumatore, ne sia consapevole.
Ho fatto anche io delle sponsorizzazioni di recente, e sono stato tacciato, sebbene ironicamente, di poca trasparenza. Come potete immaginare i miei di introiti sono ben lontani da quelli di uno qualunque dei nomi che tutti conoscete e non è necessario che io faccia, ma è comunque corretto (e legale) che anche io nella mia dimensione di formica all'interno di un immenso formicaio, faccia la mia parte.
Di base ci sono una infinità di possibilità quando si parla di questo tipo di marketing in quanto il blogger o l'influencer in genere hanno più scelte: dall'essere pagati per parlare di un prodotto che hanno ricevuto, o semplicemente per presentarlo, all'essere retribuiti in merce. Perché sì, ricevere prodotti è comunque una forma di retribuzione. O ancora, essere pagati per parlare bene di un prodotto, cosa che purtroppo pare capiti. 
Di base mi pare chiaro che non sia chiara la differenza fra smarchettare qualcosa vantando un'assoluta qualità e presentare qualcosa. E mi rendo conto come le collaborazioni retribuite o meno facciano ancora storcere il naso a molti.
L'AGM, per calmare le acque, ha suggerito quindi hashtag come #pubblicità, #sponsorizzato, #advertising, #inserzioneapagamento, o, nel caso si riceva un bene aggratis,  usare il #prodottofornitoda, seguito dal nome del marchio. 
Un po' bruttini questi hashtag, eh mio caro Garante.
Comunque ha ragione ed io nella mia trasparenza, non solo ho sempre segnalato quando ho ricevuto un prodotto, ma i miei articoli sponsorizzati sono indicati a chiare lettere o eventualmente con loghi, così come i miei post sui social, dove campeggia l'hashtag #Ad
Non credo serva molto altro al momento, ma seguo la situazione, e nonostante la trasparenza fisica mi riesca un po' difficile, cerco di essere in pari con quella morale.

Buon week-end e fatemi sapere come sta andando la vostra estate!








34 commenti:

  1. Al solo pensiero che l'estate sia in fondo agli sgoccioli, mi è venuto il magone. Perché è vero che mi sto sciogliendo e sento un caldo da morire. E' vero che tante mattine non tira un po' di aria neanche a pagarla.
    Però è anche la stagione in cui mi sento più viva ed attiva e pensare di tornare in letargo mi mette una tristezza immensa.
    Baci.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, io tutto al contrario! Non che in inverno mi senta particolarmente vitale, ma sento l'ambiente in cui vivo più affine. Inoltre penso una cosa: possiamo cercare di essere più attivi con il freddo, ma non possiamo far nulla contro il caldo (che comunque è limitante).

      Baci!

      Elimina
  2. Odio mare, odio estate e caldo e sudore e notti insonni davanti al ventilatore....le zanzare e tutto il resto.
    Anche io leggo ebook ma con il paperwhite...pensavo che non fossero soldi ben spesi ma mi son ricreduta...scaricando nei gruppi risparmio, leggo molto di piu', in 200grammi mi porto dietro una biblioteca intera, ha la luce integrata...lo adoro, per 99 euro nei periodi di offerta va proprio bene.
    Anche se...iniziai con uno usato pagato 25 euro su ebay, per poi prendere un kobo e romperlo in 2 mesi, e poi arrivo' il paperwhite..sono soddisfattissima.
    Questo periodo vado a JUssy Adler Olsen...quindi giallistica nord europa...leggendo di tempeste di neve almeno sogno e penso all'inverno con gioia...e mi distraggo dal caldo.
    Sono una tua nuova iscritta, ti va di ricambiare?
    https://amoriemeraviglie.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao e benvenuta :D
      Sai che tentavano anche me questi ebook reader? Ma prima non ero molto propenso agli ebook, e comunque avendo un cellulare da 5.5" (e volendone prendere uno un po' più grande) mi sono accontentato.
      Grazie della dritta sull'autore!
      Passo da te :)

      Elimina
  3. Io amo l'estate, certo non questo caldo soffocante, però mi piace il caldo perchè soffro molto il freddo purtroppo! Cmq più si avvicina settembre e più sale l'ansia, è li che ti aspetta per sbatterti in faccia tutti i buoni propositi o tutto ciò che dovevi (o avresti dovuto) raggiungere e che puntualmente non hai raggiunto, è come un esame non superato e allora rimandi all'anno dopo. Almeno, io così lo vedo, come un "punto della situazione" di tutta la vita però, sarò esagerata ma, quando arriva settembre e constati che molte cose che speravi di fare/raggiungere/superare non le hai fatte/raggiunte/superate, mette un angoscia tremenda... Anche io sto passando l'estate a lavorare, e va bene così, ieri ho passato la giornata a Firenze, perchè come hai appunto detto, bisogna pur staccare ogni tanto, ma il mare chissà se lo vedrò, ma intanto anche io leggo tantissimo e quindi un po' di distacco dal mondo me lo prendo così! <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da un po' di tempo non ho più quella percezione di Settembre. Cioè ho la percezione di un "nuovo" inizio ma me la prendo con più calma e benevolenza verso me stesso 😅
      Firenze è bellissima, ottimo stacco😊

      Elimina
  4. Devo seguire la pagina FB del blog.
    Oh, è vero che fa caldo, ma dopo i 4 metri di neve sticazzi. Me lo godo **
    Poi ci godremo pure l'autunno, per carità :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu sei comunque un entusiasta, ci credo che ti godi estate e inverno 😄

      Elimina
    2. quest'anno l'inverno me lo son goduto poco XD

      Moz-

      Elimina
    3. Eh lo so, ma anche 40 gradi, siccità ed incendi non sono da meno :/

      Elimina
  5. praticamente senza fare niente l'estate è volata.. io adoro l'estate ma bada bene parlo dell'estate con temperature umane perché 40 gradi per me non è normale xD sono andata in piscina 1 volta e sono così bianca che i miei amici mi fissano increduli..che bello xD ma mi rifarò ad agosto (non è vero ma ci credo comunque!) però settembre anche mi piace...è il mese del mio compleanno xD

    mallory

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo non si può mai sapere cosa riservi il caldo estivo, per questo lo odio a prescindere 😅
      Quando sarà il tuo compleanno?

      Elimina
  6. Sky sta trasmettendo dal teatro Bolshoi di Mosca il balletto "La bella addormentata" di Čajkovskij.
    Gran parte della musica di Čajkovskij si trova pari pari nella colonna sonora dell'omonimo film di animazione di Walt Disney.
    Tutte le volte che rivedo questo balletto rivivo il terrore provato da bambino nel vedere quel cartone animato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ognuno ha i suoi traumi infantili 😄

      Elimina
  7. A Ferragosto partirò per la Francia.
    Sarà la quattordicesima volta dal 2012.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ridefinisci il termine habituè in pratica 😄

      Elimina
    2. :-)
      Quest'anno il Tour de France ha attraversato la Haute-Loire da sudovest a nordest.
      Di seguito un paio di link per darti un'idea dei luoghi in cui vado in vacanza.
      http://dai.ly/x5tqs8g
      http://dai.ly/x5tzciz

      Elimina
    3. Bellissimi posti! Ma fa fresco?

      ps: attento ai link o blogger ti butta spam

      Elimina
    4. Direi di sì: l'alberghino in cui alloggio è a 1100 metri di quota :-) Là bisogna più che altro essere attrezzati per i cali repentini di temperatura, che sono sempre possibili, anche d'estate!

      Elimina
    5. :-)
      Sai, sto controllando le previsioni del tempo in Francia.
      Mi sa che in valigia dovrò mettere più abiti autunnali che estivi :-o

      Elimina
    6. Ho sentito, un mio amico è in Bretagna!

      Elimina
  8. Sto garante e gli hashtag vari mi hanno fatto venire un cerchio alla testa 😅 i giorni del booooom non so quanto ne abbiamo parlato, ma quello più brutto di tutti resta #cambiomerce 😂 ho sbagliato misura 😂😂😂

    RispondiElimina
  9. Vabbè che ogni anno dicono che è la stagione più calda, però effettivamente quest'anno si schiatta per davvero. Ho avuto un paio di abbassamenti di pressione indecenti, ero quasi morta in pratica. E comunque se Settembre è il lunedì per antonomasia, Agosto è una maledetta domenica che si sussegue per 31 giorni. In attesa che arrivi l'inverno, buona fortuna Pier :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È vero, è proprio una domenica e come tale è anche noioso e ansioso allo stesso tempo :D
      Baci!!

      Elimina
  10. È vero è volata, sono stata a due concerti, in vacanza, eppure mi sembra di aver perso ugualmente qualcosa. Vorrei settembre solo perché probabilmente sarà un po' più fresco. Per il discorso della pubblicità occulta sono d'accordo sulla regolamentazione però è arcinoto che alcune fashion bloggers, se non tutte, almeno quelle più note, non pubblicano un post spontaneo dal 2005, smarchettano la qualunque, e adesso che devono evidenziare i post per cui percepiscono denaro sono più patetiche e scontate che mai.
    Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ho seguita nelle tue vacanze :D
      Mi sa che più persone hanno riscontrato in questa estate un po' un vuoto. Anche in privato mi hanno detto questa cosa. E speriamo nella frescura settembrina!
      Non è semplice creare un post sponsorizzato, ma sicuramente è meglio scegliere qualcosa che si sente affine e magari saltarne altre.
      Baciotto :)

      Elimina
  11. per me agosto è vacanza
    l'estate è una stagione ostica a chi ama il freschino... però hai ragione, dura pochissimo, e può essere arginato con metodi molto interessanti

    RispondiElimina
  12. Non vedo l'ora di venire giù in Sicilia e farmoi ricchi giri e straricche mangiate... manca pochissimo.. e se riesco a vederti, ne sarei entusiasta.. intanto mo' ti seguo pure su facebook!!!

    RispondiElimina
  13. Il fatto che abbiamo scollinato Agosto,e quindi si viaggi a spron battuto verso l'autunno,mi rattrista non poco,ma tant'è.Ho tanti amici che lo amano,ed è giusto fare un pò a testa,no? XD
    I post sponsorizzati mi danno il vomito.Anche perchè non credo mai che le opinioni sìano sincere,ho sfollowato un sacco di gente che ne faceva un sacco,alla fine ti sembra di leggere un sito pubblicitario piuttosto che un blog di una persona.Seguo solo chi i prodotti se li compra,e ne parla senza vincoli.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un po' ognuno e siamo tutti felici :D Considera tra l'altro che qui in Sicilia l'estate inizia presto e finisce tardi! xD

      Elimina