venerdì 15 febbraio 2013

La Poraccitudine #11 Speciale Sanremo 2013 (terza puntata)

Terza puntata di Sanremo e ovviamente io sono puntuale e loro sono in ritardo. 
Ma per farsi perdonare Fazio, con lo stesso vestito da 3 giorni che c'è crisi, e Luciana con un impermeabile, cantano Vattene amore per augurare buon San Valentino a tutti.
E si baciano pure.
Comicamente teneri.Spiegazioni di rito e si comincia con Simona Monilari e Peter Cincotti.
Lei molto figa devo dire.
Abito fucsia fluo, la gonna non l'ho capita ma aveva uno strascico, scollatura a cuore e tette strizzate per prendere aria. Fascia di strass in vita, capello mosso. Look ok, ma canzone La Felicità, boh. Carina, fresca, ma boh.
Tocca a Mengoni che sembra aver pippato la polvere del teatro Ariston visti i movimenti scoordinati e scattosi. Ha scelto lo stesso abito della prima serata tinteggiato con la colorerai italiana. La canzone L'essenziale mi piace, ho deciso.






Non un capolavoro, ma a Sanremo ci può stare.
Poi arrivano gli Elio e le storie tese vestiti di tutto punto e con tanto di braccia posticce che, come tutte le cose posticce, cadono.

La canzone Mononota è fantastica, uno show fatto canzone.






E dopo una tosatina a Vessicchio, canta Malika Ayane, truccata come Marlene Dietrich ma con i capelli di Mirko di Kiss me 
Licia.
Il look g
uadagna con l'abito lungo nero, con un mega fiocco sotto il collo.La canzone E se poi non so cosa abbia ma non mi convince, non mi arriva il brivido. Il testo è bello ma la melodia forse la rende noiosa. 
Sembra voglia raccontare una storia che non capisco.
Cambio di abito per Luciana con una brilluccicante cerata nera e scarpe rosso fuoco, che introduce il One Billion Rising, flash mob contro la violenza sulle donne.
Uomini sappiate che quando picchiate un qualsiasi essere vivente, donne, bambini, animali, perdete 3 centimetri di uccello e diventate amebe.
E io lo so che mentite in partenza sulle misure, sappiatevi regolare.
Comunque uno spettacolo suggestivo.
Brividi.
Riprende la gara con i Marta sui Tubi, con Vorrei.

Continuo a non capire l'articolazione delle parole, ma la canzone è bella, d'impatto, non prettamente nel loro stile e forse per questo più adatta all'occasione.
Turno di Chiara che si ripresenta vestita come la pri
ma serata nei modelli, cioè dalla collezione '98/99 della Bon Prix, ma almeno opta per il nero che non sbagli mai.
La canzone, Il futuro che sarà, è un tango pop a mio avviso un po' moscio.
Subito dopo il primo ospite: Roberto Baggio.
Io non ho mai capito un ciuffolo di calcio ma ho sempre avuto simpatia per lei.
Più vecchio, appesantito ma un bell'uomo.
E poi si rivela anche filantropo, che volete di più?!?

Pubblicità e arriva Gazzè con la sua Sotto casa.

Mi piace, un pezzo leggero, scanzonato. Mi ricorda un po' il duo Cocchi e Renato per come la canta.
E madonna se è truccato.
Luciana a confronto è acqua e sapone.
Arriva Annalisa e il mio naso si deforma.
Blusa bianca e mini rosa confetto da liceale. E peggio ancora
pareva avere anche le calze rosa.
Almeno la canzone Scintille è piacevole e allegra.
Non mi fa sbarellare, ma brava.


E siccome hanno fretta arriva subito Maria Nazionale che stavolta si è vestita da signora della sua età, corpetto bianco ricamato e pantalone nero. 
Non può mancare il balconcino in esposizione, che puoi farci una grigliata in 12. Su È colpa mia sorvoliamo.
Sale sul palco Cristicchi col suo solito vestitino in nuance grigia questa volta. La canzone, La prima volta che sono morto, è ironicamente realistica, carina e quasi rassicurante nei confronti della morte. Il pubblico sembra apprezzare.Pubblicità e altro mega ospitone Antony and The Johnson. 
Momento di musica pura. Canta You are my sister.
Anthony ha una voce che può leggere l'inci del bagnoschiuma in bagno e farti venire i brividi pure alle ciglia.
Non so cosa sia ma è in grado di scatenare qualcosa ad un passo dalla magia. 
Quella vera, e sembra di poterla toccare.
A spezzare l'incantesimo un orrendo top strassato di Luciana Littizzetto e Kekko dei Modà con le sue giacchette di velluto. La loro Se si potesse non morire potrebbe anche piacermi se non fosse che il pathos che ci mette mi angoscia. 
Tipo che ti aspetti schiatti da un momento all'altro.
Passa la palla a Daniele Silvestri con A bocca chiusa, che avanti un altro. 
Non mi dice nulla.
Anzi mi annoia pure.
Arrivano gli Almamegretta e vado in bagno. Torno giusto per vedere che il cantante è vestito da Aladin e sentire mia madre che si domanda se abbia la voce in un punto che molti vorrebbero sbiancare.
Andiamo avanti con Raphael Gualazzi vestito da pianista dopo il turno di lavoro. 

La canzone, Sai( Ci basta un sogno) è un piacevole crescendo, ci fossero meno "AaaaaaAaaa" sarebbe anche meglio.Arrivano i giovani.
Da sinistra: Ilaria, Antonio, Paolo, Andrea
Il primo è Andrea Nardinocchi con Storia Impossibile. Un pezzo che vorrebbe essere un po' RnB, invece è solo noioso. 
Look oltre il discutibile con la giacchetta rubata a e da Fabri Fibra e le scarpe da ginnastica.
Altro giovane Antonio Maggio che mi pare di aver già visto da qualche parte e non intendo al supermercato. Mi confermano essere un ex degli Aram Quartet (XFactor prima stagione)
Mi servirebbe sapere è pezzo piacevole, ritmato, da radio.
Ancora altro giovane, Paolo Simoni con Le Parole. Suggestivo il piano rosso, ma lui aveva un prato da calcio sintetico e pestato al posto dei capelli, e la giacca senape gne. 
Un dandy scrauso.
Ultima in gara fra i giovani, altro volto noto: Ilaria Purceddu con In equilibrio. Lei ha fatto X factor e sta volta me lo ricordo, mi piaceva pure. Look nuovo, capello corto, abito lungo che definirei il più bello visto fin'ora. Bianco e nero, mi ricorda un po' Black Swan. Il brano, che avevo sentito sul sito Rai e non mi era piaciuto, ma live diventa più suggestivo. 
Foto che non ha bisogno di commenti.
Mi convince.
Purtroppo però prima di sapere chi passa fra i giovani, dobbiamo sorbirci Al Bano appena scongelato dall'ultima lite con Romina.
Laura Chiatti, con un vestito carino ma banalissimo come l'ospite che presenta, lo introduce.
Si spara due acuti, grattati come il parmigiano sulla pasta e scatena una groupie sessantenne nella piccionaia.
Poi, insieme a Laura, Luciana e Fazio urla ancora sulle note di Felicità come se da ciò dipendesse tutta la sua virilità. 
Le mie corde vocali piangono in pena.
Fra i giovani passano Ilaria e Antonio.
La classifica provvisoria vede in testa Marco Mengoni, Modà, e Annalisa, con sommo dispiacere di tutti. Io non mi esprimo, devo pensarci. 
E per concludere, con una Vattene amore, riproposta come all'inizio dalla Littizzetto e da Fazio, siamo andati tutti a ninna.
E voi?
Ieri sera che avete fatto?

21 commenti:

  1. Ecco, ci contavo proprio nel tuo post perché mi sono persa tutta la prima metà della serata.
    I giovani che sono passati, Ilaria e Antonio, mi sono piaciuti molto! Spero vinca uno di loro due, perché quelli che avevo ascoltato la prima sera li avevo trovati tremendi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono qui apposta :D
      Fra i giovani sono in dubbio fra Ilaria e Renzo...

      Elimina
  2. Ho scritto la tesi -__-
    Oh, vedo che va molto la moda hipster, eh!

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. parli del ccciovane? si guarda un convinto....

      Elimina
    2. Pure i quattro, Ilaria Antonio Paolo e Andrea...

      Moz-

      Elimina
  3. Ieri sera come sai ero in pole position davanti al festival :) ma hai notato che Antonio Maggio sembra il nipote di Francesco Sarcina delle Vibrazioni??
    Finora le mie canzoni preferite sono quelle di Elio, Mengoni, Annalisa e Gazzè. A Mengoni però consiglio una bella molletta sul ciuffo come i cani yorkshire, così evita di storgere gli occhi per tutta la canzone :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. oddio hai ragione XD
      ahahhahah me lo immagino! ma hai visto le facce!? non gli si chiudeva un occhio

      Elimina
  4. Ieri sera ho cucinato per mio figlio degli strangozzi ai funghi porcini e dei bocconcini di pollo al limone con contorno di champignon trifolati, che abbiamo accompagnato con una onesta vernaccia di san gimignano.

    Poi mi sono accomodato sul divano e mi sono goduto le penultime puntate di MasterChef sorseggiando una 25 dodici (birra artigianale di Birra del Borgo) e mangiando dei cioccolatini "De Bondt Ryé" risultato del matrimonio tra il cioccolato De Bondt ed il Passito di Pantelleria Ben Ryè di Donnafugata.

    Ogni tanto ci vuole!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. evitami di googleare, che sono gli strangozzi?? sembra una bella serata!

      Elimina
  5. io ieri sera ho sentito sanremo mentre limonavo con te non ricordi?

    RispondiElimina
  6. Stravaccata sul divano in ko tecnico, ho azzardato un accenno a colazione da Tiffany ma il sonno ha avuto la meglio...
    Allora quand'è che si va alle terme insieme?dopo la cioccolata ovviamente...
    Ciao carissimo

    RispondiElimina
  7. Pier,tesoro,potrei anche non voler vedere più il Festival,i tuoi reportage sono così belli che..che..che te lo vedi a fà?:-) Però l'ho messo in sottofondo.mentre continuo a lavorare alla dannata tesi...A me gli alma piacciono e piace quella di Gazzè..Kekko boh..Albano per favore no...del duo della scollacciata ovviamente mi piace il lui mezzo americano mezzo italiano...Gualazzi è ok...é colpa mia...noooo da tagliarsi le vene..ed è appunto colpa sua(seppur abbia voce eh,ma boh,per la musica melodica napoletana mi son fermata a Nino D'angelo tempo immemore fa..).Malika...no dico..la prima sera a me sembrava un pò stralunata e non dico altro!Però ha sempre una bella voce..la canzone non saprei..Marta sui tubi siiiiiiiiiiiiiiiiiiii come quella degli alma me la canto sotto la doccia..o almeno ci provo..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie mille Ele :D Gazzè piace pure a me :D Malika non so se ci è o ci fa O.o
      ahahahah vorrei sentirti! un bacione

      Elimina
  8. Grazie per il resoconto, visto che ieri non so cosa mi è preso e ho deciso di avere della vita sociale invece che guardare il Festival. Ovviamente stasera rimedio.

    Fortunatamente, sulla strada del ritorno, la radio faceva sentire i giovani e devo dire che quest'anno mi piacciono molto di più dei big in gara.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...