mercoledì 27 maggio 2015

Le sei persone che non dovresti volere come amici.

L'amicizia è una cosa meravigliosa e in tutti i modi hanno cercato di farci capire che chi trova un amico trova un tesoro. Dai cartoni animati quando siamo innocenti bambini, ai fulgidi anni del liceo.
Ma nella realtà, 'sti cazzi.
Col tempo impari che gli amici sono sempre persone e lo stronzo lo becchi lo stesso, dietro un sorrisetto. 
Come si dice dalle mie parti: nessuno ti dirà mai lavati il volto che sembri più bello di me. 
Ti giri un attimo e ti ritrovi a pubblicare su Facebook un "quoque tu" lungo una quaresima, mentre ti levi i coltelli dalle spalle.
Dopo anni di esperienza, ecco dunque la mia personalissima lista delle persone che non vorrei come amiche nemmeno vivessi in un remake di Io Sono Leggenda.

Il Mago

E' l'amico che fa il suo spettacolo, arriva, ti racconta tutta la sua vita e poi PUFF svanisce nel nulla. Non lo trovi nemmeno a chiamare Federica Sciarelli.
Però quando dovrà invitarti a cene, eventi, serate, gruppi, pagine Facebook e missioni in Tibet da lui organizzate, stai sicuro che ti assillerà fino alla morte. In genere è quello che visualizza i messaggi e non risponde. Ma guai a fare lo stesso con lui perché ti scaglierà contro qualche anatema.
Sottocategoria: il mistificatore.
Il mistificatore è quello che dopo essere sparito ritorna raccontandoti mirabolanti scuse sulla sua assenza. Lui ha sempre impegni: casa, lavoro, studio, malattie, tricche, tracche e bombe a mano. Tu invece hai tanto tempo libero da contare le cartelle che Equitalia manda a Maradona.
Ovviamente finite le scuse, inizia a raccontarti anche tutti i suoi successi nella vita facendoti sentire un po' tapino: amore, lavoro, salute, premi nobel e scoperta del vaccino per la malaria.
E quando è il tuo momento per parlare, ecco la magia: svanisce.

Il ladro
In genere è l'amico che ti cerca giusto per chiederti qualcosa. Che sia la macchina, un favore, denaro o di uscire, quando giustamente non ha di meglio da fare o non ha la macchina, poco importa. 
Il suo superpotere? Un lavoro di fino. Non ti chiederà mai nulla apertamente, ma lo farà subdolamente lavorando sui fianchi e sul senso di colpa. Sarà sempre il compagnone di turno, gentile e cordiale. Non litiga mai con nessuno, evita le discussioni come per strada si evitano i testimoni di Geova, sia mai che possano tornargli utili per un favore. 
In genere si circonda di persone altamente rincoglionite, in grado di cadere con tutte le scarpe nei meandri del suo carisma.

Il single

Il single è l'amico il cui unico problema è la vita sentimentale e i suoi rapporti col prossimo si distinguono in tre step. 
Fase uno: è single. Obbiettivo: trovare qualcuno da amare. 
E tu non sei altro che la scusa per uscire la sera e conoscere gente o la spalla su cui piangere ad ogni occasione persa. 
Fase due: è fidanzato.
E non lo vedi più, perché da fidanzato l'amico single diventa una figura mitologica, come gli unicorni e le banconote da 200 euro. Puoi pure dimenticare che esista perché tanto lui per un paio di mesi sarà occupato con la sua dolce metà, a confermare che tira più un pelo di.....
Fase tre: è di nuovo single
E tu ritorni ad essere la spalla su cui piangere per le mille delusioni di una storia durata tre giorni e per quanto sia triste e brutta l'esistenza del single. 

Il clown

Lo riconosci subito, perché come si abbiglia diventa catarifrangente. Perché l'amico clown è tale sia dentro che fuori.
E' convinto di essere simpatico, eccentrico, particolare, divertente, originale, unico, straordinario, non rendendosi assolutamente conto di essere semplicemente fuori luogo.
Vuol essere l'anima del gruppo, si affibbia da solo questo incarico e te lo dice convinto. Se la sente caldissima, come ama egli stesso dire di sé, e non perderà occasione di mettersi in mostra, non capendo assolutamente di essere unicamente imbarazzante.

Il disgraziato

Il disgraziato è l'amico che c'è sempre, ma giusto per lagnarsi delle sue disavventure, di quanto per lui la vita sia brutta, difficile, faticosa, in ogni aspetto della quotidianità. Una continua giostra di emozioni che porta giù verso le porte dell'inferno. Perché sì, ad un certo punto speri di morire pur di non sentire il piagnisteo inutile. Perché sì, di base il disgraziato non ha nulla di più e nulla di meno di un qualsiasi essere umano, se non tanta voglia di tediare le altrui vite. Inutile farglielo presente, perché negherà a oltranza.
Sottocategoria: lo iettatore.
Il disgraziato si trasforma in iettatore quando, dopo essersi lagnato, inizierà a decantare le tue fortune, presenti e future, fortune che ovviamente non gli spettano. Secondo la sua visione, la tua vita è costellata di strade in discesa, porte aperte e portafogli traboccanti. Oro, incenso e Birra, ti aspettano lungo la strada, sempre secondo la sua visione. L'unica soluzione? Grattarsi.

Il tuttofare

Infine, l'ultima categoria di persone che non dovresti volere come amici sono i tuttofare. Non importa come e quanto cercherai di spiegargli che vuoi un semplice, puro, casto, platonico rapporto di amicizia, perché lui cercherà sempre di creare l'occasione per potersi infilare fra le tue gambe o su di lì. La sua cassetta degli attrezzi è fatta di battutine maliziose e messaggini carini prima di andare a dormire. E troverà sempre l'opportunità di restare solo con te sperando che tu abbia cambiato idea. No, non è innamorato di te, è semplicemente sfigato.

E voi? Quali persone non vorreste come amici nemmeno nei vostri peggiori incubi?







40 commenti:

  1. Di "disgraziati" ma soprattutto di "iettatori" ne ho incontrati tanti ma, come diceva la mia bisnonna, "meglio essere invidiati che compatiti" :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tua bisnonna aveva ragione, ma nel dubbio mi gratto!

      Elimina
  2. Minchia Pier.. tu devi cambiare giro.. DI CORSA!!!

    RispondiElimina
  3. L'ultimo è il marpione.
    Oddio, io ho diverse tipologie di amici, ma anche l'amicizia ha gradi diversi :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cioè sei tu il marpione :P?

      Elimina
    2. Hai dimenticato il cipriota.. ahah

      Elimina
    3. Cipro vi piace proprio....

      Elimina
    4. Sì, se mi piace una persona posso essere un po' come descrivi, ma non viscidamente XD

      Moz-

      Elimina
    5. Però ad un certo punto, se l'altra persona ti dice "no guarda lascia stare" te lasci stare penso XD

      Elimina
  4. Per fortuna non ho questo tipo di amici... in verità i miei amici si contano su una mano... anzi, anche meno e una abita a 150 chilometri di distanza!
    Ho un unico vero amico e me lo son sposato... mi fa ridere e con lui sto bene! Che dici, siamo in pochi? ;-)
    Bel post, divertente davvero!
    Ciao Pier!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nono hai fatto benissimo :D
      Grazie cara! Ciao!!

      Elimina
  5. Ho avuto a che fare con tutte le categorie eccetto l'ultima.
    A questi aggiungerei il malato di figa.
    Mi scuso per il tono, ma non riuscirei sennò a darne una caratterizzazione precisa.
    Ovvero il tipo per cui il sesso e la vagina rappresentano la sua unica ossessione e il suo unico argomento di discussione.
    Tipi che a parole si fanno ogni sera più cavalcate di Furia e Varenne messi insieme.
    Colui che sarebbe capace di intortarti madre,sorella,fidanzata ed anche la nonna se gliene dai occasione. :-P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tranquillo per il tono, non renderebbe altrimenti XD

      Elimina
  6. Avevo scritto un bel commento e non so perchè non appare -.-
    Comunque! Dicevo? Ah, sì; tra quelli da te elencati mi manca solo il clown! Però, di contro, ho avuto il piacere di conoscere l'amico "Giano Bifronte" (quello che con te non fa altro che elogiarti, ma alle tue spalle è ben capace di inventare storie assurde pur di screditarti!) e....e tanta tanta merda, indistintamente dalla categoria che più può individuare quelli che erano le/i mie/miei amiche/amici.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quello mi manca, ci sono stati più che altro conoscenti che davanti "mi ballaunu" e alle spalle peste e corna!

      Elimina
  7. ma piuttosto, quello che mi chiedevo, leggendo il post, è... non è che per caso rientro in una delle categorie descritte!?!?! argh!!! Mi pare di no... e degli altri esemplari... qualcuno lo posso trovare tra le mie cerchie amicali... ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Me lo sono chiesto anche io di me stesso! E la risposta è no XD lo so che sembro bipolare!

      Elimina
  8. Una delle mie migliori amiche era partita bene, poi col tempo è diventata un brutto incrocio tra il single e il disgraziato versione iettatore. Alla fine ha rotto le palle e l'ho sfanculata.

    RispondiElimina
  9. Sono morta. Twisty il clown <3
    comunque il disgraziato è penso la categoria più perniciosa perché poveretto SOFFRE SOLO LUI e se provi a dirgli tu una cosa, qualsiasi cosa, ribatterà coi suoi problemi che sono sempre più grandi. Sempre.


    ps ti ho detto che grosso problema ho?! detesto farmi tutte queste analisiiii :p

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh quello è un vero, grosso "problema" :D

      Elimina
  10. Ahahahahaha ma che orrendo fermo immagine di Maria, credevo fosse Luca Dorigo xD Comunque, ho avuto un'amica che rientrava in tutte le categorie O.o E devo dire che PURTROPPO, l'unico vero amico che ci accompagnerà per il resto della vita, che si preoccuperà davvero per noi, sarà la stessa persona che ci amerà e che ameremo ( a meno che non sia uno stalker che prontamente denunceremo)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione.... tristemente ragione XD

      Elimina
  11. Io devo dire che sono una piuttosto selettiva nelle amicizie, preferisco averne poche ma buone, piuttosto che tante di convenienza! Ho imparato a distinguere chi c'è sempre e in modo totale, nonostante impegni di lavoro, studio, fidanzati, sport, e chi invece c'è solo una volta ogni tanto quando ha bisogno di raccontare i fatti propri! Purtroppo, ultimamente mi sono anche accorta che oltre alla convenienza c'è anche la gelosia, quindi quelle persone è meglio tenerle lontane non me ne faccio nulla di chi porta male e non è contento dei tuoi traguardi, quelli non sono amici! Comunque ti ho appena scoperto e aggiunto! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La gelosia c'è anche in famiglia, figurati fra "estranei"! Ma poi non capisco da cosa nasca...
      Benvenuta cara :D

      Elimina
  12. Vabeh questo post è qualcosa di meraviglioso, sono morta.
    Per gli amici dovrei averceli tutti e aggiungerei il menagramo, che quando si organizza qualcosa è sempre quello che trova il lato negativo delle cose, emana sentenze di apocalissi e piaghe d'Egitto mentre tu volevi solo farti un weekend al mare ma tanto lui dice che piove, oppure trovi lavoro e lui comincia a menartela che devi tenertelo stretto che è un attimo e ti ritrovi sotto un ponte, insomma una vera gioia... ah e poi ci sarebbe l'amicone di tutti, quello che dice di stare bene con tutti, non avere problemi con nessuno, tutto meraviglioso, tutti amici per la pelle ma poi chissà come ha sempre un commento su Tizio o Caio e a spettegolare non lo batte nessuno...
    Però se trovi l'amico giusto il mondo diventa più bello, non credi? ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. <3

      Hai ragione, il menagramo non può mancare! Un po' come il disgraziato, alla fine porta sfiga!

      Sì vero, gli amici (quelli giusti) cambiano la tua visione del mondo!

      Elimina
  13. Io non vorrei avere quello che si attacca come una sanguisuga...diciamo che è un po' il tuttofare. Sono le persone che detesto, quelle che non ti lasciano respirare.
    Bellissimo post! Lo convido su Twitter perchè è troppo carino! :)

    RispondiElimina
  14. Sansa Stark!
    Ho seguito su Sky quasi tutta la quarta serie de "Il trono di spade". Ora sta andando in onda la quinta serie, sempre su Sky, ma dopo aver visto la prima puntata ho detto basta. A parte la trama estremamente complicata, c'è troppa crudeltà per i miei gusti. E poi i tre draghi compaiono pochissimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' una delle serie migliori! Seguila :D

      Elimina
  15. Ah, gli "amici"... che strane creature!!!!
    io aggiungerei anche il permaloso, quello che qualsiasi cosa dici crede sia rivolta a lui/lei. Di quelli elencati ho avuto a che fare col "ladro" (anche detto lo scroccone), il più insopportabile di tutti, secondo me!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo stizzoso!!! Che odioso, pare che abbia sempre le spine sotto al culo XD

      Elimina
  16. Con il disgraziato mi hai fatto morire dal ridere! :D

    RispondiElimina
  17. Hai dimenticato di dire "Quello che puzza"...chi non ne ha mai conosciuto uno :S

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quello non dovrebbe nemmeno avvicinarsi!

      Elimina
  18. Manca quello che ti porge la spalla su cui piangere per nutrirsi in realtà del tuo dolore

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il succhiatore! Da inserire nella lista assolutamente!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...