domenica 11 agosto 2013

The Women (2008)

L'ultima sera prima di lasciare Verona, non avendo alcuna intenzione di uscire visto che il giorno dopo mi sarei dovuto alzare alle 5 per prendere l'aereo di ritorno, mi son sdivaccato sul divano, e su La7 davano The Women.
Purtroppo sempre considerando che alle 5 sarebbe suonata la sveglia, non riuscì a finire di vederlo. 
Ma, per non restare col dubbio di aver perso un capolavoro della cinematografia, pochi giorno fa l'ho recuperato e concluso.
Mary Haines è una moglie, una madre, una donna impegnata nel sociale, una lavoratrice e un'amica. 
Semplice, acqua e sapone, con uno stile tutto suo, lontano dalla borghesia di cui fa parte, ma alla continua ricerca della perfezione. 
Nella sua mente deve  dare il meglio di sè, sempre e a tutti, facendo della sua vita un perfetto castello di carte.
E come tutti i castelli di carte anche questo avrà breve durata.
Basterà infatti un colpo d'anca della giovane e senzuale Crystal Allen, a far crollare tutto, facendo capitolare il marito di Mary, Stephen, fra le sue braccia.
Sarà poi la petulanza di una manicurista a svelare il rapporto fedifrago, prima alle amiche di Mary, e poi, involontariamente, a Mary stessa.
Dal rifiuto, al tentativo di riconquista, al divorzio, la protagonista attraverserà diverse fasi fino a prendere coscienza che buona parte della sua vita non è stata altro che una farsa tutta protesa ad accontentare gli altri, senza pensare cosa realmente volesse per sè.
Se da un lato la commedia risulta leggera e divertente, accompagnata da battute piacevoli, e molto Sex and the City oriented, dall'altro gli spunti di riflessione annegheranno in un mare di scarsa credibilità. Lo stesso vale per molti dei punti drammatici del film, come la sofferenza per un amore ormai infranto, che risulteranno macchiette al limite della parodia, quasi fuoriluogo in questo contesto.
Poco efficace, inoltre, l'espediente di non far apparire nemmeno una figura maschile, manco di sghiscio, nel tentativo di avere un punto di vista esclusivamente femminile, pur tuttavia restando l'uomo, il motore dell'intera vicenda.

Voto 6.5 ( per la simpatia di Maggie/ Cloris Leachman )


Comunicazioni di servizio:
  1. sempre a Verona ho visto un paio di film a tematica omosheshuale, vi interesserebbe la rece? Ho un po' un lack in questo senso, ma me ne sono anche stati suggeriti diversi;
  2. si accettano costantemente suggerimenti riguardo su altri e nuovi ( o vecchi) film di ogni genere ( no porn ). 
Fatemi sapere! 

32 commenti:

  1. l'ho visto anch'io su' la7 xD comunque commedia carina si :) sono super pro per i film a tematica omosessuale,così ne suggerisci qualcuno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah mi fa piacere fossimo sintonizzati in contemporanea :D
      Ok allora mi do da fare ;)

      Elimina
  2. Meg Ryan con le labbra a canotto è inguardabile!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già, non ho capito il senso di quei ritocchi!

      Elimina
  3. E Gniente, ho visto Eva Mendes nella locandina ed il post l'ho letto velocemente

    :P

    Ciao Pier!!!

    RispondiElimina
  4. Non l'ho visto ma,ad essere sincera e tua recensione a parte,non mi ispira molto :D Per i film che trattano tematiche omosessuali non ho nulla da obiettare sperando però che non siano infarciti di luoghi comuni e macchiette varie come "la checca" e altre robette simili (cioè quelle cose su cui il 90% dei cinepanettoni,per esempio,basano i propri personaggi omosessuali)
    P.s. siccome mi son svegliata 5 minuti fa (e questo spiega gli eventuali errori/orrori di sintassi,grammaticali ecc del mio commento),sbaglio o hai scritto il sicilianissimo SDIVACCATO? *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un film senza troppe pretese, ecco! Sarò spietato a bocciare gli stereotipi inutili e antichi, tranquilla :D

      Sì, l'ho usato e lo rivendico con orgoglio XD

      Elimina
    2. Ecco! Diciamo no a gli stereotipi,alle fobie becere e rivendichiamo con orgoglio gli aulici termini quali:
      -sdivacato
      -staiu squarannu
      -Madonna de piatteddi!!

      xD

      Elimina
    3. Wait "squarannu" non so che significhi XD

      Elimina
    4. Squarannu= mi sto sciogliendo come un ghiacciolo al sole.
      Usi della parola:
      -staiu squarannu
      -mi squararu i baddi/i minni
      -s'a squarau (in questo contesto significa: se l'è fatta sotto ed è scappato)

      Elimina
    5. La prima e l'ultima ce l'ho come modi di dire ( però è squaghiannu) e il secondo no :D

      Elimina
  5. Ti consiglio "Il bono, il bruto e l'attivo" e "un trans chiamato desiderio".

    A parte gli scherzi, uno dei miei film animati preferiti è a tematica omosessuale: si chiama Il Poema del Vento e degli Alberi, dal regista che lavorò al primo Gundam... è un capolavoro di rara bellezza e decadente poesia.
    Per inciso, non è una checcata tipo Women :p

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahah magari esistono e non lo sappiamo!

      Ecco, me lo segno! Se non dovesse piacermi ti picchio, anzi ci picchiamo!
      Stai dando della "checca" a delle donne!!? XD

      Elimina
    2. L'unico scoglio che potresti avere (ma confido nella tua apertura -mentale, of course :p -) è che si tratta di un film animato. Sì, un cartoon.
      C'è gente che crede che i cartoni siano da bambini a prescindere.

      Ti assicuro che il film è di rara eleganza. La regia è sublime (a me piace per le sue caratteristiche tecniche, ma ti assicuro che anche la storia è bella e tu sicuramente l'apprezzerai ancora di più)

      Moz-

      Elimina
    3. Naaaa che scoglio!? Alla fine di film animati ne vedo, quindi se ha pure una bella storia ( e non è appunto per bambini) ancora meglio!

      Elimina
    4. E allora è il tuo film. Che poi è un mediometraggio (dura solo un'ora)
      http://www.youtube.com/watch?v=KW0wc4Wr9Hs eccotelo :)

      Moz-

      Elimina
    5. Grazie Miki :D poi lo guardo, appena ho tempo!! Oltretutto per adesso non ho voglia di star ore al pc!

      Elimina
    6. Sì, io te l'ho linkato giusto per... nemmeno a me andrebbe voglia di vederlo, specie adesso che la mia priorità è guardarmi questo Women di cui parli (se, credici :p)

      Moz-

      Elimina
    7. Oh non ti fidare una volta, non sia mai!!

      Elimina
    8. Mi fido solo quando me lo sentirò... non è questo il caso :)

      Moz-

      Elimina
  6. Si dai di film a tematica omosessuale sono sempre a caccia.. ti segnalo reina che ho visto poco tempo fa segnalato ancor prima da lord.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' proprio uno dei film visti a Verona :) Arriverà presto la recensione!

      Elimina
  7. Un film mah, ha trattato male l'argomento della fine di un amore, appunto. Recensisciceli tutti!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già! Se si guarda alla trama ha dei buchi emotivi molto forti! Ci provo cara :D

      Elimina
  8. Giovane,
    sei rientrato alla base?
    Io in partenza per terra sarda, ti abbraccio forte e ci sentiamo a settembre.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah bella! Sì da qualche giorno ormai ( purtroppo)
      A presto e fa buone vacanze :D

      Elimina
  9. ciao pier, io - sull'onda dell'attualità - ti consiglio "into the wonder" di terence malick che ho visto pochi giorni fa: una "danza", piuttosto impegnativa, intorno alle difficoltà dell'amare. non è un film leggero né estivo, ma mi sento di suggerirlo. a me è piaciuto.
    saluti dalla cinesissima milano ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. metiu accettissimo il tuo consiglio! Magari più in là lo guardo :) Grazie
      Salutami Milano :D

      Elimina
  10. Ne ho sentito parlare, ma non l'ho mai visto.
    Mi sa che eviterò... ;)

    ciao Pier, buon ferragosto!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giusto se vuoi farti una o due risate ecco...
      Ciao Cara! Buon Ferragosto a te!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...