lunedì 8 agosto 2016

Un'app per restare (o tornare) in forma

Non ho superato la prova costume, o meglio non l'ho fatta proprio. 

Ecco perché non l'ho superata.
Non perché temessi una clamorosa (e meritata) bocciatura, ma perché effettivamente non ho avuto occasione di andare a mare. 
Ma questo non importa. Quel che ci importa (o per lo meno, quel di cui voglio parlare) è che fa caldo, ci copriamo sempre meno e vogliamo essere a nostro agio anche mezzi ignudi.
Che poi non si dovrebbe aspettare l'estate per mettersi in forma, né tanto meno Agosto, ma questo è un altro paio di maniche.

La rete è piena di gente che ti dice cosa fare per dimagrire, da quello che devi mangiare, all'attività fisica da seguire, fino a robe assurde.
Bene, secondo me dovete (dobbiamo!) lasciar perdere 'ste matte.
In primis per una questione di salute: se a loro sta bene alzarsi la mattina alle 5 e mangiare 16 pan cakes, non vuol dire che possa andare bene anche per noi. E lo stesso vale per l'attività fisica: ci possono essere cose che, piuttosto che farci bene, ci fanno male, anche perché molte volte, chi parla in rete, non è un professionista del settore.
In secondo luogo perché dobbiamo imparare a ragionare con la nostra testa e non farci influenzare. Se su YouTube o su Instagram vedo un ragazzone palestrato e anabolizzato, non vuol dire che avere quel fisico mi farà stare meglio né esteticamente né mentalmente
Io devo pensare per me, a quello che mi fa stare bene, ed ognuno deve fare altrimenti, anche con un paio di chili in più.

No body shaming here.

Stare in forma è una scelta personale, e la "forma" la puoi scegliere tu e prima di tutto riguarda la salute in toto secondo me. Non solo per quanto riguarda vere e proprie malattie cardiovascolari, ma anche psicologicamente, perché, non so voi, ma se ad esempio vivo un periodo sereno, la mia alimentazione tende automaticamente, senza troppa attenzione a ciò che mangio, a migliorare; mi ritrovo più sgonfio durante i periodi meno stressanti.
Ma non voglio fare un trattato sull'alimentazione e sulla psiche, né voglio impartire una lezione a qualcuno, anzi, voglio solo segnalarvi un'applicazione per smartphone che mi ha entusiasmato e che magari non conoscete, e che penso possa essere utile per chi non ama andare in palestra o in questo periodo in cui molti centri stanno chiudendo per ferie e non volete perdere il ritmo. 
Non è un post sponsorizzato, sarei il peggio sponsor possibile e se i tipi dell'app sapessero che ne parlo proprio io che di atletico non ho nulla, mi denuncerebbero.

Non so voi, ma io non ho un buon rapporto con le palestre, soprattutto per una innata incostanza e pigrizia nel dover prepararmi, uscire di casa, prendere l'auto e recarmi appunto in palestra. 
In tutti questi passaggi finirei almeno per farmi 3 panini con la mortadella e a far ginnastica non arriverei mai. Così da diverso tempo ho scelto di allenarmi in casa, per non avere scuse ed essere sempre pronto.

Allenarmi è un parolone: cerco di aggiungere movimento alla mia ben radicata sedentarietà


Di base sono comunque convinto che l'importante sia muovere un po' il culo da sedie/divani/letti senza dover fare robe estreme da atleta olimpico.
Per parecchio tempo ho fatto i classici esercizi che un po' tutti conosciamo: squat, flessioni, addominali, piegamenti ecc, che vanno sempre bene, ma dopo un po' mi son scocciato a far sempre la stessa roba quindi ho cercato un supporto su internet.
Da diverso tempo spopolano in rete i workout che si ispirano al Tabata Training: una sequenza di esercizi da eseguire in 4 minuti mantenendo alto il ritmo cardiaco. Dopo ogni esercizio che dura in genere meno di un minuto, ci sono 10 o 20 secondi di ripresa.
Esistono ovviamente circuiti con un maggior numero di esercizi e che durano più tempo.
Ovviamente sono 4 minuti ma bisogna avere la costanza ogni giorno.

YouTube è zeppo di video di workout, esistono interi canali, italiani e stranieri che parlano esclusivamente di questo e molti seguono appunto la filosofia di gruppi di esercizi. I video sono molto utili: ti spiegano bene cosa fare, quali errori evitare e tengono il tempo degli esercizi per te.
Ma i problemi di YouTube sono due:
  1. ovviamente serve un collegamento ad Internet e può capitare che non sia disponibile. 
  2. Si perde molto tempo per un semplice motivo: prima di iniziare ti tocca vedere tutto il video per capire se possa fare al caso tuo, perché magari servono delle attrezzature che non hai o ci sono degli esercizi che non ti va fare o non puoi fare per qualunque ragione.
Le applicazioni per smartphone sono invece più semplici e veloci da consultare, e funzionano per lo più anche offline.

La prima applicazione per l'allenamento home-made che ho provato è stata 7 Minuti Workout.


Gratuita nella versione base e disponibile sia per iPhone che per Android, ma ce ne sono diverse nell'app store con lo stesso principio dei sette minuti. 
Non sarebbe male come app di fitness, anzi è semplice e intuitiva, gli esercizi sono ben spiegati passo passo dalla voce guida e  non è richiesta alcun profilo o iscrizione. Basta accettare le condizioni, e parte. Inoltre è in italiano, che non guasta per chi non parla bene l'inglese. Ma 7 Minuti Workout presenta sempre gli stessi esercizi, tanto che la stessa app vi suggerisce altre applicazioni per fare degli allenamenti mirati, e per sbloccare le altre funzioni devi comprare la versione pro. 
Ma secondo me, anche acquistandola, resta ripetitiva, e nel giro di poco la vorrete eliminare dalla memoria del telefono.

Quindi ho cercato altro. Ho trovato questa JEFIT.


Ma anche con questa applicazione non ci siamo. Sì, è gratuita (sebbene ci sia anche la versione PRO) sia per iOS che per Android, ma come prima cosa vi fa creare un profilo; niente di complicato o troppo personale, ma comunque non mi piace come cosa. Secondariamente ma non meno importante, una volta che accedete all'applicazione, vi rendete conto che è un po' confusionaria. In parte anche per la quantità di palestratoni gommosoni che vi sbatte in faccia, in parte per il fatto che è in inglese, ma soprattutto per la disposizione degli esercizi. Ma, il più grande problema che rende questa JEFIT inutilizzabile per me è che l'80 percento dei workout richiedono degli attrezzi da palestra. Non solo le classiche palle di ghisa, ma anche bilancieri e altri aggeggi che non so nemmeno come si chiamino. Decisamente scomoda, anche in palestra dove non sempre hai tutti i macchinari a disposizione.

Ho cercato ancora ed ho trovato la pace dei sensi con l'applicazione chiamata Workout Trainer.


Vero, anche questa Workout Trainer richiede la creazione di un profilo, con nickname e e-mail, ma non è nulla di dispendioso. Tra l'altro possiamo accedere al profilo in un secondo momento e modificare i nostri dati con qualcosa di più credibile di Mario Rossi. 
Non credo ci sia molto da dire su questa app, perché è davvero semplice da usare: i workout sono divisi per sezioni in base all'obbiettivo dell'allenamento e a quale parte del corpo va a stimolare. Quindi ci sono gli esercizi per rinforzare il busto e gli addominali, e quelli full body, per allenare tutto il corpo, o quelli per le spalle. Ci sono inoltre workout ispirati allo yoga e al pilates, e quelli dedicati al riscaldamento e allo stretching dopo l'allenamento.
Workout trainer vi manda anche una notifica per ricordarvi di fare la vostra sessione ginnica quotidiana, e ovviamente c'è anche un calendario che segna quando e quanto vi siete allenati.
La trovate gratis sia su Android che su iPhone e, sebbene ci siano dei programmi di allenamento che si attivano a pagamento, o la possibilità di creare un account PRO, l'applicazione in versione free secondo me va più che bene. Ci sono davvero tantissimi circuiti, non credo serva aggiungerne altri. 
Su ogni workout è indicata l'intensità e la durata dell'allenamento e fin da subito l'app ci dice se occorrono degli attrezzi. Puoi scorrere subito gli esercizi che andrai a fare così che, se qualcosa non ti garba, puoi scegliere un altro allenamento. I workout possono essere scaricati per poterli eseguire offline ed è possibile crearsi un proprio gruppo di esercizi.

Ci ho provato ovviamente, ed ho chiamato il mio workout "muori male". Effettivamente dovrei rivederlo perché così come l'ho composto è troppo faticoso. 
L'app ha anche una funzione "social", ovvero è possibile condividere le foto di noi madidi di sudore. Ovviamente non l'ho fatto.

E questo credo sia tutto. Manca forse la risposta alla domanda più interessante: questo tipo di workout funziona? Su di me direi di sì.
Certo, ci vuole costanza, nel fare attività fisica ma io vedo dei miglioramenti. Prima di andare a Milano sono stato abbastanza costante, e penso che si noti qualcosina in questa foto. Poi, per via del caldo, non sono riuscito a proseguire con altrettanta perseveranza.
Ma non mi arrendo.
Oggi tra l'altro è lunedì, un buon giorno per iniziare a rimettersi in forma!



Buona giornata a tutti e fatemi sapere come vi allenate.




8 commenti:

  1. Sai come la penso e come abbia cambiato alimentazione e seguito anche dei percorsi di allenamento da un tre anni a questa parte e sposo in pieno quello che dici, è importante trovare la strada giusta per noi. L'app me l avevi già suggerita ma ancora non l ho provata, dopo le vacanze la metterò alla prova ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Poi mi dici che te ne pare :D Secondo me l'applicazione dà buoni spunti per muoversi un po'!

      Elimina
  2. Mmmhhh quasi quasi la scarico anche se, per me, serve più una....APParizione :D :D
    Ok, ho fatto la battuta scema, ora posso tornare a sollevare libri :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahaha e pure a me! Un miracolo D:

      Elimina
  3. Quest'anno mi sono presa meno cura della mia forma fisica rispetto agli anni scorsi. Mi darei una zappata sui piedi, ma ormai è così. Mi giustifico dicendo che avevo pensieri di un altro tenore e il resto è andato un po' a puttane.
    Sorry per la parolaccia :D Baci.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah tranquilla ti capisco. È proprio quello che intendevo: nei periodi più tranquilli si riesce a curari di più e molte volte basta anche poco :)

      Elimina
  4. Ho un abbonamento per la palestra chiuso nel cassetto del mio comodino... niente app, adoro mangiare e alla forma fisica ci penso con una sana pedalata. Non farà miracoli ma mi accontento!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche una pedalata va benissimo :)
      Dalle mie parti non è molto facile, perché non ci sono piste ciclabili e in alcuni punti rischi ti uccidano ...

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...